Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Articoli con tag ‘Costituzioni Semeiotico-Biofisico-Quantistiche. Reali Rischi Congeniti.’

Semeiotica Biofisica Quantistica e Medicina difensiva. Quello che il Ministro della Salute non vuole capire.

Tratto da: Sergio Stagnaro (2012). Valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantisticadell’Attività Funzionale dei Sistemi Biologici. Il Ruolo dei Dispositivi Endoarteriolari di Blocco, fisiologici e neoformati-patologici tipo I, sottotipo a) e b).
http://www.sisbq.org/libri-e-articoli.html, e-book, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/valutazione_attivit__biolog_2012.pdf
Assieme ad altri miei libri e articoli, questo e-book è depositato e consultabile nella Biblioteca Universitaria di Pavia.
Introduzione.
Oggi, nel mondo occidentale caratterizzato dalla “civiltà dell’atomo al suo vertice”, l’esameobiettivo è praticamente ridotto alla sola anamnesi, che certamente rimane un prezioso strumento
diagnostico anche se privato, purtroppo, della dovuta accuratezza da parte dei medici a differenza diquanto accadeva nell’era “pre-tecnologica”.
Detto altrimenti, all’inizio del terzo millennio lavisita medica, incluso l’esame obiettivo, ètanto superficiale e rapida, quanto scarsamente utile e povera di informazioni a causa anche, ma non
soltanto, del limitato valore diagnostico della semeiotica fisica tradizionale ed accademica (1, 2, 3).
In realtà, tra i numerosi motivi di una siffatta desolante trasformazione del processodiagnostico clinico, troviamo la preoccupazione per la responsabilità, di natura soprattutto
giuridica-assicurativa, a cui il medico è continuamente esposto nel suo difficile lavoro.
Il ricorso ingiustificato ed oltre misura al laboratorio ed alla semeiotica sofisticata per immagini pone il medico al riparo dalle note accuse e dalle richieste di risarcimento dei danni materiale e morali, di origine statunitense, di cui quotidianamente riferiscono i mass-media.
Certamente, grazie al ricorso ai dati del laboratorio e del dipartimento delle immagini, la diagnosi “appare” raffinata e precisa nella maggior parte dei casi, anche se aumentano in modo eccessivo e senza giustificazione alcuna le ansie, frequentemente evitabili ai nostri giorni – ricercadel tumore in individui senza il terreno oncologico, per esempio (1) – dei pazienti, familiari ed amici, per tacere degli errori diagnostici osservati: VES normale in casi di cancro metastatizzato, ECO addominale negativo in pazienti colelitiasici (l’ecografia addominale alta evidenzia due colelitiasi su tre nell’esperienza personale!), diagnosi di cancro fatta con la TAC in individui perfettamente sani, e viceversa, in parte conseguenza della mancanza di confronto con i dati clinici.
L’errore è notoriamente costitutivo della natura umana: tutti gli strumenti di laboratorio e l’apparecchiatura radiologica per quanto sofisticat a sono frutto della intelligenza e dell’operosità umana e la lettura dei relativi referti è affidata all’uomo. Ne consegue la necessità di dialogo tra il clinico e lo specialista.
Importante ai fini del presente capitolo introduttivo, è sottolineare un comune denominatore alla base delle attuali indagini di laboratorio e strumentali più frequentemente utilizzate su vasta scala, per comprendere poi la novità, concettuale ed operativa, caratterizzante la valutazione clinica della “attività biologica”, al momento solo realizzata con l’originale semeiotica, implicita in un grande numero di lavori messi in rete nel mio sito
http://www.semeioticabiofisica.it, in quello collegato a questo,
http://www.semeioticabiofisica.it/microangiologia, e negli articoli e volumi riportati nella Bibliografia del primo sito.
To be continued.
Annunci

La Prevenzione Pre-Primaria e Primaria è preclusa ai “professori” della Medicina di Marte.

Quando ti metterai in viaggio per Itaca
devi augurarti che la strada sia lunga,
fertile in avventure e in esperienze.
I Lestrigoni e i Ciclopi
o la furia di Nettuno non temere,
non sarà questo il genere di incontri
se il pensiero resta alto e un sentimento
fermo guida il tuo spirito e il tuo corpo.
(Costantino Kavafis)

La presente Medicina di Marte (1), nata a Framingham (USA) nel 1948 dal troppo gettonato e sponsorizzato (mail degli sponsor in mio possesso!) Framingham Heart Study, ignora comprensibilmente la Prevenzione Pre-Primaria e Primaria perché, non può accogliere la conoscenza della Semeiotica Biofisica Quantistica e quindi dei Reali Rischi Congeniti, dipendenti dalle relative Costituzioni, che metterebbero in crisi i suoi deboli, argillosi fondamenti (2).

Per poter realizzare ovunque, su vasta scala, la prevenzione pre-primaria e primaria occorre soddisfare due condizioni fondamentali.

A) Con un strumento non costoso, come il fonendoscopio, è necessario sapere rapidamente riconoscere, a partire dalla nascita, tutti i soggetti predisposti ad una ben definita patologia, inclusi i falsi-negativi, per arruolarli nella prevenzione, monitorandoli nel tempo dal punto di vista terapeutico;

B) Poter disporre di una terapia, efficace ma non costosa, che tutti possono usare, come la Terapia Quantistica, http://www.sisbq.org/la-prevenzione-sbq.html, in grado di eliminare definitivamente la predisposizione alla patologia.

E’ evidente che oggi con la costosissima genetica molecolare, che né conosce né può permettere al Medico di riconoscere tutte le mutazioni genetiche alla base delle più comuni e mortali malattie, non si possono soddisfare le due condizioni sopra riferite, per motivi di organizzazione e di spesa. Questo spiega il silenzio dei genetisti, compresi quelli in odore di Nobel, di fronte ai miei commenti critici.

La Semeiotica Biofisica Quantistica ha ampliato enormemente i confini della semeiotica fisica (2-8), permettendo al Medico di riconoscere ed eliminare con la Terapia Quantistica la predisposizione alle più comuni e gravi patologie, epidemie in aumento, in individui distanti anche migliaia di chilometri, nell’interesse del paziente potenziale e per la soddisfazione del Medico.

I “professori” fanno l’apologia dello screening, prevenzione secondaria, perchè la vera prevenzione è al di là dei loro orizzonti noetici (9).

Bibliografia

1) Sergio Stagnaro. Medicina di Marte e di Venere. Verso la New Renaissance della Conoscenza. http://www.fcenews.it 22 settembre 2010. http://www.fceonline.it/wikimedicina/semeiotica-biofisica/211/89350-medicina-di-marte-e-di-venere-verso-la-new-renaissance-della-conoscenza.html ; http://www.piazzettamedici.it/professione/professione.htm

2) Sergio Stagnaro. La Medicina Occidentale: un Gigante dai Piedi d’Argilla. 4 Gennaio. 2010, http://www.fcenews.it, http://www.fceonline.it/images/docs/gigante.pdf

3) Sergio Stagnaro. L’esperimento di Lory: Crisi della Medicina Occidentale. 8 febbraio, 2010. http://www.fcenews.it, http://www.fceonline.it/images/docs/crisi.pdf

4) Stagnaro Sergio e Manzelli Paolo. Semeiotica Biofisica Quantistica: Livello di Energia libera tessutale e Realtà non locale nei Sistemi biologici. http://www.fce.it , 29 maggio 2008, http://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1421&Itemid=47

5) Sergio Stagnaro. Dall’Esperimento di Lory alla Diagnostica Psicocinetica. Ruolo fondamentale della Realtà Non Locale in Biologia. http://www.fcenews.it, gennaio 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/lory.pdf

6) Sergio Stagnaro. Materia e Spirito nei Sistemi biologici. Il Tempo a due Dimensioni. http://www.fcenews.it, gennaio 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/materia.pdf

7) Sergio Stagnaro. La Diagnostica Psicocinetica dimostra le due Dimensioni del Tempo, T1 e T2, nella Realtà non-locale dei Sistemi biologici. 6 luglio 2010, http://www.altrogiornale.org, http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6275

8) Sergio Stagnaro. Semeiotica Biofisica Quantistica. Diagnostica Psicocinetica. E-book in rete nel sito http://www.sisbq.org; http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dp_libro.pdf

9) Sergio Stagnaro. Dieci Domande al Ministro della Salute, Prof. F. Fazio, e all’ex-Ministro della Salute, Prof U. Veronesi. http://club.quotidiano.net/medicina/dieci_domande_al_ministro_della_salute_prof_f_fazio_e_allex_ministro_della_salute_prof_u_veronesi.html

Lettera Aperta al Direttore de La Repubblica per confutare le affermazioni del Prof. Umberto Veronesi contenute nella Lettera sul caso Emma Bonino.

Egr. Direttore,

La Repubblica,

in questa Lettera Aperta scritta per confutare il contenuto della lettere del Prof Umberto Veronesi pubblicata su La Repubblica http://www.repubblica.it/salute/2015/02/17/news/umberto_veronesi_non_pazienti_ma_persone_la_battaglia_civile_di_emma_nel_nome_di_tutti_i_malati-107528751/
sono riferite conoscenze scientifiche taciute ancora una volta dall’illustre Oncologo, al quale le segnalai direttamente in numerose occasioni, sempre inascoltato.

