Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Articoli con tag ‘Prevenzione Primaria del DM’

Manovra di Butturini: Diagnosi Clinica della Costituzione Diabetica, del suo Reale Rischio Congenito e del DM in atto, in 5 secondi.

Il grande clinico  parmense Ugo Butturini, Presidente della SID dal 1976 al 1978 e Presidente della SIGG dal 1975 al 1981,  considerava l’eziopatogenesi della Cardioangiopatia (oggi nota come CAD)  nel DM tipo 2 uno dei problemi più discussi, complessi e di maggiore importanza prognostica e terapeutica (U. Butturini.  Etiopatogenesi Unitaria della Cardioangiopatia  nel Diabete Mellito,  Acta  diabet lat.  12 (Suppl 1) 1, 1975) .

 

Dal 2001 il Reale Rischio Congenito di CAD, dipendente dalla Costituzione Aterosclerotica,  e  il Reale Rischio Congenito di DM tipo 2, dipendente dalla Costituzione Diabetica “e” Dislipidemica (Joslin aveva ragione, in Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004.   http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm) hanno   finalmente chiarito le antiche incertezze e risolto in chiave Semeiotico-Biofisico-Quantistica  annosi problemi metabolico-angiologici: www.sisbq.org e www.semeioticabiofisica.it .

 

Quando ero un giovane scienziato,  ho avuto l’onore e il piacere  di conoscere il grande clinico di Parma, col quale ho intrattenuto un interessante scambio epistolare che conservo con religiosa cura.  Dagli anni settanta  apprezzo il Prof. Ugo  Butturini, Maestro di Scienza e Umanità.  Non posso non sottolineare la sua lucida visione “clinica” dei problemi medici. A questo scopo è sufficiente notare  che negli anni ‘70 scriveva <<Cardioangiopatia “nel” Diabete Mellito>>, perché aveva ben compreso che se esistono diabetici, anche insulino-dipendenti,  senza Cardioangiopatia e, al contrario, numerosissimi sono i cardiopatici  colpiti da IMA – come chi scrive – senza Costituzione Diabetica, il motivo risiede nel fatto che non bisogna confondere uno dei tanti fattori di rischio di ATS, il DM, appunto,  con la causa (Sergio Stagnaro.Without CAD Inherited Real Risk, All Environmental Risk Factors of CAD are innocent Bystanders. Canadian Medical Association Journal.CMAJ, 14 Dec 2009,  http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/181/12/E267#253801).   

Purtroppo, ancora oggi esistono laureati in Medicina che parlano erroneamente di  Microangiopatia Diabetica, ma in realtà non sanno che si tratta dell’Istangioapatia “nel” diabetico!

 

La Microangiopatia diabetica non esiste: l’unica alterazione microvascolare tipicamente diabetica è la honey cumb-like degenaration del tratto intermedio a S degli apparati glomici  (Curri S. B., Le microangiopatie. Patologia delle Correlazioni isyangiche;  a cura di Inverni della Beffa, Arte Grafica S.p.A.  1986, Verona).

 

Di seguito è descritta per la prima volta la Manovra di Butturini,  di rapida applicazione ed affidabile per riconoscere in 5 secondi, a partire dalla nascita, la Costituzione Diabetica, il dipendente Reale Rischio Congenito di Diabete Mellito e ovviamente il DM tipo 2 in atto.

 

In questo breve articolo non riferisco i complessi meccanismi biologici e microangiologici clinici alla base della manovra perché nessun Medico, a parte ovviamente i Membri della SISBQ, conosce la Microangiologia Clinica e la Realtà Non-Locale nei sistemi biologici: www.sisbq.org.

 

Nel sano, la pressione “intensa”,  applicata sopra la proiezione cutanea del centro neuronale del GH-RH simultaneamente provoca  abbassamento del margine inferiore del pancreas di 3 cm. circa: Manovra di Butturini  negativa.

Per ulteriori informazioni, V. articolo sulla Manovra di Bardi https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/23/manovra-di-bardi-nella-diagnosi-clinica-delle-colecistopatie-ancorche-silenti/).

 

Al contrario, nel soggetto colpito da Costituzione Diabetica, Reale Rischio Congenito di Diabete Mellito e ovviamente da DM  in atto, dopo un tempo di latenza variabile da 3 a 6 sec. circa, rispettivamente, il pancreas aumenta significativamente di volume: in pratica,  il margine pancreatico inferiore si abbassa significativamente da 3 ai 6 cm. circa, in rapporto con la gravità del dismetabolismo glicidico: Manovra di Butturini positiva.

 

Interessante è il  fatto che la predisposizione al DM,  riconosciuta preferibilmente nel primo decennio di vita, è eliminata mediante la Terapia Quantistica (Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013).    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology. http://www.frontiersin.org/Diabetes/10.3389/fendo.2013.00017/full  [MEDLINE] ; Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Type 2 Diabetes Mellitus Primary Prevention. LifeScienceGlobal February 2013, Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, 2013, 3,  http://www.lifescienceglobal.com/home/cart?view=product&id=376).

 

PS.

A causa dell’età avanzata e delle precarie condizioni di salute, fornirò ulteriori informazioni sulla Manovra di Butturini, esclusivamente alla Redazione del mio quotidiano,  Il Secolo XIX, se mi inviterà a scrivere un articolo su questo argomento di fondamentale importanza per la lotta al DM tipo 2, una epidemia in aumento, realizzando così il Sogno della mia Vita.

Annunci

ANSA, Diabetologia e Diabetes Care conoscono la Prevenzione Primaria SBQ del Diabete Mellito!

Da oggi nessuno onestamente  può affermare  “Non lo sapevo”.  Infatti, i mezzi di informazione, e non solo, sanno che possiamo prevenire efficacemente il  Diabete Mellito tipo 2 (DM) in modo capillare, razionale e senza grandi spese.

La prevenzione primaria  si basa sulla esistenza dei Cinque Stadi del DM, di cui il I stadio è riconoscibile alla nascita in un secondo (sic!)  con un semplice fonendoscopio e scompare con la Teraia Quantistica (V. Avanti).

Di seguito, la mail appena inviata all’ANSA e a due “prestigiose” Riviste di Diabetologia, che da anni conoscono  la prevenzione primaria del DM da me suggerita: conservo numerose mail inviate ai loro Editori e alla Redazione dell’Ansa!

L’epidemia diabetica può essere fermata  soltanto con la prevenzione primaria, e non certo con la terapia condotta sulla base di parziali, costosi, inutili screening, come dimostra l’esperienza.  Con la terapia nessun diabetico è finora guarito.

—– Original Message —–

From: Sergio Stagnaro

To: redazione.internet@ansa.it ; Diabetologia Editors ; Diabetescare@diabetes.org

Cc:  …….alle Redazioni dei  prinicpali  quotidiani italiani………………………………………

Sent: Monday, February 25, 2013 8:14 AM

Subject: Type 2 DM Primary Prevention is overlooked!

Dear All,

no one of you may say: “I did not know it”.

If you want it, you will can read tomorrow my Comment  about Sinn u. Bedeutung of this mail on La Voce di SS www.sergiostagnaro.wordpress.com

Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013).    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Diabetes. http://www.frontiersin.org/Diabetes/10.3389/fendo.2013.00017/full. [Pub-Med indexed for MEDLINE] In press.

Warm greetings.

Sergio Stagnaro

www.sisbq.org

www.semeioticabiofisica.it

Se fermare il DM è possibile, come si legge nel citato articolo e nella sua Bibliografia,  come si spiega il silenzio dei mass-media, dei “Professori”, dei Redattori delle Bibbie di Medicina, dei Ministri della Salute,  del Presidente ed Ex-Presidenti del CSM, dei Cardinali Arcivescovi impegnati per la salvezza del mondo?

