Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Articoli con tag ‘Semeiotica Biofisica Quantistica’

La Manovra di Bardi nella quantificazione clinica dell’insulino-resistenza recettoriale.

“Purtroppo sono più numerosi gli uomini che costruiscono   muri    di quelli che costruiscono     ponti.”

Proverbio Cinese.

In un recente articolo, pubblicato su La Voce, ho sottolineato l’importante ruolo del GH-RH, da me definito questo sconosciuto, nalla diagnostica e nella ricerca clinica (1).

“L’ormone della crescita provoca aggravamento della insulino-resistenza a livello recettoriale e post-recettoriale. Al contrario,  nel sano l’attività dei recettori insulinici non è affatto modificata!” (1, 2, 3).

Fino ad oggi, il Medico accettava con un atto di fede la presenza della insulino-resistenza, che recita un ruolo primaio nella patologenesi del T2DM, accanto alla nota alterazione della secrezione insulinica da parte delle beta-cellule insulari.

Dal 1997, la valutazione dell’insulino-resistenza, descritta in una vasta Letteratura, fa parte del normale Esame Obiettivo dei Medici esperti in Semeiotica Biofisica Quantistica  (4-8).

Dopo trent’anni, questa scoperta non è stata ancora presa in considerazione e sottoposta a tentativo di falsificazione da parte delle competenti autorità sanitarie italiane, che evidentemente non mostrano alcun interesse a fermare l’epidemia diabetica.

Nel sano, a partire dalla nascita, il Segno di Artemisia è negativo (9) anche se valutato dopo 10 minuti di esecuzione della della Manovra di Bardi (10), che provoca in modo pulsate secrezione di GH-RH e quindi di ormone della crescita, utilizzato con succeso per accertare I falsi negative (11).

Al contrario, in presenza di insulino-resistenza, a partire dal Primo dei Cinque Stadi diabetici, il Segno di Artemisia mostra un normale il Tempo di Latenza (NN = 8 sec.), ma la durata del riflesso è sempre nettamente patologica: 4-6 sec. (< 3 sec.- 4 sec.<). Inoltre, se si ripete la valutazione del Segno di Artemisia dopo l’esecuzione della Manovra di Bardi della durata di 10 secondi, il Tempo di Latenza scende sotto i normali 8 sec. in rapport inverso con la gravità della sottostante patologia: nel diabete conclamato il Tempo di Latenza scende a 5 sec.

Naturalmente, nelle condizioni sperimentali sopra descritte, tessuto adiposo ed epatico mostrano identico comportamento.

Questa valutazione quantitative svolge un ruolo diagnostico importante per riconoscere, al letto del malato, l’insulino-resistenza, condizione patologica tipica del T2DM a partire dalla nascita.

Esiste una singolare variante del T2DM, Diabete Mellito tipo 2 Stagnaro, caratterizzato da insulino-resistenza medio-intensa e da lieve alterazione della secrezione insulinica da parte delle Beta-cellule delle Isole di Langherans (12).



1)      Sergio Stagnaro. Diabetologia Semeiotica Biofisica Quantistica in Progresso: il GH-RH, questo Sconosciuto. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/11/30/diabetologia-semeiotica-biofisica-quantistica-in-progresso-il-gh-rh-questo-sconosciuto/

2) Holly JM, Amiel SA, Sandhu RR, Rees LH, Wass JA. The role of growth hormone in diabetes mellitus. J Endocrinol. 1988 Sep;118(3):353-64.

3) Sönksen PH, Russell-Jones D, Jones RH. Growth hormone and diabetes mellitus. A review of sixty-three years of medical research and a glimpse into the future? Horm Res. 1993;40(1-3):68-79.

4) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Semeiotica Biofisica: la manovra di Ferrero-Marigo nella diagnosi clinica della iperinsulinemia-insulino resistenza. Acta Med. Medit. 13, 125, 1997.

5) Stagnaro Sergio. Semeiotica Biofisica Quantistica: Diagnosi Clinica dell’Iperinsulinemia-Insulinoresistenza. http://www.fcenews.it, Ottobre, 2009. http://www.fcenews.it/docs/iper.pdf

6) Sergio Stagnaro.      Manovra di Ferrero-Marigo e Vasomotilita’ a Riposo e Dopo Il Test Di Secrezione Del Picco Acuto Insulinemico nella Valutazione Clinica della Insulino Resistenza 23 novembre 2010. http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradiferrero.pdf

7) Sergio Stagnaro. Valutazione clinica SBQ dell’insulina-resistenza nel muscolo-scheletrico –    articolo aggiornato. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/insulino-resistenzaarticoloaggiornato2016.pdf

8) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004.   http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

9) Sergio Stagnaro. Il Segno di Artemisia: Il Diabete Mellito diagnosticato in un secondo a partire dal suo Primo Stadio di Reale Rischio Congenito, Dipendente

dalla Costituzione Diabetica. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodiartemisia.pdf

10) Sergio Stagnaro.  Ruolo del Muscolo – Scheletrico nella Diagnosi Clinica. Il Riflesso della Low Grade Chronic Inflammation e la Manovra di Bardi.  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/muscoloscheletricobardi2016.pdf

11) Sergio Stagnaro.  Manovra di Bardi, affidabile, semplice e di rapida applicazione, nel riconoscere in 10 secondi i Falsi Negativi in Semeiotica Biofisica Quantistica. http://www.sisbq.org/glossariosbq.html;    https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/07/manovra-di-bardi-affidabile-semplice-e-di-rapida-applicazione-nel-riconoscere-in-10-secondi-i-falsi-negativi-in-semeiotica-biofisica-quantistica/

12) Sergio Stagnaro. Diabete Mellito tipo 2 Stagnaro, Libri e Articoli www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dmt2_stagnaro2017.pdf

Annunci

Il Segno di Scopinaro*: un pizzicotto cutaneo permette in 3 secondi di fare la Diagnosi Differenziale tra Malattia di Alzheimer e Demenza Senile.

