Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Quelli che possono, fanno; quelli che non possono criticano le decisioni di quelli che possono.” STEPHEN KING

E’ noto da tempo che la prevalenza di malattie della tiroide nel diabete mellito (DM.) è significativamente più alta che nella popolazione generale. Questo fatto indica una possibile interazione tra la condizione patologica tiroidea e il DM. , coinvolgendo quindi la secrezione insulinica e la sensibilità dei recettori insulinici (1-4).

Gli ormoni tiroidei recitano un ruolo importante nella regolazione del bilancio energetico e nel metabolismo glucidico e lipidico. Mentre questi ormoni si oppongono all’azione dell’insulina, stimolano la gluconeogenesi epatica, e regolano verso l’alto l’espressione di geni, come quelli dei trasporto del glucosio tipo-4 (GLUT-4) e la fosfo-glicerato-chinasi, coinvolti rispettivamente nel trasporto del glucosio nelle cellule bersaglio dell’insulina, e la glicolisi, agendo in sinergia con l’attività dell’insulina nei tessuti periferici.

Grazie alla Semeiotica Biofisica Quantistica i Medici oggi possono valutare clinicamente, rapidamente e in modo affidabile sia la secrezione insulinica sia l’attività dei suoi recettori mediante numerosi segni (5-20).

Nella vasta Letteratura sui rapporti esistenti tra patologia tiroidea e DM, nonostante la previsione, generalmente accettata, secondo cui nel 2030 i diabetici “diagnosticati” saliranno dai 250.000.000 del 2010 a 360.000.000, nessun Autore ha utilizzato queste datate conoscenze per mettere a disposizione dei Medici segni clinici utili nella diagnosi dei Cinque Stadi del T2DM, da eliminare con Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante (21).

Di seguito, descrivo per la prima volta e in modo semplice il Segno di Leonardo (Leonardo Terziani è un mio nipote adottivo) basato sulla differente risposta del pancreas endocrino al Test del Picco Acuto di Secrezione del TSH-RH nel sano e nel soggetto colpito d DM. a partire dalla nascita, cioè dal primo stadio di Reale Rischio Congenito (11).

Si valuta di base il Tempo di Latenza del Riflesso Corpo Pancreatico-Gastrico Aspecifico: NN = 12 sec. ; Durata < 3 sec. – 4 sec. <

Subito dopo si stimola intensamente (1.000 dyne/cm.2) il trigger point del centro neuronale della secrezione di TSH-TH (2 cm. sopra la parte centrale dell’elice di destra e 2 cm. anteriormente).

Nel sano, il Tempo di Latenza aumenta di 4 volte, salendo a 48 sec. Infatti, simultaneamente all’inizio della pressione intensa compare Attivazione Microcircolatoria di tipo I, associata: la durata della diastole del cuore periferico, sec. Claudio Allegra, nelle Isole di Langherans è superiore di 4 volte la durata di base (Durata a riposo = 6 sec.). Segno di Leonardo negativo.

Al contrario, nei Cinque Stadi del T2DM, il Tempo di Latenza del Riflesso Corpo Pancreatico-Gastrico Aspecifico, normale solo nel I Stadio (ma con Durata patologica), dopo il Test del Picco Acuto di Secrezione del TSH-RH al massimo raddoppio il suo valore basale. Segno di Leonardo positivo.

Come sempre, i valori parametrici del riflesso gastrico aspecifico sono correlati con la gravità della sottostante malattia.

 

Bibliografia

doi:  10.4103/0976-500X.95517 PMCID: PMC3356957, PMID: 22629091 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3356957/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Cloud dei tag

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: