Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Articoli con tag ‘Quantum Therapy’

Diagnosi Clinica Semeiotica Biofisica Quantistica “Precoce” della Malattia di Niemann Pick tipo A, B, C 1 e 2. Una Nuova Terapia.

La malattia di Niemann-Pick, nelle sue varianti A, B, C 1 e 2,  è una malattia ereditaria, lisosomiale, caratterizzata dall’accumulo di sfimgomielina, colesterolo, glico-lipo-proteine all’interno delle cellule. I tipi A e B sono espressione della stessa malattia , sebbene di diversa gravità.  Si tratta dell’eterogeneo gruppo della stessa malattia caratterizata da accumulo lipidico lisosomiale, causata da mutazioni genetiche

Le tre forme più comuni di questa rara malattia  sono denominate malattia di Niemann-Pick tipo A, B e C 1 e 2, a seconda della proteina alterata, il cui ruolo principale è il trasporto del colesterolo e glico-lipidi..

Niemann Pick (NP) A e B  sono i due tipi caratterizzati dal deficit di un enzima specifico, la sfingomielinasi acida (ASM), codificato da un preciso gene alterato nella NP. Questo enzima, situato  all’interno dei lisosomi, è necessario per metabolizzare la sfingomielina. A causa del  deficit enzimatico della ASM, la sfingomielina non può essere correttamente metabolizzata e si accumula pertanto all’interno della cellula, esitando nella morte  cellulare, preceduta dal  malfunzionamento di importanti organi e apparati: per esempio, cervello, milza e fegato.

La  variante NP C, 1 e 2,  è molto rara: si calcola che nel mondo  non esistano più di 500 casi.   A mio parere, in seguito all’attuale difficoltà diagnostica della NP, diagnosi resa estremamente facile dalla Semeiotica Biofisica Quantistica, come scriverò nel Post  di domani, il numero di soggetti colpiti dalla  NP è certamente  più alto, come pure i casi di NP  C 1 e 2 (C1 e C2  stanno ad indicare le due differenti  proteine che allontano dalle cellule i lipidi dopo essersi unite a loro, come accade nell’intestino per la NP-Like Protein nell’assorbimento del colesterolo).  Infatti, oggi,  a causa della difficoltà a diagnostica, non è possibile  calcolare  accuratamente la prevalenza  della malattia di Niemann-Pick , incluso il tipo C.

La malattia di NP C è sempre fatale. La grande maggioranza dei pazienti muore prima dei 20 anni e molti muoiono prima dei 10 anni di vita. Gli Autori pensano che la comparsa tardiva dei sintomi può portare ad un’aspettativa di vita più lunga, ma è estremamente raro che un soggetto con malattia di Niemann-Pick di tipo C raggiunga i 40 anni.

La Diagnosi Semeiotica Biofisica Quantistica della NP, nelle sue diverse forme, è caratterizzata dalla notevole intensità, mai osservata in altre patologie,  del Segno di Marchionni, dalla localizzazione delle alterazioni genetiche nei soli due lobi temporali,  associati  in modo tipico nella NP A e B, dalla presenza di Reale Rischio Congenito nella milza e ne fegato.

Infine, dal punto di vista diagnostico semeiotico-biofisico-quantistico, due segni si  sono rivelati  come caratteristici perché presenti alla nascita in tutte le varianti della NP:  il Segno di Antognetti e il Segno di Caotino :    Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Quantum Biophysical Semeiotics Microcirculatory Theory of Arteriosclerosis www.sisbq.org, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/ats_qbs__mctheory.pdf;

Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012)   The Role of Inherited Vasa Vasorum Remodeling in QBS Microcirculatory Theory of Atherosclerosis – 2012 (pdf), http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/ats_theory__qbs.pdf

Sulla base di una sicura esperienza clinica nella terapia dei reali rischi congeniti di altre patologie, come il DM tipo 2 e il Cancro,  e particolarmente di varie cerebropatie neuro-degenerative,  prevedo che la diagnosi precoce della NP, specialmente se fatta alla nascita,  e il tempestivo trattamento terapeutico con la Quantum Therapy  www.sisbq.org, atto a normalizzare le alterazioni genetiche neuronali e epato-sleniche,  alla base della malattia, aprirà una via terapeutica nuova ed efficace per una malattia della quale finora non esiste la possibilità di guarigione.

NB.

Nel Post di domani  illustrerò nei dettagli la Diagnosi Clinica SBQ della Malattia di Nieman Pick a partire dalla nascita,  suggerendo una nuova terapia – Quantum Therapy www.sisbq.org –  sulla base dei favorevoli risultati ottenuti nel trattamento di altri Reali Rischi Congeniti, compresi quelli di patologie cerebrali neuro-degenerative, dati riferiti nell’articolo in avanzata preparazione,  scritto con i miei Collaboratori,  Marco Marchionni e Simone Caramel: “Quantum Biophysical Semeiotics Bedside Diagnosing  Inherited Real Risk of Brain Disorders: Boezio’s Sign.  Neurodegenerative Disease  Primary Prevention”.

Silenzi Sospetti in Medicina destinati a scomparire.

Oggi pomeriggio, nel sito di The New York Times ho letto :

Diabetes December 31, 2012, 4:40 pm  “Juggling Diabetes and Cancer”
By ANAHAD O’CONNOR

Il fare da giocoliere col Diabete mellito tipo due e il Cancro mi è parso innanzitutto un volgare trucco per attirare il lettore. Continuando a leggere mi sono reso conto che la Medicina dovrebbe essere lasciata in gestione ai Medici non Laboratorio- e Dipartimento delle Immagini Dipendenti. Sui giornalisti-veline-dipendenti ho già espresso più volte il mio negativo giudizio.

Di seguito potete leggere il mio commento, accettato e messo in rete dopo due ore dall’invio, ad ennesima dimostrazione delle ben note qualità dei responsabili di uno tra i migliori giornali del mondo

http://well.blogs.nytimes.com/2012/12/31/juggling-diabetes-and-cancer/?ref=health

  • Sergio Stagnaro
  • Riva Trigoso Genoa Italy

Unfortunately, once again, this paper is fundamentally biased, since to much peer reviewes cannot publish on paper, what they have posted in their website. As a consequence, to up-dating is somthing like an Impossible mission. For instance, see: http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMra1112570#t=comments
SERGIO STAGNARO, MD | Physician | Disclosure: None
RIVA TRIGOSO Italy
January 05, 2012 CAD Inherited Real Risk.
Based on 55-year-long clinical experience, I state sincerely that such a “historic”, refined, perfect from the formal view-point, paper does not help in hindering efficaciously today’s growing epidemic of CAD today’s. In fact, despite thousands of paramount articles, published in peer-reviews, CAD continues to be a growing epidemic. I visited an awful number of hypertensive, diabetic, dyslipidemic patients, who never suffered from AMI
I invite ANAHAD O’CONNOR to write a paper on CAD, type DM, and Cancer Inherited Real Risks, bedside recognised from birth, as well as on the Blue Therapy, which eliminates them in a easy and chip way (Google.com).

Jan. 4, 2013 at 5:12 p.m.

Non solo è accolta la mia critica sullo scarso aggiornamento dell’autore dell’articolo, un notevole giornalista, Anahad O’Connor, ma viene data voce alla mia accusa sui motivi della grave disinformazione in Medicina oggi.

Pongo una domanda a chi legge: “Perché sono in molti oggi ad aver paura dei Reali Rischi Congeniti, Dipendenti dalle relative Costituzioni e della Quantum Therapy, di cui fa parte la Blue Therapy?

To be continued…

The Los Angeles Times, mio Commento per onorare sia la Memoria di Rita Levi Montalcini sia la Verità scientifica!

Nel sito del prestigioso giornale californiano,  ho commentato la morte della grande Rita Levi  Montalcini dicendo il non detto da dire, come ho scritto anche altrove, per esempio, su twitter.  Ecco il commento, seguito da poche e brevi spiegazioni:

http://discussions.latimes.com/20/lanews/la-me-rita-levi-montalcini-20121231/10

“Sergio Stagnaro at 00:52 AM December 31, 2012

As Italian, I am proud to read the appropriate comments, coming from the world, on the splendid life and outstanding scientific discoveries of Rita Levi Montalcini. However, considering respectfully the truth of science,  I must up-date the following statement, from the the recent medical discoveries view-point: “The discovery of nerve growth factor (NGF) and others that came after it — epidermal growth factor, insulin-like growth factor and a host of others — illuminated many disease processes, including cancer, Alzheimer’s disease and developmental malformations. And as researchers learn how to produce the hormones in bulk, the chemicals promise new approaches to therapy”. Really, neither Rita Levi Montalcini nor all other scientists, working during last century on diverse growth factors, did not know, e.g.,  Oncological Terrain-Dependent, Inherited Real Risk, Brain Disorder Inherited Real Risks (http://www.plosone.org/article/comments/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0006354;jsessionid=9AC82C42FA9F57C913844806BF96DDC1), and so on. With the aid of  Quantum Therapy, after having corroborated, from the clinical view-point, the value of Andras Pellionisz Principle of Fractal Genome Recursive Function, we can eliminate  the above- mentioned prdispositions to serious disorders:  See the third article at URLhttp://benthamscience.com/UpcomingArticles.php?JCode=CNF”.

La citazione completa dell’articolo, che sarà pubblicato  a Febbraio pv. in una prestigiosa peer-review della Bentham PG., è la seguene:

Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Current Nutrition & Food Science, February, 2013,  Bentham PG.,  Upcoming Articles http://benthamscience.com/UpcomingArticles.php?JCode=CNF

Tutti gli scienziati, fino all’inizio del 2000, erano convinti – i “Professori” purtroppo lo sono tuttora – che gli uomini sono creati uguali, ma così non è, nemmeno per i topi:

Stagnaro Sergio.  Not all mice are created equal! BioMedCentral Physiology, 3 December, 2009. http://www.biomedcentral.com/1472-6793/9/21/comments#384660;

Stagnaro Sergio.A paramount Bias in the Research.J. Clin. Invest.  http://www.jci.org/cgi/eletters/115/3/664;);  

Stagnaro Sergio. Overlooking Oncological Terrain-Dependent Inherited Real Risk such as Research is fundamentally Biased. PLoS ONE. 12 December 2009. http://www.plosone.org/article/comments/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0008180

Ne segue che nessuno è autorizzato ad affermare che quanto accade in un sistema biologico di un SINGOLO individuo deve necessariamente accadere in tutti  gli individui e quindi che una terapia efficace ad un paziente, colpito da una precisa malattia,  è utile per TUTTI gli altri, sofferenti della stessa condizione morbosa.  Lo stesso vale, a maggior ragione, per la Prevenzione Pre-Primaria e Primaria, seconfo la Single Patient Based Mediciene: Stagnaro  Sergio. Single Patient Based Medicine: its paramount role in Future Medicine. Public Library of Science. http://medicine.plosjournals.org/perlserv/?request=read-response .

Infatti, ogni singolo individuo è un caso a sè  nei confronti della fisiologia (Zona Bianca),  della patologia (Zona Nera), e soprattutto di quella singolare situazione, finora poco conosciuta, la Zon Grigia, la più affollata di tutte, situata tra la prima e la seconda zona.

A questo punto, un spiegazione merita la mia affermazione, presente nel commento riferito: “With the aid of  Quantum Therapy, after having corroborated, from the clinical view-point, the value of Andras Pellionisz Principle of Fractal Genome Recursive Function, we can eliminate  the above-mentioned prdispositions to serious disorders”. In precedenti articoli,  in rete pure nel sito www.sisbq.org, ho corroborato clinicamente il Principio della Funzione Ricorsiva del Genoma Frattalico di Andras Pellionisz. In poche parole,  contro il dogma secondo il quale il genoma  – sia nucleare sia mitocondriale –  invia informazioni “a valle” per strutturare i sistemi biologici e conservarli durante la vita, è possibile oggi ristrutturare il mit-DNA e il n-DNA,  inviando Energia-Informazione ai due genomi, secondo l’insegnamento della Quantum Therapy, come dimostrato per la prima volta dalla Manuel’s Story, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html.A San Terenzo di Lerici , a seguito delle manifestazioni popolari ben note contro la forma più conosciuta di Femminicidio,  obliando le altre più dannose per numero di morti, illustrerò, in modo semplice e chiaro a chiunque, i concetti sopra esposti,  se e quando il Sindaco e la locale Amministrazione mi inviteranno a tenere la Conferenza da me suggerita in un Post pubblicato in LA VOCE di SS e inviata via mail ai destinatari.Il  titolo della conferenza … recita  “Il Nuovo Rinascimento della Medicina: Il Reale Rischio Congenito di Cancro, Dipendente dal Terreno Oncologico”.   Come sottotilo: “Femminicidio e Femminicidi”. .Presenterà  la conferenza, quasi certamente,  un giornalista di un importante quotidiano nazionale, ancora da scegliere …… al momento. Terrò informati i lettori sul procedere dell’epocale evento, via via che riceverò notizie inviatemi dai  vari interessati, magari solo per educazione.

 

I “Professori” sponsorizzati ignorano il telecomando. Fuori metafora …

Questa sera, se Dio vorrà, alle 20,30, finito il TG5, prenderò il telecomando e cliccherò sul tasto  “1”, cioè su RA UNO, per assistere alla partita di calcio Italia-Inghilterra. Con coraggio: ho superato un IMA.

Medico della Mutua in pensione dal 2000, non “Professore” sponsorizzato,  conosco l’esistenza – e l’utilità – del telecomando, non certo così bene come  mio nipote Luigino di 5 anni.

I “Professori” sponsorizzati, invece, alzano dalla poltrona il loro lato B e, raggiunto l’apparecchio della TV, con un ditone premono sul tasto, a volte, giusto: “corpora non agunt nisi conjuncta”!

In poche parole, i “Professori” ignorano il telecomando: forse, si dice,  per mancata sponsorizzazione da parte dei produttori.

Abbandoniamo la metafora e riflettiamo seriamente: in questa Era dei Lumi Spenti, una TEORIA non è scienza se non è sponsorizzata.

Ancora più chiaramente affermo che i “Professori” sponsorizzati fingono di ignorare che “corpora agunt etsi NON conjuncta!”.

In breve, considerando come ennesimo dogma il fatto che una sostanza, per essere un farmaco, deve necessariamente causare effetti collaterali (la Talidomide, infatti, è considerata farmaco dai cosiddetti esperti in Farmacologia),  consigliano l’impiego esclusivo  della CHIMICA, ignorando le proprietà FISICHE del farmaco (leggere: radiazioni elettromagnetiche deboli), prive di effetti collaterali, come insegna la Quantum Therapy www.sisbq.org, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics.

Questo è uno dei tanti motivi del silenzio-assenso dei “Professori” di fronte alla mia definizione della presente condizione della Medicina:  Medicina Medievale Serva dell’Economia.

PS!

Come vedete sotto, chiunque può lasciare commenti. Rispondo solo a quelli FIRMATI e cancellerò quelli anonimi.

Il Reale Rischio Congenito di CAD. Lezione N° 7. NEJM Editors and Eugene Braunwald aren’t up-dated.

Il 5 gennaio del 2012, The New England Journal of Medicine, rivista considerata la Bibbia della Medicina, ha pubblicato un articolo firmato dal Maestro della Cardiopatia mondiale, Euegene Braunwald e da Elizabeth G. Nabel, dal titolo “A Tale of Coronary Artery Disease and Myocardial Infarction”.

L’articolo è esemplare per la comprensione del perché la CAD è una epidemia in aumento, nonostante migliaia di epocali articoli pubblicati su centinaia di peer reviews ogni mese, ma ancora più illuminante in questo senso è il ripetuto silenzio sia degli Editori del NEJM sia del Maestro Cardiologo statunitense alle mie due mail critiche-costruttive, inviate anche a numerosi Cardiologi dell’establishment, e fortunatamente ai lungimiranti Cardiologi Argentini della FAC, Federazione Argentina di Cardiologia, i primi – grazie a Dio non i soli – che hanno compreso e diffuso tra i medici  il Reale Rischio di CAD, volutamente ignorato dai più: 

Stagnaro Sergio. Role of Coronary Endoarterial Blocking Devices in Myocardial Preconditioning – c007i. Lecture, V Virtual International Congress of Cardiology. http://www.fac.org.ar/qcvc/llave/c007i/stagnaros.php

Le mail sono state messe in rete nel Forum della FAC e pertanto non sacrifico spazio per renderle ulteriormente note.

Invece, di seguito è possibile leggere il mio commento all’articolo, in rete nel sito del NEJM, a dimostrazione che neppure  i “biblisti” possono negare l’esistenza del Reale Rischio Congenito di CAD, assumendo una ambiguo ma prudente atteggiamento editoriale. Una mia Letter to Editors sull’identico argomento fu però respinta con la solita risposta automatica.

A Tale of Coronary Artery Disease and Myocardial Infarction

Elizabeth G. Nabel, M.D., and Eugene Braunwald, M.D.

N Engl J Med 2012; 366:54-63January 5, 2012,

http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMra1112570?query=featured_home
SERGIO STAGNARO, MD | Physician | Disclosure: None

RIVA TRIGOSO Italy

January 05, 2012

CAD Inherited Real Risk.

Based on 55-year-long clinical experience, I state sincerely that such a “historic”, refined, perfect from the formal view-point, paper does not help in hindering efficaciously today’s growing epidemic of CAD today’s. In fact, despite thousands of paramount articles, published in peer-reviews, CAD continues to be a growing epidemic. I visited an awful number of hypertensive, diabetic, dyslipidemic patients, who never suffered from AMI.

A mio parere, gli Editori del NEJM con la messa in rete di questo mio ennesimo Comment mostrano un comportamento certamente ambiguo, finalizzato a dimostrare che pure essi hanno compreso la verità scientifica della mia ricerca.

A meno che i suddetti Editori  non considerino con metri differenti il valore del materiale che pubblicano su carta e quello diffuso attraverso internet tramite il loro sito!

Nell’articolo viene riconosciuta l’emergenza della CAD – non era necessario disturbare il Maestro, Prof. E Braunvald, a mio parere, per sottolineare quanto noto all’uomo della strda  –   e ripercorsa la lunga storia della cardiopatia ischemica,  facilmente reperibile in Wikipedia, dalla descrizione clinica di Heberden nel 1772, fino alla illustrazione della occlusione coronaria trombotica e a volte calcifica, avvenuta un secolo dopo. Solo verso la fine del XIX secolo, cardiologi osservarono nei cani affetti da occlusione di una arteria coronario episodi di fibrillazione ventricolare, “quivering”, seguiti rapidamente dalla morte. Le ricerche di tre grandi branche della Medicina, clinica medica, patologia e fisiologia,  procedettero in modo separato ma parallelo, more solito, aggiungo io! Nel 1870 il patologo Ludvig Hektoen concluse che l’infarto miocardico è causato dalla trombosi coronarica “secondaria alle modificazioni sclerotiche nelle coronarie”. Nel 1910, due clinici russi, esperti in patologia, descrissero cinque pazienti che presentarono il quadro clinico dell’IMA, confermato all’autopsia. Due anni dopo, James B. Herrick sottolineò l’importante ruolo terapeutico del riposo a letto come terapia di questa patologia, per la cui diagnosi dal 1919 fu impiegata l’elettrocardiografia. Questo è stato l’approccio che rappresentò il modello di comportamento dei medici fino alla metà del secolo scorso