Per chi non conosce la Semeiotica Biofisica Quantistica, la diagnosi differenziale tra Malattia di Alzheimer e Demenza Senile è difficile, specialmente negli stadi iniziali (1-3).

A rendere questa diagnosi differenziale non facile contribuiscono le forme di Demenza Senile con fenomenologia clinica simile alla Malattia di Alzheimer (3).

In precedenti articoli, è illustrata la diagnosi clinica di Malattia di Alzheimer con la Semeiotica Biofisica Quantistica  a partire dal suo Reale Rischio Congenito, caratterizzata dall’assenza di risposta dei microvasi cerebrali al Test del Picco Acuto di Secrezione Insulinica (TPASI), presente, sebbene di lieve intensità, anche nella ATS cerebrale (4-7). Nella cerebropatia aterosclerotica il TPASI simultaneamente intensifica le fluttuazioni micro vasali del cervello: la durata della diastole del cuore periferico, sec. Claudio Allegra, sale di 1-2 sec.

Al contrario, nella Malattia di Alzheimer non si osserva nessun aumento della durata della diastole delle piccole arterie e arteriole, sec. Hammersen.

Per la prima volta descrivo un segno semplice e di rapida esecuzione, il Segno di Scopinaro, che permette al Medico di fare la diagnosi differenziale tra AD e Demenza Senile in soli 3 secondi. La fisiopatologia del segno, illustrato di seguito, origina dal deposito patologico di sostanza proteica nella cute in pazienti colpiti da cerebropatia neurodegenerativa, come si osserva anche nella malattia di Creutzfeldt-Jakob (8).

Nel sano, il pizzicotto cutaneo di moderata-media intensità (500-700 dyne/cm.2), dopo un tempo di latenza di 8 sec. esatti, provoca il Riflesso Gastrico Aspecifico, espressione di acidosi istangica, della durata fisiologica > 3 sec.- 4 sec.<

Al contrario, nella Malattia di Alzheimer, a differenza della Demenza Senile, dopo 3sec. compare un primo piccolo Riflesso gastrico aspecifico, che evidenzia il deposito di sostanza patologica proteica nella cute. Il secondo Riflesso Gastrico Aspecifico appare dopo un Tempo di Latenza inferiore ai normali 8 sec. e persiste per oltre 4 sec., in rapporto alla gravità della patologia sottostante.

Il medico successivamente pone la diagnsi sulla base dei risultati di altri segni specifici (4-7).

Quanto sopra riferito corrobora l’affermazione secondo la quale la conoscenza è implicita nel metodo (K.Jaspers, Das Wesen der Wissenshaft) e confuta quanto in una mail inviatami ha scritto un docente universitario italiano: hanno valore scientifico solo articoli lunghi, pubblicati su peer reviews. Evidentemente il docente ignora le epidemie di CVD/CAD, Osteoporosi, T2DM, Cancro, nonostante le 33.000 riviste di Medicina nel mondo.

Il Segno di Scopinaro è presente dalla nascita, sebbene la sua intensità sia circa 0.5 cm, in tutti i soggetti colpiti da Reale Rischio Congenito di una patologia cerebrale neurodegenerativa, come appunto l’AD. Pertanto il Medico ha una efficace arma in più per la Prevenzione Pre-Primaria e Primaria di malattie gravi che non guariscono.

* Dedico questo Segno al mio indimenticabile Docente di Semeiotica Medica, Prof. Domenico Scopinaro, Maestro di Scienza e Umanità, al San Martino di Genova negli anni’50.

Bibliografia

1)      Erkinjuntti T. Differential diagnosis between Alzheimer’s disease and vascular dementia: evaluation of common clinical methods. Acta Neurol Scand. 1987 Dec;76(6):433-4

2)David S. Gelmacher, Whitehouse Jr. et al. Differential Diagnosis of Alzheimer Disease, Neurology May 1997, Vol. 48, N° 5, Suppl 6, 2529

3)      Reisberg B., Ferris S.H., de Leon M.J. (1985) Senile Dementia of the Alzheimer Type: Diagnostic and Differential Diagnostic Features with Special Reference to Functional Assessment Staging. In: Traber J., Gispen W.H. (eds) Senile Dementia of the Alzheimer Type. Advances in Applied Neurological Sciences, vol 2. Springer, Berlin, Heidelberg

4)      Sergio Stagnaro. Il Cervelletto è un Sensore della Predisposizione all’Aterosclerosi Cerebrale. La Manovra di De Lisi.  www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/lisi_cervelletto_atscerebrale.pdf

5)      Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. The Role of ‘Modified Mediterranean Diet’ and Quantum Therapy In Alzheimer’s Disease  Primary Prevention. Letter to the Editor, The Journal of Nutrition, Health & Aging, Volume 18, Number 1, 2014, Springer Ed. http://link.springer.com/article/10.1007/s12603-013-0435-7  [MEDLINE]

6)      Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. The Auscultatory Percussion of the Stomach Plays a Central Role in Bedside Diagnosis and Primary Prevention of Neurodegenerative Diseases and their Inherited Real Risks. 5th Annual World Congress Neotalk, Nijang, China, http://www.bitlifesciences.com/neurotalk2014/program_path1.asp#p1-2

7)      Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004.   http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

8)      Christina D. Orrú,Jue Yuan,  Brian S. Appleby et al. Prion seeding activity and infectivity in skin samples from patients with sporadic Creutzfeldt-Jakob disease. Science Translational Medicine  22 Nov 2017: Vol. 9, Issue 417.

Nature e il Diabete Mellito: tutto il mondo è Paese. Parte Seconda e spero Ultima.

I fatti.

Editori e Revisori delle riviste considerate le più autorevoli nell’informazione medica non conoscono la Diabetologia ma la desolante Glicemologia. Infatti, la volgare definizione politicamente corretta del Diabete Mellito, accettata in tutto il mondo, si trova anche nel sito del Ministero della Salute italiano:

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_1885_allegato.pdf

“Ministero della Salute–DG Programmazione Sanitaria-Commissione Nazionale Diabete8, 1.3
Il diabete mellito: definizione e classificazione, epidemiologia, costi.
Definizione e classificazione
Il diabete mellito (DM), comunemente definito diabete, è un gruppo di malattie metaboliche che hanno come manifestazione principale un aumento delle concentrazioni ematiche di glucosio (iperglicemia)”.
Spiegata la causa principale dell’epidemia diabetica in continuo aumento e la presenza in Italia di 1.700.000 circa diabetici non ancora diagnosticati! Orribile a dirsi.
Quanto sopra è un delirio scientifico per un diabetologo dalla mente aperta, libero di pensare l’impensato heidegerriano,  da sempre  disposto, purtroppo senza successo, a confrontarsi con gli sfuggenti esperti ministeriali degli ultimi vent’anni e con  i glicemologi del Bel Paese:
Stagnaro S., West PJ., Hu FB., Manson JE., Willett WC. Diet and Risk of Type 2 Diabetes. N Engl J Med. 2002 Jan 24;346(4):297-298. [Medline]
Sergio Stagnaro.  Biophysical-Semeiotic Dyslipidaemic Constitution. Cyber Lecture, www.indmedica.com , 2006,    http://cyberlectures.indmedica.com/show/50/1/Biophysical-Semeiotic_Dyslipidaemic_Constitution
Sergio Stagnaro.  Biophysical-Semeiotic Diabetic Constitution. Cyber Lecture,. www.indmedica.com, 2006,  http://cyberlectures.indmedica.com/show/60/1/Diabetic_Constitution
Sergio Stagnaro and Simone Caramel.    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Front Endocrinol (Lausanne). 2013; 4: 17. Published online 2013 Feb 26. doi:  10.3389/fendo.2013.00017.http://www.frontiersin.org/Review/ReviewForum.aspx [Medline]
Sergio Stagnaro. Il Segno di Adezati-Giordano: I Cinque Stadi del Diabete Mellito tipo 2  riconosciuti in Dieci Secondi. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodiadezatigiordano.pdf
Sergio Stagnaro.  La Taileverina, prodotta nella Coda del Pancreas, svolge un ruolo importante nella diagnosi clinica dei Cinque Stadi diabetici. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/02/02/la-taileverina-prodotta-nella-coda-del-pancreas-svolge-un-ruolo-importante-nella-diagnosi-clinica-dei-cinque-stadi-diabetici/
Sergio Stagnaro. Il Segno di Giuseppe, affidabile, di rapida e facile applicazione, permette la Diagnosi del Diabete Mellito, tipo 1 e 2, in tre secondi a partire dalla Nascita, cioè dal primo dei Cinque Stadi. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodigiuseppe.pdf

Il 16/11/2017 17:26, Nature ha scritto:

Dear Dr Stagnaro,

Thank you for your email. The Comment, Editorial, News & Views and Outlooks sections of Nature run commissioned material only and therefore do not accept unsolicited proposals.

There is another option you may wish to consider, if appropriate. This would be to condense your submission to under 300 words as a possible candidate for our Correspondence (‘Letters to the Editor’) section. However, you will first need to check our author guidelines at https://www.nature.com/nature/for-authors/other-subs to determine its suitability and for details of our strict format.

Note that Correspondence is intended for brief comments on topical issues of public and political interest, and for readers’ reactions to informal journalistic material published in Nature; as it is not a peer-reviewed section of the journal, it is not suitable for presenting new data or for technical material.

Best wishes,

Nature Editorial Administration

Questa è la mia immediata reazione a quella che considero una provocazione degli Editori di Nature:

——– Messaggio Inoltrato ——–

Oggetto: Re: Is Clinical Medicine dead?
Data: Sat, 18 Nov 2017 07:15:41 +0100
Mittente: Sergio Stagnaro <dottsergio@semeioticabiofisica.it>
A: Nature <Nature@nature.com>
CC: segreteriaministro@sanita.it, segreteria@fnomceo.it, Ricciardi Walter <walter.ricciardi@unicatt.it>, valeria.fedeli@senato.it, a.quattrone@isn.cnr.it, SISBQ Amici <sisbq@yahoogroups.com>

Dear Nature Editorial Administration,

C/C to All,

your distressing mail is the second photocopied politically correct answer you send me. You did not understand, better said, you do not want to understand the meaning of my first email. I do not want to publish anything at 86 years, in your journals, whose Editors considere T2DM a group of pathologies characterized by “hyperglycaemia”! You and your reviewers are not up to date and you can not understand that the death of Clinical Medicine is the death of Medicine.
There are T2DM  Five Stages, Nature Editors and Italian competent Authorities seemingly  ignore,  bedside diagnosed with a stethoscope from birth. The first three stages are eliminated with Reconstructing Mitochondrial Quantum Therapy, Caramel S., Marchionni M., Stagnaro S. Morinda citrifolia Plays a Central Role in the Primary Prevention of Mitochondrial-dependent Degenerative Disorders. Asian Pac J Cancer Prev. 2015;16(4):1675. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25743850[MEDLINE].

Really, based on these paramount, unfortunately overlooked, Medicine discoveries, inexpensive Primary Prevention can be realized rationally on very large scale, stopping the diabetic epidemic. I renew the invitation: I suggest you to fly to Milan next December 3, to attend at my last Lectio Magistralis:

Locandina Milano 3 – 12

http://www.eurodream.net/eventi/genetica-ed-epigenetica-la-riprogrammazione-cellulare-nell-era-della-medicina-quantistica-un-nuovo-paradigma-per-la-prevenzione-semeiotica-e-reali-rischi-congeniti_370.htm Best wishes

Dr Sergio Stagnaro
PS.
Also this eail  is posted at URL www.sergiostagnaro.wordpress.com

Di seguito le illuminantimail già in rete nel precedente post:

From: Sergio Stagnaro [mailto:dottsergio@semeioticabiofisica.it]
Sent: 16 November 2017 13:29
To: Nature
Subject: Is Clinical Medicine dead?

 

Dear Nature Editors,

after reading the titles of Nature reviews,  one thinks  that you consider Clinical Medicine dead. In fact, three out of four articles are molecular biological in nature.
I was right  when I have stated that “The Death of Clinical Medicine parallels Medicine End”. CMAJ 2008; 178: 1523-1524, 10 June 2008. http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/178/12/1523

This way of thinking about Medicine has led to mourning and death: CVD / CAD, Osteoporosis, T2DM and Cancer are today’s growing epidemics.

Let’s look, for instance,  at the T2DM Five Stages, whose vulgar, distressing definition is  sheared from all Authors, Editors, Reviewers. As a consequence, if a diabetic, under insulin high doses treatment,  is normoglycemic, he is no longer diabetic! A scientific Delirium.

I suggest you to fly to Milan next December 3, to attend at my last Lectio Magistralis:

Locandina Milano 3 – 12

http://www.eurodream.net/eventi/genetica-ed-epigenetica-la-riprogrammazione-cellulare-nell-era-della-medicina-quantistica-un-nuovo-paradigma-per-la-prevenzione-semeiotica-e-reali-rischi-congeniti_370.html

The 70-year-old newly diagnosed as diabetic,  from birth was potentially diabetic, because he was involved by Diabetic Constitution-Dependent, Inherited Real Risk, you ignore:

Sergio Stagnaro and Simone Caramel.    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Front Endocrinol (Lausanne). 2013; 4: 17. Published online 2013 Feb 26. doi:  10.3389/fendo.2013.00017.http://www.frontiersin.org/Review/ReviewForum.aspx [Medline]

I appreciate your critical comment. I’dd like to inform that  this mail is posted  in my blog La Voce di SS   www.sergiostagnaro.wordpress.com

Sincerely

Dr Sergo Stagnaro

Sergio Stagnaro MD

Via Erasmo Piaggio 23/8,

16039 Riva Trigoso (Genoa) Italy

Phone 0390-0185-42315

Founder of Quantum Biophysical Semeiotics,

Honorary President of  International Society of

Quantum Biophysical Semeiotics  (SISBQ)

www.semeioticabiofisica.it

www.sisbq.org

www.sergiostagnaro.wordpress.com

 

Lettera Aperta all’American Diabetes Association che continua a chiedere soldi per combattere il T2DM.

Inviata per conoscenza alla Segreteria della Ministra della Salute, alla Signora Valeria Fedeli, al Prof. Walter Ricciardi, alla Segreteria della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici, al mio Odine dei Medici di Genova, questa Lettera Aperta è in italiano, perché spero venga letta dal numero più elevato di Lettori italiani.

Una lunga esperienza dimostra che non sono i soldi a vincere il DM, oggi una epidemia in aumento, anche se non così pericolosa come quella del morbillo.

E’ espressione dello spirito del tempo in cui viviamo il silenzio sospetto dei destinaari, incluso il mio Ordine dei Medici, al quale ho offerto di tenere – fuori di Genova, per i noti motivi – una conferenza per illustrare la mia lotta clinica ai Cinque Stadi del Diabete Mellito, oggetto della mia  Lectio Magistralis a Milano 3 dicembre pv. e della mia relazione a EuroDiabetes 2018 Rome, dove sono stato invitato, certamente non dai diabetologi italiani della SID!

Di seguito il testo della mail appena inviata:

Lettera Aperta pubblicata in La Voce di SS www.sergiostagnaro.wordpress.com

Cari Diabetologi dell’ADA,

se volete veramente combattere il T2DM, allora cambiate paradigmi, senza chiedere sempre soldi per inutili ma costose ricerche di biologia-molecolare. Infatti,  il T2DM è una epidemia in continuo aumento nonostante desolanti giorni, settimane, mesi e anni organizzati  per sconfiggerlo.

Se ancora sapete usare il fonendoscopio, venite a Milano il 3 dicembre  pv. per cercare di imparare la più efficace lotta  al Diabete Mellito, combattuta clinicamente  senza spendere nulla, che porrà fine alle temute amputazioni.

Alla fine della mia Lectio Magistralis, sarò disposto a  visitare tre di voi – non più di tre a causa della mia avanzata età, 86 aa. – per diagnosticare un possibile stadio diabetico ancora da voi ignorato.

Locandina Milano 3 – 12http://www.eurodream.net/eventi/genetica-ed-epigenetica-la-riprogrammazione-cellulare-nell-era-della-medicina-quantistica-un-nuovo-paradigma-per-la-prevenzione-semeiotica-e-reali-rischi-congeniti_370.html

Collegiali saluti

Dr Sergio Stagnaro

Sergio Stagnaro MD

Via Erasmo Piaggio 23/8

16039 Riva Trigoso (Genoa) Italy

Founder of Quantum Biophysical Semeiotics

Honorary President of International Society of

Quantum Biophysical Semeiotics

Cell. 3338631439

dottsergio@semeioticabiofisica.it

www.semeioticabiofisica.it

www.sisbq.org

www.sergiostagnaro.wordpress.com

 

Il 13/11/2017 23:21, The American Diabetes Association ha scritto:

Friend,

We have made a lot of progress, but people with diabetes are still nearly 10 times more likely to undergo an amputation than people without the disease. That is a staggering number especially when you consider that the rate of amputations dropped by over 50% over the past couple decades, thanks to research and education. Even those who do not end up losing a limb likely suffer from neuropathy—nerve damage that leads to chronic pain or numbness, usually in the hands or feet.

Friend, your support is the key to advancing our life-saving research, such as research to understand the causes of neuropathy and how to treat it better.

Will you please consider making a secure, tax-deductible online gift today?

You may already know that neuropathy is dangerous because loss of sensation increases risk of injury and makes it harder to notice blisters, cuts, sores and other wounds—especially on your feet. And overlooking a cut or sore is a BIG problem because people with diabetes tend to heal more slowly than others. In some cases, people with diabetes suffer from chronic wounds that simply will not heal, even with time and treatment.

We’ve had some promising results in wound treatment. That’s why we’ve had success in reducing the rate of amputations in people with diabetes—yet the rate remains nearly 10 times higher than in people without diabetes. We need to do more to make sure that everyone has access to improved treatments for neuropathy and wound care.

Any amount you can afford to give will help save and improve lives by funding research and education efforts to prevent amputation, neuropathy and other potentially deadly complications of diabetes.

In the meantime, please check out our 13 tips for healthy feet to find out how to keep yourself or a loved one healthy.

Thank you again for all you to do to help Stop Diabetes®.

Lettera Aperta pubblicata in La Voce di SS www.sergiostagnaro.wordpress.com

Cari Diabetologi dell’ADA,

se volete veramente combattere il T2DM, allora cambiate paradigmi, senza chiedere sempre soldi per inutili ma costose ricerche di biologia-molecolare. Infatti,  il T2DM è una epidemia in continuo aumento nonostante desolanti giorni, settimane, mesi e anni organizzati  per sconfiggerlo.

Se ancora sapete usare il fonendoscopio, venite a Milano il 3 dicembre  pv. per cercare di imparare la più efficace lotta  al Diabete Mellito, combattuta clinicamente  senza spendere nulla, che porrà fine alle temute amputazioni.

Alla fine della mia Lectio Magistralis, sarò disposto a  visitare tre di voi – non più di tre a causa della mia avanzata età, 86 aa. – per diagnosticare un possibile stadio diabetico ancora da voi ignorato.

Locandina Milano 3 – 12http://www.eurodream.net/eventi/genetica-ed-epigenetica-la-riprogrammazione-cellulare-nell-era-della-medicina-quantistica-un-nuovo-paradigma-per-la-prevenzione-semeiotica-e-reali-rischi-congeniti_370.html

Collegiali saluti

Dr Sergio Stagnaro

Sergio Stagnaro MD

Via Erasmo Piaggio 23/8

16039 Riva Trigoso (Genoa) Italy

Founder of Quantum Biophysical Semeiotics

Honorary President of International Society of

Quantum Biophysical Semeiotics

Cell. 3338631439

dottsergio@semeioticabiofisica.it

www.semeioticabiofisica.it

www.sisbq.org

www.sergiostagnaro.wordpress.com

 

Il 13/11/2017 23:21, The American Diabetes Association ha scritto:

Friend,

We have made a lot of progress, but people with diabetes are still nearly 10 times more likely to undergo an amputation than people without the disease. That is a staggering number especially when you consider that the rate of amputations dropped by over 50% over the past couple decades, thanks to research and education. Even those who do not end up losing a limb likely suffer from neuropathy—nerve damage that leads to chronic pain or numbness, usually in the hands or feet.

Friend, your support is the key to advancing our life-saving research, such as research to understand the causes of neuropathy and how to treat it better.

Will you please consider making a secure, tax-deductible online gift today?

You may already know that neuropathy is dangerous because loss of sensation increases risk of injury and makes it harder to notice blisters, cuts, sores and other wounds—especially on your feet. And overlooking a cut or sore is a BIG problem because people with diabetes tend to heal more slowly than others. In some cases, people with diabetes suffer from chronic wounds that simply will not heal, even with time and treatment.

We’ve had some promising results in wound treatment. That’s why we’ve had success in reducing the rate of amputations in people with diabetes—yet the rate remains nearly 10 times higher than in people without diabetes. We need to do more to make sure that everyone has access to improved treatments for neuropathy and wound care.

Any amount you can afford to give will help save and improve lives by funding research and education efforts to prevent amputation, neuropathy and other potentially deadly complications of diabetes.

In the meantime, please check out our 13 tips for healthy feet to find out how to keep yourself or a loved one healthy.

Thank you again for all you to do to help Stop Diabetes®.

Valutazione Clinica della down regulation dei Recettori insulinici. Appunti di uno Studente di Medicina, Anno Accademico 2050/2051, Harvard University, North Korea.

 

“L’epidemia diabetica cesserà quando i professori-laureati-in-Medicina

parleranno e scriveranno di meno ma studieranno di più”

(L’Apostolo della Prevenzine Pre-Primaria e Primaria).

La vostra perfetta conoscenza della Valutazione SBQ dei Glicocali (1-6) rende possible lo studio clinico della down regulation dei recettori insulinici nei tessuti bersaglio, notoriamente fegato, tessuto adiposo e muscolare scheletrico.

La facile e rapida valuazione clinica di questo evento biologico molecolare è importante perché contribuisce al letto delmalato di riconoscere il DM asintomatico.

Notoriamente la vasomozione nei microvasi avviene rapidamente nel sano, mentre a partire dal primo dei Cinque Stadi del T2DM la sua nota compromissione è significativa, offrendo al Medico l’ennesimo strumento per riconoscere il DM in individui apparentemente sani.

Riferiscono le cronache che fino al secondo decennio del nostro secolo, esistevano nel mondo circa 150 milioni di diabetici che non sapevano di esserlo, cioè non diagnosticati tali, a causa del desolante insegnamento universitario, nonostante esistesse una abbondante Letteratura sulla Diabetologia Semeiotico-Biofisico-Quantistica.

Nel sano, a riposo, la valutazione del glicocalice (1-6) mostra una attuazione rapida in circa 1,5 sec. intensa 2 cm. con durata di 6 sec. Valori riferiti alla dinamica del cuore periferico, sec. Claudio Allegra, cioè alla dinamica delle piccolo arterie e arteriole, sec.Hammersen. E’ presente la forma associate della microcircolazione: identici I valori parametrici delle dinamiche nelle piccolo arterie-arteriole e nei nutritional capillaries.

Al contrario, a partire dalla nascita, nel diabetico l’attuazione della diastole è lenta, meno intensa, con durata prolungata e la microcircolazione è notoriamente dissociata, permettendo la diagnosi di DM in soggetti anche apparentemente sani. I dati relative ai valori parametrici dipendono dallo stadio diabetico.

Se durante la sistole del cuore periferico si esegue il Test del Picco Acuto di Secrezione Insulinica, prolungato per la durata dell’esperimento (7), si provoca la down regulation dei recettori insulinici.

Nel sano, simultaneamente si attua una intensa diastole la cui durata sale da 6 sec. a 24 sec., alla base del precondizionamento tessutale (9).

Essenziale nella valutazione dell’efficacia della down regulation dei recettori insulinici è la diminuziona della durata della seconda diastole, che scende dal valore di 24 a quello fisiologico di base, 6 sec., e poi a 5 sec.

Al contrario nel diabetic, a partire dai primi stadi, nelle identiche condizioni sperimentali, la durata sale da 7 sec., in caso di Reale Rischo Congenito diabetico (8) a 9 sec., a 8 sec, nel II e II Stadio diabetico e tale rimane per almeno tre successive diastoli, espressione della compromessa down regulation dei recettori insulinici.

Non illustro altri interessanti eventi di non facile ossevazione clinica, perché sono argomento di insegnamento nel prossimo anno.

