Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Nella Prima Parte dell’articolo sono illustrate tre valutazioni, differenti per difficoltà ed eleganza ma tutte affidabili, del Reale Rischio Congenito (RRC) del cancro pancreatico disattivato, in cui il rifornimento di materia-informazione-energia ai relativi nutritional capillaries è conservato fisiologico in seguito alla lieve attivazione della diastole e sistole del “cuore periferico”, sec. Claudio Allegra.

Come conseguenza dei numerosi e noti fattori ambientali di rischio oncologico, può iniziare nel corso della vita di chi è positivo al RRC di cancro del pancreas la sua attivazione, che rappresenta la prima fase della lenta oncogenesi. Infatti, trascorsi dalla nascita in media 5 o 6 decadi, in conseguenza dell’attivazione del RRC compaiono le manifestazioni cliniche aspecifiche del tumore pancreatico. Purtroppo, in questo momento la diagnosi del silent killer è tardiva e la prognosi infausta nel 100% dei casi a distanza di 5 mesi.

Ne consegue che è di estrema importanza la possibilità offerta dalla Semeiotica Biofisica Quantistica, di valutare quantitativamente la fenomenologia clinica SBQ dell’attivazione del RRC del cancro, in questo caso pancreatico.

Per la prima volta l’oncologia si arricchisce di uno strumento diagnostico-clinico, quindi non costoso, applicabile con successo, razionalmente e su vasta scala, per diagnosticare sia il RRC di cancro disattivato sia il RRC nelle sue varie fasi di attivazione, eliminandolo con la Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante.

A) Valutazione mediante il riflesso testa del pancreas- Gastrico Aspecifico: quando il RRC è disattivato, il Tempo di Latenza del riflesso è ancora normale (12 sec.), però con Durata patologica di 4 sec. (NN: < 3 sec. 4 sec.<), come illustrato nella Parte Prima dell’articolo.

Ripeto quanto già scritto: per localizzare esattamente la sede del RRC, la stimolazione moderata-media (500-700 dyne/cm2) dei trigger points pancreatici del riflesso ovviamente saranno quelli del corpo o della coda, nel caso che il tumore si trovi in queste sedi rispettivamente più rare del cancro pancreatico: 15 e 5 %.

L’attivazione del RRC è caratterizzata da un lieve, ma significativo aumento della sola Durata = 5-6 sec., espressione dell’aumento della locale acidosi.

Dopo poche settimane anche il Tempo di Latenza del riflesso Testa del pancreas-Gastrico Aspecifico scende a 11 sec. e poi a 10 sec. (NN=12 sec.). In questo momento è urgente l’impiego della Terapia Quantistica Mitocondriale Ristrutturante opportunamente monitorata e personalizzata (5, 6).

B) Valutazione Microcircolatoria locale: nella fase di disattivazione del RRC di Cancro del Pancreas si osserva Attivazione Microcircolatoria Dissociata, tipo II, con incremento lieve della sola vasomotility, cioè diastole delle piccole arterie , sec Hammersen, di 7 sec. (NN = 6 sec.) per mantenere normale la vasomotion, dilatazione dei capillari nutrizionali di 6 sec.

A partire dalla fase iniziale dell’attivazione, quindi dell’oncogenesi, la vasomotility, cioè diastole delle piccole arterie , sec Hammersen, da 7 sec. sale a 8 sec. (NN = 6 sec.), per conservare fisiologica la vasomotion, dilatazione dei capillari nutrizionali di 6 sec.

Infatti, in questo stadio il Tempo di Latenza del Riflesso, espressione di significativa acidosi inizia a scendere, sebbene di poco: da 12 sec. a 11-10 sec.

C) Valutazione mediante il Segno dell’Infiammazione. Il Tempo di Latenza del Segno dell’Infiammazione è ancora normale se il RRC è disattivato, come è scritto al punto A), ma la durata è patologica: 4 sec. (NN: < 3 sec. 4 sec.<), espressione di una Low Grade Chronic Inflammation presente sebbene di lieve intensità dalla nascita.

Contemporaneamente all’attivazione del RRC di cancro aumenta l’infiammazione a seguito della aumentata apetura delle AVA: prima si allunga la Durata del riflesso infiammatorio fino al valore critico di 6 sec. Dopo questo valore inizia la riduzione del Tempo di Latenza che scende dal normale valore di 10 sec. a 9,5 e poi a 9 sec., in modo sovrapponibile alla durata della diastole arteriolare, espressione della coerenza interna ed esterna della teoria.

L’oncogenesi, in iniziale evoluzione, diventa pericolosa.

A questo punto deve essere impiegata la TQMR nella forma intensiva, opportunamente monitorata e personalizzata, quando il Tempo di Latenza è ridotto a 7 sec.,la Durata salita a 8 sec., la diastole arteriolare nella vasomotility è 10 sec., la vasomotion 5,5-6 sec. e il Tempo di Latenza del riflesso Pancreas-Gastrico Aspecifico è ridotto a 7 sec.

Col peggiorare di questi valori parametrici la morte diventa inevitabile entro 6-9 mesi: Tempo di Latenza 6 sec. o meno, Durata 9 sec. o superiore, diastole arteriolare nella vasomotility superiore ai 12 sec. mentre nella vasomotion 5,5-5 sec. e il Tempo di Latenza del riflesso Pancreas-Gastrico Aspecifico è ridotto a 6 o meno sec.

Tutti i valori parametrici dei segni SBQ sono correlati, direttamente o inversamente, con la gravità del cancro pancreatico.

Bibliografia

1) Sergio Stagnaro – Marina Neri Stagnaro (2016) Microangiologia Clinica. A cura di Simone Caramel. e-book, http://www.sisbq.org,

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/microangiologiaclinicasbq2016.pdf

2) Sergio Stagnaro.Stagnaro’s *Sign in detecting every gastrointestinal Disorder, even initial or symptomless. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/stagnarosign.pdf

3)Sergio Stagnaro. Early bedside Diagnosis of Pancreas Cancer, starting from its Oncological Terrain-Dependent, Inherited Real Risk http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/norimbergasign_pancreascancer_updated.pdf; Slide Presentation  at URL http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/cancropancreas_2015.pdf

4) Sergio Stagnaro. Originale Ruolo svolto dai PPARγ-1 nella Diagnosi Clinica di Cancro del Pancreas a partire dal suo Reale Rischio Congenito. La Voce di SS., www.sergiostagnarowordpress.comhttp://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/ppars_diagnosicancropancreas2015.pdf

 

5) Caramel S., Marchionni M., Stagnaro S. Morinda citrifolia Plays a Central Role in the Primary Prevention of Mitochondrial-dependent Degenerative Disorders. Asian Pac J Cancer Prev. 2015;16(4):1675. https://www.researchgate.net/publication/273147071_Morinda_citrifolia_Plays_a_Central_Role_in_the_Primary_Prevention_of_Mitochondrial-dependent_Degenerative_Disorders

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25743850 [MEDLINE]

6) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG., Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011;  http://www.benthamscience.com/contents-JCode-CNF-Vol-00000009-Iss-00000001.htm

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: