Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

La lettura – alla URL http://www.siapav.it/pdf/Piede-Diabetico%202005%20%5B2%5D.pdf – dell’Italian version of the International Consensus on the Diabetic Foot by the International Working Group on the Diabetic Foot, mi ha suggerito la ricerca Semeiotico- Biofisico-Quantistica del Reale Rischio Congenito di Piede nel Diabetico, prevedibilmente esistente, sebbene fino ad oggi ignorato.

La ricerca era finalizzata alla Prevenzione Primaria di una grave patologia che, una volta insorta, esita spesso nell’amputazione del piede e gamba del paziente.

In realtà, se non TUTTI i diabetici sono sofferenti per questa patologia, certamente deve esistere una condizione patologica ereditaria che divide dalla nascita i diabetici in due gruppi, in rapporto alla presenza di alterazioni, geneticamente trasmesse per via materna, di natura neuro-vascolo-tessutali al piede, futura sede delle note lesioni caratterizzanti appunto il piede nel diabetico.

Come K. Popper, non sono schiavo della PAROLA, a patto che questa porti in se e con se un solo, univoco significato. Piede Diabetico? Il termine dovrebbe significare che dove c’è il V Stadio del DMT2 si osserva anche il Piede Diabetico, il che è palesemente falso.

Tutti gli scienziati che si sono occupati di questa grave patologia hanno congetturato che il DMT2 rappresentasse la CAUSA, non il principale fattore di rischio, delle alterazioni degenerative neuro-vascolo-tessutali alla base del Piede nel Diabetico.

In altre parole, i Podologi non conoscono i Reali Rischi Congeniti, Dipendenti dalla relative Costituzioni Semeiotico-Biofisico-Quantistiche, conditio sine qua non delle relative patologie, incluso il Reale Rischio Congenito di  Piede nel Diabetico (1-9).

Ho iniziato la mia ricerca sulla fisiopatologia del Piede nel Diabetico a partire dalla nascita del singolo individuo, analogamente a tutte le precedenti ricerche, scoprendo ed evidenziando nel DMT2 le differenze anatomo-funzionali , geneticamente orientate, nervose, vascolari, tessutali a livello del piede, e confrontando i dati raccolti con quelli del sano.

Infatti, una mutazione genetica, per essere veramente significativa, deve provocare importanti modificazioni funzionali in ben precisi sistemi biologici, valutate oggi quantitativamente con la Semeiotica Biofisica Quantistica (SBQ) (9,10).

Nel sano, e poi nel diabetico potenziale, cioè colpito dal Reale Rischio Congenito dipendente dalla Costituzione Diabetica, ho valutato quantitativamente il modo di essere e di funzionare

  1.  dell’arteria femorale e dei suoi rami;
  2.  i VASA VASORUM, VASA NERVORUM e l’unità microvascolo-tessutale dei polastrelli delle dita del piede;
  3. del nervo tibiale posteriore e del nervo safeno

Ho successivamente reso più facile il metodo di studio, fondato sulla Microangiologia Clinica, per chi non ha ancora una sicura conoscenza della SBQ, affidando al Riflesso Gastrico Aspecifico il compito di far visualizzare i dati raccolti, al momento limitati ma assai omogenei, relativi all’ossigenazione istangica a livello delle varia parti del piede, alla situazione macro- e micro-circolatoria, alla trasmissione nervosa (Potenziali Neuronali Evocati Somato-sensoriali) (11-17).

In un prossimo articolo, illustrerò il Reale Rischio Congenito di Piede nel Diabetico. Tuttavia, da quanto sopra riferito, deriva che questa predisposizione alla patologia degenerativa del piede nel DMT2 è caratterizzata, a partire dalla nascita, da modificazioni della macro- e della micro-circolazione, inclusa quella istangica locale, causa di iniziale, ma ingravescente,  acidosi e infiammazione e da alterazioni nella velocità di trasmissione nervosa (PNE somato-sensoriali).

La gravità delle alterazioni dei valori parametrici del Riflesso Piede-Gastrico Aspecifico decorre parallela a quella della sottostante patologia , evidenziando pertanto l’importanza del monitoraggio terapeutico SBQ nella Prevenzione Primaria del Piede nel Diabetico.

Infine, riferirò i benefici effetti delle Terapia Quantistica (14),necessariamente personalizzata, in grado di eliminare i Reali Rischi Congeniti SBQ (2-4, 7, 8, 14-16)

Bibliografia.

1) Stagnaro Sergio.    CAD Inherited Real Risk, Based on Newborn-Pathological, Type I, Subtype B, Aspecific, Coronary Endoarteriolar Blocking Devices. Diagnostic Role of Myocardial Oxygenation and Biophysical-Semeiotic Preconditioning. International Atherosclerosis Society.   www.athero.org, 29 April, 2009  http://www.athero.org/commentaries/comm907.asp
2) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., EJCN, European Journal Clinical Nutrition, Nature PG.,    http://www.nature.com/ejcn/journal/v67/n6/full/ejcn201337a.html [Medline]
3) Sergio Stagnaro and Simone Caramel.
    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology. Front Endocrinol (Lausanne). 2013; 4: 17. Published online Feb 26, 2013. doi:  10.3389/fendo.2013.00017. http://www.frontiersin.org/Review/ReviewForum.aspx;  http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3581808/ [Medline]
4) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013).
The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Type 2 Diabetes Mellitus Primary Prevention. LifeScienceGlobal February 2013, Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, 2013, 3,  http://www.lifescienceglobal.com/home/cart?view=product&id=376

5) Stagnaro S., West PJ., Hu FB., Manson JE., Willett WC. Diet and Risk of Type 2 Diabetes. N Engl J Med. 2002 Jan 24;346(4):297-298. [Medline]

6) Simone Caramel, Marco Marchionni and Sergio Stagnaro (2014). The Glycocalyx Bedside Evaluation Plays A Central Role in Diagnosing Type 2 Diabetes Mellitus and in its Primary Prevention. Treatment Strategies – Diagnosing Diabetes, Cambridge Research Centre, Volume 6 Issue 1, Pg 41-43. http://viewer.zmags.com/publication/0aafcae9#/0aafcae9/1

7)Sergio Stagnaro and Simone Caramel.    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology. Front Endocrinol (Lausanne). 2013; 4: 17. Published online Feb 26, 2013. doi:  10.3389/fendo.2013.00017. http://www.frontiersin.org/Review/ReviewForum.aspx;  http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3581808/ [Medline]

8) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Quantum Therapy: A New Way in Osteoporosis Primary Prevention and Treatment. Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, (27 June 2012) | doi:10.1038/ejcn.2012.76, http://www.lifescienceglobal.com/pms/index.php/jpans/article/view/297. PMID:22739250  [Medline]

9) Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009.

10) Stagnaro Sergio. Biological System Functional Modification parallels Gene Mutation. www.Nature.com, March 13, 2008, http://blogs.nature.com/nm/spoonful/2008/03/gout_gene.html

11) Sergio Stagnaro (2012). Teoria Microcircolatoria SBQ dell’Aterosclerosi. Evidenza Sperimentale del Ruolo Centrale dei Vasa Vasorum, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics

12) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Quantum Biophysical Semeiotics Microcirculatory Theory of Arteriosclerosis www.sisbq.org, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/ats_qbs__mctheory.pdf

13) Simone Caramel and Sergio Stagnaro. Vascular calcification and Inherited Real Risk of lithiasis. Front. In Encocrin.  3:119. doi: 10.3389/fendo.2012.00119 http://www.frontiersin.org/Bone_Research/10.3389/fendo.2012.00119/full [Medline]

14) Caramel S, Marchionni M, Stagnaro S. (2015). Morinda citrifolia Plays a Central Role in the Primary Prevention of Mitochondrial-dependent Degenerative Disorders. Asian Pac J Cancer Prev. 2015;16(4):1675. [Medline]

15) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Indagine clinica percusso-ascoltatoria delle unità microvascolotessutali della plica ungueale. Acta Med. Medit. 4, 91, 1989.

16) Sergio Stagnaro.   Two Clinical Evidences corroborating Microcirculatory QBS Theory of Atherosclerosis. Lectio Magistralis, IV Meeting of Quantum Biophysical Semeiotics International Society, May 4-5, 2013, Porretta Terme, Bologna, Auditorium, Hotel Santoli. Journal of QBS, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/atherotheory_evidences.pdf    

17) Stagnaro S., Percussione Ascoltata degli Attacchi Ischemici Transitori. Ruolo dei Potenziali Cerebrali Evocati. Min. Med. 76, 1211, 1985 [Medline]

18) Stagnaro S., Auscultatory percussion of the cerebral tumour: Diagnostic importance of the evoked potentials, Biol. Med., 7, 171-175, 1985.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: