Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Archivio per agosto, 2014

Se vogliamo, possiamo sconfiggere il Cancro del Seno col comune Fonendoscopio

La Voce di SergioStagnaro

Sull’esempio di un caso clinico, presentatosi recentemente alla mia osservazione  anche se non visito più da anni (cara  amica-collega, conosciuta durante gli studi universitari!), illustrerò il procedimento pratico del Medico di domani, impegnato nella prevenzione pre-primaria (=giovane donna prima di iniziare la gravidanza) e primaria del cancro del seno.

Prima è opportuno leggere il commento postato questa mattina su The Guardian:

http://www.theguardian.com/science/2014/aug/18/death-rates-breast-bowel-lung-prostate-cancer-uk-fall-30pc?commentpage=1

Stagnaro

18 August 2014 9:12am

Even The Guardian did not underline that all researchers consider only the role played by early detection and screening of cancer, but no one among them emphasizes the Pre-Primary and Primary Prevention, now possible thanks to the Oncological Terrain-Dependent, Inherited Real Risk of cancer, bedside recognized with a common stethoscope and removed by no-expensive Quantum Therapy. As a matter of facts, If good results are linked to a more refined diagnosis, then why the concept of Inherited Real Risk of cancer is so…

View original post 348 altre parole

Annunci

Benigno o Maligno? Diagnosi Differenziale di un Nodulo Mammario col Fonendoscopio.

Nell’articolo pubblicato in LA VOCE di SS. “Diagnosi differenziale SBQ in un secondo tra Nodulo Mammario benigno o maligno, https://sergiostagnaro.wordpress.com/2014/08/02/diagnosi-differenziale-sbq-in-un-secondo-tra-nodulo-benigno-e-maligno/, ho scritto che, durante la pressione intensa (= compressione delle AVA Gruppo II, A e B, secondo Bucciante),applicata sopra un polpastrello digitale, avviene quanto segue:

Nel sano, dopo un Tempo di Latenza di 10 sec. esatti, compare un Riflesso polpastrello digitale-gastrico aspecifico di Intensità non superiore ai 2 cm. , la cui  Durata è  maggiore di 3 sec. e minore di 4 sec.  Riportati questi valori parametrici del “riflesso” (in realtà NON si tratta di riflesso…) sopra un sistema di assi cartesiani, con l’intensità del “riflesso” gastrico aspecifico sopra l’ordinata in cm. e i tempi sopra l’ascissa in secondi (In modo didattico, nella mia Conferenza a Milano avrei spiegato i meccanismi  emorelogico-microcircolatori alla base di  questi valori parametrici).

Al contrario,  nel Reale Rischio Congenito di Cancro, e ovviamente nel Cancro in atto, si osserva un diagramma “spostato a sinistra” , notoriamente  segno aspecifico di patologia, ed un tipico PRIMO “riflesso” dopo un Tempo di Latenza di 3 sec. (Non c’è contraddizione con la Realtà non-locale: avrei spiegato anche questo nella Conferenza…).

I valori parametrici, di cui sopra,  sono comprensibilmente in funzione della gravità della sottostante malattia, come sa pure lo scolaretto di Gregory Bateson. To be continued …”

Ed ecco la continuazione, se questo segno è negativo ovviamente il nodulo mammario è benigno. Al contrario se dopo 3 sec. compare un Riflesso g.a. di circa 5 sec. il Medico deve procedere esercitando la pressione digitale  di “media” intensità  sopra il nodulo del seno.

Se la lesione è benigna, dopo un Tempo di Latenza >  9,5 sec. nella donna e > 12,5 sec. nell’uomo e < 8 e rispettivamente 11 sec. (NN: TL =  9,5 sec. nella donna e 12,5 sec. nell’uomo).

Al contrario, in presenza di tumore maligno, anche iniziale, il Tempo di Latenza  è di 3-5 sec., immediatamente seguito da Contrazione Gastrica tonica.

