Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Sulla base degli attuali studi universitari e post-universitari, il Medico non è posto in condizioni di diagnosticare il Reale Rischio Congenito di Infarto Miocardico (IMA) nei suoi diversi stadi evolutivi.

In breve, per impedire le morti “improvvise ed imprevedibile” da IMA è necessario ed urgente permettere l’aggiornamento dei Medici nella Semeiotica Biofisica Quantistica, che ha compiuto vent’anni.

La Medicina ortodossa, tradizionale, accademia erroneamente considera il corpo umano fatto esclusivamente di Energia-Materia, mentre in realtà esiste un miliardo di parti del corpo  rappresentate da Energia-Informazione ed Energia Vibratoria (ATP).

Ne consegue che il Medico oggi, nonostante Laboratori e Dipartimenti delle Immagini sofisticatissimi è incapace a diagnosticare lo stadio pre-clinico, pre-morboso delle malattie, incluso l’IMA.

Ne consegue che una persona nel secondo decennio di vita è considerata sana anche sulla base dei referti del laboratorio, mentre in realtà è colpita, per esempio, da Impending Infarction anteriore e Diabete Mellito al III Stadio.

In realtà, la Semeiotica Biofisica Quantistica permette al medico di riconoscere gli stadi pre-clinici, pre-morbosi delle patologie, cioè i relativi Reali Rischi Congeniti nelle varie fasi di evoluzione verso la rispettiva malattia.

La necessità di nuovi paradigmi in Medicina.

 Non esistono cause ambientali dirette di malattia, come il fumo, ma queste possono essere considerate come variabili biochimiche e biofisiche, sotto un parziale controllo genetico, che sono intermediarie tra i fattori ambientali e la malattia stessa. Anche la gravidanza può influenzare negativamente la progressione del RRC di IMA anteriore, per esempio.

Sulla base di una esperienza clinica di 65 anni penso che non si possa continuare ad occultare ancora i progressi della Medicina compiuti con la Semeiotica Biofisica Quantica negli ultimi due decenni. 

Infatti, non è giustificato affermare che il fumo può provocare il cancro polmonare in tutti i fumatori, compresi quelli senza costituzione oncologica, Terreno Oncologico, oppure quei fumatori con costituzione oncologica ma senza RRC ongologico nelle vie aeree e che pertanto non sono e non saranno mai colpiti dal cancro polmonare.

Non c’è alcun dubbio, d’altra parte, che interventi mirati ad abbassare la pressione arteriosa, la colesterolemia, l’omocisteinemia,  e altri fattori noti di rischio di CVD, come l’IIR, riducono l’incidenza di cardiopatia ischemica e di altre vasculopatie, indipendentemente dal livello iniziale, persino diminuendoli il più possibile.

Tuttavia, noi dobbiamo andare oltre i comuni fattori di rischio ambientali ai fini di una prevenzione primaria delle più comuni e gravi patologie umane veramente efficace: pensiamo, per esempio, ai tumori maligni. Infatti, la Prevenzione Primaria dipende chiaramente dal tempestivo, facile e rapido riconoscimento su vastissima scala degli individui colpiti da ben definite costituzioni semeiotico-biofisiche e con reale rischio congenito, valutato clinicamente in modo quantitativo, secondo la Single Patient Based Medicine: http://www.sisbq.org.

Per definire clinicamente una particolare costituzione semeiotico-biofisica-quantistica, che non esclude, naturalmente, la co-presenza di altre con i loro relativi reali rischi, è necessario pensare alla ricchezza di dati, biologici e biologico-molecolari, che oggi si possono raccogliere al letto del malato con l’aiuto della Semeiotica Biofisica nei diversi organi, tessuti e sistemi biologici, in modo da permettere al medico di riconoscere numerosi tipi di costituzioni semeiotico-biofisiche, anche dal punto di vista “quantitativo”.

Senz’alcun dubbio, questi preziosi dati non possono affatto essere osservati con la tradizionale semeiotica fisica, incapace di portare eventi biologico-molecolari a livello clinico, il che rappresenta il più originale e fertile aspetto della Semeiotica Biofisica. Per non parlare, ovviamente, delle semeiotiche sofisticate, costose e pertanto non applicabili nella prevenzione su vasta scala.

Una lunga esperiena clinica mi permette di affermare che andare “oltre i comuni fattori di rischio ambientali” rappresenta una nuova Weltanschauung della Medicina, che, pertanto, necessita di Ministri della Salute e del MIUR liberi e dalla men

Le tre Zone della Malattia.

Finora la popolazione era divisa in sani e malati, secondo una visione manichea difficilmente sostenibile sul piano scientifico, ma purtroppo dura a morire.

In verità, esiste una terza zona contenente un numero ben maggiore di individui che chiamo zona grigia, pre-morbosa, pre-metabolica, locus della prevenzione primaria delle più frequenti e gravi patologie umane, fondate sulla Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica, una citopatia mitocondriale ereditata quasi esclusivamente per via materna.

La Zona Grigia, caratterizzata da eventi-ponte biologico-molecolari della durata di anni o decenni e del tutto asintomatici, segue alla condizione di salute, da un lato, e precede l’insorgenza delle differenti patologie, dall’altro.

Per riconoscere la presenza e per  quantizzare la gravità della Zona Grigia, pre-morbosa, pre-metabolica, preceduta dalla Zona Bianca, fisiologica e seguita (non sempre) dalla Zona Nera, patologica, è indispensabile che il medico possegga una sicura conoscenza della Semeiotica Biofisica, che consente di valutare bed-side quantitativamente il modo di essere e di funzionare dell’unità microvascolotessutale nei vari tessuti, cardiaco, pancreatico, epatico, muscolare, adiposo, in rapporto con la situazione parenchimale, sia nell’absorptive state sia nel post-absorptive state, in questo secondo caso, tre-quattro ore dopo i pasti. 

 In altre parole, l’indagine clinica semeiotico-biofisica-quantistica non si limita solo alla valutazione dello stato metabolico-ormonale presente dopo 3-4 ore dal pasto, cioè nel post-assorbimento, bensì può estendersi all’indagine del metabolismo glicidico e lipidico di un paziente in qualsiasi momento, per esempio, a partire dall’assunzione del cibo (absorptive state).

In tal modo, interessanti dati si raccolgono con l’indagine particolare della microcircolazione pancreatica, epatica, muscolare e del tessuto adiposo sottocutaneo addominale (differente è il metabolismo dell’adipe “distale”, “periferico”, per esempio, l’adipe della coscia, i cui recettori insulinici sono “sempre” fisiologicamente responsivi, in base alla personale ricerca clinica, in sequenza, a riposo e dopo somministrazione di due cucchiaini di zucchero: test di tolleranza da carico orale di zucchero.

Dopo 2 minuti, o meno, dall’ingestione della soluzione, appare iperemia gastrica, secondaria sia ai fenomeni della digestione che dell’assorbimento glicidico ed all’incremento della peristalsi: la vasomozione gastrica risulta attivata e associata, secondo il tipo I, (= incremento della locale vasomotility e vasomotion): il periodo dell’onda peristaltica gastrica scende da 18 sec. (= valore basale) a 12 sec. o meno.

 Subito dopo si osserva analoga attivazione microcircolatoria pancreatica e, nell’ordine, epatica, muscolare ed adiposa.

L’originale concetto di reale rischio congenito semeiotico-biofisico-quantistico svolge un ruolo fondamentale nella Medicina non serva del potere economico: è sufficiente pensare – per restare nel nostro caso – che non tutti gli individui con RRC di IMA mostrano la identica capacità di evolvere verso la patologia in atto.

Il reale rischio congenito, inoltre, permette finalmente al medico di riconoscere le lesioni pre-cancerose vere e false: a modo di esempio, non tutti i polipi del colon si trasformano in tumore maligno, ma sono lesioni pre-cancerose soltanto quelli sede di reale rischio congenito oncologico.

In teoria una determinata costituzione non evolve necessariamente verso la relativa patologia, come l’IMA.  Esistono situazioni di aggravamento e promozione della evoluzione dei RRC, come l’attuale vaccinazione di massa anti-covid-19

Da quanto sopra riferito, notevole è il ruolo svolto da questa singolare condizione patologica nella prevenzione primaria perché è presente molti decenni prima della comparsa della relativa fenomenologia clinica morbosa.

Continuare ad occultare l’esistenza e i benefici della Semeiotica Biofisica Quantistica significa prolungare la Strage degli Innocenti, per esempio, morti per Infarto Miocardico Acuto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: