Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

In un recente commento, in rete nel sito di Nature Communication Biology, ho scritto:

https://www.nature.com/articles/s42003-018-0037-3#article-comments

Stagnaro May16, 2018.

Fascinating paper, particularly for a physician who has been interested in mitochondria, from the clinical point of view, since the late 1970s and has discovered a mitochondrial cytopathy, termed CAEM, conditio sine qua non of all chronic degenerative disorders (1-4). I agree with such a statement, “Cellular compartmentalization is a hallmark of eukaryotic cells and transport between compartments is required to maintain cellular homeostasis and energy production.
This cellular organization is based on the interaction between actin filaments, microtubules and intermediate filaments with cellular organelles, such as mitochondria”. However, I’dd like to add that mitochondria in men are significantly different from those of women (5). As a consequence, also different must be the important regulator of microtubule dynamics during cell division, namely, the protein γ-tubulin, forming a cellular meshwork of γ-strings and γ-tubules.

References.
1) Stagnaro S., West PJ., Hu FB., Manson JE., WillettWC. Diet and
Risk of Type 2 Diabetes. N Engl J Med. 2002 Jan 24;346(4):297-298. [Medline]

2) Stagnaro-Neri M, Stagnaro S. Co Q10 in the prevention and treatment of primaryosteoporosis. Preliminary data. Clin Ter.;146(3):215-9 [MEDLINE]

3) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013).The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., EJCN, European Journal
Clinical Nutrition, Nature PG.,67, 683 (June 2013) |doi:10.1038/ejcn.2013.37,
http://www.nature.com/ejcn/…. [MEDLINE] .

4) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. Inherited Real Risk of Type 2
Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary
prevention. Frontiers in Endocrinology (Lausanne). 2013; 4: 17. http://www.frontiersin.org/… [Medline].

5) Sergio Stagnaro (2018). I Mitocondri maschili efemminili non sono identici. Fisiopatologia della Malattia di Genere secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica.maggio 15, 2018 di dabpensiero, https://dabpensiero.wordpre…

In breve, nella strutturazione dei mitocondri nei vari sistemi biologici, i diversi eventi biologico-molecolari non sono identici nei due sessi, corroborando la mia scoperta sulla non identità dei mitocondri nell’uomo e nella donna, tenendo conto dell’Eteroplasmia mitocondriale (2).

Utilizzando il Segno di Montanari-Gatti, classico e variante (3-5), ho osservato una lieve presenza di nanoparticelle a livello cerebrale di vaccinati, con la sola esclusione del cervelletto.

Al contrario, appare interessante che i minatori e i lavoratori in ambiente ricco di nanoparticelle della mia casistica sono risultati positivi per la presenza di queste sostanze anche nel cervelletto.

Per spiegare questi fatti, ho congetturato che, in entrambi i sessi, soltanto i mitocondri del cervelletto possedessero identiche proprietà strutturali e funzionali, superiori a quelle degli altri tessuti.

Detto altrimenti, nel sesso femminile, i mitocondri del cervelletto, secondo la mia Ipotesi 0, mostrerebbero le caratteristiche anatomo-funzionali proprie dell’uomo, rendendo i neuroni cerebellari capaci, per esempio, di reagire efficacemente alla minore aggressione delle nanoparticelle vacciniche.

Ho esaminato 20 donne sane, prive cioè di Reali Rischi Congeniti cerebrali (6-10), in età compresa tra 6 e 78 anni. I valori parametrici del Riflesso cerebellare-gastrico aspecifico sono risultati identici a quelli maschili: Tempo di Latenza (TL.) di 8 sec. e Durata del riflesso < 3 sec. – 4 sec. <.

Inoltre, il Riflesso dell’Infiammazione (5) risultò normale: TL. = 10 sec., Durata < 3 sec. – 4 sec. <.

Per concludere, i neuroni cerebellari sono dotati di mitocondri particolarmente efficaci in entrambi i sessi, fatto che rende ragione della resistenza al deposito di nanoparticelle vacciniche nel cervelletto. Altre nanoparticelle più aggressive superano la resistenza mitocondrial del dervelletto.

I dati della presente ricerca suggeriscono la possibilità di contrastare l’insorgenza delle nanopatologie mediante la Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante (TQMR) (11, 12).

Infatti, in una ricerca, tuttora in corso, la TQMR ha fatto scomparire dai neuroni cerebrali, per esempio, frontali, parietali e temporali, le nanoparticelle prima presenti.

 

Bibliografia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: