Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Archivio per febbraio, 2015

Emicrania: Diagnosi Clinica Semeiotico-Biofisico-Quantistica del Reale Rischio Congenito e Terapia Quantistica. Terzo ed ultimo articolo.

In modo facilmente riproducibile da parte del Medico che conosce almeno il Riflesso gastrico aspecifico, in questo articolo è illustrata la Diagnosi Clinica Semeiotico-Biofisico-Quantistica del Reale Rischio Congenito e la Terapia Quantistica dell’emicrania a partire dalla nascita. Sono riferite inoltre alcune essenziali notizie di Microangiologia Clinica, espresse in forma tecnica per il Medico esperto in questa originale disciplina. Il contenuto dell’articolo è finalizzato a far comprendere che alla base dell'”Explicate Order” della diagnostica SBQ dell’amicrania vi è un “Implicate Order” decisamente raffinato, articolato, affascinante ma anche assai complesso (1).

L’esame obiettivo inizia con la valutazione dei valori parametrici del Riflesso oculo-gastrico aspecifico (pressione di lieve-media intensità sul globo oculare a palpebre abbassate) di entrambi i lati. (1-4).

Nel sano, il riflesso Oculo-gastrico aspecifico è “simmetrico”: il tempo di latenza è di 8 sec. e la durata < 3sec. – 4 sec.<, e mostra valori identici da entrambi i lati.

Al contrario, nel soggetto con Reale Rischio Congenito (RRC) di emicrania, il riflesso è "asimmetrico": il tempo di latenza è ancora normale, cioè 8 sec., bilateralmente ma la durata, dal solo lato del RRC di emicrania, è 4 sec. o maggiore, in relazione alla gravità della sottostante patologia.

L'indagine prosegue con la valutazione successiva dei riflessi parieto-, temporo- e occipito-gastrico aspecifico. Il Medico, durante pressione digitale di media intensità sopra la proiezione cutanea della corteccia cerebrale parietale, valuta i parametri del Riflesso parieto-gastrico aspecifico.

Subito dopo continua con la valutazione parametrica del Riflesso temporo-gastrico aspecifico ed infine con quella del Riflesso occipito-gastrico aspecifico.

Nel sano, tutti e tre i riflessi mostrano un tempo di latenza (8 sec.) ed una durata (< 3sec. – 4 sec.<) fisiologici.

Al contrario, nel soggetto colpito da reale rischio congenito emicranico, ovviamente dal lato della sede del RRC, i tre tempi di latenza sono ancora normali (8 sec.) mentre la durata è patologicamente alterata ( 4 sec. o più) quando sono stimolati i trigger-points parietali del lato colpito e di entrambi quelli occipitali. Nelle circonvoluzioni temporali la situazione anatomo-funzionale è normale.

Dal punto di vista microangiologico clinico, nelle condizioni sperimentali sopra riferite, si osserva attivazione microcircolatoria di tipo II, dissociato, nelle circonvoluzioni parietali sede del rischio ed in entrambe la aree occipitali (= durata della diastole – vasomotility – del cuore periferico, secondo Allegra, 7 sec. (piccole arterie ed arteriole, secondo Hammersen; NN = 6 sec.), finalizzata a mantenere la flow motion normale nei capillari nutrizionali, a riposo (5).

Notevole è il valore diagnostico dei Potenziali Evocati Somato-Sensoriale (PESS) e quelli Visivi (PEV) Semeiotico-Biofisico-Quantistici, che corroborano i dati sopra riferiti (6-8). I PEV ovviamente non permettono la localizzazione del RRC di emicrania (15-17).

A questo punto si procede con la Valutazione dei Glicocalici neuronali nelle varie circonvoluzioni cerebrali, che offre dati di estremo interesse diagnostico e patogenetico, a dimostrazione del ruolo primario svolto nell'attacco emicranicodal la componente neuronale (9-11).

Infine, la Valutazione degli Oppioidi endogeni permette di riconoscere la compromissione significativa della sintesi di queste sostanze (12). Per esempio, la pressione intensa, applicata sopra il ramo mandibolare del trigemino, provoca nel sano la secrezione di oppioidi endogeni tale fa far salire, lontano dai pasti, il periodo di peristalsi gastrica da 18 sec. a 24 sec. o più.

Al contrario, nel soggetto colpito da RRC emicranico l'aumento di questo valore parametrico non è statisticamente significativo.

La Terapia Quantistica, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/tq.pdf, in grado di ristrutturare i centri neuronali malformati eliminando il RRC di Emicrania, è così strutturata:

a) Dieta Mediterranea Modificata (13), esercizio fisico regolare, conservare il peso reale il più possibile vicino a quello ideale, evitare il fumo di sigaretta e altri tossici ambientali;

b) uso di Melatonina (es., Melatonina-Coniugata sec. Di Bella-Ferrari;

c) uso di potenti istangioprotettori, come l'Acqua sulfidrilica Termale, es. Fonte La Puzzola di Porretta Terme, che ho studiato per prima nel 2010, Acqua energizzata col Bicarbonato di Sodio e succo di limone, Carnetina, CoQ10, Bioflavonoidi, Antocianosidi, es., di Mirtillo, Cell-food un potente farmaco mitocondriale,e particolarmente efficace il succo di NONI (14);

d) LLLT, NIR-LED, utili in associazione (es., Ritka), AK-tom, versione più economica del Cem-Tech.

Bibliografia.

1) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

2) Stagnaro Sergio. Diagnosi clinica di cancro cerebrale e del suo reale rischio congenito: segno di Dellepiane. http://www.fceonline.it, 15 Maggio 2008, http://www.fceonline.it/wikimedicina/semeiotica-biofisica/211/1350-diagnosi-clinica-di-cancro-cerebrale-del.html

3) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012) New ways in physical Diagnostics: Brain Sensor Bedside Evaluation. The Gandolfo's Sign. January, 2012. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/bsbe.pdf

4) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Diagnosi precoce dell’invecchiamento cerebrale con la percussione ascoltata. Monitoraggio terapeutico con la Nicergolina. Ricerca Med. 6, 348, 1989.

5) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Allegra’s* Syndrome plays a central Role in bedside clinical Diagnostics. http://www.sisbq.org, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/allegrassyndrome.pdf

6) Stagnaro S., Percussione Ascoltata degli Attacchi Ischemici Transitori. Ruolo dei Potenziali Cerebrali Evocati. Min. Med. 76, 1211, 1985 [MEDLINE]

7) Stagnaro S., Valutazione percusso-ascoltatoria della microcircolazione cerebrale globale e regionale. Atti, XII Congr. Naz. Soc. It. di Microangiologia e Microcircolazione. 13-15 Ottobre, Salerno, e Acta Medit. 145, 163, 1986.

8) Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Il test della Apnea nella Valutazione della Microcircolazione cerebrale in Cefalalgici. Atti, Congr. Naz. Soc. Ita. Microangiologia e Microcircolazione. A cura di C. Allegra. Pg. 457, Roma 10-13 Settembre 1987. Monduzzi Ed. Bologna.

9) Simone Caramel and Sergio Stagnaro The role of glycocalyx in QBS diagnosis of Di Bella’s Oncological Terrain – http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/oncological_glycocalyx2011.pdf

10) Simone Caramel and Sergio Stagnaro Quantum Biophysical Semeiotics of Oncological Inherited Real Risk of Myelopathy: The diagnostic role of glycocalyx. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/qbs_myelopathy_glycocalyx_english.pdf

11) Sergio Stagnaro. Glycocalix Quantum-Biophysical-Semeiotic Evaluation plays a Central Role in Demonstration of Water Memory-Information. http://www.sisbq.org. 19 July, 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/wmi_glycocalyx.pdf

12) Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Valutazione percusso-ascoltatoria del sistema degli oppioidi endogeni nei pazienti cefalalgici. Contributo alla definizione della costituzione emicranica. Epat. 33, 35,1987.

13) Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. The Role of ‘Modified Mediterranean Diet’ and Quantum Therapy In Alzheimer’s Disease Primary Prevention. Letter to the Editor, The Journal of Nutrition, Health & Aging, Volume 18, Number 1, 2014, Springer Ed. http://link.springer.com/article/10.1007/s12603-013-0435-7 [MEDLINE].

14) Marchionni M., Caramel S., Stagnaro S. Morinda citrifolia plays a central role in the primary prevention of mitochondrial-dependent degenerative disorders. Asian Pacific Journal of Cancer Prevention. Vol. 16, 2015. (In press)

15) Stagnaro S., Percussione Ascoltata degli Attacchi Ischemici Transitori. Ruolo dei Potenziali Cerebrali Evocati. Min. Med. 76, 1211, 1985 [MEDLINE]

16) Stagnaro-Neri M. Stagnaro S., Diagnosi percusso-ascoltatoria e monitoraggio terapeutico della sindrome Magnesio-carenziale. Gazz. Med. It. – Arch. Sc. Med. 147, 259, 1988

17) Stagnaro S., Stagnaro-Neri M. Percussione Ascoltata della Sindrome Ferro-Carenziale. Med. Praxis 17, 4, 1, 1986.

Annunci

Emicrania: Diagnosi Clinica e Terapia Quantistica. La Microcircolazione Cerebrale Globale e Regionale. Secondo articolo

In questo secondo articolo della serie dedicata alla Diagnosi Clinica e Terapia Quantistica dell’Emicrania è illustrata brevemente la Microcircolazione Cerebrale, sia globale sia regionale, valutata clinicamente con la Semeiotica Biofisica Quantistica, descritta nei dettagli in precedenti articoli a partire da 30 anni or sono (1-3), http://www.semeioticabiofisica.it, Microangiologia. Si tratta di conoscenze essenziali per poter comprendere la patogenesi del Reale Rischio Congenito di Emicrania, la sua natura, l’insorgenza della sintomatologia emicranica caratteristica e infine la guarigione con la Terapia Quantistica.

Negli ultimi tre decenni le funzioni superiori del cervello umano sono studiate, in modo sempre più vasto, con la misurazione del metabolismo e del flusso ematico cerebrale regionale (2). Infatti, sotto molti aspetti, la quantificazione della flow-motion è più ricca di informazioni, quindi più vantaggiosa, dell’indagine elettrofisiologica (5). La diffusione di queste metodiche è dovuto al fatto che flusso ematico cerebrale e captazione di O2 sono direttamente correlati alla attività dei neuroni cerebrali, evento corroborato clinicamente dalla Teoria dell’Angiobiopatia (6-10 ), mentre meno netto è il rapporto tra attività neuronale e i parametri elettrofisiologici dell’EEG e dei Poteziali Cerebrali Evocati, passibili di indagine clinica, affidabile e raffinata, a partire dagli anni ’80 (1).

Studiare ed applicare ad artem la Percussione Ascoltata degli ureteri, terzo superiore, medio e inferiore, indispensabile per valutare in modo preciso ed elegante le loro fluttuazioni – dinamica dei riflessi ureterali – che informano sulla vasomotility, sulla vasomotion e sull’interstiziomotility (13) non è una impresa facile, anche se gratificante ed assai utili nella pratica quotidiana del Medico. Pertanto, a partire dagli anni ’80, ho messo a punto un metodo clinico più facile, anche se affidabile, per lo studio del microcircolo e della microcircolazione, non solo cerebrale, che richiede la conoscenza del Riflesso gastrico aspecifico, illustrata in modo efficace, dal punto di vista didattico, nel Manuale di Caramel Simone (14). Infatti, l’accurata valutazione dei vari parametri di questo riflesso, provocato dalla pressione di media intensità sopra i trigger-points cerebrali informa sul modo di essere e funzionare della locale microcircolazione e indirettamente dei correlati neuroni, secondo la Teoria dell’Angiobiopatia (6-10).

Per esempio, nel sano a riposo, l’area frontale e pre-frontale è irrorata maggiormente delle aree cerebrali parietali, temporali e occipitali (2): la pressione digitale di media intensità, applicata sopra la fronte provoca il riflesso gastrico aspecifico dopo un tempo di latenza fisiologico di 8 sec. la cui durata in media è appena superiore ai 3 sec. (NN: < 3 sec. – 4 sec. <): la Durata del riflesso, correlato col tempo necessario ad eliminare l'acidosi istangica provocata dalla stimolazione, e quindi espressione della Riserva Funzionale Microcircolatoria, RFM, è validissima.

