Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Archivio per ottobre, 2014

Ebola corrobora il Diagramma Dell’Unità Microvascolotessutale del Polpastrello digitale nella Diagnosi e nel Monitoraggio terapeutico della Virosi influenzale.

Dal sito www.semeioticabiofisica.it, scoperti e descritti 20 anni or sono, alla URL http://www.semeioticabiofisica.it/semeioticabiofisica/Documenti/Ita/A%20Diagramma%20umvt.doc,  è possibile scaricare gratis l’articolo Diagrammi Semeiotico-Biofisici-Quantistici: il Diagramma dell’Unità Microvascolotessutale del polpastrello digitale

Questi diagrammi, interessanti specialmente dal punto di vista diagnostico e del monitoraggio terapeutico (1), sono fondati sull’alterazione della permeabilità capillare, provocata dalle diverse patologie.

Da circa un quarto di secolo vado suggerendo inascoltato il ruolo primario della valutazione del Diagramma dell’Unità Microvascolotessutale del polpastrello digitale nella diagnosi di  Virosi Influenzale. Questo diagramma è infatti caratterizzato dal quarto Riflesso gastrico aspecifico particolarmente intenso, rivelatosi essenziale nella diagnosi precocissima e nel monitoraggio terapeutico della virosi influenzale, perché è presente alcuni giorni prima della comparsa delle manifestazioni cliniche (1-5).

Nella diagnosi precoce di virosi, in individui apparentemente sani, può essere affidabile valutare il Segno di Bilancini e Lucchi (6), basato sull’aumento della permeabilità capillare delle dita della mano, che nel presente caso però si differenzia da quello tipico del DM

Nel sano,  la pressione manuale leggera, tale da ostruire i soli vasi linfatici superficiali, applicata sopra la superficie anteriore del braccio, subito sopra il gomito, nel sano provoca il Riflesso gastrico aspecifico dopo un Tempo di Latenza di 10 sec. esatti. Dopo altri 5 sec. il riflesso si intensifica.

Nelle infezioni virali, invece, il Tempo di Latenza è inferiore ai fisiologici 10 sec. e si intensifica dopo i normali 5 sec.

Al contrario, nel DM, a seguito del primo riflesso che appare dopo un Tempo di Latenza inferiore ai 10 sec., compare un secondo riflesso, dopo un tempo di latenza di 11-14 sec. (NN = 15 sec.), in rapporto alla gravità del dismetabolismo diabetico.

Infine, nell’ipoglicemia, espressione della coerenza interna della teoria SBQ, appare interessante il fatto che il Tempo di Latenza del Riflesso gastrico aspecifico, nelle condizioni sopra illustrate, è statisticamente superiore ai fisiologici 10 sec., in relazione diretta con la gravità dei ridotti valori glicemici.

 NB!

Ho segnalato quanto sopra all’WHO – come di seguito riferito – SENZA ottenere alcuna risposta, nemmeno per educazione!

—– Original Message —–

From: Sergio Stagnaro

To: wang@china-pictorial.com

Cc: SISBQ mailing list ; publications@who.int ; infoportale@sanita.it ; italy@unric.org

Sent: Saturday, August 09, 2014 2:47 PM

Subject: Bedside Diagnosing Viral Infectious

To ONU Secretariat Margaret Chan,

C/C to All,

 

Bibliografia.

1) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004.   http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

2) Stagnaro Sergio. Bedside Diagnosis of Flu. October, 2009. http://doc2doc.bmj.com/forums.html

3) Stagnaro Sergio. Quantum-Biophysical-Semeiotic Bedside Diagnosis of Flu, since its earliest stage. 30 October, 2009. CMAJ 2009; 181: E195-196E. http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/181/9/E195#228652

4) Sergio Stagnaro.    Flu Bedside Diagnosis and Differential Diagnosis. www.bmj.com,  http://www.bmj.com/rapid-response/2011/11/02/flu-bedside-diagnosis-and-differential-diagnosis

5) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. Bedside Diagnosis of Common Flu and ‘Flu-Dependent Brain X Syndrome.  Journal of Infection and Molecular Biology 1 (2): 27 – 31.  Nexus Academic Publishers, http://www.nexusacademicpublishers.com/table_contents_detail/2/44

6) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Il Segno di Bilancini-Lucchi nella diagnosi clinica del diabete mellito. The Pract. Ed. It. 176, 30, 1993

Diagnosi Differenziale Clinica, Semeiotico-Biofisico-Quantistica, in 10 Secondi, tra Nodo Benigno e Maligno.

