Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Articoli con tag ‘Diabetologia Semeiotico Biofisico Quantistica sublimata in poesia’

Diabetologia Semeiotico-Biofisico-Quantistica: Ruolo Diagnostico della Vasomotility del Muscolo scheletrico nelle Fluttuazioni estreme dell’Insulinemia, Jatrogeneticamente provocate..

“Un uomo che lavora con le sue mani è un operaio;

un uomo che lavora con le sue mani e il suo cervello è un artigiano;

ma un uomo che lavora con le sue mani, il suo cervello e il suo cuore è un artista.”

San Francesco D’Assisi

La Diabetologia Semeiotico-Biofisico-Quantistica, con i suoi 44 segni,  permette la diagnosi clinica di DM tipo 2 a partire dalla nascita. Il numero elevato dei segni diabetici è finalizzato alla dimostrazione della coerenza interna ed esterna dell teoria semeiotico-biofisico-quantistica.

Di seguito illustro per la prima volta le importanti modificazioni della durata ed intensità delle oscillazioni del cuore periferico muscolo-scheletrico in situazioni estreme di livello dell’insulinemia, causate mediante la stimolazione differenziate del corpo pancreatico.

Nell’interesse dei Medici non ancora sufficientemente esperti in Microangiologia Clinica riferisco anche i valori parametrici del Riflesso Muscolo Scheletrico-Gastrico Aspecifico, rilevabili con maggiore semplicità.

Si valuta di base a riposo i valori parametrici del Riflesso Muscolo Scheletrico-Gastrico Aspecifico (M S) – io uso il muscolo bicipite – sotto una pressione di circa 750 dyne/cm2.

Le oscillazioni delle piccole arterie ed arteriole sono valutate come durata in secondi ed intensità in centimetri nelle stesse condizioni sperimentali

Nel sano, il Tempo di Latenza del Riflesso M S – Gastrico Aspecifico è di 8 sec. e la Durata < 3 sec. – 4 < a dimostrazione della fisiologica sensibilità dei Recettori Insulinici. La Microcircolazione nel MS è di Tipo I, associata, e le fluttuazioni mostrano una diastole di 6 sec. con Intensità di circa 1,5 cm.

Nel Reale Rischio Diabetico, il Riflesso M S – Gastrico Aspecifico è  ancora fisiologico di 8 sec. ma la Durata è 6 sec., patologica. La Microcircolazione è di Tipo II, parzialmente dissociata, e le fluttuazioni mostrano una diastole di 7 sec. con Intensità di circa 2 cm. per mantenere nella norma i valori parametrici della vasomotion.

Nel  II, IV e V Stadio del DM, il Riflesso M S – Gastrico Aspecifico è inferiore a 8 sec. e la Durata è 7 sec. o maggiore, in rapporto alla gravità della sottostante patologia. La Microcirclazione è di Tipo III, dissociata, e le fluttuazioni mostrano una diastole di 8-10  sec. con Intensità di oltre 2 cm. per mantenere il più possibile efficiente la vasomotion.

A questo punto, se si ripetono le valutazioni sopra illustrate immediatamente dopo l’interruzione della secrezione insulinica, ottenuta con stimolazione intensissima, 1.500 dyne /cm.2, dei trigger-points del corpo pancretico,  si osservano dati di estrema importanza diagnostica.

Nel sano, il Tempo di Latenza del Riflesso M S – Gastrico Aspecifico raddoppia, salendo a 16 sec. e la Durata < 3 sec. – 4 < . La Microcirclazione locale, di Tipo I, associata, mostra fluttuazioni massime del cuore periferico con una diastole di 12 sec. sec. con Intensità di circa 2,5 cm.

Al contrario, a partire dal I Stadio Diabetico, nella seconda valutazione, il TL non raddoppia, scendeno a valori tanto più inferiori a 16 sec. quanto più grave è il DM.  Ovviamente l’aumento delle fluttuazioni delle piccole arterie ed arteriole mostra un incremento dell’intesità e della durata  via via più compromesso col peggiorare del metabolismo glicidico.

Il meccanismo fisio-patologico alla base degl eventi sopra riferiti, è talmente ovvio che se lo illustrassi offenderei il lettore.