A questo punto dell’articolo vengono annunciati, in forma ovviamente apologetica, i grandi progressi compiuti negli ultimi decenni, nell’affrontare la cardiopatia ischemica, oggi infatti una EPIDEMIA in aumento continuo.

Per evitare una traduzione imperfetta, oppure  interpretata “tendenziosa”,  ma soprattutto per sottrarmi a possibili  accuse  per non aver chiesto la dovuta autorizzazione a riprodurre materiale coperto da copyright,   invito chi legge a prendere visione del testo desolante, apologetico, non aggiornato e al contempo assai illuminante per chi ancora dispone di libertà di pensiero e di giudizio.

Io, colpito da IMA “improvviso e imprevisto” come Dalla, e tanti altri in Italia, da Viareggio a Imperia, da Bologna a Milano, considero le affermazioni   contenute nell’articolo, capitolo “Coronary Risk Factors”,  l’espressione più alta corroborante la mia vecchia definizione di  Medicina Serva dell’economia.

Il voler ignorare il Reale Rischio Congenito di CAD, senza però NEGARLO apertamente per evitare “dei posteri l’ardua sentenza”, è la prima causa dell’epidemia di CAD in continuo aumento, delle cui conseguenze mortali molti dovranno rispondere a qualche Autorità!

A mio parere, ignorando la Semeiotica Biofisica Quantistica, il Prof. Eugene Braunwald, Cardiologo di fama mondiale, non ha potuto rispondere  alle mail critiche da me inviategli, ed ora leggibili nel Forum della FAC.

Sulla base di FATTI a tutti noti,  affermo ancora una volta che senza alcun fattore di rischio ambientale di CAD (300 circa! In verità, troppi), molti individui, compreso chi scrive, sono colpiti da infarto; individui con LIEVI fattori  ambientali di rischio sono infartuati, mentre molti di coloro che si trovano negli alti “percentili” superano i novanta anni di età; NEJM pubblicò il caso di un uomo alimentatosi per tutta la vita con decine e decine di uova al giorno,  che mori di vecchiaia (In: Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Le Costituzioni Semeiotico-Biofisiche.Strumento clinico fondamentale per la prevenzione primaria e la definizione della Single Patient Based Medicine. Travel Factory, Roma, 2004); tra i fumatori la maggior parte non soffre di IMA, che al contrario colpisce moltissimi che, come me, non hanno mai fumato; quanti obesi esistono nel mondo con coronarie sane, mentre siamo milioni che pur  avendo un peso reale uguale, o vicino, a quello ideale siamo infartuati; sebbene la superficie coronaria è vastissima, la placca ateromasica inizia in punti circoscritti, noti come  aree endoteliali  HP, high probability  – E. Braunvald mi corregga – bedside riconosciuta nel modo migliore con la Diagnostica Psicocinetica: (Annals of the New York Academy of Sciences. Recent Advances in Atherosclerosis Research, 1995. Endothelial Heterogeneity and Intimal Blood-Borne Cells.Yuri A. Roamanov, Vladimir N. Smirnov, et al.  Russian Academy of Mediacal Sciences, Pag.12-37).

Mi fermo a queste poche, ma significative, considerazioni che dovrebbero fare riflettere chiunque!