Invitato a partecipare al I Festival Nazionale dell’Acqua a Porretta Terme (Bologna), nella mia conferenza del 19 settembre 2014, nell’Auditorium dell’Hotel Santoli, ho illustrato nei dettagli l’originale metodica clinica oggetto del presente articolo, ovviamente applicata al tumore della mammella, che ogni anno colpisce ca. 450.000 persone in Italia, senza risparmiare il sesso maschile (1/100.000)!   (Sergio Stagnaro (2014).   “Prevenzione Semeiotico-Biofisico-Quantistica,Pre-Primaria e Primaria, del Cancro del Seno”, Video in http://www.sisbq.org, http://www.youtube.com/watch?v=xYTnTQaSXr0).

Nonostante l’età e gli esiti di IMA, sono felicemente disposto a poter incontrare all’Istituto Superiore di Sanità, oppure al Ministero della Salute, gli esperti Oncologi dell’On. Beatrice Lorenzin per “illustrare” loro la Diagnosi Differenziale Clinica, Semeiotico-Biofisico-Quantistica, in 10 Secondi tra Nodo Benigno e Maligno, sperando di ascoltare le loro possibili confutazioni.

Procediamo in modo semplice e chiaro, con parole univoche, utilizzando la concretezza di un esempio “ideale”, per esprimere nel modo migliore, dal punto di vista didattico ed ermeneutico, la valenza astratta del concetto.

Uomo di 70 aa., operato con successo di Carcinoma della Prostata. Al controllo post-operatorio, tutti gli accertamenti del Laboratorio e del Dipartimento delle Immagini sono risultati negativi, con una unica eccezione: nel terzo anteriore della IX costa alla TAC, poi confermata dalla RNM, è stata diagnosticata una neoformazione. di cui non è stato possibile precisare la natura, benigna o maligna.

Pertanto, al nostro paziente “virtuale” è stato consigliato di ripetere una singolare RNM, che non richiede mezzo di contrasto, a distanza di 6 mesi.

Visita medica anche con la SBQ :

1) Assenti tutti i segni di infiammazione: PCR, SISRI “completa”, Sindrome Acuta Anticorpale, Normale il Diagramma dell’Unità Microvascolotessutale, Brain-Sensor non attivato, etc.

2) Valori parametrici dell’ICAEM e del Terreno Oncologico presenti ma lievi, cioè assai meno intensi di quanto si osserva nel cancro in atto.

3) Manovra di Terziani (pressione digitale “intensa” sopra un polpastrello digitale = stimolazione di tutte le unità microvascolotessutali a causa della realtà non locale nei sistemi biologici, da me scoperta e descritta in numerosi articoli, per esempio: Stagnaro Sergio e Manzelli Paolo.   Semeiotica Biofisica Quantistica: Livello di Energia libera tessutale e Realtà non locale nei Sistemi biologici. www.fce.it , 29 maggio 2008,  http://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1421&Itemid=47; Caramel S., Stagnaro S.  Quantum Biophysics Semeiotics and Psychokinetic Diagnostics. 7 luglio 2010,   http://ilfattorec.altervista.org/DP.pdf; Sergio Stagnaro.   Psychokinetic Diagnostics Practical Aspects. http://www.sci-vox.com, 2010-08-12, http://www.sci-vox.com/stories/submit.html).

Nel Sano, dopo un tempo di latenza di 10 sec. esatti, compare il riflesso gastrico aspecifico di 2 cm. con durata < 3sec. – 4 sec. <.

Al contrario, in presenza di Reale Rischio Congenito di Cancro, dopo 3 sec. lo stomaco mostra un lieve patologico Riflesso gastrico aspecifico di 0,5 cm. seguito dopo altri 6 sec. dal normale Riflesso di intensità di circa 2 cm. In rapporto allo stadio della patologia neoplastica, tutti i valori parametrici della Manovra di Terziani peggiorano in modo statisticamente significativo

4) Il Segno di Alice è sufficiente da solo a far porre la diagnosi differenziale tra nodo benigno e maligno:

nel sano, la pressione digitale “intensa” applicata – nel nostro caso – sopra una costa, magari sede di lesione benigna, simultaneamente non provoca attivazione microcircolatoria di tipo I associato nel fegato, che avviene dopo tempo di latenza, con conseguente simultaneo e significativo apporto di sangue alla ghiandola, il cui volume incrementa rapidamente: il margine inferiore epatico velocemente si abbassa di ca. 5 cm.,   per una Durata di 10 sec. esatti.

Al contrario, in caso di metastasi in una costa, o di tumore primitivo – per limitarci al nostro caso ideale – i valori parametrici del Segno di Alice appaiono simultaneamente, nettamente patologici, in relazione alla gravità della sottostante patologia: l’aumento volumetrico del fegato avviene lentamente, è meno intenso dei normali 5 cm. ed è raggiunto lentamente. Infine, la Durata dell’abbassamento del margine epatico inferiore è tanto minore di quella normale (NN = 10 sec.) quanto maggiore è la gravità della lesione tumorale.

5) Interessanti ai fini della diagnosi differenziale sono i dati della Microangiologia Clinicawww.semeioticabiofisica.it – che mostrano la caratteristica struttura e funzione dell’unità microvascolotessutale del tumore maligno, dove i Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati tipo I, sottotipo a), oncologici, recitano un ruolo principale  nel causare la “centralizzazione della flow-motion“, alla base della locale acidosi.

Per comprensibili motivi non riferisco la mia complessa interpretazione dei meccanismi fisio-patologici alla base dei segni sopra riferiti, che illustrerò dettagliatamente agli Oncologi dell’On. Beatrice Lorenzin, se e quando si decideranno di invitarmi – salute permettendolo – all’Istituto Superiore di Sanità oppure al Ministero della Salute.

Diagnosi Differenziale tra Nodo Benigno e Maligno in 10 Secondi

Nel prossimo articolo su La Voce di SS.  illustrerò in modo elementare e sintetico quanto annunciato per la prima volta nella mia conferenza a Porretta Terme nel corso del I Festival Nazionale dell’Acqua,  “Prevenzione Semeiotico-Biofisico-Quantistica,Pre-Primaria e Primaria, del Cancro del Seno”, in rete alla URL http://www.youtube.com/watch?v=xYTnTQaSXr0

In realtà, la Manovra di Terziani e il Segno di Alice si possono utilizzare per riconoscere tutte le neoformazioni e distinguere le benigne dalle maligne in 15 sec.

Per esempio, pensate a un nodo in una vertebra, in una costola, nel fegato, eccetera. Spesso la DD è difficile nonostante la semeiotica strumentale e rimandata nel tempo, monitorandone l’evoluzione. Pensate allo stato d’animo del(la) paziente!

Pertanto, invito particolarmente i Medici di MG a leggere il prossimo articolo nel loro personale  interesse e piacere ma anche per evitare ai pazienti l’evitabile terrorismo psicologico causato dall’attesa della diagnosi differenziale, ottenuta, dopo una lunga attesa, ma non sempre, con il Laboratorio e il Dipartimento delle Immagini.

Il Pannicolo Adiposo della Mammella nella Diagnosi di Terreno Oncologico

In precedenti articoli su La Voce di SS, raccolti nel sito della SISBQ alla URL  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/568793/tessuto_adiposo_cancro_mammella_agg.pdf,  ho descritto le caratteristiche microvascolari-microcircolatorie finora sconosciute del pannicolo adiposo della mammella.

Nella donna sana,  la flow-motion è ridotta in modo significativo nei confronti dell’uomo sano (vasomotility: diastole = 7 sec. versus 9 sec.), come dimostra il Tempo di Latenza del Riflesso mammella-gastrico aspecifico: nella donna sana = 9, 5 sec. mentre nell’uomo sano = 12,5 sec. Si comprende, pertanto, il fatto che nell’uomo il Cancro del seno è circa l’1/100.000 di tutti i tumori maligni che colpiscono la mammella.

