Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Articoli con tag ‘Reale Rischio Congenito di Sindrome di Rett’

Sindrome di Rett: La Terapia Quantistica. Parte III.

Le bambine, colpite dalla sindrome di Rett (SR), devono essere sottoposte al più presto possibile – auspicabilmente alla nascita  – alla Terapia Quantistica.

La migliore terapia in assoluto, come sempre, resta la Prevenzione Pre-Primaria, che, nel presente caso, consiste nell’eliminare il Reale Rischio Congenito di SR nelle madri prima dell’inizio della gravidanza, secondo l’insegnamento della Manuel’s Story http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html.

 Di seguito alcuni suggerimenti essenzialmente pratici, di facilissima esecuzione, finalizzati all’utilizzo dell’acqua, energizzata dal bicarbonato di sodio, da parte delle donne con Reale Rischio Congenito  (RRC) di SR.   

Consideriamo tre differenti possibilità dell’utilizzo dell’acqua:

a) acqua termale energizzata dal bicarbonato di sodio;

b) acqua naturale con aggiunta di una minima quantità (= una punta di cucchiaino) di bicarbonato di sodio;

c) acqua naturale energizzata dalle radiazioni di bicarbonato di sodio, da usare da sola o dopo aggiunta di una punta di cucchiaino di bicarbonato di sodio.

Importante, per ottenere il migliore effetto dalla terapia con acqua energizzata,  rimescolare bene l’acqua del bicchiere  prima di berla,!

 

Per semplicità e chiarezza, di seguito descrivo un modello terapeutico che chiunque può utilizzare, perché richiede pochi elementi essenziali: una bottiglia di vetro non colorato (oppure di plastica) da mezzo litro, un bicchiere di vetro trasparente, acqua naturale, bicarbonato di sodio.

 

Negli adulti, la terapia quantistica con bicarbonato di sodio, in questo caso, si attua seguendo questa procedura:

 

1)  il giorno prima di  iniziare la terapia quantistica, sciogliere 3 cucchiaini di bicarbonato di sodio in una bottiglia da ½ litro riempita d’acqua naturale e chiudere bene la bottiglia (quest’acqua non va mai bevuta ed è energizzante per 2 mesi);

2) porre la bottiglia d’acqua con bicarbonato sodico sopra il comodino dal lato dove si dorme per utilizzarne le radiazioni nella notte;

3) a fianco della bottiglia porre due bicchieri  contenenti acqua naturale;

4) al risveglio, bere un bicchiere d’acqua (energizzata durante la notte) dopo averla prima agitata con un cucchiaino, come spiegato sopra;

5) nel pomeriggio, oppure la sera, bere l’acqua del secondo bicchiere,  agitandola con un cucchiaino.

Inoltre, si “può” aggiungere una piccola quantità di bicarbonato all’acqua dei bicchieri la sera   oppure subito prima di berla.

 

E’ sufficiente prolungare la terapia per almeno un mese. Non è certamente un danno se la terapia viene prolungata a piacere, magari per tutta la vita!  

 

E’ importante che bicchiere e bottiglia siano collocati sul comodino, perché così il soggetto può assorbire le radiazioni dell’acqua energizzata durante la notte, con sicuri benefici effetti; la distanza del corpo dalla bottiglia deve essere  inferiore ad un metro.

 

Per un approfondimenti di questo argomento rimando  ai miei articoli in rete  su “La Voce” di SS”:

 

Terapia Quantistica col Bicarbonato di Sodio. Nuove Frontiere della Farmacologia!” (link: https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/02/01/terapia-quantistica-col-bicarbonato-di-sodio-nuove-frontiere-della-farmacologia/ ); 

Bicarbonato di Sodio: Questo Sconosciuto! Da Paolo Manzelli a Tullio Simoncini: “Veritas Filia Temporis” (link: https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/02/02/bicarbonato-di-sodio-questo-sconosciuto-da-paolo-manzelli-a-tullio-simoncini-veritas-filia-temporis/ );

Sfida Pascaliana Rivolta a Persone Intelligenti, Lungimiranti ed Intellettualmente Oneste: Uso Terapeutico del Bicarbonato di Sodio! (link:

https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/02/04/sfida-pascaliana-rivolta-a-persone-intelligenti-lungimiranti-ed-intellettualmente-oneste-uso-terapeutico-del-bicarbonato-di-sodio/); 

Bicarbonato di Sodio, Terapia Quantistica, Radiazioni Elettromagnetiche, bio-compatibili e bio-incompatibili. (link:

https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/02/05/bicarbonato-di-sodio-terapia-quantistica-radiazioni-elettromagnetiche-bio-compatibili-e-bio-incompatibili/);

Il Segno di Mastroianni: La Terapia Quantistica col Bicarbonato di Sodio stimola la Sintesi di Melatonina.(link: https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/02/07/il-segno-di-mastroianni-la-terapia-quantistica-col-bicarbonato-di-sodio-stimola-la-sintesi-di-melatonina/

La Terapia Quantistica con Bicarbonato di Sodio è efficace: una semplice Evidenza Sperimentale.(link: https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/04/08/la-terapia-quantistica-con-bicarbonato-di-sodio-e-efficace-una-semplice-evidenza-sperimentale/)

 

Il  procedimento sopra illustrato, semplice, pratico, alla portata di tutti, è utile per l’uso terapeutico dell’acqua energizzata dalll’energia-informazione  del bicarbonato sodico.

 

Certamente esistono sistemi più professionali in grado di sfruttare il principio della memoria-informazione dell’acqua, da me corroborato clinicamente nel 2011 secondo la teoria, i principi ed il metodo della SBQ.  V. www.sisbq.org .

 

Tra gli strumenti da me utilizzati e valorizzati, il migliore – a mia conoscenza –  è il Cem-Tech, un dispositivo di fabbricazione russa che lavora con onde millimetriche EHF. Questo strumento è soprattutto in grado di leggere, memorizzare e ritrasmettere normalizzate – quando le riconosce patologicamente modificate –  le frequenze provenienti da qualsiasi corpo fisico,  per esempio, i sistemi biologici del corpo umano o da  sostanze naturali, di natura chimica, come i farmaci.

 

L’uso appropriato di questo prodotto delle nanotecnologie, che lavora con semiconduttori usati nella fisica subatomica, consente di sanare definitivamente le alterazioni genetiche diagnosticate con la SBQ, ed in primo luogo l’ICAEM, e quindi le costituzioni SBQ e i relativi  reali rischi congeniti, se la terapia viene attuata tempestivamente, ossia nelle fasi pre-cliniche, quando la patologia è ancora potenziale oppure appena iniziale. 

 

Per la sua  singolare efficacia, consiglio la Terapia Quantistica con l’acqua sulfurea  termale.

Infatti, l’acqua sulfurea termale, ad esempio quella di Porretta Terme, Fonte Puzzola, da me studiata, è straordinariamente efficace, ancor di più delle onde millimetri EHF (extremely high frequencies) in modalità di BRR (body resonance recording).

 

L’acqua sulfidrilica termale va bevuta preferibilmente alla fonte; ne basta un bicchiere per iniziare a retroagire efficacemente sul mit-DNA e mit-DNA e – dopo appena una settimana – sono definitivamente eliminati l’ICAEM, le costituzioni e i reali rischi congeniti, non ancora in fase di evoluzione (Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013).The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG., Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011http://www.ingentaconnect.com/content/ben/cnf/2013/00000009/00000001/art00011  ).

 

Ho testato con successo l’efficacia dell’acqua sulfurea di Porretta Terme anche in  termini di energia-informazione, tenendo conto dei suoi meccanismi di azione finora sconosciuti: www.sisbq.org.  Quest’ultima sperimentazione, fatta su un campione sufficientemente significativo di casi, sempre seguiti da successo, con risultati omogenei, mi autorizza a consigliarne l’impiego anche come terapia quantistica.

 

In breve, chiunque può recarsi a Porretta Terme per una cura idropinica, e  riempire una  bottiglia d’acqua sulfurea da portare a casa, per poi seguire la medesima procedura sopra  suggerita per la terapia quantistica con bicarbonato di sodio.

 

A questo punto, è opportuno aggiungere che, per sfruttare la terapia quantistica con entrambe le acque differentemente energizzate, è consigliabile collocare due bottiglie d’acqua sul comodino (una con dentro il bicarbonato, l’altra con acqua sulfurea), con a fianco due bicchieri d’acqua naturale semplice, riempiti alla sera, e poi bevuti uno al mattino, al risveglio, ed uno al pomeriggio (dopo averli agitati  con un cucchiaino: questa azione aumenta l’energizzazione dell’acqua, come riferito sopra).