Anche lo scolaretto di G. Bateson comprende che la fortuna dell’industria farmaceutica  dipende dal convincere i Medici, sulla base di dati statistici che NESSUNO può controllare, che troppo colesterolo “cattivo” porta all’infarto miocardio a patto che il soggetto, magari ancora nell’INFANZIA,  non usi per TUTTA la VITA le statine, non tutte, sia chiaro, bensì quella suggerita dal Maestro, il futuro sarà privo delle complicazioni della CAD, forse.

La realtà, ancora una volta, ha superato la fantasia di chi, lentamente ma inesorabilmente, ha confuso il senso e significato dei Fattori di Rischio Ambientale  identificadoli a-scientificamente con le Cause della CAD: Sergio Stagnaro. Without CAD Inherited Real Risk, All Environmental Risk Factors of CAD are innocent Bystanders. Canadian Medical Association Journal. CMAJ, 14 Dec 2009,  http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/181/12/E267#253801

Chi ha seguito le Lezioni sul Reale Rischio Congenito di CAD ha certamente compreso che la Semeiotica Biofisica Quantistica, mediante l’uso del fonendoscopio,  permette di risalire alle fasi iniziali, potenziali,  della cardiopatia ischemica, cioè al “rimodellamento coronario microcircolatorio vasoparietale”,  per poter riconoscere in UN secondo la predisposizione alla CAD col Segno di Caotino – oggetto della nona ed ultima Lezione – e far scomparire rapidamente il Reale Rischio Congenito di CAD mediante la Quantum Therapy, semplice terapia non costosa e meno che mai tossica, perché fondata sulla fisica e non sulla chimica.

Ricordo, a modo di conclusione, di aver denunciato ben dodici anni PRIMA dei casi mortali provocati dalla  Cerivastatina, i motivi della pericolosità delle statine somministrate ad individui colpiti dalla Sindrome Clinica Co Q1o carenziale, da me descritta: Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Carenza di Co Q10 secondaria a terapia ipolipidemizzante diagnosticata con la Percussione Ascoltata. Settimana Italiana di Dietologia, 9-13 Aprile 1991, Merano. Atti, pg. 65. Epat. 37, 17, 1990

Nessuna cosiddetta Autorità Sanitaria, nessun Medico di MG,  nessun Cardiologo, nessun “Professore”, nessun Editore di peer-review, nessun giornalista, nessun Alto Prelato impegnato nel sociale a tempo pieno, nessun Ministro della Salute, NESSUNO,   condivise il mio J’accuse.    Seguì soltanto il solito sospetto SILENZIO!

Le mortali conseguenze della rabdomiolisi da Cerivastatina, disonore della Medicina e della Farmacologia mondiale,  sono ormai consegnate alla STORIA.

Mappatura del Reale Rischio Congenito Cerebrale: Il Segno di Marchionni.

Il 30 aprile 2011-04-30, ho inviato una mail, in cui informavo della esistenza del Reale Rischio Congenito  Cerebrale,  a TUTTI i Membri del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Neurologia, SIN,  e per conoscenza al mio Ordine dei Medici di Genova, alla Segreteria dell’On. Fazio, allora Ministro della Salute, e alla Direzione della Società Internazionale di Semeiotica Biofisica Quantistica, senza ricevere risposta da nessun Neurologo del Consiglio Direttivo della SIN!

Per onestà intellettuale, informo chi legge che nè l’Ordine dei Medici di Genova, nè uno dei componenti della Segreteria del suddetto Ministro mi ha degnato di risposta!

Naturalmente la ricerca in questo campo non si è interrotta affatto  a causa  di questo spiacevole evento,  ma continua con successo per l’omogeneità dei dati raccolti, grazie alla preziosa collaborazione di due miei eccellenti co-autori, il dott. Simone Caramel, Presidente della  SISBQ, http://www.sisbq.org, e del neuro-chirurgo Marco Marchionni.

Di seguito cerco di esprimermi con parole semplici, chiare, inequivocabili,  in modo che anche un laureato in Medicina, magari specializzato in Neurologia, non mi possa fraintendere:

A) sebbene le condizioni psico-fisico-ambientali siano le stesse, non tutti questi individui sono colpiti da Demenza, AD, Parkinson, Atassia di Friedreich, SM, eccetera, e nemmeno al Cancro Cerebrale (1):  il FATTO oggi è noto persino in Italia;

B) esistono i Reali Rischi Congeniti (RRC), dipendenti dalle relative Costituzioni Semeiotico Biofisico Quantistiche,  conditio sine qua non delle rispettive patologie. Solo per fare un esempio:  Sergio Stagnaro. Without CAD Inherited Real Risk, All Environmental Risk Factors of CAD are innocent Bystanders. Canadian Medical Association Journal. CMAJ, 14 Dec 2009,  http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/181/12/E267#253801;

C)I RRC sono rappresentati – dal punto di vista sia strutturale sia funzionale – dal “rimodellamento microvascolare”, caratterizzato dalla presenza dei Dispositivi Endoarteriolari di Blocco, neoformati-patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico e b) aspecifico, situati ovviamente nelle piccole arterie, secondo Hammersen: cose notissime su cui pertanto non mi dilungo!

D) Il Reale Rischio Congenito Cerebrale , senza il quale NON insorgono Demenza, AD, Parkinson, Atassia di Friedreich, SM,  Cancro Cerebrale, eccetera,  come tutti gli altri RRC è riconosciuto con un fonendoscopio a partire dalla nascita in UN SECONDO (2-5). Naturalmete il tipo I, sotto tipo a),  si osserva  esclusivamente nel RRC di Cancro Cerebrale;

E) Il RRC cerebrale – a parte l’eccezione sopra ricordata (1) –  è ASPECIFICO, ma diventa altamente SPECIFICO  in base alla sua esatta localizzazione;

F) I RRC sono passibili di “guarigione” (SIC!)  mediante la Quantum Therapy (V. http://www.sisbq.org, articoli nel Journal of Quanttum Biophysical Semeiotics).

A questo punto,  lo scolaretto di Gregory Bateson comprende perché  il Nuovo Rinascimento della Neurologia  coincide con la “Mappatura del Reale Rischio Congenito Cerebrale”!

Da quanto sopra riferito,  brevemente ma chiaramente  dal punto di vista ermeneutico, l’attuale  campo di ricerca del gruppo di studio della SISBQ è appunto la “MAPPATURA del RRC Cerebrale”  negli individui in cui è presente dalla nascita  il SEGNO DI MARCHIONNI, che in un secondo (sic!) permette al Medico, esperto in SBQ di riconoscere  l’individuo positivo per il RRC Cerebrale, sia oncologico sia aspecifico.

Bibliografia.

1) Sergio. Diagnosi clinica di cancro cerebrale e del suo reale rischio congenito: segno di Dellepiane. www.fceonline.it, 15 Maggio 2008, http://www.fceonline.it/wikimedicina/semeiotica-biofisica/211/1350-diagnosi-clinica-di-cancro-cerebrale-del.html

2)Stagnaro Sergio.   Inherited Real Risk of Brain Disorders. www.plos.org, 24 July 2009.  http://www.plosone.org/article/comments/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0006354;jsessionid=9AC82C42FA9F57C913844806BF96DDC1

3) Simone Caramel and Sergio Stagnaro. Clinical QBS Diagnosis and Primary Prevention of Brain Disorder ‘Inherited Real Risk’ and Alzheimer Disease. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. 5 August, 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/alzheimer_primaryprevention.pdf

4) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012) New ways in physical Diagnostics: Brain Sensor Bedside Evaluation. The Gandolfo’s Sign. January, 2012. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/bsbe.pdf

5) Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009.

 

Tag Cloud