Appare oltremodo interessante che le condizioni microcircolatorie del pannicolo adiposo di entrambi i sessi  – ma non quelle della ghiandola mammaria – sono  alterate  in caso di Terreno Oncologico, dove la vasomotility  mostra una diastole di soli 6 sec. e quindi  il Tempo di Latenza del Riflesso Pannicolo Adiposo-gastrico aspecifico scende a 8 sec. in entrambi i sessi.

Ne consegue la possibilità di utilizzare  questo sconosciuto dato microcircolatorio nella diagnosi di Terreno Oncologico e nel riconoscere anche i Falsi Negativi.

Le mie ricerche sul modo di essere e di funzionare dell’Unità Microvascolotessutale continuano, alimentate anche dalla scoperta descritta sopra, in direzione della comprensione del ruolo svolto dal Pannicolo Adiposo nella insorgenza del Reale Rischio Congenito di Ca Mammario: mia conferenza sulla Prevenzione Pre-Primaria e Primaria del Cancro al Seno nel Video alla URL http://www.youtube.com/watch?v=xYTnTQaSXr0

Prevenzione Clinica, Semeiotico-Biofisico-Quantistica, Pre-Primaria e Primaria del Cancro

By Sergio Stagnaro

Ich kreise um Gott, den uralten Turm,
und ich kreise jahrtausendelang;
und ich weiß noch nicht: bin ich ein Falke, ein Sturm
oder ein großer Gesang.

Rainer Maria Rilke.

Il cancro è oggi una epidemia in aumento, nonostante le costose, ma purtroppo limitate, campagne di prevenzione fino ad oggi periodicamente e inutilmente attuate,  a dispetto delle “meravigliose e progressive sorti” della Genetica Molecolare e della Farmacologia Oncologica.

Pertanto, nuovi paradigmi devono essere adottati al più presto per poter avere successo su una grave patologia che rappresenta la seconda causa di morte nel mondo.

La Semeiotica Biofisica Quantistica (SBQ) dal 2002 offre al Medico di Medicina Generale, unico competente nella Prevenzione Primaria, gli strumenti, concettuali e operativi, efficaci e non costosi, per sconfiggere il tumore maligno specialmente mediante la Prevenzione Pre-Primaria , secondo la Manuel ’s Story, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html,  e Primaria.

A tale scopo V. il Video alla URL http://www.youtube.com/watch?v=xYTnTQaSXr0 sulla mia conferenza del 19 settembre 2014 a Porretta Terme, Auditorium Hotel Santoli, sulla Prevenzione Clinica, Semeiotico-Biofisico-Quantistica, Pre-Primaria e Primaria del Cancro del Seno, nel corso del I Festival Nazionale dell’Acqua.

Auspicabilmente a partire dalla nascita, comunque entro i primi due decenni di vita, è consigliabile iniziare la prevenzione primaria, perché, grazie alla SBQ, conosciamo tutte le predisposizioni e le quantifichiamo nei singoli casi a partire dal primo giorno di vita.

Ne consegue che è possibile oggi eseguire, senza alcuna spesa, la Prevenzione Primaria in individui di cui conosciamo esattamente le Costituzioni SBQ e i relativi, dipendenti Reali Rischi Congeniti (V. il sito citato e www.semeioticabiofisica.it).

Intendo per Prevenzione Pre-Primaria, secondo la Manuel ’s Story, l’eliminazione della predisposizione ad una definita patologia in una giovane sposa prima che essa inizi la gravidanza.

