Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Articoli con tag ‘Cinque Stadi diabetici’

Ruolo del Muscolo Scheletrico nella Diagnosi Clinica. ll Riflesso della Low Grade Chronic Inflammation e La Manovra di Bardi.

Premessa.

Oggi nel mondo i diabetici non ancora diagnosticati ammonterebbero alla metà di quelli diagnosticati, circa  300 milioni, secondo una previsione che mi lascia perplesso ma che  evidenzia la condizione medievale in cui versa  nella presente Medicina la Diagnostica Clinica, sacrificata sull’altare del Laboratorio e del Dipartimento delle Immagini.

Pochi Medici di MG, Diabetologi, Docenti Universitari, Editori di peer-reviews, Reviewers sanno che il T2DM è costituito da Cinque Stadi! Questa desolante situazione, a cui le cosiddette autorità sanitarie non vogliono e non hanno il permesso di  risolvere, spiega l’epidemia diabetica in aumento nell’era della vaccinazione antinfluenzale al suo vertice.

La Diagnosi dei Cinque Stadi del T2DM è clinica, a partire dalla nascita, cioè dal Reale Rischio Congenito diabetico.

In precedenti articoli messi in rete su La Voce di SS (1-9), ho illustrato dettagliatamente un originale metodo clinico per riconoscere con un fonendoscopio, a partire dalla nascita, malattie assai frequenti come il T2DM, l’Ipertensione Arteriosa, l’Osteoporosi, ma anche patologie del midollo spinale, come la SMA (4). Interessante il fatto che soltanto nel T2DM, ma non nelle altre patologie sopra ricordate, il Riflesso della Low Grade Chronic Inflammation è patologicamente presente (9).

Nel sano, la pressione ungueale applicata sopra un muscolo scheletrico (ms), per esempio, il bicipite, dopo un Tempo di Latenza di 10 sec. esatti, provoca il Riflesso Gastrico Aspecifico (10) della durata < 3 sec. – 4 sec <, corrispondente perfettamente alla durata dell’aumento finale della locale diastole del cuore periferico, sec. Claudio Allegra.

Al contrario, nelle stesse condizioni sperimentali, soltanto nel T2DM a partire dal I dei Cinque Stadi, cioè dalla nascita, ma non nell’Ipertensione Arteriosa e nell’Osteoporosi, il Riflesso G.A. dell’infiammazione dura ≤ 4 sec.

I due valori parametrici, relativi al Tempo di Latenza e alla Durata del riflesso sono correlati con la gravità della sottostante patologia.

Mi sono subito posto la domanda sul perché il Riflesso muscolo-gastrico aspecifico, provocato dalla pressione digitale sul ms. di media-moderata intensità (500-700 dyne/cm2), nell’Osteoporosi e nell’Ipertensione arteriosa, potenziali o in atto, mostra una durata di 5-6 sec. – superiore quindi a quella osservata nel T2DM che non raggiunge i 5 sec. – mentre è assente il Riflesso della Low Grade Chronic Inflammation (9), caratteristico del DM., dimostrando che l’acidosi è lievemente inferiore nel T2DM.

Detto altrimenti, se l’acidosi istangica, ancorché di lieve intensità, è minore nel T2DM nei confronti dell’Osteoporosi e IA. , perché il segno della Low Grade Chronic Inflammation è provocato esclusivamente nel T2DM a partire dal suo primo stadio, considerando la relazione esistente tra acidosi istangica e infiammazione?

In realtà, come dimostra la seguente evidenza sperimentale, alla base di questo riflesso, apparentemente contradditorio, sta il diverso livello tessutale di insulina e le note conseguenze sul modo di essere e funzionare dell’endotelio. Se nel soggetto predisposto all’Osteoporosi e/o all’Ipertensione Arteriosa, o con malattia in atto, si procede ad una seconda valutazione del riflesso, subito dopo il Test della Secrezione del Picco Acuto Insulinemico (11), il Riflesso della Low Grade Chronic Inflammation risulta positivo anche nell’Osteoporosi e nell’Ipertensione Arteriosa: la Durata sale patologicamente a 4-6 sec.

Corrobora quanto appena riferito sulla importanza della iper-insulinemia un altra evidenza sperimentale: la Manovra di Bardi con durata di 10 sec. (12-14), ottima prova da sforzo per riconoscere i falsi negativi, inibisce temporaneamente la secrezione insulinica ed elimina il Riflesso della Low Grade Chronic Inflammation del ms., positivo di base e caratteristico dei Cinque Stadi Diabetici.

Con la Manovra di Bardi (= soppressione della secrezione insulinica di breve durata), contemporaneamente a quanto appena riferito, si osserva che la compliance arteriolare migliora significativamente con la riduzione dell’iperinsulinemia, indicando la reale patogenesi della Low Grade Chronic Inflammation nel ms. diabetico (15-20).

Manovra di Bardi nella Diagnosi Clinica del T2DM a partire dal suo Stadio Iniziale di Reale Rischio Congenito

Riflesso di Bilancini-Lucchi

Come tutti i reali rischi congeniti (RRC), dipendenti dalle relative costituzioni semeiotico-biofisico-quantistiche (sbq), è possibile diagnosticare bed-side in modo veramente raffinato il T2DM a partire dal suo RRC (6), stimolando intensamente la secrezione di GH mediante la Manovra di Bardi della durata di 10 sec. (12-15).

Il Medico valuta di base i valori parametrici del riflesso di Bilancini-Lucchi (21), che informano sui valori glicemici attuali. Notoriamente, la glicemia controlla la permeabilità capillare nell’arto superiore.

Nel sano, la pressione digitale lieve (300 dyne/cm2) applicata trasversalmente sopra la cute della regione anteriore del braccio, sotto il gomito, ostacolando il solo deflusso linfatico, provoca il Riflesso Gastrico Aspecifico dopo esattamente 10 sec. per la Durata di 5 sec. esatti. Segue l’incremento dell’intensità del riflesso.

Per ricapitolare: nel sano, il Tempo di Latenza basale del Riflesso di Bilancini-Lucchi è 10 sec. esatti e la sua durata, prima dell’aumento significativo dell’intensità del Riflesso Gastrico Aspecifico è 5 sec. precisi.

Dopo la Manovra di Bardi di 10 sec., il TL. rimane immutato, ma la durata del riflesso, che precede il suo rinforzo, scende a 3 sec., espressione della non significativamente aumentata permeabilità capillare, indotta dall’incremento modesto della glicemia secondario alla mancata secrezione insulinica.

Al contrario, nel RRC diabetico, a partire dalla nascita, il TL basale è ancora normale, ma la durata è di soli 3 sec. Dopo la Manovra di Bardi, il TL. rimane immutato, ma la durata del riflesso, che precede il suo rapido ed intenso rinforzo scende a 1 sec. circa

Nei Cinque Stadi del T2DM i valori parametrici del Riflesso di Bilancini-Lucchi, sia di base sia dopo la Manovra di Bardi sono inversamente correlati con la gravità della sottostante patologia diabetica.

 

Bibliografia

  1. Sergio Stagnaro.     Riflesso Muscolo Scheletrico-Gastrico Aspecifico: Strumento  Clinico affidabile nella Diagnosi di Diabete Mellito tipo 2 e Osteoporosi. www.sisbq.org, Libri e Articoli, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/riflessomuscoloscheletrico.pdf

2.      Sergio Stagnaro. Diabetologia 2050: Aspetti Diagnostici, Microangiologici Clinici Muscolo Scheletrici nei Primi Due Stadi del T2DM. https://sergiostagnaro.wordpress.com/tag/attivazione-microcircolatoria-nel-muscolo-scheletrico-diabetico/

3.      Sergio Stagnaro. Il Reale Rischio Congenito di Patologia del Midollo Spinale esiste. Articolo  introduttivo. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2015/08/24/il-reale-rischio-congenito-di-patologia-del-midollo-spinale-esiste-articolo-introduttivo/

4.      Sergio Stagnaro. Il Muscolo Scheletrico recita un Ruolo centrale nella Diagnosi Semeiotico-Biofisico-Quantistica della Patologia muscolare spinale, inclusa la SMA. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2015/08/31/il-muscolo-scheletrico-recita-un-ruolo-centrale-nella-diagnosi-semeiotico-biofisico-quantistica-della-patologia-muscolare-spinale-inclusa-la-sma-2/

5.      Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009.

  1. Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology. Front Endocrinol (Lausanne). 2013; 4: 17. Published online Feb 26, 2013. doi:  3389/fendo.2013.00017, http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3581808/ [MEDLINE].
  1. Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Quantum Therapy: A New Way in Osteoporosis Primary Prevention and Treatment. Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, (27 June 2012) | doi:10.1038/ejcn.2012.76, http://www.nature.com/doifinder/10.1038/ejcn.2012.76. PMID:22739250  [Medline]
  2. Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004.   http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

9.      Sergio Stagnaro. Low Grade Chronic Inflammation: da Virchow alla Semeiotica Biofisica Quantistica. https://sergiostagnaro.wordpress.com/2016/06/28/low-grade-chronic-inflammation-da-virchow-alla-semeiotica-biofisica-quantistica/

10.  Simone Caramel. Percussione Ascoltata dello Stomaco, secondo Sergio Stagnaro. Riflesso Diagnostica Percusso Ascoltatoria: il riflesso cardio-gastrico aspecifico, e-book http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/cardiogarap_manuale_it.pdf

11.  Sergio Stagnaro.      Manovra di Ferrero-Marigo e Vasomotilita’ a Riposo e Dopo Il Test Di Secrezione Del Picco Acuto Insulinemico nella Valutazione Clinica della Insulino Resistenza 23 novembre 2010. http://qbsemeiotics.weebly.com/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradiferrero.pdf

12.  Sergio Stagnaro. Manovra di Bardi, affidabile, semplice e di rapida applicazione, nel riconoscere in 10 secondi i Falsi Negativi in Semeiotica Biofisica Quantistica. http://www.sisbq.org/glossariosbq.html;    https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/07/manovra-di-bardi-affidabile-semplice-e-di-rapida-applicazione-nel-riconoscere-in-10-secondi-i-falsi-negativi-in-semeiotica-biofisica-quantistica/

13.  Sergio Stagnaro. Manovra di Bardi nella Diagnosi Clinica delle Colecistopatie, ancorché silenti. http://www.sisbq.org/glossariosbq.html;   https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/23/manovra-di-bardi-nella-diagnosi-clinica-delle-colecistopatie-ancorche-silenti/

14.  Sergio Stagnaro, Simone Caramel.  Bardi’s Manoeuvre:  GH-RH  on bedside Diagnosing Insulin-Secretion and Arterial Hypertension with the Aid of Quantum Biophysical Semeiotics. –  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/bardimanouvre.pdf

15.  Stagnaro Sergio Endothelial cell function can ameliorate under safer drugs, such as Melatonin-Adenosine. BMC Cardiovascular disorders. http://www.biomedcentral.com/1471-2261/4/4/comments

16.  Stagnaro Sergio.   Bedside Evaluation endothelial Function in Hypertensives. Immunity & Ageing 2008, http://www.immunityageing.com/content/5/1/4/comments#307621

17.  Stagnaro Sergio.   Il Ruolo della Valutazione Semeiotica Biofisica Quantistica dell’Endotelio nella Medicina del Futuro. 6 maggio2009, http://www.fcenews.ithttp://www.fcenews.it/docs/endotelio.pdf

18.  Stagnaro Sergio.  Biophysical-Semeiotic Bed-Side Evaluation of Endothelial Function:Flow-Mediated Dilation of the Brachial Artery. http://www.fcenews.it, 21 May, 2009; URL http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/   and http://sciphu.com

19.  Sergio Stagnaro. Hydrogen Sulfide would function like other natural biological messengers of endothel. 13 December, 2010. www.americanscientist.org, http://www.americanscientist.org/comments/comment_detail.aspx?id=178&pubID=8333

20.  Stagnaro Sergio Endothelial cell function can ameliorate under safer drugs, such as Melatonin-Adenosine. BMC Cardiovascular disorders. http://www.biomedcentral.com/1471-2261/4/4/comments

21.  Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Il Segno di Bilancini-Lucchi nella diagnosi clinica del diabete mellito. The Pract. Ed. It. 176, 30, 1993.

Il Piede Diabetico? Il Piede NEL Diabetico!

Il Pensiero Debole ha invaso ogni dimensione del sapere, come se si trattasse in un tipo di pensiero politicamente corretto, dominando anche nella Medicina. Le sue conseguenze sono ormai una  desolante realtà: CVD, T2DM e Cancro sono epidemie in inarrestabile aumento. Infatti, rimescolare la vecchia minestra senza modificarne gli ingredienti non ne migliora la qualità

Se il T2DM è una epidemia in continuo aumento, il motivo deve necessariamente esistere.  A mio parere, nella epidemia diabetica in aumento, un importante ruolo è svolto dalla grande confusione terminologica dei diabetologi e dei medici, conseguenza del mancato aggiornamento sulla fisiopatologia di questa sindrome metabolica, di cui esistono Cinque Stadi. Il primo stadio, il Reale Rischio Congenito, Dipendente dalla Costituzione Diabetica,  sericonosciuto a partire dalla nascita con un fonendoscopio, è eliminato con la non costosa Terapia Quantistica. Vedere Avanti.

Il LOGO di questa morbigena confusione lo si trova  nel termine “Piede Diabetico”, che rivela al tempo stesso il Pensiero Debole dominante non solo nella Filosofia ma anche, purtroppo, nella Medicina.
Mi sono rivolto – via mail (!) – a celebri Podo-Diabetologi, italiani e stranieri, chiedendo il loro punto di vista e un eventuale confronto di idee, ma non ho ottenuto alcuna risposta.  Pensate che il cosiddetto “piede diabetico” è curato ma non guarisce!
Eppure è be noto che non tutti i diabetici soffrono del cosiddetto  “Piede Diabetico“. Questa inconfutabile realtà dovrebbe far sorgere un piccolo, ma significativo, dubbio nei laureati in Medicina, invitandoli  a domandarsi il perché di questo fatto.
Tutti sono d’accordo che alla base del “Piede Diabetico” sono le “complicazioni” diabetiche – in vero, se presenti, sono riconosciute dalla nascita, in forma  potenziale – a carico di nervi, di macro- e microvasi.
In verità, la gettonata microangiopatia diabetica non esiste!

Esiste una sola alterazione istologica microcircolatoria caratteristica, quando è presente, mentre tutte le altre sono osservate anche in altre forme di microangiopatia, come la microangiopatia senile.

A mia conoscenza, soltanto l’alterazione microvascolare a carico del tratto intermedio S del glomo di Hoyer-Gausset (Honey-coomb-like degeneration) è il dato tipico del DM: troppo poco, in verità, per parlare di microangiopatia diabetica.  Per questi motivi, l’ottimo Clinico parmense, il Prof. Butturini, che ho avuto l’onore di conoscere e al quale ho dedicato un Segno affidabile per diagnosticare la predisposizione al T2DM, nel secolo scorso parlava di Microangiopatia NEL Diabetico, termine condivisibile e certamente rispettoso della Adequatio Rei et Intellectus.

Non si può  pensare di combattere con successo il Piede nel Diabetico senza conoscere il Reale Rischio Congenito di CVD (1, 2), dipendente dalla Costituzione SBQ Aterosclerotica, “e” il Reale Rischio Congenito di T2DM (3), dipendente dalla Costituzione SBQ Diabetica, presenti alla nascita e riconosciuti con un fonendoscopio –  col  Segno di Antognetti e rispettivamete col Segno di Siniscalchi – ed eliminati con Terapia Quantistica che non costa nulla? (4)

Per onestà intellettuale, ammetto di fronte ai “professori” e a tutti i miei fratelli in Cristo, senza provare alcun imbarazzo, che a 84 anni, dopo una intensa e continua vita di Ricercatore e Medico di MG., a causa dell’inevitabile apoptosi neuronale e della compromessa plasticità dei neuroni rimasti, non si possa escludere di “prendere lucciole per lanterna“. Tuttavia, secondo il mio senecente giudizio, l’Era dei Lumi Spenti è palpabile  anche nel Regno della Medicina, in generale, e della Diabetologia in particolare.

Ho invitato gettonati esperti del Piede nel Diabetico a venire a Porretta Terme, sabato 23 Maggio 2015, nell’Auditorium dell’Hotel Santoli, per discutere di questi argomenti al fine di poterli eliminare in un prossimo futuro, come suggerisce la Semeiotica Biofisica Quantistica: ho ricevuto una sola (gentile) risposta da un grande diabetologo del Nord del Paese.

1) Stagnaro Sergio. CAD Inherited Real Risk, Based on Newborn-Pathological, Type I, Subtype B, Aspecific, Coronary Endoarteriolar Blocking Devices. Diagnostic Role of Myocardial Oxygenation and Biophysical-Semeiotic Preconditioning. International Atherosclerosis Society. http://www.athero.org, 29 April, 2009 http://www.athero.org/commentaries/comm907.asp
2) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., EJCN, European Journal Clinical Nutrition, Nature PG., http://www.nature.com/ejcn/journal/v67/n6/full/ejcn201337a.html [Medline]
3) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology. Front Endocrinol (Lausanne). 2013; 4: 17. Published online Feb 26, 2013. doi: 10.3389/fendo.2013.00017. http://www.frontiersin.org/Review/ReviewForum.aspx; http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3581808/ [Medline]

4) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Type 2 Diabetes Mellitus Primary Prevention. LifeScienceGlobal February 2013, Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, 2013, 3, http://www.lifescienceglobal.com/home/cart?view=product&id=376
_

Epidemia Diabetica in Aumento? La Diagnosi di Reale Rischio Congenito Diabetico in UN Secondo!

Nel 2030, i diabetici tipo 2 nel mondo saliranno a 366 milioni; nel 2010 erano 250 milioni, Sergio Stagnaro.   New Renaissance in Medicina. Prevenzione Primaria del Diabete Mellito tipo 2.Lectio Magistralis, I Convegno della SISBQ;  LINK

Sono i numeri forniti dalle competenti autorità dell’WHO!

Le mutazioni genetiche, numerose, complesse, inter-agenti con meccanismi di feed-back, parzialmente conosciute nonostante le annunciate scoerte settimanali da parte dei prezioni mezzi di informazione, anche nel diabete mellito sono correlate con le relative alterazioni biologiche funzionali della produzione, secrezione ed utilizzazione insulinica, oggi valutabili in modo rapido ed affidabile con la Semeiotica Biofisica Quantistica, cioè utilizzando il semplice fonendoscopio.

Se una mutazione genetica non alterasse una funzione biologica NON significherebbe nulla per l’organismo interessato. Detto altrimenti, le mutazioni genetiche necessariamente provocano, a livello macroscopico,  modificazioni patologiche delle funzioni di ben definiti sistemi biologici, come l’implicito e l’esplicito di D. Bohm.

L’applicazione della fisica quantistica nello studio dei sistemi biologici permette al medico di riconoscere rapidmente la presenza di diabete mellito, oppure di escluderne la presenza, utilizzando un semplice fonendoscopio.

Nel sano, la stimolazione “intensa” dei trigger-points pancreatici a livello di VI dermatomero (in pratica, la cute immediatamente sottostante le emiarcate costali), mediante pizzicotto cutaneo di appena due secondi, non provoca “simultaneamente” il Riflesso Gastrico aspecifico (= lo stomaco non presenta modificazioni volumetriche), consentendo al medico di escludere con assoluta certezza il diabete mellit. : Segno di Siniscalchi Negativo: Sergio Stagnaro.     Siniscalchi’s Sign. Bedside Recognizing, in one Second, Diabetic Constitution, its Inherited Real Risk, and Type 2 Diabetes Mellitus.  24 December, 2010, http://www.scivox.com,  http://www.sciphu.com;   LINK  LINK  LINK

Al contrario, nel soggetto positivo per la Costituzione Diabetica, il Reale Rischio Congenito di diabete, e ovviamente nel diabetico mellito conclamato, ancorchè in stadio iniziale, “simultaneamente” all’inizio della manovra sopra descritta compare il Rifesso Gastrico aspecifico, la cui intensità informa sullo stadio della patologica sottostante: Segno di Siniscalchi Positivo.

Naturalmente, il medico esperto in Semeiotica Biofisica Quantistica successivamente ricerca e valuta quantitativamente gli altri numerosi segni necessari alla definizione del dismetabolismo glicidico “e” lipidico!

Argomento di Riflessione:

Se in UN Secondo, usando un semplice fonendoscopio, il medico è capace di riconoscere, a partire dalla nascita dei singoli individui,  il Reale Rischio Congenito di CAD e naturalmente i successivi i quattro STADI della Storia Naturale del DM tipo 2, perché mai il Diabete Mellito tipo 2 è una epidemia in aumento e i Medici ignorano il Segno di Siniscalchi?

Tag Cloud