Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Articoli con tag ‘Fonendoscopio’

Porretta Terme: Cardiologia Semeiotico-Biofisico-Quantistica nell’Era della Civiltà dell’Atomo al suo Vertice?

Domenica mattina, 11 maggio 2014, ore 10, a Dio piacendo, nell’Auditorium dell’Hotel Santoli, a Porretta Terme, terrò la mia ultima Lectio Magistralis.

Come argomento, ho scelto provocatoriamente “Cardilogia Semeiotico-Biofisico-Quantistica”.

Per essere preciso nella scelta dell’aggettivo, mi sono permesso di disturbare due Membri dell’Accademia Italiana della Crusca, Matilde Paoli e Marco Biffi,  persone squisite, che mi hanno fornito nel giro di poche ore autorevoli precisazioni sull’aggettivo da me usato.

Che senso ha nel 2014 parlare di Cardiologia Clinica SBQ se il Dipartimento delle Immagini e il Laboratorio permettono al Medico di penetrare all’interno dei ribosomi dei miociti e svelarne i misteri?

Per non parlare dei mervigliosi viaggi scientifici lungo le vie dei segnali – tirosin-chinasi, map-chinasi, etc. – che partono dai recettori membranari ed arrivano al nucleo,  anche se esiste qualcuno intestardito a parlare di Valutazione Clinica dei Glicocalici? www.sisbq.org e www.semeioticabiofisica.it

A quanti si stupiscono perché esiste un Don Chisciotte che parla di Cardiologia e di fonendoscopio, suggerisco di partecipare alla discussione finale, da me fortemente voluta, al termine della Lectio, nella data e luogo  indicati.

A Porretta, dunque, per capire molte istanze finora sfuggite a Laureati in Medicina che non sentono più il grido di dolore che si alza dall’Umanità sofferente.

Annunci

Tre Docenti di Clinica Medica hanno accettato di confrontarsi con me, usando soltanto il Fonendoscopio.

Tre Docenti di Clinica Medica – rispettivamente di una Facoltà di Medicina del  Nord Italia, del Centro e del Sud – non so se le Isole sono comprese –  hanno accettato di confrontarsi a Natale pv. con me, sedicente esperto di Semeiotica Biofisica Quantistica, www.semeioticabiofisica.it  e  www.sisbq.org, usando il solo fonendoscopio per dimostrare che esistono  ancora Medici Clinici, accogliendo le mie condizioni.

Data la stagione fredda anche nella Riviera Ligure di Levante, ho suggerito che il pubblico confronto – l’ingresso  è  libero – avvenga, non sulla spiaggia  di Riva Trigoso, ma  nella sede dov’è nata la Società Italiana di Semeiotica Biofisica Quantistica il 19 Dicembre del 2000: l’Hotel Quattro Venti di Borgo Renà, messoci a disposizione gratuitamente.

Tutti e tre hanno subito capito che un solo soggetto da esaminare, sdraiato nudo a Natale sopra la sabbia fredda del mio paese, sarebbe stato assai difficile da reperire anche tra chi, seguendo i disinteressati, spontanei, non sponsorizzati,  saggi suggerimenti del benefattore Benigni andrà a votare alle prossime Politiche per il nuovo-che-avanza.

I pazienti da esaminare saranno gentilmente forniti da un Docente di  Clinica Medica  dell’Università di Genova- San Martino, per espressa volontà dei tre suoi coraggiosi Colleghi.

Con questo  amichevole confronto intendo dimostrare che oggi i Medici sono – con poche eccezioni confermanti la regola – Dipendenti dal Laboratorio e dal Dipartimento delle Immagini; il fonendoscopio è per loro un oggetto ornamentale da mettere intorno al collo oppure in una delle tasche del camice.

In poche, chiare, univoche parole, dimostrerò che un Medico,  sebbene  Docente di Clinica Medica,  dotato di un fonendoscopio e nient’altro, non sa riconoscere se nell’esaminando manca un rene, figuriamoci se sa diagnosticare una ciste para-pielica; che non conoscendo il Segno di Berti-Riboli e quello di Bella,  quindi non sa localizzare l’appendice, anche se crede di saper diagnosticare, per esempio, l’appendicite retro-ciecale;  non conosce il Segno di Antognetti,  e pertanto non è in grado di riconoscere una calcificazione o una ectasia aortica toraco-addominale inferiore a 3 cm. …..; non conosce il Segno di Musella, e quindi non è capace di diagnosticare una ciste oppure un angioma epatico se di diametro di 3 cm. o meno (se di diametro superiore, forse nemmeno!); ignora il Segno di Siniscalchi, e di conseguenza non sa riconoscere un diabetico, DM tipo 2, nei primi tre stadi della classificazione semeiotico-biofisico-quantistica; non conosce  il Segno di Rinaldi e quindi non sa riconoscere il Reale Rischio Congenito di Cancro, Dipendente dal Terreno Oncologico; ignora il Segno di Caotino e quindi non sa diagnosticare il Reale Rischio Congenito di CAD, come dimostra la Strage degli Innocenti, i quali sono condannati, senza avere alcuna colpa, a lasciare questa inquinata valle di lacrime anzitempo, magari sul prato verde di uno stadio,  tra la generale indifferenza sulle cause scientifiche del trapasso, inclusa quella del Ministro della Salute pro-tempore, dei Cardiologi della SIC, che non mi hanno mai risposto, e dei giornalisti-veline-dipendenti; ignora il Segno di Berretti e non può riconoscere un cancro del colon o dell’intestino, specialmente se iniziale o asintomatico; non ha mai sentito parlare  del Segno di Dellepiane e del Segno di Gandolfo,  quindi non può diagnosticare il tumore cerebrale senza fenomenologia clinica; il Segno di Raggi gli è sconosciuto e non può diagnosticare  una lesione dell’apparato osseo, differenziando una ciste  ossea da una metastasi…………………..

Mi fermo qui perché vorrei finire di scrivere  il Post.

Felicemente  sorpreso da tanta audacia da parte dei tre Clinici, mi sono a tal punto emozionato da svegliarmi. Si trattava, infatti,  di un sogno ad occhi chiusi. Raramente sogno ad occhi chiusi. Nella mia lunga vita di Medico-Ricercatore ho sognato sempre ad occhi aperti, durante il giorno!

Chi sogna di giorno conosce molte cose che sfuggono a chi sogna solo di notte, come dice Edgar Allan Poe.

Tag Cloud