Il Modello SBQ della Prevenzione Primaria è strutturato nel seguente modo:

  1. I) si selezionano razionalmente gli individui da arruolare nella prevenzione basandosi sulla presenza delle varie Costituzioni SBQ e dei dipendenti Reali Rischi Congeniti con l’aiuto di numerosi segni SBQ specifici. Per esempio, per quanto riguarda la prevenzione del Cancro al Seno (V. il Video sopra riferito), si sono dimostrati affidabili i Segni di Rinaldi, Sideri, Alice,  e la Manovra di Terziani;
  1. II) viene prescritta la Terapia Quantistica , monitorata in modo quantitativo, fino alla scomparsa prima dell’ICAEM e poi delle Costituzioni SBQ e dei dipendenti Reali Rischi Congeniti, fondati sull’ICAEM. Appare interessante il fatto che la ristrutturazione istangica relativa è completa dopo nove mesi dall’inizio della terapia. Tuttavia, a partire dal primo mese di cura è impedita la trasmissione della predisposizione dalla madre alla prole.

E’ ovvio che non ha senso alcuno ed è causa di evitabile e costoso terrorismo  psicologico sottoporre a prevenzione primaria soggetti negativi per la predisposizione ad una determinata patologia: “Senza risaia il riso non cresce!”.

La non costosa Prevenzione Pre-Primaria e Primaria SBQ, attuabile in modo razionale su vasta scala,  si è dimostrata veramente efficace nella personale esperienza, che supera il decennio.

Valutazione Clinica SBQ Sensibilizzata dell’Attività Ormonale.

Nell’articolo precedente su La Voce di SS , https://sergiostagnaro.wordpress.com/2014/09/30/valutazione-clinica-della-ridotta-sensibilita-dei-recettori-insulinici-a-partire-dal-iii-stadio-del-dm-tipo2/,  ho illustrato in modo semplice, elementare, la rapida valutazione clinica semeiotico-biofisico-quantistica della sensibilità dei recetori insulinici in tutti i tessuti bersaglio.

Il Medico attento, recettivo, dalla mente aperta e quindi lungimirante, non proccupato della troppa realtà occupante l’orizzonte ontico, ha certamente compreso che una simile valutazione clinica, inconfutabilmente epocale, dell’attività endocrina può essere utilizzata per tutte le ghiandole a secrezione interna, incluso il tessuto adiposo, specialmente quello della mammella, diverso dagli altri (mie ricerche in corso).

Com’è possibile, per esempio,  la diagnosi clinica – e non – di un latente ipotiroidismo se il medico non conosce la Semeiotica Biofisica Quantistica?

Quante volte, sempre senza successo,  ho invitato i barbari della Medicina a confrontarsi con me pubblicamente nel porre una simile diagnosi, usando esclusivamente il comune fonendoscopio?

Nel sano, il Medico valuta di base i valori parametrici dei  riflessi ghiandolari- (timo-, TSH-RH-, ACTH-RH-, E-RH, Epifisi- (etcetera) Gastrico aspecifico: Tempo di Latenza (TL) = 8 sec. se la stimolazione è medio-intensa, D < 3sec.-4 sec.<, TL differenziale < 3 sec.-4 sec.<, fractal Dimension delle fluttuazioni microvasali. Cose note!

Al contrario, in caso di  lieve, latente insufficineza, risulta modestamente allungata a 4 sec. la sola Durata del Riflesso (NN  < 3 sec.- 4 sec. <). Pertanto la valutazione potrebbe risultare non facile alla maggior parte dei Medici.

Se invece, nel sano, si valutano – dopo almeno 10 secondi di intervallo – una seconda volta gli stessi valori paametrici del riflesso ghiandola-gastrico aspecifico, immediatamente dopo l’attuazione del Segno di Siniscalchi della durata di un secondo (= intenso pizzicotto della cute del VI dermatomero toracico: durata un secondo!), il Tempo di Latenza (di base 8 sec. se la stimolazione è di media intensità) triplica, salendo a 24 sec.

Al contrario, nella lieve, latente insufficienza ormonale, l’aumento non è mai significativo e l’allungamento del Tempo di Latenza risulta tanto minore quanto maggiore è la gravità della sottostante patologia.

Tralascio di discutere i meccanismi d’azione della manovra brevemante illustrata sopra perché, ignorando i Medici e i “professori”  la Micronagiologia Clinica, nessuno mi capirebbe e la mia sarebbe la Voce di chi grida ne Deserto.

Sono ben disposto, invece, a dare ogni possibile ulteriore informazione  a quanti me la chiederanno.

To be continued ……..

 

Cloud dei tag