Si riempiono ovviamente i due bicchieri ogni volta che si è bevuta la loro acqua, per poi bere l’acqua energizzata, in analogo modo, il giorno seguente, per il periodo di almeno un mese. Si tratta  di terapia quantistica con bicarbonato di sodio combinata con terapia quantistica con acqua sulfurea termale, che hanno un effetto ristrutturante intenso ma con meccanismi d’azioni differenti. Per esempio, è bene tener presente che solo l’acqua termale sulfurea agisce anche sui reni, a differenza di quella energizzata dal bicarbonato di sodio.

 

L’utilizzazione dell’ubidecarenone è giustificata dal ruolo centrale bio-energetico del CoQ10 nel metabolismo mitocondriale REDOX e nella fosforilazione dell’ADP. Analogamente ai molteplici meccanismi d’azione della melatonina coniugata (Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Carenza di Co Q10 secondaria a  terapia ipolipidemmizante diagnosticata con la Percussione Ascoltata.  Settimana Italiana di Dietologia, 9-13 Aprile 1991, Merano. Atti, pg. 65. Epat. 37, 17, 1990;
Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Acidi grassi W-3, scavengers dei radicali liberi e attivatori del ciclo Q della sintesi del Co Q10. Gazz. Med. It. –  Arch. Sc. Med. 151, 341, 1992;
Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Auscultatory Percussion Coenzyme Q  deficiency Syndrome. VI Int. Symp., Biomedical and clinical aspects of   Coenzyme Q. Rome, January 22.24, 1990,Chairmen K. Folkers, G.L. Littarru,  T. Yamagani, Abs., pg. 105;
Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Sindrome clinica percusso-ascoltatoria da carenza di Co Q10; Medic. Geriatr. XXIV, 239, 1993.

Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Il Co Q10  nella prevenzione e nella terapia dell’osteoporosi primitiva. Clin.Terap.146, 215-219   [Medline];
Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Quantum Therapy: A New Way in Osteoporosis Primary Prevention and Treatment. Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, (27 June 2012) | doi:10.1038/ejcn.2012.76, http://www.nature.com/doifinder/10.1038/ejcn.2012.76. PMID:22739250  [Medline]).

Il CoQ10 migliora la funzione mitocondriale e  svolge, inoltre, attività anti-aging ed antiossidanti. Le sue peculiarità contribuiscono, assieme agli altri trattamenti menzionati, a rendere residuale il reale rischio di patologie come ad esempio l’osteoporosi, il cancro, il diabete mellito tipo 2.

 

In associazione alla terapia sopra illustrata,  consiglio di utilizzare CellFood, un ottimo istangioprotettore, in  associazione con Ascorbato di Sodio in terapia quantistica, sciolti in mezzo bicchiere d’acqua per tre volte al giorno.

 

Inoltre, la Melatonina-Coniugata, un prodotto naturale dalle molteplici azioni e di cui posseggo una sicura esperienza clinica (Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., La Melatonina nella Terapia del Terreno Oncologico e del “Reale Rischio” Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica_2.htm;

Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Le Costituzioni Semeiotico-Biofisiche.Strumento clinico fondamentale per la prevenzione primaria e la definizione della Single Patient Based Medicine. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/libro_costituzionisemeiotiche.htm;

Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Single Patient Based Medicine.La Medicina Basata sul Singolo Paziente: Nuove Indicazioni della Melatonina. Travel Factory, Roma, 2005. http://www.travelfactory.it/libro_singlepatientbased.htm), e che uso personalmente per la sua solubilità eccezionale e per la sua efficacia anche quando è utilizzata in terapia quantistica. Benché ce ne siano altre di ottima fattura in commercio, la Melatonina che assumo e che consiglio ottiene gli effetti auspicati, ma con dosaggi inferiori alle rispetto ad altre. La melatonina migliora il metabolismo e l’ossigenazione tessutale, riduce l’acidosi tessutale e normalizza la flow-motion microcircolatoria negli umani. Il meccanismo d’azione della melatonina, che migliora certamente il metabolismo, è più complesso di quanto generalmente ammesso, ed include ad esempio anche gli effetti positivi sulla sintesi di adinopectina e sulla attività dei PPARs alfa e gamma (Stagnaro Sergio.Meccanismi d’Azione Sconosciuti e Nuove Indicazioni della Melatonina. Clavis, 1 ottobre 2008, http://www.melatonina.it/articoli/64-2008-09-30.html; Stagnaro Sergio. Teoria Patogenetica Unificata, 2006, Ed. Travel Factory, Roma.).

 

Alla base di ogni forma di terapia troviamo la dieta, intesa in senso etimologico, cioè come programma del giorno.   Col termine di ‘Dieta Mediterranea Modificata’ (Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012).Quantum Therapy: A New Way in Osteoporosis Primary Prevention and Treatment. Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, (27 June 2012) | doi:10.1038/ejcn.2012.76, http://www.nature.com/doifinder/10.1038/ejcn.2012.76. PMID:22739250  [Medline]) intendo una dieta con una maggiore quantità di pesce (es. 5 volte alla settimana), ossia più ricca di proteine, acidi grassi non-saturi, contenenti  Omega-3, rispetto alla usuale dieta Mediterranea (Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Acidi grassi Omega-3, scavengers dei radicali liberi e attivatori del ciclo Q della sintesi del Co Q10. Gazz. Med. It. – Arch. Sc. Med. 151, 341, 1992). 

La dieta è etimologicamente intesa perché – come vuole l’etimo, dies, programma del giorno – suggerisco di accompagnare a questa variante un sano esercizio fisico, come ad esempio una camminata di buon passo di almeno 40 minuti al giorno.  La ‘Dieta Mediterranea Modificata’ è dunque caratterizzata da un alto consumo di verdure, legumi, frutta e cereali; un’aumentata quantità di pesce; una bassa quantità di lipidi saturi ma un’alta quantità di lipidi non saturi come ad esempio l’olio d’oliva; un basso o moderato consumo di prodotti caseari, per lo più formaggio e yogurt; un basso consumo di carne; un modesto consumo di etanolo come il vino rosso.

Suggerisco di arricchire questa dieta con la vitamina D, che riduce l’acidosi tessutale ed ha proprietà anti-infiammatorie. Una dieta siffatta contribuisce a normalizzare l’acidosi tessutale e l’equilibrio acido-basico: migliora infatti e poi normalizza l’attività mitocondriale sempre compromessa in caso di patologia o suo reale rischio congenito.

Quale è la  terapia quantistica per i neonati colpiti da SR, magari in forma di RRC? 

 

E’ necessario  collocare nella culla le due bottiglie di acqua energizzata dal bicarbonato di sodio e,  possibilmente, e di acqua termale sulfidrilica termale.

Come nelle donne con Reale Rischio Congenito di SR,  nel neonato estreme mante efficace  è una applicazione di Cem-Tech, che  svolge un ruolo terapeutico primario: dopo l’applicazione usuale del programma 2,  con i diodi  applicati l’uno sopra la parte inferiore della regione parietale, di destra oppure di sinistra,  e l’altro  sopra l’area temporale sinistra,  per la durata di 10 minuti, si energizza l’acqua di una o entrambe le bottiglie.

Infine, se il Medico dispone di opportune schede da caricare col Cem-Tech, si possono collocare dentro la fodera  del cuscino sotto la testa del piccolo.

Annunci

Sindrome di Rett: Diagnosi Clinica Semeiotico-Biofisico-Quantistica della Sindrome di Rett, a partire dal Reale Rischio Congenito. Parte II.

Introduzione.

Dal punto di vista tecnico, al Medico che desidera riconoscere la Sindrome di Rett  (SR) ad iniziare dal I Stadio, il Reale Rischio Congenito, presente nelle madri di bambine colpite da questa sindrome,  è richiesta almeno la conoscenza  della percussione ascoltata dello stomaco, che permette   di diagnosticare la SR: V., per esempio, http://www.sisbq.org/percussione-ascoltata-dello-stomaco.html .

 

Per poter fare la diagnosi clinica sbq. della SR, anche nel  suo primo stadio di Reale Rischio Congenito, come più volte ricordato, presente in tutte le madri di bambine colpite dalla sindrome,  è estremamente utile la lettura attenta della conclusione del primo articolo pubblicato alla URL https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/06/04/sindrome-di-rett-parte-i-diagnosi-clinica-semeiotico-biofisico-quantistica-del-reale-rischio-congenito-della-sindrome-di-rett-prevenzione-pre-primaria-e-primaria/

Infatti,  sono evidenti i fondamenti diagnostici delle varie forme della SR.

 

A)    Il  Reale Rischio Congenito (RRC) di SR, come gli altri rischi ereditato dalla madre, conditio sine qua non di questa sindrome;

 

B)   come tutti i numerosi rischi congeniti, anche il RRC di SR è caratterizzato dal Rimodellamento Microcircolatorio, dove i Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformtai-patologici, tipo I, sottotipo b) aspecifici recitano il ruolo diagnostico ed  eziopatogenetico centrale (Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009).  La specificità del RRC non dipende pertanto dalla sua struttura e funzione, bensì dalla sua esatta localizzazione istangica.

      A questo punto, è di importanza essenziale ricordare che il rimodellamento micorcircolatorio è secondario all’anomalia del mit-DNA e n-DNA delle relative cellule parenchimali, secondo la Teoria dell’Angiobiopatia.

      (Sergio Stagnaro.  Angiobiopatia: Krogh Aveva Ragionehttp://www.fcenews.it, 21 gennaio, 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/krogh.pdf e alla URL http://www.mednat.org/krogh.pdf;

    Stagnaro Sergio.  Quantum Biophysical Semeiotics: The Theory of Angiobiopathy. http://sciphu.com/, 11 May, 2009. and http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/;

      Sergio Stagnaro.   CAD Inherited Real Risk: Nosography and Therapy. The Concept of Angiobiopathy.  February, 2010. www.docstoc.com. http://www.docstoc.com/docs/27177703/CAD-Inherited-Real-Risk-Nosography-and-Therapy;

      Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Le Costituzioni Semeiotico-Biofisiche.Strumento clinico fondamentale per la prevenzione primaria e la definizione della Single Patient Based Medicine. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/libro_costituzionisemeiotiche.htm).

      In breve, tutte le mutazioni, nel nostro caso quelle del gene MeCP2, per essere significative,  provocano necessariamente modificazioni di importanti funzioni biologiche, di cui la principale espressione è il Rimodellamento Microcircolatorio, su cui è fondato il relativo Reale Rischio Congenito;

  

C)   il RRC di SR è caratterizzato dalla localizzazione nelle circonvoluzioni temporali e parietali e mostra la maggiore gravità nelle aree parietali inferiori e nella regione temporale di sinistra, sede dei centri del linguaggio (area di Broca, Wernicke, Brodmann),  dove l’ICAEM è particolarmente intensa;

 

D)  i muscoli scheletrici e delle labbra  sono colpiti dal RRC di miopatia,  in forme differenti per gravità, variabile   nello stesso soggetto ed in soggetti diversi, in relazione alla gravità della SR: la massima gravità è osservata nella forma classica di SR,  la minima nella variante di Zappella.

      (Sergio Stagnaro. Water Memory-Information containing Muscle Extremely High Energy Frequency: Is the Therapeutic Problem of Chronic Fatigue Syndrome solved? 7 July, 2011,  http://stagnaro.wordpress.com/2011/07/07/water-memory-information-containing-muscle-extremely-high-energy-frequency-is-the-therapeutic-problem-of-chronic-fatigue-syndrome-solved/ ;

      http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/2011/07/water-memory-information-containing.html ;

     http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/watermemoryinformation_cfs.pdf);

 

E) nel 90% dei casi è presente la Costituzione Aritmogena

    (Sergio Stagnaroand Simone Caramel (2012).   Arrhythmogenic Right Ventricular Dysplasia/Cardiomyopathy Bedside Diagnosis. Morosini’s Syndrome.  www.sisbq.org, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/arvdc_morosinis_syndrome_article.pdf) e/o la Sindrome del QT Lungo: V. nel sito www.sisbq.org, URL

            http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/qtlungodiagnosiclinica.pdf ;

       

    Modello Diagnostico SBQ della Sindrome di Rett.

 

Di seguito,  sono descritti in successione temporale le manovre che il Medico deve eseguire nell’iter  diagnostico – con l’aiuto di un semplice fonendoscopio –  per riconoscere in modo quantitativo il Reale Rischio Congenito della SR e ovviamente la patologia ormai in lenta evoluzione.

 

Il primo segno che il Medico deve ricercare è il Segno di Marchionni: la pressione digitale intensa su un qualsiasi punto del cranio provoca simultaneamente un intenso Riflesso gastrico aspecifico  ≥ 4 cm. (NN  <  1 cm.), caratteristico della SR e raramente osservato in altre patologie! 

(Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. Inherited Real Risk of Alzheimer’s Disease: bedside diagnosis and primary prevention.Frontiers in Neuroscience, in http://www.frontiersin.org/Aging_Neuroscience/10.3389/fnagi.2013.00013/full;

Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro (2013. “Quantum Biophysical Semeiotics Bedside Diagnosing  Inherited Real Risk of Brain Disorders: Boezio’s Sign”.  Neurodegenerative Disease Primary Prevention. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/boeziosign_2013.pdf).    

 

Nel sano, Il Segno di Marchionni, espressione della ICAEM, citopatia mitocondriale prevalentemente funzionale, e conditio sine qua non delle comuni malattie degenerative e neoplastiche, mostra una intensità inferiore al centimetro (NN < 1 cm.).

Al contrario, nella SR ad iniziare dal RRC, come riferito sopra, questo segno presenta la massima intensità: ≥ 4 cm. (NN  <  1 cm.), rivelandosi di essenziale valore diagnostico.

 

2) Il passo successivo è rappresentato dall’accertamento della esatta sede della alterazione cerebrale. Il Medico localizza il Reale Rischio di Brain Disorder mediante il Riflesso Cerebro-gastrico aspecifico.  

Nella SR i valori parametrici risultano nettamente alterati – in modo caratteristico – esclusivamente quando la pressione digitale di media intensità  è applicata sopra la proiezione cutanea delle regioni parietali (pre- e post-rolandiche) e temporali.  

Importante dal punto di vista diagnostico e diagnostico-differenziale è la valutazione dell’intensità del riflesso cerebro-gastrico aspecifico che è significativamente maggiore durante la stimolazione delle proiezioni cutanee delle aree parietali inferiori e della regione temporale di sinistra, a sottolineare la coerenza interna ed esterna della teoria.

Infatti, la muscolatura dell’arto superiore è più colpita di quella dell’arto inferiore. Inoltre, i centri del linguaggio, tipicamente compromesso nei pazienti con SR, sono notoriamente situati nelle circonvoluzioni temporali di sinistra.

 

 3) Nel 90% dei casi di bambine colpite dalla SR il Segno di Caotino è positivo

(Sergio Stagnaro.  Segno di Caotino, un dito premuto sul precordio previene l’infarto miocardico. 9 aprile 2010. http://www.masterviaggi.it/;http://www.masterviaggi.it/news/categoria_news/39222-sergio_stagnaro_segno_di_caotino_un_dito_premuto_sul_precordio_previene_linfarto_miocardico.php; http://www.italybyitaly.it/news_turismo.php?id=39222).

La pressione digitale intensa,  applicata sopra un punto qualsiasi del precordio del Pz. affetto da SR,  provoca simultaneamente il Riflesso gastrico aspecifico se presente un Reale Rischio Congenito di cardiopatia (90% dei casi si tratta di CAD). Pertanto, in queste pazienti è quasi sempre presente il Segno di Caotino a causa della Costituzione Aritmogena

(Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Arrhythmogenic Right Ventricular Dysplasia / Cardiomyopathy Bedside Diagnosis. Morosini’s Syndrome. www.sisbq.org,  Journal of Quantum Biophysical semeiotics,

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/arvdc_morosinis_syndrome_article.pdf)  e/o della Sindrome del QT lungo

(Sergio Stagnaro.  Long QT, Quantum Biophysical Semeiotic Syndrome: three articles, V. http://www.sisbq.org the site, URL

 http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/qtlungodiagnosiclinica.pdf).

 

4) La muscolatura scheletrica e i muscoli delle labbra sono colpiti dal Reale Rischio Congenito di miopatia già alla nascita: i valori parametrici del Riflesso Muscolo-gastrico aspecifico sono alterati in relazione alla gravità della patologia sottostante: Tempo di Latenza del riflesso < 8 sec.  (NN = 8 sec.); Durata > 6 sec. (NN < 3 sec.  > 4 sec.).

Di notevole valore diagnostico è la maggior alterazione dei valori parametrici se sono valutati a livello degli arti superiori.

 

I dati raffinati della Microangiologia Clinica della SR non sono riferiti perché richiedono una sicura conoscenza della Semeiotica Biofisica Quantistica da parte dei Medici. Mi limito esclusivamente a sottolineare che, come in tutti gli altri Reali Rischi Congeniti, si osserva la Sindrome di Allegra, naturalmente in forma progressivamente più grave: attivazione micro- circolatoria dissociata,  di tipo II, nel RRC, e poi di tipo III nella evoluzione patologica.

 

To be continued …

Tag Cloud