Al contrario, se la pressione digitale è esercitata sopra la proiezione cutanea delle altre regioni cerebrali, ricordate sopra, il tempo di latenza è identico, 8 sec., ma la durata del riflesso oscilla tra 3,5 sec. e meno di 4 sec., che sono valori fisiologici.

Infatti, dal punto di vista microangiologico-clinico, a riposo, solo nelle aree frontali e pre-frontali la diastole del "cuore periferico", secondo Allegra, cioè piccole arterie ed arteriole nella terminologia di Hammersen, dura 7 sec. (NN = 6 sec.), rivelando una lieve attivazione microcircolatoria associata, di Tipo I (15).

La possibilità dell'attivazione microcircolatoria nelle aree pre e post-rolandiche e nella corteccia cerebrale ha reso possibile la valutazione clinica dei Potenziali Cerebrali Evocati somato-sensoriali e visivi, che nella sede del RRC di emicrania mostrano un significativo rallentamento ed una ridotta intensità, dato diagnostico importante (1, 11, 12).

Ai fini della diagnosi, diagnosi differenziale e del monitoraggio terapeutico del RRC di emicrania è indispensabile saper riconoscere il modo di essere e di funzionare della microcircolazione nell'area pre- e post-rolandica e nella corteccia occipitale, dove, nella sede del rischio emicranico, esiste attivazione microcircolatoria dissociata di Tipo II, sebbene di differente gravità: l'aumentata attività della vasomotility permette a riposo lo svolgimento delle normale vasomotion (durata della dilatazione dei capillari e venule post-capillari = terzo inferiore ureterale), cioè l'ossigenazione istangica a valle. Mentre il Tempo di Latenza del riflesso gastrico aspecifico valutato in questa sede risulta ancora normale (NN = 8 sec.), la durata del riflesso oscilla tra 4 sec. e 6 sec., espressione dell'attivazione microcircolatoria dissociata, di Tipo II.

Bibliografia.

1) Stagnaro S., Percussione Ascoltata degli Attacchi Ischemici Transitori. Ruolo dei Potenziali Cerebrali Evocati. Min. Med. 76, 1211, 1985 [MEDLINE]

2) Stagnaro S., Valutazione percusso-ascoltatoria della microcircolazione cerebrale globale e regionale. Atti, XII Congr. Naz. Soc. It. di Microangiologia e Microcircolazione. 13-15 Ottobre, Salerno, e Acta Medit. 145, 163, 1986.

3) Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Il test della Apnea nella Valutazione della Microcircolazione cerebrale in Cefalalgici. Atti, Congr. Naz. Soc. Ita. Microangiologia e Microcircolazione. A cura di C. Allegra. Pg. 457, Roma 10-13 Settembre 1987. Monduzzi Ed. Bologna.

4) Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Valutazione percusso-ascoltatoria del sistema degli oppioidi endogeni nei pazienti cefalalgici. Contributo alla definizione della costituzione emicranica. Epat. 33, 35,1987.

5) Ingvar D.H. Measurement of regional cerebral blood-flowand metabolism. Microcirculation and Vascular Diseases. Advances in Diagnosis and Therapy. Proceedings of Congress Munich. Ed. Messmer, pag. 177. Nov. 28, 1980.

6 ) Stagnaro Sergio. Semeiotica Biofisica Quantistica: La Teoria dell’Angiobiopatia. http://www.fcenews.it, http://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1451&Itemid=47

7) Stagnaro Sergio. Quantum Biophysical Semeiotics: The Theory of Angiobiopathy. http://sciphu.com/, 11 May, 2009. and http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/

8) Sergio Stagnaro. Angiobiopatia: Krogh Aveva Ragione ! http://www.fcenews.it, 21 gennaio, 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/krogh.pdf e alla URL http://www.mednat.org/krogh.pdf

9) Sergio Stagnaro. CAD Inherited Real Risk: Nosography and Therapy. The Concept of Angiobiopathy. February, 2010. http://www.docstoc.com. http://www.docstoc.com/docs/27177703/CAD-Inherited-Real-Risk-Nosography-and-Therapy

10) Stagnaro Sergio. Teoria Patogenetica Unificata, 2006, Ed. Travel Factory, Roma. http://www.travelfactory.it

11) Stagnaro-Neri M. Stagnaro S., Diagnosi percusso-ascoltatoria e monitoraggio terapeutico della sindrome Magnesio-carenziale. Gazz. Med. It. – Arch. Sc. Med. 147, 259, 1988

12) Stagnaro S., Stagnaro-Neri M. Percussione Ascoltata della Sindrome Ferro-Carenziale. Med. Praxis 17, 4, 1, 1986.

13) Sergio Stagnaro (2015). LA VALUTAZIONE SEMEIOTICO-BIOFISICA-QUANTISTICA DELL'INTERSTIZIO. L’AMILOIDE INSULARE NELLA DIAGNOSI DEL DIABETE MELLITO TIPO I. http://www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/amiloidesbq.pdf

14) Caramel Simone.Percussione Ascoltata dello Stomaco, secondo Stagnaro. Riflesso-Diagnostica Perscusso-Ascoltatoria. Il Riflesso Gastrico Aspecifico. Manuale Tecnico-Pratico, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/cardiogarap_manuale_it.pdf

15) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Allegra’s* Syndrome plays a central Role in bedside clinical Diagnostics. http://www.sisbq.org, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/allegrassyndrome.pdf

16) Simone Caramel and Sergio Stagnaro The role of glycocalyx in QBS diagnosis of Di Bella’s Oncological Terrain – http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/oncological_glycocalyx2011.pdf

17) Simone Caramel and Sergio Stagnaro Quantum Biophysical Semeiotics of Oncological Inherited Real Risk of Myelopathy: The diagnostic role of glycocalyx. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/qbs_myelopathy_glycocalyx_english.pdf

18) Sergio Stagnaro. Glycocalix Quantum-Biophysical-Semeiotic Evaluation plays a Central Role in Demonstration of Water Memory-Information. http://www.sisbq.org. 19 July, 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/wmi_glycocalyx.pdf

Il Reale Rischio Congenito di Emicrania, Dipendente dalla Costituzione Cefalagica. Diagnosi e Terapia. Articolo introduttivo.

Dedicandovi alcuni articoli divulgativi che sanno pubblicati in questo blog, intendo illustrare la Diagnosi del Reale Rischio Congenito dell’Emicrania, Dipendente dalla Costituzione Cefalalgica, e la Terapia Quantistica che lo elimina in modo semplice e non affatto costoso.
Certamente qualsiasi lettore potrà concettualizzare gli aspetti teorici dei progressi della Semeiotica Biofisica Quantistica (SBQ)che saranno illustrati. Tuttavia, è facile comprendere che soltanto Medici, sufficientemente esperti nella originale disciplina, possono ripetere sui loro pazienti quanto leggeranno negli articoli.
In questo primo lavoro desidero descrivere, utile dal punto di vista diagnostico, la necessaria, inevitabile predisposizione all’emicrania, una forma particolare di cefalea primaria, e la possibilità di riconoscerla con un fonendoscopio, mediante le anomalie funzionali di aree cerebrali interessate e ben delimitate, sempre presenti. Infatti, una mutazione genetica per essere significativa deve necessariamente provocare alterazioni funzionali biologiche, oggi riconosciute con un fonendoscopio, grazie alla SBQ (1).
Pensiamo alla natura dell’associazione, ancora da chiarire nonostante la vasta letteratura sull’argomento, esistente tra Foro Ovale Pervio (FOP) e l’emicrania! (2,3).
Mi chiedo come si possa continuare a pensare che l’emicrania associata al FOP sia da attribuire al passaggio, da destra a sinistra nel circolo cardiaco, di sostanze varie – citochine, serotonina, cataboliti dell’Ac. Arachidonico, NO radicalico, etc. – saltando il polmone, dove vengono normalmente catabolizzate.
Sei numerosi substrati sopra citati, attivi sui macro- e micro-vasi cerebrali, fossero la reale causa dell’emicrania, allora perché, arrivati questi “vasodilatatori” a tutti i distretti arteriosi cerebrali, nei singoli pazienti sono sempre e soltanto colpiti determinati, circoscritti settori del cervello?
E’ evidente invece che esistono, in ben definite arre della corteccia cerebrale vasi ed unità microvascolotessutali particolarmente “vulnerabili” (Vulnerabilità → Aura → Emicrania), a causa di mutazioni genetiche che la madre trasmette alla prole mediante mitocondri funzionalmente alterati. La ben definita localizzazione delle alterazioni, cioè il Reale Rischio Congenito di Emicrania (RRCE), si spiega col fenomeno della Eteroplasmia Mitocondriale, intra- ed inter-cellulare (3- 10). In realtà, le madri dei pazienti emicranici sono “TUTTE” positive RRCE, magari in forma lieve, tale da non provocare attacchi emicranici nel 100% dei casi.
In poche parole, esiste la Costituzione Cefalalgica (4 – 6), alla base delle note forme di cefalea, inclusa l’emicrania, forma di cefalea primaria, di cui il 90% è senza aura.
Per comprendere il RRCE teniamo presente la nota fenomenlogia clinica classica, in particolare i movimenti muscolari che aggravano il dolore e la fotofobia, perché suggeriscono un interessamento delle aree parietali ed occipitali dove è sempre osservabile una alterazione caratteristica.
Esula, al momento, dai miei interessi illustrare il personale punto di vista sulla patogenesi dell’emicrania: vascolare o neuronale? La domanda, comunque, mi sembra mal posta. Le alterazione microcircolatorie sono sempre presenti (4), come pure le alterazioni neuronali (5) e il fatto , inconfutabile, già riferito a partire dal 1987, è spiegato con la Teoria dell’Angiobiopatia, che completa la Teoria dell’Angiobiotopia di Tischendorf (11-15).

to be continued.

Bibliografia
1) Stagnaro Sergio. Biological System Functional Modification parallels Gene Mutation. http://www.Nature.com, March 13, 2008, http://blogs.nature.com/nm/spoonful/2008/03/gout_gene.html
2) Percutaneous closure of patent foramen ovale for recurrent migraine
Issued: December 2010. NICE interventional procedure guidance 370
guidance.nice.org.uk/ipg370, http://www.nice.org.uk/guidance/ipg370/resources/guidance-percutaneous-closure-of-patent-foramen-ovale-for-recurrent-migraine-pdf
3) ) Todd J. Schwedt, MD. Migraine with aura is more prevalent in the presence of PFO. http://www.americanheadachesociety.org/assets/1/7/Schwedt.pdf
4)Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Il test della Apnea nella Valutazione della Microcircolazione cerebrale in Cefalalgici. Atti, Congr. Naz. Soc. Ita. Microangiologia e Microcircolazione. A cura di C. Allegra. Pg. 457, Roma 10-13 Settembre 1987. Monduzzi Ed. Bologna.
5) Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Valutazione percusso-ascoltatoria del sistema degli oppioidi endogeni nei pazienti cefalalgici. Contributo alla definizione della costituzione emicranica. Epat. 33, 35,1987.
6) Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Le Costituzioni Semeiotico-Biofisiche.Strumento clinico fondamentale per la prevenzione primaria e la definizione della Single Patient Based Medicine. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/libro_costituzionisemeiotiche.htm
7) . Sergio Stagnaro. A fundamental bias of the research: Overlooking Congenital Acidosic Enzyme-Metabolic Histangiopaty-Dependent Brain Inherited Real Risk. Journal of Neurology, Neurosurgery & Psychiatry with practical Neurology, 5 May, 2009. http://jnnp.bmj.com/content/80/11/1206/reply
8)Sergio Stagnaro, Marco Marchionni, Simone Caramel (2014). Early recognition of high risk patients using Biophysical Semeiotics Tests. Neurology, Published October 2, 2014, http://www.neurology.org/content/83/9/776/reply#neurology_el_61750
9) Stagnaro et al. Early recognition of high risk patients using Biophysical Semeiotics Tests. Letter. Neurology (in press.)
10) Stagnaro S., Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica. Gazz Med. It. – Asch. Sci, Med. 144, 423, 1985.
11) Stagnaro Sergio. Semeiotica Biofisica Quantistica: La Teoria dell’Angiobiopatia. http://www.fcenews.it, http://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1451&Itemid=47
12) Stagnaro Sergio. Quantum Biophysical Semeiotics: The Theory of Angiobiopathy. http://sciphu.com/, 11 May, 2009. and http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/
13) Sergio Stagnaro. Angiobiopatia: Krogh Aveva Ragione ! http://www.fcenews.it, 21 gennaio, 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/krogh.pdf e alla URL http://www.mednat.org/krogh.pdf
14) Sergio Stagnaro. CAD Inherited Real Risk: Nosography and Therapy. The Concept of Angiobiopathy. February, 2010. http://www.docstoc.com. http://www.docstoc.com/docs/27177703/CAD-Inherited-Real-Risk-Nosography-and-Therapy
15) Stagnaro Sergio. Teoria Patogenetica Unificata, 2006, Ed. Travel Factory, Roma. http://www.travelfactory.it

Lettera Aperta al Direttore de La Repubblica per confutare le affermazioni del Prof. Umberto Veronesi contenute nella Lettera sul caso Emma Bonino.

Egr. Direttore,

La Repubblica,

in questa Lettera Aperta scritta per confutare il contenuto della lettere del Prof Umberto Veronesi pubblicata su La Repubblica http://www.repubblica.it/salute/2015/02/17/news/umberto_veronesi_non_pazienti_ma_persone_la_battaglia_civile_di_emma_nel_nome_di_tutti_i_malati-107528751/
sono riferite conoscenze scientifiche taciute ancora una volta dall’illustre Oncologo, al quale le segnalai direttamente in numerose occasioni, sempre inascoltato.

Nella lettera citata sopra, il Prof. Umberto Veronesi scrive tra l’altro: “Ognuno, se vuole, si può identificare in questa donna, che nell’intervista emerge come persona che lucidamente affronta un’avversità particolarmente difficile della vita”.

Ammiro da sempre Emma Bonino per la sua onestà intellettuale, la coerenza delle sue idee e per la forza mostrata da sempre nel diffondere e difendere la sua Weltanschauung. Tuttavia, mi suona incredibile che Emma Bonino non abbia mai sentito parlare del Reale Rischio Congenito di Cancro, Dipendente dal Terreno Oncologico, diagnosticato dalla nascita con un fonendoscopio ed eliminato con la non costosa Terapia Quantistica. Ammirare chi affronta con animo forte una grave malattia non contraddice il rammarico per il mancato aggiornamento della paziente, che purtroppo ha conosciuto soltanto Medici e Oncologi che ignorano, per usare un eufemismo, i progressi compiuti negli ultimi 60 anni dalla semeiotica fisica.

Prosegue il Prof. Umberto Veronesi con un candore mozza-fiato: “Sono tanti quelli che lottano con coraggio ed Emma li rappresenta nei confronti di una società spesso ignara, o disinteressata ai sofferenti”.

Il cancro è una epidemia in aumento nonostante le centinaia di peer-reviews specializzate e le migliaia di articoli scritti dai luminari dell’Oncologia, che – sul piano della prevenzione – conoscono soltanto il riduttivo, costoso, inutile screening (quando il cancro è in atto, le metastasi sono spesso presenti!) e non vogliono seguire la strada della Prevenzione Pre-Primaria, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html, e Primaria nella lotta al tumore maligno, ben diversa dalla terapia fallimentare, da loro praticata. Una simile prevenzione primaria dovrebbe essere attuata in tutti i familiari, della linea materna, dei pazienti affetti da cancro!

Ignari e disinteressati ai sofferenti, non solo ai malati di tumore, sono molti, troppi, nel nostro Paese. Penso a quanti professori sono autorizzati a preparare gli argomenti da insegnare nelle Facoltà di Medicina, penso ai professori che conoscono lo screening ma non possono utilizzare la Prevenzione Pre-Primaria e Primaria, penso agli assessori regionali, provinciali e comunali che sono impegnati nell’acquisto di defibrillatori, ma ignorano il Segno di Caotino, che permetterebbe ai Medici di MG di riconoscere dalla nascita il Reale Rischio Congenito di CAD in pochi secondi ed eliminarlo definitivamente senza spesa per il SSN.

Ed ecco, veramente preoccupante, la successiva affermazione del Prof. Umberto Veronesi: “La sua scelta (di Emma Bonino. N.d.R.!) è stata di razionalizzare. Il pensiero che mi ha trasmesso quando ci siamo parlati qualche settimana fa è stato: voglio sapere tutto della mia malattia, voglio sapere quale presente mi aspetta e anche quale futuro, per duro che ti possa apparire. Non voglio desistere dalla mia capacità di pensare, perché io sono quella di prima, quella di sempre”.

Se Emma Bonino avesse voluto veramente sapere tutto del cancro, incluso il Segno di Musella che permette al Medico di riconoscere col comune fonendoscopio, il Reale Rischio Congenito di Cancro Polmonare a partire dalla nascita ed eliminarlo con non costosa Terapia Quantistica, avrebbe dovuto farlo molto tempo prima, con animo aperto al nuovo della Medicina, cioè parlando anche con Medici che praticano la Medicina Basata sul Singolo Paziente.

Il cancro è presente “in potenza” alla nascita: che senso avrebbe l’apologia della Genetica Molecolare?. Se è riconosciuto con un comune fonendoscopio, auspicabilmente nei primi tre decenni di vita, il Reale Rischio Congenito di cancro, localizzato in un ben preciso punto di un sistema biologico, o più, viene eliminato completamente con la non costosa Terapia Quantistica, impedendone l’insorgenza.

“Anche parlare di cancro è impopolare”, afferma gratuitamente il Prof. Umberto Veronesi.

Questa affermazione non è vera ma decisamente provocatoria. Gli oncologi, i professori e le competenti Autorità Sanitarie, e gli addetti all’informazione medica, sanno perfettamente che “impopolare” è parlare di Prevenzione Pre-Primaria e Primaria del cancro, resa possibile dalla scoperta nel 2003 del Reale Rischio Congenito di Cancro, Dipendente dal Terreno Oncologico.

Ed infine la solita affermazione retorica sull’eutanasia, argomento caro al Prof. Umberto Veronesi: “Eliminiamo allora la parola “paziente”, che ci ricorda qualcuno che subisce in silenzio (Forse se è un paziente del Prof. Veronesi? NdR!), e parliamo di donne e uomini con un progetto di vita e un progetto di fine vita. Ce lo rammenta anche la Bonino: nell’era dell’autodeterminazione, in cui la persona sceglie se e come curarsi e come vivere la sua malattia, deve esistere anche il diritto di scegliere come morire”.

Numerosissimi casi di eutanasia non esisterebbero se fosse possibile nelle nostre Facoltà di Medicina l’insegnamento della Prevenzione Pre-Primaria, secondo la Manuel’s Story, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html, e Primaria.

Quando un “paziente”, come chi scrive, sofferente per esiti di IMA “improvviso e imprevisto”, è colpito da CVD, T2DM e Cancro diventa un malato cronico, inguaribile, Medico e Medicine-, Laboratorio e Dipartimento delle Immagini-Dipendente per tutta la vita.

Per comprendere il senso ed il significato della mia critica costruttiva, in un improbabile pubblico confronto col Prof. U. Veronesi documentata da una vasta ed autorevole Letteratura, è sufficiente leggere la Lettera Aperta da me scritta due anni or sono al celebre Oncologo, che comprensibilmente non ha ancora risposto: Lettera Aperta al Prof. Umberto Veronesi. Dieci Domande: Secondo lei, Prof. Umberto Veronesi, esiste ….. ?, in rete alla URL

https://sergiostagnaro.wordpress.com/2012/05/14/lettera-aperta-al-prof-umberto-veronesi-dieci-domande-secondo-lei-prof-umberto-veronesi-esiste/

La presente Lettera Aperta è una ottima occasione per inviarmi una risposta.

Distinti saluti

Dr Sergio Stagnaro

Riva Trigoso – Genova –

http://www.sisbq.org

http://www.semeioticabiofisica.it

Quale Sostanza connette Dio con San Valentino, l’Amore, la Biologia Molecolare, lo Schizofrenico e tutto questo con me

San Valentino è la festa degli Innamorati e quindi anche di chi è innamorato della Medicina Basata sul Singolo Paziente.

Quando ero un bambino pensavo, ragionavo e mi comportavo da bambino. Poi sono cresciuto e ho dimesso le cose da bambino. Allora accarezzano i bambini, sorridevo loro, li stringevo tra le braccia e li baciavo, felice per il sorriso del loro volto, il sorriso stesso del primo giorno della creazione.

Oggi, invece, quando vedo un bambino mi chiedo da quali Costituzioni è colpito e da quali Reali Rischi Congeniti è affetto. Poi dico a me stesso: “Se non elimino le Spade di Damocle sospese sulla sua testa, divento un complice di coloro che, al di qua e al di là del Tevere, nulla fanno per fermare la Strage degli Innocenti, comportandosi da untori-suicidi-omicidi, corroborando la definizione di Era dei Lumi Spenti”.

Nel 1955, durante il mio ultimo anno di studio della Medicina all’Università di Genova-San Martino, chiesi al Dio di Abramo, Giosuè e Giacobbe, come fosse possibile che Lui, Amore e Giustizia, avesse riservato le splendide bellezze della Biologia Molecolare soltanto a pochi prediletti, ospiti di celebri Laboratori, precludendole ai piccoli, noi Medici di MG.

Ben presto trovai la risposta: gli uomini non avevano ancora compreso che esisteva senza alcun dubbio la possibilità di valutare in modo affidabile, sebbene indiretto, gli eventi biologico-molecolari usando un comune fonendoscopio, ma consideravano una simile scoperta non realizzabile. Poi, come dice Einstein, è arrivato uno sprovveduto che non lo sapeva e ha fatto la scoperta.

Grazie alla Semeiotica Biofisica Quantistica e alla Microangiologia Clinica è possibile, semplice e rapido valutare quantitativamente gli eventi biologico-molecolari di qualsiasi cellula, in modo indiretto ma certamente affidabile.

Recentemente, a Borgaro Torinese in un Convegno Internazionale organizzato presso l’Auditorium dell’Hotel Atlantic in modo esemplare dall’amica Rosanna Aronne, Amore-Universo http://amoreuniverso.it/it, ho spiegato come valutare con un fonendoscopio la produzione insulinica nelle cellule Beta-insulari e la sensibilità dei recettori dell’insulina negli organi bersaglio.

L’attività di una cellula si svolge in due tempi successivi, cioè in modo bifasico. Nella prima fase, col sopraggiungere dell’onda di depolarizzazione si aprono nei tubuli traversi i recettori del Ca++, di tipo didropiridinico, notoriamente di due tipi, voltaggio dipendenti. Una modesta quantità di questo jone penetra nella cellula in un sito citoplasmatico contrapposto ai canali rianodinici del Ca++, situati nella membrana del RE.

Il calcio – liberato dalle proteine Ca-sequestrine e reticoline – esce dal RE perché il canale Sarc, dipendente dal fosfolambano, al momento è inattivo per la mancata fosforilazione del suo regolatore.

Conseguenza dell’accumulo di Ca – fenomeno noto come Calcium Sparkling, “scintilla del calcio” – questo jone da un lato penetra mel mitocondro, stimolando la fosforilazione ossidativi e quindi la produzione di ATP, che sarà consumato nella seconda fase dell’attività cellulare, e dall’altro lato mette in moto i fenomeni di contrazione tubulari, che espellono le vescicole contenenti insulina.

Il massimo consumo di ATP avviene infatti nella seconda fase dell’attività cellulare, finalizzato ad espellere il Ca dalla cellula verso l’interstizio ma soprattutto verso il RE attraverso i recettori Sarc attivati ora dal fosfolambano attivo perché fosforilato. Per evitare l’aumento della pressione osmotica il Ca vienelegato dalle proteine nominate sopra, permettendo cos’ altro ingresso dello jone nel RE,

Il Ca mitocondriale, il cui livello oscilla nelle condizioni normali, è eliminato mediante l’apertura dei Pori di Transizione Mitocodriali, per impedire che l’eccessivo accumulo dello jone causi lo stress del RE e quindi la morte del mitocondrio ed infine l’apoptosi cellulare,

Come, dunque, può il Medico, che dispone soltanto di un semplice fonendoscopio, riconoscere il fisiologico svolgimento di questi eventi biologico-molecolari?

Il normale funzionamento dei mitocondri, da cui dipende non solo il fisiologico livello di energia libera endocellulare, indispensabile alla vita cellulare, è anche alla base della sintesi dei Fe/S-clusters, del metabolismo del ferro, della sintesi di biotina e altre proteine e della formazione di Proteine Fe/S – combinazione dei Fe/S-clusters con rispettive Apo-Proteine – sintesi finalizzata alla riparazione e alla nuova formazione del nDNA, senza dimenticare che, attraverso la proteina RTL-1, i Fe/S-clusters controllano la normale lunghezza dei telomeri.

Oggi il medico può valutare al letto del malato il livello di Energia libera istangica, la normale struttura e funzione delle membrane cellulari e dei glicocalici, nonché il modo di essere e di funzionare dell’Istangio di Comel: www.sisbq.org e www.semeioticabiofisica.it

In conclusione, il Medico che conosce la Semeiotica Biofisica Quantistica è in grado di esprimere giudizi sulla vita biologica di tutti i tessuti, con favorevoli ripercussione sulla Diagnosi, Diagnosi differenziale, Monitoraggio terapeutico e sulla Ricerca Clinica.

Papa Francesco, fare il bene nell’Era dei Lumi Spenti è più difficile che spiegare cos’è l’Attrattore strano a mio nipote Luigino.

Nella Home Page della Bibbia dell’Informazione Medica mondiale, il New England Journal of Medicine, è scritto che Death Takes a Weekend, nel numero di January 29, 2015 | P. Klass [31,323 views] è stato l’articolo più letto nella scorsa settimana.
Di seguito potete leggere il mio commento, accettato e messo in rete:
http://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMp1413363#t=comments
SERGIO STAGNARO, MD | Physician – DIABETES | Disclosure: None
RIVA TRIGOSO Italy. January 29, 2015:
Psychological terrorism, the worst hospital event, not only in the weekend.
Psychological terrorism, caused by ignorance of the Constitution-Dependent Inherited Real Risks, is not only the worst and new epidemic disorder, typical of the weekend in a hospital. When the doctor requires oncological bio-markers for patients , especially if elderly, not involved by Oncological Terrain, waiting several days before they, and their relatives, too, could know the results, this is psychological terrorism. For instance, in case of a nodular lesion in a biological system, having to wait some days for the results of a flurry of investigations, when knowing the really different local microcirculation in benign or malignant tumor, as well as the very different interstitial structure, that allow doctor to make the differential diagnosis in about 10 seconds with a stethoscope, this is psychological terrorism.
La premessa vuole sottolineare il desolante fatto che in Italia le Costituzioni Semeiotico-Biofisico-Quantistiche e i relativi Reali Rischi Congeniti , diagnosticabili con un fonendoscopio ed eliminati con semplice e non costosa terapia (sic!), sono ignorati dalle cosiddette autorità competenti, in primis dalla On. Beatrice Lorenzin, Ministro della Salute, per non parlare della quasi totalità dei miei Colleghi.

In questo caso ignorare è sinonimo di rifiutare i benefici della Terapia Quantistica.
Ricevere una risposta gentile da grandi nomi della Medicina – e non solo della Medicina – è una gratificazione che ogni volta mi colpisce fino alla commozione. Non posso non ricordare che uno di loro, molto saggiamente, ha suggerito la Terapia Quantistica, nella forma ridotta di acqua energizzata, ai suoi simpatici Collaboratori, in due casi almeno salvando loro la vita. Non vi è alcun dubbio che lavorare con simili Maestri è una esperienza irripetibile e indimenticabile.
Fondatore della Diagnostica Psicocinetica e Medico per passione dal 1956, recentemente ho scritto ad una Onorevole –  i media scrivono sia  votatissima –  per fare il bene sia a lei sia ad un suo molto onorevole amico, col quale io, Medico della ASL 4 Chiavarese in Pensione dal 2000, non so come poter comunicare. Dal momento che non mi ha risposto, nemmeno per educazione, con una seconda mail le ho chiesto scusa per il disturbo arrecatole! (Conservo le mail!).
Di  queste tristi vicende, il peggio – motivo della mia sofferenza – è che, a differenza di altri che non mi rispondono, l’On., fino ad oggi 5 gennaio 2015, non ha iniziato la terapia, come fanno molti destinatari che non mi rispondono ma silenziosamente si curano: Sergio Stagnaro. Semeiotica Biofisica Quantistica. Diagnostica Psicocinetica. E-book in rete nel sito www.sisbq.org; http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dp_libro.pdf (Il download è gratuito!).
Purtroppo non si tratta di un caso isolato.

Ho tentato di suggerire la Terapia Quantistica, magari nella sua forma più semplice di acqua energizzata, naturalmente da monitorare accuratamente, a parecchi personaggi di ogni stato sociale, evidentemente più belli che intelligenti. Nove volte su dieci non mi hanno degnato di risposta, nonostante abbia rivelato la mia età e le mie condizioni di salute per evitare fraintendimenti da coscienze non empedoclee!

Niente da fare: preferiscono vivere la Spada di Damocle sulla loro testa piuttosto di allontanarla dalla pericolosa posizione. Questione, forse, di adrenalina…
Colpito da esiti di IMA e fibrillante,  offro gratuitamente il mio aiuto a chi nemmeno conosco, sperando di essere compensato dall’ineffabile gioia di vedere cancellati i reali rischi congeniti di cardiovascolopatia, diabete mellito, cancro, epilessia, eccetera, e  sempre suggerisco di estendere la Terapia Quantistica  specialmente ai familiari della linea materna, a parenti ed amici. Niente da fare; sono troppi oggi gli untori dal comportamento suicida-omicida, che mi privano della soddisfazione di vedere realizzata la mia missione in questa inquinata valle di lacrime, dove non ti permettono fi far il bene.
Papa Francesco ha affermato: «Tutti abbiamo il dovere di fare il bene. E così si crea la cultura dell’incontro» (Avvenire, 05 febbraio 2015, Sant’ Agata).

