Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Articoli con tag ‘Cardiologi’

Segno di Neil Armstrong, Dedicato ai Cardiologi della NASA per riconoscere il Reale Rischio Congenito di CVD con un fonendoscopio

Come riferito in vari Post nel  presente blog, Neil Armstrong è il primo caso di Cardiopatia Ischemica sulla luna.  Non solo un “balzo nella storia”, quindi, ma anche una inconfutabile dimostrazione della verità scientifica della vecchia definizione, attribuita ad  un Anonimo Medico della Mutua ligure del XX secolo: “Medicina Medievale, Serva dell’Economia.

Con l’aiuto di sofisticatissimi Dipartimenti delle Immagini e di Laboratori da Guerre Stellari, la NASA controllava e monitorava minuto per minuto, in tempo reale, le condizioni di salute dei cosmonauti, incluso colui che per primo, sebbene cardiopatico ischemico, ha posato il piede sul terrestre satellite,  per secoli romantico.

Il Segno di Neil Armstrong è dedicato ai Cardiologi della NASA con lo scopo di evitare in futuro possibili Morti in Diretta, “impreviste ed imprevedibili”, com’è successo purtroppo ad amati ed indimenticabili atleti: Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012).   Arrhythmogenic Right Ventricular Dysplasia/Cardiomyopathy Bedside Diagnosis. Morosini’s Syndrome.  www.sisbq.org, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/arvdc_morosinis_syndrome_article.pdf

Il Segno di Neil Armstrong è da ricercare auspicabilmente alla nascita dei singoli individui,   in modo da instaurare tempestivamente la Blue Therapy che lo fa scomparire definitivamente (SIC!)  www.sisbq.org. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics.

Nel sano, la pressione digitale “intensa”, applicata sopra un arteria, per esempio, la femorale all’inguine, non provoca simultaneamente il Riflesso gastrico-aspecifico.

Al contrario, nel soggetto colpito da Reale Rischio Congenito di CVD, simultaneamente all’inizio della pressione sopra l’arteria, compare il Riflesso gastrico-aspecifico, la cui intensità è correlata con la gravità del sottostante rischio di CVD.

Interessante il fatto che in presenza di predisposizione alla calcificazione arteriosa, al riflesso segue una lieve Contrazione Gastrica Tonica (CGT), di 1/3 della intensita dell’iniziale riflesso.

NB! Riservato allo scolaretto di Gregory Bateson: in presenza di calcificazioni arteriose in atto, l’intensità della CGT è correlata con la quantità di calcio deposittao nella parete vasale.

Per ulteriori informazioni, o per confutare  quanto sopra affermato, potete lasciare commenti FIRMATI con nome e cognome oppure  –  per essere sicuri di essere letti …. – rivolgetevi  ai Membri della SISBQ.

Per motivi di età, di salute e di un irascibile carattere, aggravato –  secondo la mia criticabile badante – da una avanzata apoptosi neuronale, sono disposto a rispondere esclusivamente ai Cardiologi della NASA, come ho già scritto direttamente a loro, ricevendo la promessa di una risposta di esperti , risposta che attendo da una settimana!

Annunci

NEJM, Letter to Editors ID 12-00779, CAD Inherited Real Risk: Una Patata Bollente!

Dal 20 gennaio 2012 – domani quindi sarà UN MESE – gli Editori del NEJM stanno esaminando il testo della mia Letter to Editors ID 12-oo779, in  cui è discusso il senso e il significato di un “ormai noto” progresso della Medicina del Nuovo Rinascimento: il Reale Rischio Congenito di CAD.

In realtà, il Reale Rischio Congenito di CAD, conditio sine qua non di cardiopatia ischemica, è già pubblicato da famose, autorevoli Fonti di Informazione: “in primis”, dalla Federazione Argentina di Cardiologia (FAC) e  successivamente da Ann.Int.Med., Canadian Medical Association Journal, Nature, BioMedCentral, Postgraduate Medicine, eccetera: V. Bibliografia in http://www.semeioticabiofisica.it

Per onestà intellettuale, una doverosa citazione merita il  BMJ, quando era – devo precisare – diretto dal grande e incorruttibile  Editore Capo J Smith. Dopo di lui, il nulla: ecco una delle TANTE mail di un recente Editore che scrive AFFETTUOSAMENTE:

May 14, 2005, 22,49 ” Dear Sergio,  We’ve given you space to air your hypothesis on dozens of occasion (Quando Editorin-Chief era J. Smith. NdR!). But no more. I’ve deleted your most recent response and look forward to responses from you on completely different topics. Firmato  Torquato Damato”.  Il  nome è di fantasia, ovviamente.

Ritorniamo alla Bibbia, per sottolineare che se il NEJM  diffondesse pure lui, sebbene in ritardo,  il concetto di Reale Rischio Congenito di CAD, si porrà fine alla grave epidemia di cardiopatia ischemica, la PRIMA causa di morte negli States e nel mondo. Tuttavia,  sarebbero grossi guai per gli Editori, come anche lo scolaretto di G. Bateson comprende fcilmente.

Infatti, data l’Autorità aristotelica della rivista, il discorso cadrà inevitabilmente anche su TUTTI gli altri numerosi Reali Rischi Congeniti, dipendenti dalle relative Costituzioni Semeiotico-Biofisico-Quantistiche: diabetica, ipertensiva, dislipidemica, litiasica, gottosa, glaucomatosa, reumatica, litiasica, oncologica (Terreno Oncologico: Sergio Stagnaro.  Oncological Terrian’s Paramount Role in Fighting Cancer . MENA Health World, January 2012, Vol. 1, Pg 16. http://www.mhwmag.net/levelthree.aspx?magazine_subsection_id=3047&all_lk_id=252&magazine_section_id=1&magazine_id=4) eccetera.

Risultato: una catastrofe  “economica”, nei confronti della quale la presente sembrerebbe un puerile ludismo.

Infatti,  riconosciuto in un solo secondo (SIC!) a partire dalla nascita con un fonendoscopio, il Reale Rischio Congenito di CAD scompare sotto opportuna, semplice,  non-costosa terapia (V. ilsito citato e http://www.sisbq.org), evitando pertanto milioni di casi di Infarto Miocardico, tra cui quelli oggi definiti come  “imprevedibili e improvvisi”, a causa della ignoranza del Reale Rischio Congenito di CAD.

A questo punto, a seguito della imbarazzata, tardiva, certamente coraggiosa decisione degli Editori del NEJM, i cardiologi , eccezion fatta per il vice-Presidente della SISBQ, dott. Mario Siniscalchi, Cardiologo in Napoli, Ospedale Cardarelli,  saranno obbligati a studiare faticosamente quella “parte” di Semeiotica Biofisica Quantistica che permmetterà loro di riconoscere e GUARIRE  la prediposizione alla CAD:

Stagnaro Sergio. Role of Coronary Endoarterial Blocking Devices in Myocardial Preconditioning – c007i. Lecture, V Virtual International Congress of Cardiology. http://www.fac.org.ar/qcvc/llave/c007i/stagnaros.php

Sergio Stagnaro. Without CAD Inherited Real Risk, All Environmental Risk Factors of CAD are innocent Bystanders. Canadian Medical Association Journal. CMAJ, 14 Dec 2009,  http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/181/12/E267#253801

Stagnaro Sergio.    CAD Inherited Real Risk, Based on Newborn-Pathological, Type I, Subtype B, Aspecific, Coronary Endoarteriolar Blocking Devices. Diagnostic Role of Myocardial Oxygenation and Biophysical-Semeiotic Preconditioning. International Arteriosclerosis Society.  www.athero.org, 29 April, 2009  http://www.athero.or/commentaries/comm907.asp

Al contrario, se  dopo UN MESE di consultazioni spasmodiche  (illuminante è lo scambio di mail con chi scrive …) gli Editori del NEJM decidessero per PRUDENZA e  pilatescamente  di rigettare il Manoscritto ID 12-00779, farebbero una assai brutta figura di fronte al mondo,  come si vede di seguito:
Dal sito del NEJM,  http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMra1112570#t=comments SERGIO STAGNARO, MD | Physician | Disclosure: None

RIVA TRIGOSO Italy

January 05, 2012

CAD Inherited Real Risk.

“Based on 55-year-long clinical experience, I state sincerely that such a “historic”, refined, perfect from the formal view-point, paper does not help in hindering efficaciously today’s growing epidemic of CAD today’s. In fact, despite thousands of paramount articles, published in peer-reviews, CAD continues to be a growing epidemic. I visited an awful number of hypertensive, diabetic, dyslipidemic patients, who never suffered from AMI”.

To be continued…..

 

Tag Cloud