Quantum Biophysical Semeiotic Diabetology

REFERENCES

  1. Stagnaro S., West PJ., Hu FB., Manson JE., Willett WC. Diet and Risk of Type 2 Diabetes. N Engl J Med. 2002 Jan 24;346(4):297-298. [Medline]
  2. Sergio Stagnaro.  New Renaissance in Medicina. Prevenzione Primaria del Diabete Mellito tipo 2. Sito del Convegno, http://qbsemeiotics.weebly.com/atti-del-convegno.html, 16 novembre 2010; http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/newrenaissance_prevenzionet2dm.pdf; english version http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/report_stagnaro.pdf
  3. Sergio Stagnaro. Il Segno di Luigino: diagnosi clinica di patologie parotidee e pancreatiche in un secondo (9/10 T2DM). https://sergiostagnaro.wordpress.com/2016/04/11/il-segno-di-luigino-diagnosi-clinica-di-patologie-parotidee-e-pancreatiche-in-un-secondo-910-t2dm/
  4. Sergio Stagnaro.Manovra di Bardi, affidabile, semplice e di rapida applicazione, nel riconoscere in 10 secondi i Falsi Negativi in Semeiotica Biofisica Quantistica. http://www.sisbq.org/glossariosbq.html;    https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/07/manovra-di-bardi-affidabile-semplice-e-di-rapida-applicazione-nel-riconoscere-in-10-secondi-i-falsi-negativi-in-semeiotica-biofisica-quantistica/
  5. Sergio Stagnaro. Il Segno di Artemisia: Il Diabete Mellito diagnosticato in un secondo a partire dal suo Primo Stadio di Reale Rischio Congenito, Dipendente dalla Costituzione Diabetica. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodiartemisia.pdf
  6. Sergio Stagnaro, Simone Caramel. Bardi’s Manoeuvre:  GH-RH  on bedside Diagnosing Insulin-Secretion and Arterial Hypertension with the Aid of Quantum Biophysical Semeiotics. – http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/bardimanouvre.pdf
  7. Sergio Stagnaro. Ruolo del Muscolo – Scheletrico nella Diagnosi Clinica. Il Riflesso della Low Grade Chronic Inflammation e la Manovra di Bardi. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/muscoloscheletricobardi2016.pdf
  8. Sergio Stagnaro.     Manovra di Ferrero-Marigo e Vasomotilita’ a Riposo e Dopo Il Test Di Secrezione Del Picco Acuto Insulinemico nella Valutazione Clinica della Insulino Resistenza 23 novembre 2010.http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradiferrero.pdf
  9. Sergio Stagnaro. Valutazione semeiotico-biofisica clinica della funzione della cellula beta-pancreatica mediante il picco acuto di secrezione del GH-RH. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazioneghrh.pdf
  10. Sergio Stagnaro.   Manovra di Butturini: Diagnosi Clinica della Costituzione Diabetica, del suo Reale Rischio Congenito e del DM in atto, in 5 secondi. http://www.sisbq.org/glossariosbq.html, https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/24/manovra-di-butturini-diagnosi-clinica-della-costituzione-diabetica-del-suo-reale-rischio-congenito-e-del-dm-in-atto-in-5-secondi/
  11. Sergio Stagnaro.    Siniscalchi’s Sign. Bedside Recognizing, in one Second, Diabetic Constitution, its Inherited Real Risk, and Type 2 Diabetes Mellitus. 24 December, 2010, http://www.sci-vox.com,   http://www.sci-vox.com/stories/story/2010-12-25siniscalchi%27signi.bedside++diagnosing+type+2+dm.htmlcom; http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/  Italian version: http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodisiniscalchi.pdf
  12. Sergio Stagnaro. Il Segno di Adezati-Giordano: I Cinque Stadi del Diabete Mellito tipo 2  riconosciuti in Dieci Secondi. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segnodiadezatigiordano.pdf
  13. Sergio Stagnaro.  La Taileverina, prodotta nella Coda del Pancreas, svolge un ruolo importante nella diagnosi clinica dei Cinque Stadi diabetici. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/02/02/la-taileverina-prodotta-nella-coda-del-pancreas-svolge-un-ruolo-importante-nella-diagnosi-clinica-dei-cinque-stadi-diabetici/
  14. Sergio Stagnaro. Il Reale Rischio Congenito di Infarto Miocardico: Fisiopatologia, Diagnosi e Terapia. Il Ruolo centrale svolto dal Diabete Mellito Tipo 2 Stagnaro https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/08/12/il-reale-rischio-congenito-di-infarto-miocardico-fisiopatologia-diagnosi-e-terapia-il-ruolo-centrale-svolto-dal-diabete-mellito-tipo-2-stagnaro/ e http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rrcima_t2dmstagnaro2017.pdf
  15. Sergio Stagnaro. Diabetologia Semeiotico-Biofisico-Quantistica in Progresso: il Segno di Gazzano. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/11/17/diabetologia-semeiotico-biofisico-quantistica-in-progresso-il-segno-di-gazzano/
  16. Sergio Stagnaro. LA VALUTAZIONE SEMEIOTICO-BIOFISICA-QUANTISTICA  DELL’INTERSTIZIO.  L’AMILOIDE INSULARE NELLA DIAGNOSI DEL DIABETE MELLITO TIPO II. sisbq.org,   http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/amiloidesbq.pdf
  17. Sergio Stagnaro.Diabete Mellito tipo 2 Stagnaro. Libri e Articoli sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dmt2_stagnaro2017.pdf
  18. Sergio Stagnaro. Ruolo del Tessuto Adiposo Bianco nella Patogenesi del Diabete Mellito Tipo 2. Marzo 16, 2018.  https://dabpensiero.wordpress.com/2018/03/16/ruolo-del-tessuto-adiposo-bianco-nella-patogenesi-del-diabete-mellito-tipo-2/
  19. Sergio Stagnaro. Manovra di Sara, Metodo clinico di Valutazione delle Adipochine del Tessuto Adiposo Bianco di Tipo A e B nell’aumentare la Sensibilità dei Recettori Insulinici. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/tabmanovradisara.pdf
  20. Sergio Stagnaro. Storia Naturale del Diabete Mellito tipo 2 dal punto di Vista Semeiotico-Biofisico-Quantistico.Ruolo Fondamentale della Valutazione dei  PPARs nel Monitoraggio del Metabolismo Glico- Lipidico http://www.fcenews.it, Wikipedia, 25 gennaio, 2010.
  21. Sergio Stagnaro.  Diabete Mellito Tipo 2: Una Epidemia in Continuo Aumento. 8 Ottobre 2010. http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6419; mednat.org/cancro/terreno_oncologico.htm
  22. Sergio Stagnaro. RUOLO DEL DIAGRAMMA DELL’UNITA’ MICROVASCOLOTESSUTALE NELLA PREVENZIONE PRIMARIA DEL DIABETE MELLITO TIPO 2 http://www.fcenews.it 3 novembre 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/prevenzione diabete mellito.pdf
  23. Sergio Stagnaro.  Scoperta col fonendoscopio la Taileverina, ormone della Coda del Pancreas. https://dabpensiero.wordpress.com/2017/02/04/scoperta-col-fonendoscopio-la-taileverina-ormone-della-coda-del-pancreas/
  24. Sergio Stagnaro.  La Taileverina, prodotta nella Coda del Pancreas, svolge un ruolo importante nella diagnosi clinica dei Cinque Stadi diabetici. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/02/02/la-taileverina-prodotta-nella-coda-del-pancreas-svolge-un-ruolo-importante-nella-diagnosi-clinica-dei-cinque-stadi-diabetici/
  25. Sergio Stagnaro. Diabete ed epatopatia: nuovi approcci in diagnosi clinica secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica. Taileverina. Scienza&Conoscenza
    1. http://www.scienzaeconoscenza.it/blog/medicina-non_convenzionale/diabete-ed-epatopatia-nuovi-approcci-in-diagnosi-clinica     
    2. 26. Sergio Stagnaro. Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantistica dell’Attività della Resistina con un Fonendoscopio. Ruolo Fondamentale della Costituzione Diabetica nella Relazione Resistina, Infiammazione del Tessuto Adiposo Bianco, Diabete Mellito e Obesità. sisbq.org,   http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazionesbqresistina.pdf
    3. 27Sergio Stagnaro. Ruolo del Tessuto Adiposo Bianco nella Patogenesi del Diabete Mellito Tipo 2. Marzo 16, 2018.  https://dabpensiero.wordpress.com/2018/03/16/ruolo-del-tessuto-adiposo-bianco-nella-patogenesi-del-diabete-mellito-tipo-2/
    4. 28. Sergio Stagnaro. Il Reale Rischio Congenito di Infarto Miocardico: Fisiopatologia, Diagnosi e Terapia. Il Ruolo centrale svolto dal Diabete Mellito Tipo 2 Stagnaro https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/08/12/il-reale-rischio-congenito-di-infarto-miocardico-fisiopatologia-diagnosi-e-terapia-il-ruolo-centrale-svolto-dal-diabete-mellito-tipo-2-stagnaro/ e http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rrcima_t2dmstagnaro2017.pdf
  1. Sergio Stagnaro. Diabetologia Semeiotico-Biofisico-Quantistica in Progresso: il Segno di Gazzano. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/11/17/diabetologia-semeiotico-biofisico-quantistica-in-progresso-il-segno-di-gazzano/
  1. Sergio Stagnaro (2019).Il Centro Neuronale del GH-RH svolge un Ruolo centrale nella Diagnosi del Diabete Mellito tipo 2 a partire dalla Nascita.

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/ghrh_t2dm.pdf

  1. Sergio Stagnaro (2017) La Manovra di Massimo nella Diagnosi Clinica dei Cinque Stadi Diabetici. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/10/07/la-manovra-di-massimo-nella-diagnosi-clinica-dei-cinque-stadi-diabetici/

44. Sergio Stagnaro (2017)Il Segno di Beatrice, nuovo Segno semeiotico-biofisico-quantistico nella Diagnosi clinica di Diabete Mellito tipo 2 a partire dalla nascita. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2017/09/08/il-segno-di-beatrice-nuovo-segno-semeiotico-biofisico-quantistico-nella-diagnosi-clinica-di-diabete-mellito-tipo-2-a-partire-dalla-nascita/

Diabetologia Semeiotico-Biofisico-Quantistica. Ore 1,30: Valutando con un Fonendoscopio il Catabolismo dello Zucchero di una Arancia, la Semeiotica Fisica si è sublimata in Poesia.

Ludo Ergo Sum Diabetologia Semeiotico-Biofisico-Quantistica. Ore 1,30: valutando con un fonendoscopio il catabolismo dello zucchero di una arancia, la Semeiotica Fisica si è sublimata in Poesia.

(Anonimo della Riviera Ligure, XX-XXI secolo)

Ci sono almeno due tipi di giochi.
Uno potrebbe essere chiamato finito, l’altro infinito.
Un gioco finito si gioca per vincerlo, un gioco infinito per continuare il gioco
.

(James Carse)

 

Avviso ai Naviganti.

I Non-Medici e i Medici dell’establishment, che non conoscono la Semeiotica Biofisica Quantistica (SBQ), possono saltare la descrizione degli eventi biochimici e biologici molecolari senza compromettere la comprensione della Conclusione.

All’una e mezzo di questa notte, sono andato in cucina a mangiare una succosa arancia del nostro Sud, alquanto sonnolento a causa della compressa di 2mgr. di Melatonina-Adenosina (degli amici Ferrari di Bologna), assunta more solito prima di dormire.

Di seguito descrivo in termini tecnici SBQ gli eventi biologici molecolari e biochimici, relativi al catabolismo dello zucchero, seguiti alla ingestione dell’arancia:

ORE 1,30, inizio della deglutizione dell’arancia:

  1. Peristalsi gastrica con fisiologico periodo di 18 sec. tipico del digiuno.
  2. Glicemia NN (1), valutata come Tempo di Latenza del Riflesso Linfatico-Gastrico Aspecifico: NN = 10 sec.; TL del successivo rinforzo 5 sec.).
  3. Secrezione Insulinica tipica del Post-absorptive State: diastole del cuore periferico dei microvasi del corpo pancreatico, sede delle Isole di Langherans, = 7 sec. (2-3)
  4. Fegato in fase di secrezione (glucosio, acidi grassi), caratteristica del Post-absorptive State: Vasomozione lievemente attivata (8 sec. versus 7 sec.) e interstizio ampio (= Riflesso Ureterale in toto ampio) (4, 5). Infatti, è necessario diluire le sostanze secrete dall’epatocita impedendone gli effetti tossici (gluco-tossicità). Secondo la Teoria dell’Angiobiopatia questi eventi microcircolatori, correlati con quelli biologici, sono espressione di aumentata attività epatocitaria (6-8).
  5. Interessanti sono i dati relativi all’attivazione del Brain Sensor (9), del Connettoma Neuronale

(10-14) e dell’Asse ACTH- Pre Ipofisi- Surreni (15-17), espressione di situazioni di emergenza, dannose all’organismo.

 

ORE 1,32:

  1. Persistalsi gastrica accelerata con periodo di 14 sec.

 

ORE 1,35:

 

a) Peristalsi con periodo di 18 sec.

 

  1. Glicemia inizia ad aumentare (= Tempo di Latenza del Riflesso Linfatico-Gastrico Aspecifico: 9 sec. (NN = 10 sec.), segno del maggior assorbimento di liquido dai microvasi all’interstizio e della conseguente maggiore produzione di linfa.
  2. Aumentata la secrezione insulinica in risposta all’iperglicemia: la diastole del cuore periferico dei microvasi del corpo pancreatico, sede delle Isole di Langherans, sale a 10 sec. (di base, nel Post-absorptive State = 7 sec.)
  3. Fegato in fase di assorbimento glucodico, tipica dell Absorpitive State: interstizio epatico virtuale. Analogo è il comportamento degli altri tessuti, bersaglio dell’insulina: muscolo scheletrico e tessuto adiposo.
  4. In questo preciso momento si osserva attivazione del Brain Sensor, del Connettoma Neuronale, e dell’Asse ACTH- Pre Ipofisi- Surreni per segnalare la presenza di una situazione possibilmente dannosa ai sistemi biologici.

 

ORE 1,40:

 

  1. La glicemia si abbassa lievemente sotto i valori normali, a causa della pronta secrezione insulinica reattiva (= Tempo di Latenza del Linfatico-Gastrico Aspecifico: 11 sec. (NN = 10 sec.) con minore produzione di linfa, secondaria al ridotto assorbimento liquido, glicemia-dipendente, dai microvasi.
  2. La secrezione insulinica (diastole del cuore periferico nei microvasi insulari = 10 sec.) va riducendosi di intensità per ritornare lentamente ai valori di base: nel Post-absorptive State = 7 sec.).
  3. Il fegato si trova in questo momento in fase di secrezione, interstizio ampio, pe riportare i valori glicemici nella norma.
  4. Comprensibile l’attivazione del Brain Sensor, del Connettoma Neuronale, e dell’Asse ACTH- Pre Ipofisi- Surreni. Infatti. L’ipoglicecia, per quanto lieve, è avvertita come una minaccia per l’orgnismo.

 

 

ORE 1,45:

Tutti i parametri valutati sono ritornati ai valori delle ORE 1,30

La glicemia, eseguita alle 7 con altri esami del sangue programmati, è risultata 96 mgr. (NN 60-110 mgr.).

 

Conclusione.

L’ingestione della polpa di un’arancia ha subito accelerata la peristalsi gastrica.

Il rapido assorbimento dello zucchero del frutto ha provocato l’aumento della glicemia, a cui ha prontamente risposto il fegato con l’assorbimento negli epatociti, passati dallo stadio di post-assorbimento a quello di attiva assunzione di substrati, tipico dell’Absoprtive State e la rapida reazione della secrezione insulinica.

L’organismo ha avvertito questa situazione, che possiamo definire di allarme, attivando i relativi sensori.

 

L’ipoglicemia derivante dall’eccesso di insulinemia, ha modificato lo stato funzionale dell’epatocita che assobe ora glucosio e ha frenato la secrezione insulinica, a cui ha fatto seguito la modesta ipoglicemia, ancora una volta causa di attivazione dei tre sensori biologici sensibili ad ogni pericolo per l’organismo.

 

Infine, la situazione endocrina-metabolica è ritornata ai valori normali del Post-absorptive State.

 

Da sottolineare che questi eventi biologico molecolari e biochimici sono stati, per la prima volta, valutati con un fonendoscopio, … all’una e mezza di notte!

 

 

Bibliografia .

 

 

 

Cloud dei tag