Nella lettera citata sopra, il Prof. Umberto Veronesi scrive tra l’altro: “Ognuno, se vuole, si può identificare in questa donna, che nell’intervista emerge come persona che lucidamente affronta un’avversità particolarmente difficile della vita”.

Ammiro da sempre Emma Bonino per la sua onestà intellettuale, la coerenza delle sue idee e per la forza mostrata da sempre nel diffondere e difendere la sua Weltanschauung. Tuttavia, mi suona incredibile che Emma Bonino non abbia mai sentito parlare del Reale Rischio Congenito di Cancro, Dipendente dal Terreno Oncologico, diagnosticato dalla nascita con un fonendoscopio ed eliminato con la non costosa Terapia Quantistica. Ammirare chi affronta con animo forte una grave malattia non contraddice il rammarico per il mancato aggiornamento della paziente, che purtroppo ha conosciuto soltanto Medici e Oncologi che ignorano, per usare un eufemismo, i progressi compiuti negli ultimi 60 anni dalla semeiotica fisica.

Prosegue il Prof. Umberto Veronesi con un candore mozza-fiato: “Sono tanti quelli che lottano con coraggio ed Emma li rappresenta nei confronti di una società spesso ignara, o disinteressata ai sofferenti”.

Il cancro è una epidemia in aumento nonostante le centinaia di peer-reviews specializzate e le migliaia di articoli scritti dai luminari dell’Oncologia, che – sul piano della prevenzione – conoscono soltanto il riduttivo, costoso, inutile screening (quando il cancro è in atto, le metastasi sono spesso presenti!) e non vogliono seguire la strada della Prevenzione Pre-Primaria, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html, e Primaria nella lotta al tumore maligno, ben diversa dalla terapia fallimentare, da loro praticata. Una simile prevenzione primaria dovrebbe essere attuata in tutti i familiari, della linea materna, dei pazienti affetti da cancro!

Ignari e disinteressati ai sofferenti, non solo ai malati di tumore, sono molti, troppi, nel nostro Paese. Penso a quanti professori sono autorizzati a preparare gli argomenti da insegnare nelle Facoltà di Medicina, penso ai professori che conoscono lo screening ma non possono utilizzare la Prevenzione Pre-Primaria e Primaria, penso agli assessori regionali, provinciali e comunali che sono impegnati nell’acquisto di defibrillatori, ma ignorano il Segno di Caotino, che permetterebbe ai Medici di MG di riconoscere dalla nascita il Reale Rischio Congenito di CAD in pochi secondi ed eliminarlo definitivamente senza spesa per il SSN.

Ed ecco, veramente preoccupante, la successiva affermazione del Prof. Umberto Veronesi: “La sua scelta (di Emma Bonino. N.d.R.!) è stata di razionalizzare. Il pensiero che mi ha trasmesso quando ci siamo parlati qualche settimana fa è stato: voglio sapere tutto della mia malattia, voglio sapere quale presente mi aspetta e anche quale futuro, per duro che ti possa apparire. Non voglio desistere dalla mia capacità di pensare, perché io sono quella di prima, quella di sempre”.

Se Emma Bonino avesse voluto veramente sapere tutto del cancro, incluso il Segno di Musella che permette al Medico di riconoscere col comune fonendoscopio, il Reale Rischio Congenito di Cancro Polmonare a partire dalla nascita ed eliminarlo con non costosa Terapia Quantistica, avrebbe dovuto farlo molto tempo prima, con animo aperto al nuovo della Medicina, cioè parlando anche con Medici che praticano la Medicina Basata sul Singolo Paziente.

Il cancro è presente “in potenza” alla nascita: che senso avrebbe l’apologia della Genetica Molecolare?. Se è riconosciuto con un comune fonendoscopio, auspicabilmente nei primi tre decenni di vita, il Reale Rischio Congenito di cancro, localizzato in un ben preciso punto di un sistema biologico, o più, viene eliminato completamente con la non costosa Terapia Quantistica, impedendone l’insorgenza.

“Anche parlare di cancro è impopolare”, afferma gratuitamente il Prof. Umberto Veronesi.

Questa affermazione non è vera ma decisamente provocatoria. Gli oncologi, i professori e le competenti Autorità Sanitarie, e gli addetti all’informazione medica, sanno perfettamente che “impopolare” è parlare di Prevenzione Pre-Primaria e Primaria del cancro, resa possibile dalla scoperta nel 2003 del Reale Rischio Congenito di Cancro, Dipendente dal Terreno Oncologico.

Ed infine la solita affermazione retorica sull’eutanasia, argomento caro al Prof. Umberto Veronesi: “Eliminiamo allora la parola “paziente”, che ci ricorda qualcuno che subisce in silenzio (Forse se è un paziente del Prof. Veronesi? NdR!), e parliamo di donne e uomini con un progetto di vita e un progetto di fine vita. Ce lo rammenta anche la Bonino: nell’era dell’autodeterminazione, in cui la persona sceglie se e come curarsi e come vivere la sua malattia, deve esistere anche il diritto di scegliere come morire”.

Numerosissimi casi di eutanasia non esisterebbero se fosse possibile nelle nostre Facoltà di Medicina l’insegnamento della Prevenzione Pre-Primaria, secondo la Manuel’s Story, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html, e Primaria.

Quando un “paziente”, come chi scrive, sofferente per esiti di IMA “improvviso e imprevisto”, è colpito da CVD, T2DM e Cancro diventa un malato cronico, inguaribile, Medico e Medicine-, Laboratorio e Dipartimento delle Immagini-Dipendente per tutta la vita.

Per comprendere il senso ed il significato della mia critica costruttiva, in un improbabile pubblico confronto col Prof. U. Veronesi documentata da una vasta ed autorevole Letteratura, è sufficiente leggere la Lettera Aperta da me scritta due anni or sono al celebre Oncologo, che comprensibilmente non ha ancora risposto: Lettera Aperta al Prof. Umberto Veronesi. Dieci Domande: Secondo lei, Prof. Umberto Veronesi, esiste ….. ?, in rete alla URL

https://sergiostagnaro.wordpress.com/2012/05/14/lettera-aperta-al-prof-umberto-veronesi-dieci-domande-secondo-lei-prof-umberto-veronesi-esiste/

La presente Lettera Aperta è una ottima occasione per inviarmi una risposta.

Distinti saluti

Dr Sergio Stagnaro

Riva Trigoso – Genova –

http://www.sisbq.org

http://www.semeioticabiofisica.it

Il CLINICO è morto: VIVA il CLINICO. La mia Sfida-Proposta ai sedicenti CLINICI!

Come incipit  mi sembra quanto mai indicata la citazione di un mio datato commento, in rete nel Giornale Ufficiale dell’Associazione Medica Canadese:

Stagnaro Sergio. The Death of Clinical Medicine parallels Medicine End. CMAJ 2008; 178: 1523-1524, 10 June 2008. http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/178/12/1523

La  Medicina CLINICA, e  quindi la Medicina tout court,  è morta ed è giunta l’ora di dare spazio al Nuovo Rinascimento della Medicina,  iniziato  il 10 dicembre del 2010 a Riva Trigoso (Genova) www.sisbq.org!

Nel nostro tempo  abbondante di copisti, calligrafi e falsificatori,  i CLINICI non esistono più, sono morti e sepolti, anche se esistono “Professori” pagati per insegnare  Clinica Medica  nelle Università.

In verità,  si tratta di Docenti estensione del Laboratorio e del Dipartimento delle Immagini, strumenti diagnostici  preziosissimi, certamente, ma soltanto  per chi può servirsene  in tempi brevi piuttosto che con desolante ritardo,come oggi accade al Medico di Medicina Generale.

Se ascoltate  i CLINICI o se leggete i loro articoli pubblicati su famose  peer-reviews, li trovate infarciti di dati di laboratorio-analisi, di risultati di ecografie,  TAC, RNM, scintigrafie, ecocardiografie con contrasti vari, CAMAS, PET,  esami bioptici, ed altro ancora.

La Semeiotica  figlia di una tecnologia sofisticata e costosa, divulgata servilmente ed acriticamente da servili mass-media, si dilata a macchia d’olio,  ma –  come insegnano le epocali conquiste della Genetica Molecolare –  la durata della maggior parte di queste epocali scoperte è  simile a quella dell’effimera  mimosa.

La Medicina CLINICA, a causa della povertà della semeiotica fisica tradizionale, accademica, ortodossa,  non abita nelle Facoltà di Medicina e negli Ospedali: il rapido e superficiale esame obiettivo, condotto secondo la semeiotica fisica del passato,  è eseguito DOPO  il prelievo del sangue, finalizzato a fare TUTTI gli esami di laboratorio e del dipartimento delle immagini, ai quali OGGI è affidata la diagnosi.

