Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Articoli con tag ‘Neil Armstrong’

Neil Armstrong, Logo della Medicina di Marte, Serva dell’Economia.

Un mio precedente post in La Voce è stato dedicato alla Gloria e Miseria della Storia del cosmonauta Neil Armstrong, riferita dai mass-media –  “more solito” –  in modo riduttivo e fuorviante.

Alla Luce di un mio datato articolo, Sergio Stagnaro.  Medicina di Marte e di Venere. Verso la New Renaissance della Conoscenza. http://www.fcenews.it 22 settembre 2010.  http://www.fceonline.it/wikimedicina/semeiotica-biofisica/211/89350-medicina-di-marte-e-di-venere-verso-la-new-renaissance-della-conoscenza.html ; http://www.piazzettamedici.it/professione/professione.htm, questa triste vicenda sta a significare molto  altro ancora oltre quanto informano i mass-media-veline-dipendenti: Neil Armstrong ha portato sulla luna il Primo Caso di CAD!

Inoltre, colpito com’era dal Reale Rischio Congenito di cardiopatia ischemica dalla nascita, mai riconosciuto prima dell’ultima visita medica effettuata ad 82 anni, pochi giorni prima che morisse – se diamo credito alle cronache – dai Medici e Cardiologi addetti ai controlli della sua salute, il cosmonauta rappresenta la Grandezza e la Miseria della Presente Medicina,  Serva dell’Economia, di cui rappresenta il Logo.

Come me, Neil Armstrong è stato più fortunato di milioni di giovani morti per Arresto Cardiaco  Acuto “improvviso ed imprevedibile”, secondo i “Professori”.  Infatti, noi siamo stati colpiti quando eravamo ormai vecchi e  colpiti dalla fisiologica apoptosi neuronale-cerebrale (nel mio caso, erroneamente  riconosciuta come patologica da moglie, figli, nipoti e  purtroppo anche da Colleghi “Professori”!).

Invito i pochi che leggono i miei post a far conoscere ai giovani atleti e loro genitori il Reale Rischio Congenito di CAD, che  esiste e rappresenta “in potenza” il futuro IMA se non viene eliminato al più presto e con poca spesa: www.sisbq.org.

To be continud….

Annunci

Neil Armstrong sulla Luna, colpito da una estesa cardiopatia ischemica, non diagnosticata alle visite mediche!!

Da “Il Giornale” di Sabato  25 Agosto 2012, URL http://www.ilgiornale.it/news/esteri/addio-neil-armstrong-primo-uomo-sulla-luna-832198.html:

” Addio a Neil Armstrong, il primo uomo sulla Luna.  Neil Armstrong muore a 82 anni per problemi di cuore: lo scorso 7 agosto aveva subito un intervento chirurgico di quadru(p)lo bypass coronarico. Nel 1969 guidò la missione di allunaggio Apollo 11 e fu il primo essere umano a camminare sulla Luna: “E’ un piccolo passo per l’uomo, ma è un grande passo per l’umanità”.

L’ultima frase virgolettata  necessariamente spinge ad una doverosa riflessione, sia filosofica sia scientifica,  sulla fragilità del pensiero umano, che l’analisi semeiotico-biofisico-quantistica  rivela essere un “Pensiero debole”!

Sergio Rame, che ha firmato l’articolo, scrive: “Lo scorso 7 agosto Armstrong aveva subito un intervento chirurgico di quadru(p)lo bypass coronarico, appena due giorni dopo aver spento l’82esima candelina. Il giorno prima un esame medico aveva, infatti, rivelato la parziale occlusione nelle arterie che portano il sangue il cuore”.

Sorprendentemente ammirevole, se è vero quanto si legge, la tempestività dell’intervento di quadruplo by-pass coronarico, eseguito appena dopo 24 ore dalla diagnosi:  un evento impensabile nel nostro Paese!

Sono questi i progressivi e meravigliosi passi  da gigante della Medicina Occidentale?

Chi scrive  questo Post è stato colpito il 7  luglio del 2001, a 70 anni, SENZA significativi fattori di rischio ambientali di ATS – unica eccezione il matrimonio che durava da troppi decenni –  da IMA  “improvviso e imprevisto”: non avevo ancora scoperto il reale rischio congenito di CAD, ovviamente!

Neil Armstrong  invece muore nell’Agosto del 2012,  a 82 anni, per le conseguenze di una grave CAD, ben UNDICI anni DOPO  la mia scoperta, tuttora sconosciuta in Italia, ma non all’Estero, dove è pubblicata e divulgata da autorevoli Riviste, apprezzate anche dalle VESTALI italiane del Metodo Scientifico-Ipotetico-Deduttivo-Dogmatico: V. i miei due precedenti Post su IL METODO Scientifico.

Stagnaro Sergio. Role of Coronary Endoarterial Blocking Devices in Myocardial Preconditioning – c007i. Lecture, V Virtual International Congress of Cardiology, 2007. http://www.fac.org.ar/qcvc/llave/c007i/stagnaros.php

Stagnaro Sergio.    CAD Inherited Real Risk, Based on Newborn-Pathological, Type I, Subtype B, Aspecific, Coronary Endoarteriolar Blocking Devices. Diagnostic Role of Myocardial Oxygenation and Biophysical-Semeiotic Preconditioning. International Atherosclerosis Society. www.athero.org, 29 April, 2009  http://www.athero.org/commentaries/comm907.asp

Stagnaro Sergio.   Bedside Evaluation of CAD biophysical-semeiotic inherited real risk under NIR-LED treatment. EMLA Congress, Laser Helsinki August 23-24, 2008. “Photodiagnosis and photodynamic therapy”, Elsevier, Vol. 5 suppl 1 august 2008 issn 1572-1000.

Stagnaro Sergio. Biophysical-Semeiotic Inherited Coronary Real Risk, conditio sine qua non of CAD.17 August 2007. Annals of Internal Medicine.   http://www.annals.org/cgi/eletters/0000605-200708070-00167v1#19068

Sergio Stagnaro. Without CAD Inherited Real Risk, All Environmental Risk Factors of CAD are innocent Bystanders. Canadian Medical Association Journal.CMAJ, 14 Dec 2009,  http://www.cmaj.ca/content/181/12/E267/reply

Nessun Cardiologo al mondo mi ha contestato in oltre DIECI anni il FATTO che chi, nel corso della sua vita, è colpito da CAD è portatore – come  sua MADRE!-  del Reale Rischio Congenito di Cardiopatia Ischemica, diagnosticato in UN SECONDO a partire dalla NASCITA  col Segno di Caotino. La diagnosi poi è corroborata mediante  altri segni della SBQ, tra cui il Segno di Gentile: Sergio Stagnaro (2012).  I Segni di Caotino* e di Gentile** nella Diagnosi di Reale Rischio Congenito di CAD e di Infarto Miocardico, ancorché iniziale o silente. Fisiopatologia e Terapia. Lectio Magistralis. III Convegno della SISBQ, 9-10 Giugno 2012, Porretta Terme (Bologna).  www.sisbq.org. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/presentazione_stagnaro_it.pdf

Fatto di estrema importanza, oggi la Terapia Blue (ibidem) fa scomparire la predisposizione all’infarto miocardico.

PS

Tra pochi giorni, su “Scienza&Conoscenza”  sarà pubblicata  l’intervista da me rilasciata al Presidente della SISBQ, dottor Simone Caramel, centrata sul Reale Rischio Congenito di CAD, la cui conoscenza è  inevitabile per la Prevenzione Pre-Primaria e Primaria dell’IMA, incluso quello “improvviso e imprevedibile”, finalmente condotta con poca spesa per il SSN in individui razionalmente arruolati, auspicabilmente dalla nascita.

Tag Cloud