Caro Francesco,  fare il bene oggi è più difficile che spiegare a mio nipote Luigino, 7 aa.,  sebbene intelligentissimo, cos’è l’Attrattore strano.
Devo ammettere onestamente, che la mia definizione di Era dei Lumi Spenti, non ha finora  subito  un solo tentativo di falsificazione.

Diagnosi Clinica di Diabete Mellito tipo 2 in 20 secondi col Test della Melatonina endogena.

A mio parere, l’impossibilità di realizzare su vasta scala la Prevenzione Clinica Pre-Primaria e Primaria, del DMT2 è la causa principale della presente epidemia diabetica in continuo aumento.

Infatti, la conoscenza precisa delle Costituzioni Diabetica e Dislipidemica rappresenta la conditio sine qua non di una efficace lotta al DMT2. Ovviamente, per realizzare questa epocale lotta al DMT2 mediante la Prevenzione Pre-Primaria e Primaria è la disponibilità di una terapia medica non costosa, com’è la Terapia Quantistica, in grado di eliminare la predisposizione diabetica, www.sisbq.org,   http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/tq.pdf

La melatonina, principalmente secreta dall’epifisi, notoriamente svolge una funzione trofica sulle beta-cellule e di stimolo alla secrezione insulinica, attraverso i recettori MT-1 e MT-2 (1-5).

Ricerche cliniche, da me condotte per un lungo periodo di tempo, hanno corroborato le molteplici azioni della melatonina, svolte non solo in oncologia, trasformando il Terreno Oncologico nella sua variante “residua” (Green Therapy), ma anche in altre patologie, come l’Osteoporosi, precisandone i meccanismi d’azione, dei quali numerosi prima sconosciuti (8-16).

Di seguito è illustrato un semplice metodo clinico, di rapida esecuzione – 20 sec. – che permette di riconoscere la presenza del DMT2 a partire dal primo dei suoi Cinque Stadi (11).

Nel sano, la chiusura degli occhi provoca simultaneamente attivazione microcircolatoria di tipo I, associato, delle Isole pancreatiche di Langherans, dove fluisce la maggior quantità di sangue della ghiandola (ca. 80%). Ne consegue abbassamento rapido e intenso (3 cm. o più) del margine inferiore del pancreas per la durata esatta di 20 sec. Infatti, simultaneamente alla chiusura degli occhi, l’attivazione avviene soprattutto nel corpo pancreatico, sede della maggiore produzione insulinica, e non nella testa e coda del pancreas, assai meno ricche di Isole di Langherans!

Al contrario, a partire dalla Costituzione Diabetica e dal Reale Rischio Congenito Diabetico, i valori parametrici, sopra riferiti, sono significativamente alterati, in relazione allo stadio della sottostane patologia: l’abbassamento del margine inferiore del pancreas avviene lentamente e meno intensamente dopo un Tempo di Latenza variabile da 1 a 3 sec.

To be continued…

 

1) Park JH, Shim HM, Na AY, Bae KC, Bae JH, Im SS, Cho HC, Song DK. Melatonin prevents pancreatic β-cell loss due to glucotoxicity: the relationship between oxidative stress and endoplasmic reticulum stress. J Pineal Res. 2014 Mar;56(2):143-53. doi: 10.1111/jpi.12106. Epub 2013 Nov 25.

 

2) Bazwinsky-Wutschke I, Bieseke L, Mühlbauer E, Peschke E. (2014) Influence of melatonin receptor signalling on parameters involved in blood glucose regulation. J Pineal Res. 56(1):82-96.

3) Bazwinsky-Wutschke I, Mühlbauer E, Albrecht E, Peschke E. (2014) Calcium-signaling components in rat insulinoma β-cells (INS-1) and pancreatic islets are differentially influenced by melatonin. J Pineal Res. 56(4):439-449.

4) Klemenz A, Wolgast S, Hanitzsch R, Markwardt F, Peschke E. (2014) Effects of insulin on norepinephrine- and acetylcholine-induced membrane currents of pinealocytes from healthy Wistar and type 2 diabetic GK rats. Cell & Tissue Research. 355:437-446.

6) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

7) Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., La Melatonina nella Terapia del Terreno Oncologico e del “Reale Rischio” Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica_2.htm

8) Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Single Patient Based Medicine.La Medicina Basata sul Singolo Paziente: Nuove Indicazioni della Melatonina. Travel Factory, Roma, 2005. http://www.travelfactory.it/libro_singlepatientbased.htm

9) Stagnaro Sergio Endothelial cell function can ameliorate under safer drugs, such as Melatonin-Adenosine. BMC Cardiovascular disorders. http://www.biomedcentral.com/1471-2261/4/4/comments

10) Stagnaro Sergio. Meccanismi d’Azione Sconosciuti e Nuove Indicazioni della Melatonina. Clavis, 1 ottobre 2008, http://www.melatonina.it/articoli/64-2008-09-30.html

11) Stagnaro Sergio. La Melatonina nella Prevenzione Primaria del Diabete Mellito. Clavis, 10 dicembre 2008. http://www.melatonina.it/articoli/89-2008-12-10.html

12) Stagnaro Sergio. Molteplici attività della Melatonina. Ottobre 2009, http://www.melatonina.it/articoli/179-2009-10-04.html

13) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Il Co Q10 nella prevenzione e nella terapia dell’osteoporosi primitiva. Clin.Terap.146, 215-219, 1995   [Medline]

14) Stagnaro Sergio.   Pivotal Role Of Co Q10 In Processes Of Aging. Medical News Today, 27 Nov 2008 at 7:57 am http://www.medicalnewstoday.com/youropinions.php?opinionid=34681

15) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Type 2 Diabetes Mellitus Primary Prevention. LifeScienceGlobal February 2013, Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, 2013, 3,  http://www.lifescienceglobal.com/home/cart?view=product&id=376

16) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Quantum Therapy: A New Way in Osteoporosis Primary Prevention and Treatment. Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, (27 June 2012) | doi:10.1038/ejcn.2012.76, http://www.lifescienceglobal.com/pms/index.php/jpans/article/view/297. PMID:22739250  [Medline]

Tag Cloud