  1. Sergio Stagnaro. Il Glicocalice nella Diagnosi Semeiotico-Biofisico-Quantistica di Terreno Oncologico di Di Bella. 15 febbraio 2011, melatonina.ithttp://www.melatonina.it/farma/approfondimenti.php ; http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/glicocaliceoncologico.pdf; http://www.fcenews.it
  2. Simone Caramel and Sergio Stagnaro The role of glycocalyx  in QBS diagnosis of Di Bella’s Oncological Terrain – Up-dated article – http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/oncological_glycocalyx2011.pdf
  3. Sergio Stagnaro.  Ruolo del Glicocalice nella Valutazione Semeiotica Biofisica Quantistica della Sindrome del Fegato Iperfunzionante. 3 marzo 2011.  http://www.piazzettamedici.it/professione/professione.htm
  4. Sergio Stagnaro. Semeiotica Biofisica Quantistica del Reale Rischio Congenito Oncologico di Mielopatia. Ruolo Diagnostico del Glicocalice. sisbq.org, 22, febbraio 2011, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rrmielopatiaglicocalice.pdf
  5. Sergio Stagnaro. Glycocalix Quantum-Biophysical-Semeiotic Evaluation plays a Central Role in Demonstration of Water Memory-Information. sisbq.org. 19 July, 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/wmi_glycocalyx.pdf
  6. Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2011). Skeletal Muscle Cell Glycocalix Evaluation during  CFS Treatment corroborates Andras Pellionisz’s Recursive Fractal Genome Function Principle. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/cfsglycocalyx.pdf 
  7. Sergio Stagnaro.     Manovra di Ferrero-Marigo e Vasomotilita’ a Riposo e Dopo Il Test Di Secrezione Del Picco Acuto Insulinemico nella Valutazione Clinica della Insulino Resistenza 23 novembre 2010. http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradiferrero.pdf
  8. Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Front Endocrinol (Lausanne). 2013; 4: 17. Published online 2013 Feb 26. doi:  3389/fendo.2013.00017. [MEDLINE]
  9. Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Deterministic Chaos, Preconditioning and Myocardial Oxygenation evaluated clinically with the aid of Biophysical Semeiotics in the Diagnosis of ischaemic Heart Disease even silent. Acta Med. Medit. 13, 109, 1997.

Postilla conclusiva.

La valutazione della down regulation recettoriale può essre utilizzata anche per tutti gli altri ormoni, per esempio mediante intensa stimolazione dei centri neuronali del TSH-RH, GH-RH, ACTH-RH.

Mutatis mutandis, quanto scritto sopra vale anche per altre patologie. In caso di tumore, a partire dal Reale Rischio Congenito oncologico, la down regulation recettoriale è compromessa nella sede della patologia.

Importante, la valutazione può essere fatta più semplicemente utilizzando il Riflesso Gastrico Aspecifico.

 

 

Appunti per i Partecipanti al Convegno di Milano, 3 Dicembre 2017, Hotel Doria. N° 2. Attivazione dei Recettori insulinici

Con questo secondo lavoro, rivolto ai partecipanti al Convegno milanese del 3 dicembre pv.,  penso di avere facilitato la comprensione della mia Lectio Magistralis.

Il recettore dell’insulina, membro della famiglia delle tirosine chinasi ed  associato con il recettore del fattore di crescita, è una tirosin-chinasi dipendente dall’ormone. L’attività della chinasi recettoriale per l’insulina è regolata dallo stato di fosforiazione di specifici domini della proteina. La fosforilazione del recettore su residui tirosinici attiva le sue chinasi, mentre la fosforimazione dei residui serinici e/o treoninici l’inibisce (1).

Questi fondamentali avvenimenti spiegano il differente meccanismo d’azione dell’insulina nel sano e nel diabetico nei Cinque Stadi diabetici

Il primo passo nell’azione dell’insulina è il legame dell’ormone al suo specifico recettore nella superficie cellulare. Questo recettore possiede due domini funzionali: una alfa-subunità, extracellulare, che contiene la maggioranza o la totalità dei siti leganti l’ormone, ed una beta-subunità intracellulare che contiene la tirosin-chinasi stimolata dall’insulina.

L’attività svolta dalla beta-subunità è essenziale per la realizzazione degli effetti metabolici e stimolanti la crescita, cioè gli effetti principali svolti dall’insulina. L’unione dell’insulina all’alfa-sub-unità provoca un cambiamento della sua forma, prontamente trasmesso alla beta-subunità intracellulare attivandola. La chinasi recettoriale, una volta attivata, provoca la fosforilazione di numerosi substrati proteici, che poi generano gli effetti propri dell’insulina (2).

A Milano dimostrerò che gli eventi biologico-molecolari, brevemente ricordati nei due Appunti, sono passibili di oservazione quantitativa e clinica, grazie alla Semeiotica Biofisica Quantistica che ha portato a livello clinico eventi biologico-molecolari, altrimenti destinati ad occupare il bucolico palcoscenico di arcadici ludismi.

Su questi e numerosi altri eventi  biologico-molecolari, sono fondati i 18 Segni e Manovre della SBQ, che permettono di diagnosticare il DM in soggetti apparentemente sani, scrivendo la parola FINE ad una ennesima vegognosa  realtà della Medicina della Sconfitta: in Italia sono 1.3o0.000 circa i diabetici non ancora diagnosticali!

Bibliografia consigliata.

Da Cesare Lombroso al “Cervello Criminale” della Microangiologia Clinica.

“Un vero ribelle conosce la paura ma sa vincerla.”

LUIS SEPÚLVEDA

L’ipotesi di lavoro della mia ricerca clinica, recentemente iniziata, è basata sull’esistenza del “cervello morale” (2) e dei Reali Rischi Congeniti di Cerebropatia (3-6).

Con la Diagnostica Psicocinetica (3), il Medico ho potuto “visitare” cervelli di criminali di tutto il mondo valutando la loro microcircolazione cerebrale distrettuale (7-10) su cui è basato questo originale studio, i cui dati finora raccolti sono talmente omogenei da consentirmi di scrivere che esiste il Cervello Criminale.

Questa scoperta apre strade nuove alla riflessione religiosa, filosofica, morale, biologica, scientifica, sociale, legislativa e psico-criminalogica.

Principale oggetto della mia ricerca clinica sono le caratteristiche modificazioni della microcircolazione nelle seguenti circonvoluzioni e strutture cerebrali: circonvoluzione prefrontale(ventro -mediale, dorso-laterale), parietale infero-dorsale, temporale superiore e parte posteriore del solco superiore, amigdale, strutture ipotalamiche.

I dati raccolti saranno riferiti sia nei termini della Microangiologia Clinica, conosciuta oggi da pochissimi Medici, sia con Segni e Manovre della Semeiotica Biofisica Quantistica, certamente più facilmente metabolizzati.

Detto in termini tecnici, non riferirò i dati raccolti usando esclusivamente termini microangiologici clinici, certamente più adeguati ma oggi ermetici ai più, che rappresentano l’Implicate Order, secondo David Bohm, ma anche i segni e manovre della Semeiotica Biofisica Quantistica, espressione dell’Explicate Order di eventi biologici (12).

Di seguito anticipo due risultati molto interessanti:

  1. A) nelle aree cerebrali sede del Cervello Criminale, più alterate nell’emisfero di sinistra, a partire dalla nascita, si osserva Attivazione Microcircolatoria patologica, dissociata, di tipo II, che evolve nel tipo III caratterizzato dallo scompenso del cuore periferico, secondo Claudio Allegra.
  2. B) come si osserva soltanto nella Malattia di Alzheimer (5, 6, 13-15), il Test della Stimolazione del Picco Acuto Insulinemico (16) non modifica affatto la microcircolazione nelle aree cerebrali sedi del cervello criminale, sopra riferite.

To be continued…

Bibliografia

1) Borg J. S., Hynes C., Van Horn J., Grafton S., Sinnott-Armstrong W. (2006). Consequences, action, and intention as factors in moral judgments: an FMRI investigation. J. Cogn. Neurosci. 18, 803–817 10.1162/jocn.2006.18.5.803 (Medline)

2) Young L., Dungan J. (2011). Where in the brain is morality? Everywhere and maybe nowhere. Soc. Neurosci. 7, 1–10 10.1080/17470919.2011.569146 (Medline).

3) Sergio Stagnaro.  Semeiotica Biofisica Quantistica. Diagnostica Psicocinetica. E-book in rete nel sito  www.sisbq.org; http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dp_libro.pdf

4) Sergio Stagnaro. A fundamental bias of the research: Overlooking Congenital Acidosic Enzyme-Metabolic Histangiopaty-Dependent Brain Inherited Real Risk. Journal of Neurology, Neurosurgery & Psychiatry with practical Neurology, 5 May, 2009.  http://jnnp.bmj.com/content/80/11/1206/reply

5) Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. Inherited Real Risk of Alzheimer’s Disease: bedside diagnosis and primary prevention.Frontiers in Neuroscience, in http://www.frontiersin.org/Aging_Neuroscience/10.3389/fnagi.2013.00013/full

6) Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. The Auscultatory Percussion of the Stomach Plays a Central Role in Bedside Diagnosis and Primary Prevention of Neurodegenerative Diseases and their Inherited Real Risks. 5th Annual World Congress Neotalk, Nijang, China, http://www.bitlifesciences.com/neurotalk2014/program_path1.asp#p1-2

7) Sergio Stagnaro. Introduzione alla Microangiologia Clinica 10 dicembre 2011.
http://www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/mc_intro.pdf

8) Sergio Stagnaro – Marina Neri Stagnaro. Microangiologia Clinica. A cura di Simone
Caramel. e-book, http://www.sisbq.org,
http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/microangiologiaclinicasbq2016.pdf

9) Sergio Stagnaro. Manifesto della Oncologia Quantistica Microangiologica.
http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/manifestooncologiaquantisticamicroan
giologica.pdf

10) Stagnaro S., Percussione Ascoltata degli Attacchi Ischemici Transitori. Ruolo dei Potenziali Cerebrali Evocati. Min. Med. 76, 1211 (Medline).

11) Sergio Stagnaro. Functional Decline in Aging , Brain Inherited Real Risk, and Co Q10 Deficiency Syndrome. 15 May, 2011. http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/2011/05/functional-decline-in-aging-brain.html

12) Sergio Stagnaro. Ordine Implicato e  Ordine Esplicato nel Segno di Rinaldi, simultaneo ed istantaneo: dal Terreno Oncologico all’Oncogenesi – www.sisbq.orghttp://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rinaldi_simultaneo_2014.pdf

13) Stagnaro Sergio. Alzheimer’s Disease Byophysical Semeiotics supports the pathophysiology of Koudinov’s theory.11 January 2002. Clin. Med. & Health Research http://clinmed.netprints.org/cgi/eletters/2001100005v1#9

14) Simone Caramel and Sergio Stagnaro. Clinical QBS Diagnosis and Primary Prevention of Brain Disorder ‘Inherited Real Risk’ and Alzheimer Disease. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. 5 August, 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/alzheimer_primaryprevention.pdf

15) Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. The Role of ‘Modified Mediterranean Diet’ and Quantum Therapy In Alzheimer’s Disease  Primary Prevention. Letter to the Editor, The Journal of Nutrition, Health & Aging, Volume 18, Number 1, 2014, Springer Ed. http://link.springer.com/article/10.1007/s12603-013-0435-7  (Medline)

Tag Cloud