Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Articoli con tag ‘Esternazioni del Prof. U. Veronesi’

Esternazioni del Prof. Umberto Veronesi ed Epidemia Cancro: Mondo Virtuale e Reale!

Nel sito della Fondazione Umberto Veronesi, in data 11 marzo 2013, Il più celebre oncologo italiano ha pubblicato un articolo dal titolo  “Cari giornalisti, le parole non sono neutrali”,     alla URL  http://www.fondazioneveronesi.it/blogveronesi/5864

Di seguito il commento inviatogli immediatamente, che non sarà – more solito accettato e messo in rete nel sito della sua Fondazione,  a causa dell’aristotelico  comportamento del  Prof. Umberto Veronesi.

http://www.facebook.com/pages/Semeiotica-Biofisica-Quantistica/219462041468111

<<Il Prof. Umberto Veronesi ha superato se stesso, compiendo una impresa impossibile: leggete nel suo Blog, alla URL http://www.fondazioneveronesi.it/blogveronesi/5864?t=1363013260005 il suo scritto e poi (se mai lo pubblicherà……) la mia confutazione puntuale:
“Questo commento, more solito, lo trova su facebook: lei non può metterlo in rete. Prof. Umberto Veronesi, come ha potuto scrivere: ” E’ allora (quando sentiva la gente definire il cancro come il male del secolo e simili. NdR!) che ho concepito il sogno di fare del cancro un «male curabile», una speranza che ho condiviso e condivido con tanti altri medici, e che con passi successivi già va realizzandosi: il cancro colpisce sempre, ma sempre di più è curabile e guaribile”. GUARIBILE con l’intervento chirurgico, forse, non con la chemioterapia ch’è essa stessa cancerogena! Solo lei, purtroppo, ignora che il cancro è una epidemia in aumento. Barnard dopo aver realizzato il primo intervento chirurgico di trapianto cardiaco disse: “Se invece di essermi dedicato al trapianto di cuore mi fossi dedicato alla prevenzione primaria della CAD, avrei salvato milioni di individui e non uno”. Il primo trapiantato non arrivò a 45 giorni di vita! E poi la sua esternazione: “Non ci possono essere scuse. Il cancro è una malattia come altre, e come altre può essere curato e guarito”. Mi consenta di definire questa affermazione gratuita, solo per usare un eufemismo. Perché invece non risponde alla mia domanda sull’esistenza del Terreno Oncologico e del suo Reale Rischio Congenito, eliminati dalla Terapia Quantistica? Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention. Bentham PG., Current Nutrition & Food Science ISSN (Print): 1573-4013; ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9, ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011; http://www.benthamscience.com/contents-JCode-CNF-Vol-00000009-Iss-00000001.htm>>.

Cari giornalisti, le parole non sono neutrali – Fondazione Umberto Veronesi

www.fondazioneveronesi.it.

Il motivo per cui ritorno a confutare le gratuite, desolanti, potenzialmente pericolose affermazioni del celebre oncologo milanese   è la sua arcadica Weltanschauung, in chiave oncologica.

A mio parere,  è   una  offesa alla epidemiologia mondiale parlare dell’elevata guarigione attuale del cancro – “il cancro colpisce sempre, ma sempre di più è curabile e guaribile” –  ed è fuorviante e  pericoloso  affermare  “Non ci possono essere scuse. Il cancro è una malattia come altre, e come altre può essere curato e guarito”. (Il grassetto è del Prof. Umberto Veronesi!)

Con la sola esclusione del Presidente dell’IEO, oggi nel mondo  tutti  gli Autori concordono  sul fatto che il cancro è una epidemia in continuo aumento.

A sostegno di questa affermazione, di seguito pochi, significativi esempi:

Priya Shetty.The Lancet, Volume 379, Issue 9820, Pages 992 – 993, 17 March 2012

doi:10.1016/S0140-6736(12)60415-2Cite or Link Using DOI “India faces growing breast cancer epidemic.

Kristin Campbell. A Growing Epidemic.  Gastrointestinal cancer diagnoses are climbing, fueled by bad lifestyle choices. Cures are possible if the disease is caught early. Columbus C.E.O. http://www.columbusceo.com/special_advertising_sections/article_89507fd0-8774-11e2-8dc8-001a4bcf6878.html

Len. A World in Need: The Cancer Epidemic American Cancer Society.  http://www.cancer.org/aboutus/drlensblog/post/2006/07/12/a-world-in-need-the-cancer-epidemic.aspx

Sergey Rumyantsev.  J Carcinog. 2010,  9:2.  Hypothesis: Towards the origin of cancer epidemics and pathogenesis. http://www.carcinogenesis.com/article.asp?issn=1477-3163;year=2010;volume=9;issue=1;spage=2;epage=2;aulast=Rumyantsev

Roxanne Nelson. Medscape Medical News > Oncology. Jun 20, 2011. Global Cancer Epidemic — A ‘Crisis in Slow Motion’. http://www.medscape.com/viewarticle/744973

Per corroborare – se mai ve ne fosse il bisogno – la validità scientifica della mia lotta al cancro mediante la Prevenzione Primaria e Pre-Primaria, da sempre comunicata al Prof. U. Veronesi che non ha mai risposto alle mie mail e nemmeno alla DIECI DOMANDE che gli ho rivolto da questo blog,https://sergiostagnaro.wordpress.com/2012/05/14/lettera-aperta-al-prof-umberto-veronesi-dieci-domande-secondo-lei-prof-umberto-veronesi-esiste/ , mi permetto di riferire  la parte più significativa della mail, recentemente inviatami dall’American Cancer Society:

Original Message —–

From: American Cancer Society

To: dottsergio@semeioticabiofisica.it

Sent: Tuesday, March 05, 2013 4:38 PM

Subject: We can finish the fight

Dear Sergio,
We want to put ourselves out of business. One hundred years ago, the American Cancer Society began the fight of a lifetime. And in honor of our 100th birthday, we’re embarking on our boldest undertaking yet to finish the fight.   It’s based on something we’ve witnessed during the years: Cancer hates noise. It hates people like us taking action.   With your help, we’re getting LOUD! We’re growing the movement of people who are determined to make this cancer’s last century – not just in America but for people everywhere. We’re making noise by ensuring lifesaving cancer research gets funded, providing people with cancer critical help they need when they need it, and fighting for access to quality health care for all. Silence won’t finish the fight – action will. And we need you to be a part of this. Commit today to help finish the fight against cancer. Say you’re in, Sergio!  After 100 years of saving lives, we’re leading the way in transforming cancer from deadly to treatable – and from treatable to preventable”.  (Il grassetto è mio, NdR!)

Ecco, dunque,  il  grave pericolo che potrebbero provocare all’Umanità  le ultime esternazioni del Presidente dell’IEO, frutto di una mentalità infondatamente entusiasta in materia di guarigione del cancro: se accettiamo le sue aberrazioni epidemiologiche sulla vittoria contro il cancro,   noi potremmo correre il grave pericolo di considerare la presente e la futura terapia del cancro sufficientemente valida ed efficace, al punto da essere autorizzati a trascurare l’altra via di lotta,   sostenuta finalmente anche dall’ American Cancer Society,  fondata sulla Prevenzione Pre-Primaria, secondo la Manuel’s Story,  e Primaria, che dalla mia scoperta del Terreno Oncologico e del suo Reale Rischio vado suggerendo invano ai Medici: V. il recente articolo  Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG., Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011;  http://www.benthamscience.com/contents-JCode-CNF-Vol-00000009-Iss-00000001.htm.

Per motivi di spazio tralascio di discutere il ruolo di primaria importanza della Semeiotica Biofisica Quantistica, sconosciuta al Presidente dell’IEO, nella diagnosi clinica precoce del cancro, conditio sine qua non per ottenere i migliori risultati terapeutici.

Con tutta sincerità  e franchezza  affermo che,  dopo aver letto il  testo scoraggiante, deprimente, avvilente del citato articolo, considero  le improbabili confutazioni  alle mie critiche da parte  del Prof. Umberto Veronesi del tutto insignificanti ed  inutili ai fini della lotta all’epidemia cancro, che per me è soprattutto quella relizzata  dalla Prevenzione Pre-Primaria e Primaria.

Confutare le Esternazioni Scientifico-Religiose del Prof. Umberto Veronesi è un Atto Dovuto!

Nel suo vivace blog, alla URL  http://www.fondazioneveronesi.it/blogveronesi/5769, in data 28 gennaio 2013, il Prof. Umberto Veronesi –  con l’articolo  Preghiera e meditazione non curano il tumore  – ha superato se stesso, toccando lo Zenith delle esternazioni scientifico-religiose!

Infatti, il Prof.  U. Veronesi  afferma che la preghiera e la meditazione, inclusa “la meditazione tibetana Tong Len,  (di cui si è informato) quando ho saputo che sperimentalmente 40 pazienti oncologici nell’ospedale Bellaria di Bologna la applicano”,  non servono a nulla.

In verità, il Prof. Umberto Veronesi aggiunge lodevolmente e responsabilmente che “Trovo molto bello  questo concetto sul piano spirituale ma trovo difficile immaginare che la meditazione su questo e analoghi concetti possa risultare efficace  terapeuticamente”.

E fin qui passi, anche se  egli sembra ignorare  la  mia originale dimostrazione clinica, usando correttamente il fonendoscopio, dell’attivazione della sintesi anticorpale  a livello di CALT (= Cerebral Associated Lymphatic Tissue, scoperta  da chi scrive con la Semeiotica Biofisica Quantistica), BALT, GALT, etc.,  a seguito della preghiera e della meditazione: Bibliografia in www.semeioticabiofisica.it.

Non pretendiamo troppo da nessun mortale!

L’aspetto triste, desolante,  direi pietoso, palese offesa alla verità scientifica ed apologia dell’ambiguità che caratterizza lo Spirito del Tempo presente, segue subito dopo:

“Il tumore si cura con la radioterapia, la chirurgia, la chemioterapia e soprattutto con la prevenzione attuata  con esami e screening, stili di vita corretti, alimentazione sana. Una volta mi chiesero se la preghiera aiuta a curare; e se oggi qualcuno mi chiedesse se la meditazione serve a curare il tumore rispondo come allora, che non ci sono né possono esistere evidenze scientifiche in tal senso”.

A questo punto appaiono evidenti senso e significato del commento inviato al Prof. Umberto Veronesi tramite il suo sito,  ma che  nessuno leggerà  nel blog,  per i motivi illustrati.  Come promesso alla fine del commento, per questo motivo lo ripropongo di seguito

“Caro Prof. Umberto Veronesi, come si fa a scrivere, come fa lei nell’articolo, “Il tumore si cura con la radioterapia, la chirurgia, la chemioterapia e soprattutto con la prevenzione attuata  con esami e screening, stili di vita corretti, alimentazione sana”. Che cosa intende per curare? Non intenderà – spero- guarire. La “prevenzione attuata  con esami e screening”? Ma lo sa che il cancro, grazie alle presenti CURE di voi oncologi è una epidemia in aumento e che lo  screening è una prevenzione SECONDARIA, che si fa quando il cancro è ormai in atto? La invito a leggere il mio odierno commento su American Scientist, richiestomi (SIC!); è assai illuminante: http://www.americanscientist.org/comments/comment_detail.aspx?id=379&pubID=15964

Do We Really Need the S-word?

Comment

Fascinating, interesting, and useful discussion about a paramount topic in the science, till now erroneously, and dogmatically accepted as true, enlightening a fundamental aspect. Regarding the Medicine field, I must emphasise what accounts for the reason “significant” is very often “no-significant”, e.g., if it lacks a complete illustration of all data concerning the research. For instance, in assessing the role played by coffee in preventing pancreas cancer, Authors have firstly to state that all individuals, enrolled in the study, are positive for Oncological Terrain-Dependent, Inherited Real Risk of pancreas cancer! On the contrary, a research could conclude that tobacco smoking can prevent lung cancer, if the majority of enrolled individuals are negative for Oncological Terrain-Dependent Inherited Real Risk of lung cancer. From the above original remarks one understands better Andrew Gelman and Hal Stern’s statement “The common error of making comparisons based on statistical significance in a 2006 paper for The American Statistician, titled “The difference between ‘significant’ and ‘not significant’ is not itself statistically significant.

posted by Sergio Stagnaro

January 28, 2013

Infine mi permetta di segnalarle il recente articolo su una peer-review  che mi auguro  anche lei apprezzi:

Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG., Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011;  http://www.benthamscience.com/contents-JCode-CNF-Vol-00000009-Iss-00000001.htm

Domani potrà leggere il seguito del mio commento, politicamente non corretto e quindi da non pubblicare nel suo blog, su La Voce di SS www.sergiostagnaro.wordpress.com

Per concludere, non posso credere che il Prof. Umberto Veronesi ignori la differenza esistente tra Prevenzione Pre-Primaria, secondo la Manuel’s Story http://www.sisbq.org/english.html, e Primaria  Semeiotico-Biofisico-Quantistiche, da un lato, e lo screening, che significa Prevenzione Secondaria, condotta con l’aiuto COSTOSO del Laboratorio e del Dipartimento delle Immagini arruolando un limitato numero  di  individui, senza conoscerne le Costituzioni SBQ,  dove la malattia – quando c’è  ed è diagnosticata …….. – è ormai iniziata da tempo.

To be continued.

Tag Cloud