To be continued

La Fine della Glicemologia è vicina: anche Frontiers in Endocrinology pubblica un articolo sul Reale Rischio Congenito di DM tipo 2!.

Questa mattina gli Editori di Frontiers in Medicine  hanno annunciato alla Presidenza della SISBQ, www.sisbq.org, che l’articolo  di  Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013), dal titolo  “Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention”, è stato accettato per la pubblicazione nella rivista  Frontiers in Endocrinology.  

Si tratta della nostra più recente pubblicazione finalizzata  a diffondere tra i medici del mondo la Diabetologia Clinica, finora sacrificata sull’altare della sponsorizzata Glicemologia, nata anch’essa  nel 1948 dal grembo della Medicina Serva dell’Economia.

In realtà, a partire dal  Framingham Heart Study, termine da me completato e ribattezzato con l’aggettivo Economic, la Medicina si preoccupa  solo di precisare i valori glicemici normali, di frontiera o border-line, e patologici, osservati nelle varie ore del giorno e della notte, sia a digiuno o dopo pranzo, sia  con test da carico orale o endovenoso di glucosio, i cui dosaggi sono tuttora  nazionali se non regionali.  Non parlo di clamp iperinsulinemico-normoglicemico, di alterata differenziazione delle beta-cellule, di 5 stadi della degenerazione delle cellule insulino-secernenti, etcetera, perché siamo in Italia…..

Va sottolineato l’epocale evento delle messa in commercio da parte dell’industria farmaceutica  di numerose macchinette, dotate di pungi-dito, per il dosaggio domestico della glicemia.

A questo proposito, sento il dovere di  informare i miei lettori che NON ho finora ricevuto risposta alle mail critiche  indirizzate alle Vestali del sopra-citato studio e neppure dai loro sponsor ufficiali, come riferito in La Voce di SS: Silenzio-Assenso.

La deleteria gestione della patologia diabetica ha portato all’epidemia diabetica attuale,  ammessa da tutti gli Autori e – fatto assai lodevole – anche dall’OMS: nel 2010 i diabetici nel mondo erano 250 milioni, mentre sono previsti nel 2030 ben 360 milioni di diabetici!

La causa principale di questa ennesima, felicemente tollerata,  Vergogna della Medicina stranamente ignorata dai Probiviri, esternanti attraverso i mass-media, è l’insegnamento universitario desolante. Nessun Docente è in grado di insegnare agi studenti il Segno di Siniscalchi.

Infatti, non esiste Docente Universitario nelle Facoltà Italiane di Medicina che conosce e sa applicare il Segno di Siniscalchi.

Nell’articolo in press  è illustrato, ancora una volta,  il Reale Rischio Congenito di DM tipo 2,  sconosciuto a “diabetologi” e “Professori”, ai quali solo gli esami di laboratorio permettono di riconoscere gli stadi IV e V  del DM, ma non i primi tre stadi.

Oggi, senza la conoscenza della Semeiotica Biofisica Quantistica ,  i  Medici, “diabetologi inclusi,  non sono in grado di riconoscere con l’esame obiettivo il DM nei suoi primi QUATTRO Stadi  e nemmeno il DM manifesto ma silente, cioè  senza i segni clinici noti,  che spesso mancano o sono fuorvianti, come dolori addominali, cefalea e dispepsia.

In conclusione, nonostante il sospetto silenzio delle cosiddette competenti Autorità, la fine della glicemologia, sostituita finalmente dalla Glicemologia  è molto vicina.  Resta solo da risolvere il Problema dell’Insegnamento della Semeiotica Biofisica Quantistica a Medici  e studenti di Medicina.

PS

Ancora una volta sono disposto a confrontarmi – alle mie condizioni note –  con i  “Professori” che si sentissero offesi  da questo articolo, ritenendosi esperti in Diabetologia Semeiotico-Biofisico-Quantistia e quindi capaci di riconoscere, con un fonendoscopio i primi TRE Stadi del DM tipo 2.

Tag Cloud