Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Articoli con tag ‘Valutazione Clinica Insulino-resistenza’

La Manovra di Bardi nella quantificazione clinica dell’insulino-resistenza recettoriale.

“Purtroppo sono più numerosi gli uomini che costruiscono   muri    di quelli che costruiscono     ponti.”

Proverbio Cinese.

In un recente articolo, pubblicato su La Voce, ho sottolineato l’importante ruolo del GH-RH, da me definito questo sconosciuto, nalla diagnostica e nella ricerca clinica (1).

“L’ormone della crescita provoca aggravamento della insulino-resistenza a livello recettoriale e post-recettoriale. Al contrario,  nel sano l’attività dei recettori insulinici non è affatto modificata!” (1, 2, 3).

Fino ad oggi, il Medico accettava con un atto di fede la presenza della insulino-resistenza, che recita un ruolo primaio nella patologenesi del T2DM, accanto alla nota alterazione della secrezione insulinica da parte delle beta-cellule insulari.

Dal 1997, la valutazione dell’insulino-resistenza, descritta in una vasta Letteratura, fa parte del normale Esame Obiettivo dei Medici esperti in Semeiotica Biofisica Quantistica  (4-8).

Dopo trent’anni, questa scoperta non è stata ancora presa in considerazione e sottoposta a tentativo di falsificazione da parte delle competenti autorità sanitarie italiane, che evidentemente non mostrano alcun interesse a fermare l’epidemia diabetica.

Nel sano, a partire dalla nascita, il Segno di Artemisia è negativo (9) anche se valutato dopo 10 minuti di esecuzione della della Manovra di Bardi (10), che provoca in modo pulsate secrezione di GH-RH e quindi di ormone della crescita, utilizzato con succeso per accertare I falsi negative (11).

Al contrario, in presenza di insulino-resistenza, a partire dal Primo dei Cinque Stadi diabetici, il Segno di Artemisia mostra un normale il Tempo di Latenza (NN = 8 sec.), ma la durata del riflesso è sempre nettamente patologica: 4-6 sec. (< 3 sec.- 4 sec.<). Inoltre, se si ripete la valutazione del Segno di Artemisia dopo l’esecuzione della Manovra di Bardi della durata di 10 secondi, il Tempo di Latenza scende sotto i normali 8 sec. in rapport inverso con la gravità della sottostante patologia: nel diabete conclamato il Tempo di Latenza scende a 5 sec.

Naturalmente, nelle condizioni sperimentali sopra descritte, tessuto adiposo ed epatico mostrano identico comportamento.

Questa valutazione quantitative svolge un ruolo diagnostico importante per riconoscere, al letto del malato, l’insulino-resistenza, condizione patologica tipica del T2DM a partire dalla nascita.

Esiste una singolare variante del T2DM, Diabete Mellito tipo 2 Stagnaro, caratterizzato da insulino-resistenza medio-intensa e da lieve alterazione della secrezione insulinica da parte delle Beta-cellule delle Isole di Langherans (12).



1)      Sergio Stagnaro. Diabetologia Semeiotica Biofisica Quantistica in Progresso: il GH-RH, questo Sconosciuto. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/11/30/diabetologia-semeiotica-biofisica-quantistica-in-progresso-il-gh-rh-questo-sconosciuto/

2) Holly JM, Amiel SA, Sandhu RR, Rees LH, Wass JA. The role of growth hormone in diabetes mellitus. J Endocrinol. 1988 Sep;118(3):353-64.

3) Sönksen PH, Russell-Jones D, Jones RH. Growth hormone and diabetes mellitus. A review of sixty-three years of medical research and a glimpse into the future? Horm Res. 1993;40(1-3):68-79.

4) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Semeiotica Biofisica: la manovra di Ferrero-Marigo nella diagnosi clinica della iperinsulinemia-insulino resistenza. Acta Med. Medit. 13, 125, 1997.

5) Stagnaro Sergio. Semeiotica Biofisica Quantistica: Diagnosi Clinica dell’Iperinsulinemia-Insulinoresistenza. http://www.fcenews.it, Ottobre, 2009. http://www.fcenews.it/docs/iper.pdf

6) Sergio Stagnaro.      Manovra di Ferrero-Marigo e Vasomotilita’ a Riposo e Dopo Il Test Di Secrezione Del Picco Acuto Insulinemico nella Valutazione Clinica della Insulino Resistenza 23 novembre 2010. http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradiferrero.pdf

7) Sergio Stagnaro. Valutazione clinica SBQ dell’insulina-resistenza nel muscolo-scheletrico –    articolo aggiornato. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/insulino-resistenzaarticoloaggiornato2016.pdf

8) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004.   http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

9) Sergio Stagnaro. Il Segno di Artemisia: Il Diabete Mellito diagnosticato in un secondo a partire dal suo Primo Stadio di Reale Rischio Congenito, Dipendente

dalla Costituzione Diabetica. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodiartemisia.pdf

10) Sergio Stagnaro.  Ruolo del Muscolo – Scheletrico nella Diagnosi Clinica. Il Riflesso della Low Grade Chronic Inflammation e la Manovra di Bardi.  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/muscoloscheletricobardi2016.pdf

11) Sergio Stagnaro.  Manovra di Bardi, affidabile, semplice e di rapida applicazione, nel riconoscere in 10 secondi i Falsi Negativi in Semeiotica Biofisica Quantistica. http://www.sisbq.org/glossariosbq.html;    https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/07/manovra-di-bardi-affidabile-semplice-e-di-rapida-applicazione-nel-riconoscere-in-10-secondi-i-falsi-negativi-in-semeiotica-biofisica-quantistica/

12) Sergio Stagnaro. Diabete Mellito tipo 2 Stagnaro, Libri e Articoli www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dmt2_stagnaro2017.pdf

Valutazione Clinica SBQ Sensibilizzata dell’Attività Ormonale.

Nell’articolo precedente su La Voce di SS , https://sergiostagnaro.wordpress.com/2014/09/30/valutazione-clinica-della-ridotta-sensibilita-dei-recettori-insulinici-a-partire-dal-iii-stadio-del-dm-tipo2/,  ho illustrato in modo semplice, elementare, la rapida valutazione clinica semeiotico-biofisico-quantistica della sensibilità dei recetori insulinici in tutti i tessuti bersaglio.

Il Medico attento, recettivo, dalla mente aperta e quindi lungimirante, non proccupato della troppa realtà occupante l’orizzonte ontico, ha certamente compreso che una simile valutazione clinica, inconfutabilmente epocale, dell’attività endocrina può essere utilizzata per tutte le ghiandole a secrezione interna, incluso il tessuto adiposo, specialmente quello della mammella, diverso dagli altri (mie ricerche in corso).

Com’è possibile, per esempio,  la diagnosi clinica – e non – di un latente ipotiroidismo se il medico non conosce la Semeiotica Biofisica Quantistica?

Quante volte, sempre senza successo,  ho invitato i barbari della Medicina a confrontarsi con me pubblicamente nel porre una simile diagnosi, usando esclusivamente il comune fonendoscopio?

Nel sano, il Medico valuta di base i valori parametrici dei  riflessi ghiandolari- (timo-, TSH-RH-, ACTH-RH-, E-RH, Epifisi- (etcetera) Gastrico aspecifico: Tempo di Latenza (TL) = 8 sec. se la stimolazione è medio-intensa, D < 3sec.-4 sec.<, TL differenziale < 3 sec.-4 sec.<, fractal Dimension delle fluttuazioni microvasali. Cose note!

Al contrario, in caso di  lieve, latente insufficineza, risulta modestamente allungata a 4 sec. la sola Durata del Riflesso (NN  < 3 sec.- 4 sec. <). Pertanto la valutazione potrebbe risultare non facile alla maggior parte dei Medici.

Se invece, nel sano, si valutano – dopo almeno 10 secondi di intervallo – una seconda volta gli stessi valori paametrici del riflesso ghiandola-gastrico aspecifico, immediatamente dopo l’attuazione del Segno di Siniscalchi della durata di un secondo (= intenso pizzicotto della cute del VI dermatomero toracico: durata un secondo!), il Tempo di Latenza (di base 8 sec. se la stimolazione è di media intensità) triplica, salendo a 24 sec.

Al contrario, nella lieve, latente insufficienza ormonale, l’aumento non è mai significativo e l’allungamento del Tempo di Latenza risulta tanto minore quanto maggiore è la gravità della sottostante patologia.

Tralascio di discutere i meccanismi d’azione della manovra brevemante illustrata sopra perché, ignorando i Medici e i “professori”  la Micronagiologia Clinica, nessuno mi capirebbe e la mia sarebbe la Voce di chi grida ne Deserto.

Sono ben disposto, invece, a dare ogni possibile ulteriore informazione  a quanti me la chiederanno.

To be continued ……..

 

Cloud dei tag