Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Articoli con tag ‘Diabetologia Clinica’

Lettera Aperta agli Editori di Diabetologia. Perché non fermare l’epidemia diabetica se è possibile?

Nel mondo circa 33.000 peer-reviews pubblicano mensilmente milioni di articoli firmati da eccellenti Autori, in parte Universitari. Tuttavia l’epidemia diabetica è in continuo aumento per generale ammissione.

Nel 2.000 ho scoperto, e poi illustrato in articoli (Medline) e libri,  la Costituzione Diabetica e il dipendente Reale Rischio Congenito, diagnosticati a partire dalla nascita con un fonendoscopio ed oggi eliminati con la Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante.

Se è possibile e non costoso realizzare razionalmente  su vastissima scala la Prevenzione Pre-Primaria e Primaria del T2DM, allora per  quali motivi a nessuna competente autorità mondiale interessa porre fine ad una patologia multiforme, causa di morbidità, mortalità e ingenti spese?

——– Messaggio Inoltrato ——–

Oggetto: Lettera Aperta agli Editori di Diabetologia
Data: Wed, 28 Feb 2018 08:53:58 +0100
Mittente: Sergio Stagnaro <dottsergio@semeioticabiofisica.it>
A: Diabetologia Editors <diabetologia-j@bristol.ac.uk>

Dear Diabetologia Editors,

in following, an interesting mail, I sent yesterday.  I announce my last Lectio Magistralis: Pathophysiology, Diagnosis, Primary Prevention of T2DM. Diabetic Inherited Real Risk.  Video of Congress in Milan, December 3, 2017 :

https://www.youtube.com/channel/UCbpqYPzalaivvH-cVVDoaIA/videos

If we can stop the diabetic growng epidemic, then why also Diabetologia Editors are silent?

Regards

Dr Sergio Stagnaro

——– Messaggio Inoltrato ——–

Oggetto: All’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna la mia ultima Lezione Magistrale sul T2DM
Data: Tue, 27 Feb 2018 15:42:30 +0100
Mittente: Sergio Stagnaro <dottsergio@semeioticabiofisica.it>
A: ordine  medici Genova <ordmedge@omceoge.org>, siditalia@siditalia.it, Enzo Bonora <enzo.bonora@univr.it>; Alessia SID <a.russo@siditalia.it>, Giorgio Sesti <giorgiosesti59@gmail.com>, renzo.cordera@hsanmartino.it, segreteria ministero sanità <segreteriaministro@sanita.it>, Walter Ricciardi ISS <walter.ricciardi@unicatt.it>
CC: SISBQ mailing list <sisbq_medicaldoctors@yahoogroups.com>

All’Ordine dei Medici di Genova,

Alla Soc. Ital. di Diabetologia,

Al Prof. Enzo Bonora,

Al Prof. Giorgio Sesti,

Alla Prof. Alessia Russo,

Al Prof. Renzo Cordera,

Al Prof. Walter Ricciardi

Alla Segreteria del Ministero della Sanità,

Agli Amici della Soc. Intern. di Semeiotica Biofisica Quantistica,

 

Sabato 28 Aprile 2018, all’Istituto Ortopedico Rizzoli (V. Allegato), a Dio piacendo (86 anni, cardiopaico), terrò la mia ultima Lettura Magistrale: Fisiopatologia, Diagnosi Clinica e Prevenzione  Pre-Primaria e Primaria Semeiotico-Biofisico- Quantistica del DM Tipo 2. I cinque stadi diabetici.

Sarei ben felice poter confrontare, almeno questa volta, la mia lotta clinica al T2DM con la vostra.  Considero l’epidemia diabetica in continuo aumento  una tra le tante  sconfitte della Medicina nata a Framingham nel 1948.

“Nel 2035, le diagnosi complessive dei diversi tipi di diabete potrebbero arrivare a 595 milioni di casi. Una cifra impressionante, dovuta alla trasformazione degli stili di vita e di alimentazione. Anche in Italia, nel 2030 ci potrebbero essere 5 milioni di diabetici”. Da: http://www.expo2015.org/magazine/it/lifestyle/diabete–tutti-i-numeri-in-italia-e-nel-mondo.html

Stile di vita, alimentazione ma Silenzio sulla Costituzione Diabetica, sul dipendente Reale Rischio Congenito Diabetico e sulla Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante, che li elimina,  se il Medico sa riconoscerli con un fonendoscopio dalla nascita.

Stagnaro S., West PJ., Hu FB., Manson JE., Willett WC. Diet and Risk of Type 2 Diabetes. N Engl J Med. 2002 Jan 24;346(4):297-298. [Medline]

Simone Caramel, Marco Marchionni  and Sergio Stagnaro. The Glycocalyx Bedside Evaluation Plays A Central  Role in Diagnosing Type 2 Diabetes Mellitus and in its Primary Prevention. Treatment Strategies – Diagnosing Diabetes, Cambridge Research Centre, Volume 6 Issue 1, Pg 41-43. http://viewer.zmags.com/publication/0aafcae9#/0aafcae9/1

Sergio Stagnaro and Simone Caramel.    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology,. 2013; 4: 17. http://www.frontiersin.org/Review/ReviewForum.aspx  [Medline]

Sergio Stagnaro. Costituzioni e Reali Rischi Congeniti Semeiotico-Biofisico-Quantistici. Lectio Magistralis  Convegno EURODREAM. Hotel Michelangelo, Milano, 14 Dicembre 2015.  https://www.youtube.com/watch?v=ACaONa3GLqk&feature=youtu.be

Caramel S., Marchionni M., Stagnaro S. Morinda citrifolia Plays a Central Role in the Primary Prevention of Mitochondrial-dependent Degenerative Disorders. Asian Pac J Cancer Prev. 2015;16(4):1675. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25743850[MEDLINE]

Distinti saluti

Dr Sergio Stagnaro

Pensionato ENPAM dal I Ottobre del 2000

Riva Trigoso – Genova . Europa.

 

 

La Manovra di Titti stimola la Secrezione di Adiponectina.

Sono da sempre un “Suonatore di Sogni”, come il Paganini del Romanziere, Drammaturgo e Autore di Opere Teatrali, conosciute più all’Estero che in Italia,  Collaboratore della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Genova,  il monegliese Mario Dentone (“Ho sentito suonare un Angelo”).

 

Dopo i due precedenti articoli sulla Manovra di Titti, pubblicati in La Voce di SS. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2014/01/12/la-manovra-di-titti-nella-diagnosi-clinica-di-costituzione-sbq-ipertensiva/ ;  https://sergiostagnaro.wordpress.com/2014/01/15/la-manovra-di-titti-valutazione-della-struttura-e-funzione-arteriosa/ ),  di seguito è illustrato un importante meccanismo d’azione, certamente non unico, che dimostra come la Medicina Clinica , lungi dall’essere morta è più vitale  che mai!

 

In realtà,  un essenziale  meccanismo d’azione della Manovra di Titti è l’incremento significativo della secrezione di Adiponectina che si osserva simultaneamente e dopo la manovra.  Nell’articolo“Stagnaro S. Valutazione Clinica Semeiotico-Biofisica dell’Adiponectina nella Sindrome   Pre-Metabolica e Metabolica , Classica e Variante”, http://www.semeioticabiofisica.it/semeioticabiofisica/Documenti/Ita/Adiponectin%20lavoro.doc , che consiglio di leggere per comprendere perfettamente quanto segue, ho scritto:

 

“E’ stato dimostrato che l’adiponectina svolge molti effetti anti-infiammatori ed anti-aterogeni (3):

 

1)                            soppressione della espressione di molecole di adesione dei segnali endoteliali del NF-kB mediante attivazione della cAMP protein-chinasi A,

2)                            soppressione della formazione delle cellule schiumose attraverso l’inibizione dei recettori scavenger dei macrofagi di classe A  (SR-A),

3)                            inibizione della proliferazione delle cellule della linea dei mielomonociti e della funzione dei macrofagi maturi, come la fagocitosi e la produzione del TNF,

4)                            soppressione della proliferazione e della migrazione delle cellule muscolari lisce provocata dal fattore di derivazione piastrinico (PDGF)-BB attraverso il legame diretto con PDGF-BB,

5)                            inibizione della fosforilazione della chinasi correlata al segnale extra-cellulare p42/44 nelle cellule muscolari lisce stimolate dal PDGF-BB,

6)                            soppressione della espressione del fattore di crescita epidermico legante eparina, (EGF)-like growth factor (HB-EGF), nelle cellule endoteliali attivate dal TNF e la proliferazione e migrazione delle smooth muscle cells stimolate dal fattore di crescita fibroblastico basico (bFGF), PDGF, EGF, and HB-EGF. Particolarmente interessante al nostro scopo , cioè alla valutazione “clinica” semeiotico-biofisica dell’adiponectina, è la

7)                            stimolazione della sintesi dell’ossido nitrico (NO radicalico) nell’endotelio attraverso la via del fosfatidil-3-inositolo-chinasi (PI3K) 

 

Da quanto sopra si comprende il notevole valore diagnostico,  clinico SBQ, della Manovra di Titti.

 

Come si legge nell’articolo riferito, la secrezione di adiponectina – che  appare significativamente aumentata “simultaneamente” all’inizio della manovra,  nel tessuto adiposo delle cosce, dell’addome, delle mammelle, etc., è rivelata clinicamente dall’incremento dell’interstizio locale, che è virtuale nel periodo dell’assorbimento, o absorptive state.

 

Nel sano, l’aumentata secrezione di adiponectina provoca “simultaneamente” incremento della dilatazione arteriosa, Compliance arteriosa, (= l’intensità del Riflesso Arteria-Coledocico, -Gastrico aspecifico ed –Ureterale in toto raddoppia di intensità) e Attivazione Microcircolatoria di tipo I, associato, per esempio,  negli arti, con conseguente aumento del livello di energia endo-cellulare: il Tempo di Latenza del riflesso polpastrello-gastrico aspecifico raddoppia: da 10 sec. sale a 20 sec. se lo stimolo è intenso.

 

Infatti, un metodo interessante per valutare il livello plasmatico della adiponectina è rapresentato dallo studio della compliance arteriosa basale (per esempio, l’intensità del riflesso Arteria-gastrico aspecifico, -Coledocico e -Ureterale “in toto”), e quindi subito dopo la manovra sopra descritta: nel sano, la dilatazione arteriosa eNO-dipendente è statisticamente aumentata, raddoppiando, nella seconda indagine, a seguito appunto della produzione di eNO radicalico indotta dalla adiponectina.

 

Al contrario, nella deficienza di adiponectina, come nel DM tipo 2 in tutti i Cinque Stadi,  la compliance arteriosa è cliaramente compromessa in confronto con il valore parametrico basale, già compromesso patologicamente. (Articolo citato).

 

Il Lettore comprende il valore scientifico di  questo metodo, clinico, originale ed affidabile nello studio della adiponectina plasmatica, compromessa anche nei soggetti in sovrappeso e con vita sedentaria, la cui conseguenza è il drammatico incremento attuale nella prevalenza della sindrome pre-metabolica e metabolica. E’, infatti, chiaro che la patologia cardiovascolare e la mortalità generale aumentano nei pazienti con sindrome metabolica, strettamente associata con l’obesità e il diabete mellito tipo 2. Vari studi in vitro, in vivo e nell’uomo hanno dimostrato che l’adiponectina possiede proprietà anti-diabetiche, anti-infiammatorie ed anti-aterogene.

 

Ai fini della completa comprensione dei complessi meccanismi d’azione della Manovra di Titti, appare interessante il fatto che l’adiponectina notoriamente aumenta la permeabilità capillare, e quindi la quantità di linfa prodotta (= presente nel Picco di Secrezione Acuta di Adiponectina il Segno di Bilancini; Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Il Segno di Bilancini-Lucchi nella diagnosi clinica del diabete mellito. The Pract. Ed. It. 176, 30, 1993).

Tuttavia, nella Manovra di Titti  il Segno di Bilancini-Lucchi non è presente a seguito della contemporanea azione diuretica renale, non spiegata affatto con l’incremento del livello ematico di adiponectina.

 

Ne consegue che il meccanismo d’azione della Manovra di Titti,  descritto sopra, sebbene di importanza centrale, non è certamente l’unico.

 

In un prossimo articolo, descriverò gli effetti positivi della manovra sulla secrezione insulinica e sulla responsività dei recettori insulinici, ampliando così i confini della Diagnostica clinica  in Diabetologia.

Cloud dei tag