Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Articoli con tag ‘Consigli di un vecchio clinico per combattere il coronavirua’

Combattere il coronavirus migliorando struttura/funzione mitocondriale. Il parere di un vecchio Clinico, oggi condiviso dagli Autori.

Questo breve scritto è indirizzato a tutti con la speranza di migliorare e ottimizzare le difese organismiche di tutti nella lotta al coronavirus. Pertanto, lo scrivo in forma semplice, univoca, facilmente metabolizzato da chiunque.

Non possiamo nasconderci il fatto che stiamo vivendo una situazione di eccezionale emergenza, che non riguarda la sola salute collettiva, affrontata dalle Autorità Sanitarie Governative e dagli Esperti Virologi nel modo migliore, apprezzato dalle persone di buon senso. Il Governo, a mio parere, ha dimostrato una lodevole capacità di affrontare una imprevista epidemia, che supereremo certamente. Sulla base dell’esperienza che stiamo vivendo, una volta usciti dal tunnel, certamente cambieremo la vecchia Weltanshauung ed  apprezzeremo la vita in modo nuovo e mai vissuto prima.

Di seguito illustro in modo semplice perché migliorare struttura e funzione mitocondriale è un prezioso, efficace aiuto nela lotta all’epidemia da coronavirus (1-6).

I mitocondri sono organelli critici per la sopravvivenza cellulare perché producono energia (ATP) e modulano le reazioni complesse e numerose alla base della cosiddetta morte cellulare programmata . I percorsi che esitano nella morte cellulare programmata sono importanti in molti disturbi clinici, da me individuati alla Fine degli Anni ’70, come lesioni da ischemia / riperfusione, traumi e sindromi tossiche/metaboliche, nonché in patologie neurodegenerative croniche, come l’Autismo (Sindromi Autistiche), la Sclerosi Laterale Amiotrofica, il morbo di Alzheimer, il morbo di Parkinson e il morbo di Huntington, la maggior parte delle epilessie, CVD, T2DM, Cancro.

Ormai è noto che molti virus e  agenti patogeni colpiscono i mitocondri. I virus inducono la produzione di varie proteine ​​nei loro ospiti che hanno attività proapoptotiche (=favoriscono la morte cellulare programmata) e anti-apoptotiche, a seconda dell’ambiente cellulare, cioè del’attuale situazione mitocondriale. Più specificamente, molti virus che colpiscono i mitocondri regolano l’equilibrio tra le proteine ​​della famiglia Bcl-2 anti- e pro-apoptotiche e quindi aumentano la propria sopravvivenza all’interno della cellula ospite.

Studi recenti hanno corroborato quanto da me scoperto con un fonendoscopio mezzo secolo fa: i mitocondri rappresentano la sede di diverse risposte immunitarie innate, critiche, basate sulla presenza di diverse importanti proteine ​​di segnalazione all’interno dei mitocondri: segnalazione mitocondriale antivirale (MAVS), stimolazione dei geni dell’interferone (STING) e membri della famiglia NLR X1. Pertanto, i mitocondri non sono solo vitali perché regolano la sopravvivenza e la morte delle cellule, ma hanno anche ampi ruoli nel controllo delle funzioni cellulari a seguito dell’invasione dei patogeni, virali e batterici.

Per riassumere: il contagio con un virus fa entrare proteine virali nei mitocondri e stimola la produzione di proteine mitocondriali, sia pro-apoptiche (= favorenti la morte della cellula) sia anti- apoptiche. Il tipo di reazione mitocondriale dipende dall’attuale situazione in cui si trovano questi organuli endocellulari, deputati a numerose funzioni biologiche essenziali, di cui la più nota è quella RED-OX, cioè la respirazione mitocondriale con utilizzo di protoni e produzione di energia, ATP.

Ne consegue che, in questa epidemia da COVID-1, dobbiamo intervenire positivamente sul modo di essere e di funzionare mitocondriale per ottimizzare le nostre difese, oltre a quanto stanno facendo Autorità sanitarie e Virologi mervaigliosamente.

A tutti raccomando la Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/tq_italian_english_agg.pdf,  almeno nella forma basale, fondamentale, iniziale, di Acqua Energizzata preparata al momento dei pasti.

In pratica, ai TRE PASTI bere, in più volte, un bicchiere di acqua energizzata con:

A) una punta di cucchiaino di Bicarbonato di Sodio;

B) circa 12 gocce di Succo di Limone;

C) 1/2 cucchiaino di Soluzione Acquosa di NONI (acquistabile in Erboristeria e Pra-Farnacia). Per migliorare il sapore dell’acqua potete utilizzare la  Soluzione Acquosa di Mirtillo, dalle ottime proprità protettive dei microvasi. La bottiglietta di NONI va tenuta ben chiusa in frigorifero, dove ne energizza il contenuto.

D) 8 gocce di Cell-Food (in Farmacia, distribuito da Eurodream, La Spezia), ottimo istangioprotettore, da me studiato ed utilizzato da anni.

Importante è agitare bene l’acqua energizzata ogni volta che si beve, per fomare i Domini di Coerenza, che aumentano le proprietà terapeutiche dell’acqua.

Pe saperne di più sui meccanismi d’azione dell’acqua energizzata, pote leggere  il Manifesto della  Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante   in rete alla  URL http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/manifesto_sbq_mit_ristrutturante_2015.pdf

E’ estremamente importante usare la Scheda del Neolitico, che può chiedere a  Masci Marcello <info@quantmed.it>  or Giorgio Terziani <info@eurodream.net>

 

 

Bibliografia

  1. Latif Reshi, Hao-Ven Wang and Jiann-Ruey Hong. Modulation of Mitochondria During Viral Infections. Submitted: March 14th 2017Reviewed: December 11th 2017Published: August 29th 2018. https://www.intechopen.com/books/mitochondrial-diseases/modulation-of-mitochondria-during-viral-infections

     2.      Gerald W Dorn, Mitochondrial fission/fusion and cardiomyopathy, Current opinion in genetics & development. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5055416/ .2016, June, 38, 38-44.

     3.      AkaneOhtaYukihiroNishiyama. Mitochondria and viruses. MitochondrionVolume 11, Issue 1, January 2011, Pages 1-12

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1567724910001509

  1. Chen Y, Liu Y, Dorn GW., 2nd Mitochondrial fusion is essential for organelle function and cardiac homeostasis. Circ Res. 2011;109:1327–1331.

  2. Dorn GW., 2nd Mitochondrial dynamics in heart disease. Biochim Biophys Acta. 2013;1833:233–241.

  3. Dorn GW., 2nd Mitochondrial dynamism and heart disease: changing shape and shaping change. EMBO Mol Med. 2015;7:865–877.

  4. Javadov S, Rajapurohitam V, Kilic A, Hunter JC, Zeidan A, Said Faruq N, Escobales N, Karmazyn M. Expression of mitochondrial fusion-fission proteins during post-infarction remodeling: the effect of NHE-1 inhibition. Basic Res Cardiol. 2011;106:99–109

  5. Tang Y, Mi C, Liu J, Gao F, Long J. Compromised mitochondrial remodeling in compensatory hypertrophied myocardium of spontaneously hypertensive rat. Cardiovasc Pathol. 2014;23:101–106.

  6. Chang CR, Blackstone C. Dynamic regulation of mitochondrial fission through modification of the dynamin-related protein Drp1. Ann N Y Acad Sci. 2010;1201:34–39.

Cloud dei tag