Infatti, la diagnosi CLINICA,  bedside diagnosis, è un ricordo di vecchi medici in pensione: la diagnosi è rimandata       nell’ attesa dei risultati che arriveranno, prima o poi,  dal Laboratorio Analisi e dal Dipartimento delle Immagini, da cui i Medici dipendono ed appartengono, come loro estensione.

Allora cosa  fare?

Dal 1955 vado sostenendo con determinazione  nonostante il generale silenzio – vox clamantis in deserto – che anche la semeiotica fisica si sviluppa, secondo l’eracliteo “panta rei”, ed affermo che non esiste  più la Cenerentola delle discipline medica, che si voleva sacrificare sull’altare della tecnologia redditizia, che mette al riparo da sgradite sorprese legali.

In altre parole, tento invano di far capire ai “Professori” e alle cosiddette Autorità sanitarie che senza la conoscenza della Semeiotica Biofisica Quantistica www.seemioticabiofisica.it,  la Medicina Medievale muore di morte naturale, permettendo lo sviluppo del Nuovo Rinascimento, fondato sulle Costituzioni semeiotico-biofisico-quantistiche e i relativi reali rischi congeniti, su cui è basata la Single Patient Based Medicine:

Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Le Costituzioni Semeiotico-Biofisiche.Strumento clinico fondamentale per la prevenzione primaria e la definizione della Single Patient Based Medicine. Travel Factory, Roma, 2004.

Sergio Stagnaro.   Single Patient Based Medicine “and” EBM improve medical practice. www.bmj.com, 28 October 2004,

http://www.bmj.com/content/329/7473/1017?tab=responses

Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Single Patient Based Medicine.La Medicina Basata sul Singolo Paziente: Nuove Indicazioni della Melatonina. Travel Factory, Roma, 2005.

Stagnaro  Sergio. Single Patient Based Medicine: its paramount role in Future Medicine. Public Library of Science. http://medicine.plosjournals.org/perlserv/?request=read-response

Stagnaro Sergio.  Single Patient Based Medicine, Therapeutic Monitoring and proper Drugs Prescription. Nature Medicine.com. April, 4, 2008. http://blogs.nature.com/nm/spoonful/2008/04/trust_noone.html#comments

Sergio Stagnaro.  Single Patient Based Medicine: Irritable Bowel Syndrome. http://www.docstoc.com/docs/27330982/Single-Patient-Based-Medicine-Sindrome-dellIntestino-Irritabile

POSTILLA CONCLUSIVA.

Forse esperti del Ministero della Salute – magari il Ministro  della Salute, temporaneamente in carica – e “Professori” Docenti di  CLINICA Medica nelle nostre Università  si sentiranno offesi e in totale disaccordo con quanto affermo da 55 anni e riferito sopra.

Comprenderei  ed ammirerei la loro istintiva reazione e il loro coraggio che  non ho finora conosciuto!
Ecco dunque la mia sfida-proposta:   a causa della mia età e salute (ottuagenario con esiti di IMA da Luglio 2001: non avevo ancora scoperto il Reale Rischio di CAD!) e  a  condizione  che siano presenti giornalisti, sebbene veline-dipendenti, e  persone di mia fiducia,  sono disposto ad incontrarli sulla spiaggia di Riva Trigoso, se non pioverà, cioè  lontano da laboratori e dipartimento delle immagini, e li inviterò  a diagnosticare con un fonendoscopio  alcune frequenti patologie:

cisti  parapieliche renali; calcificazioni della mammella e della prostata (per la par condicio); cancro ovarico iniziale; sclerosi post-infiammatoria del lobo quadrato del pancreas; presenza di litiasi silente in un rene (senza dire loro di quale rene si tratta!); adenoma della prostata, differenziandolo dal cancro prostatico; virosi influenzale iniziale; sindrome di Saint, polimialgia reumatica acuta benigna variante differenziandola dalla forma classica; cisti ossea e differenziarla dal cancro metastatizzato; colelitiasi silente; cisti cerebrale; adenoma o angioma in un settore epatico da precisare; sclerosi polmonare apicale (destra o sinistra?); epatite silente-asintomatica, chiedendo loro di che virus epatogeno si tratta; CAD silente, causa degli infarti miocardici mortali “improvvisi ed imprevisti”, secondo la Medicina Medievale e i “suoi” giornalisti:  non sarò tanto indiscreto da chiedere loro di quale cronaria si tratta!

Se il tempo non lo impedirà,  porrò loro altre domande, per esempio, come fanno a porre la diagnosi differenziale tra un processo infiammatorio virale da quello batterico, diagnosi necessaria per la prescrizione RAZIONALE di antibiotici.

Infine, prometto che non mi confronterò con loro sul terreno della Terapia Quantistica: c’è un limite a tutto!

Tag Cloud