Valori intermedi si osservano nel Reale Rischio Congenito di Cancro del Seno all’inizio oppure  in evoluzione.

Una domanda sorge spontanea: “Perché ai Medici e ai non Medici non sono fatte conoscere questi progressi della Medicina, che eviterebbero il Terrorismo Psicologico Jatrogenetico,  gli inutili e costosi accertamenti che rendono insostenibile la spesa sanitaria, ormai in rosso,  e ristabilirebbero il corretto rapporto Medico-Paziente,  ricuperando il Medico la perduta dignità professionale.

To be continued…

 

Se vogliamo, possiamo sconfiggere il Cancro del Seno col comune Fonendoscopio

Sull’esempio di un caso clinico, presentatosi recentemente alla mia osservazione  anche se non visito più da anni (cara  amica-collega, conosciuta durante gli studi universitari!), illustrerò il procedimento pratico del Medico di domani, impegnato nella prevenzione pre-primaria (=giovane donna prima di iniziare la gravidanza) e primaria del cancro del seno.

Prima è opportuno leggere il commento postato questa mattina su The Guardian:

http://www.theguardian.com/science/2014/aug/18/death-rates-breast-bowel-lung-prostate-cancer-uk-fall-30pc?commentpage=1

Stagnaro

18 August 2014 9:12am

Even The Guardian did not underline that all researchers consider only the role played by early detection and screening of cancer, but no one among them emphasizes the Pre-Primary and Primary Prevention, now possible thanks to the Oncological Terrain-Dependent, Inherited Real Risk of cancer, bedside recognized with a common stethoscope and removed by no-expensive Quantum Therapy. As a matter of facts, If good results are linked to a more refined diagnosis, then why the concept of Inherited Real Risk of cancer is so hard to spread among physicians? At the First National Festival of Water, in Porretta Terme, Friday, September 19, a conference will be dedicated to “Breast Cancer Pre-Primary and Primary Prevention”. (Any further information on request of The Guardian).

Premesso che la Prevenzione Primaria di qualsiasi malattia, e non solo del  Cancro del Seno, è di competenza del Medico di Medicina Generale, iniziando auspicabilmente a partire dal primo decennio di vita, per motivi comprensibili.

Il Medico posto di fronte  ad una paziente di sesso femminile  – anche gli uomini sono colpiti dal tumore maligno alla mammella! – nella quale, indipendentemente dall’anamnesi, importantissima, deve  escludere il Reale Rischio Congenito di Cancro del Seno, necessita del Segno di Rinaldi, valutato, se negativo, anche con test da sforzo per evitare i falsi negativi. Accertata la positività del Terreno Oncologico, ricorre al Segno di Alice per riconoscere un possibile reale rischio magari in evoluzione. Questo segno è aspecifico, èerché non permette di localizzare la malattia neoplastica nei suoi vari stadi.

A questo fine il Medico ricorre al Segno di Sideri, che rapidamente permette di ricnoscere il Reale Rischio Congenito di Cancro del Seno, iniziale,  in evoluzione oppure ormai progredito a tumore in atto.

Infine, per localizzare il quadrante esatto della mammella sede della lesione neoplastica, procedimento essenziale per il monitoraggio terapeutico, il Medico ricorre al Segno di Dachà.

A questo punto, segue la prescrizione della Terapia Quantistica che elimina il Reale Rischio Congenito.

A differenza dell’attuale aberrante procedimento degli Oncologi, che curano le malate di cancro nell’oblio dell’oblio di valutare accuratamente la situazione di tutti i familiari della linea materna, il Medico del Nuovo Rinascimento si

preoccuperà anche di questi individui per poter sconfiggere il Cancro del Seno.

Altrimenti, come esperienza dimostra, il cancro continuerà ad essere una epidemia in aumento, nonostante le gratuite esternazini di chi sostiene la possibilità di guarire  quasi il 99%  (sic!)  dei tumori maligni della mammella se sottposti a screening con ecografia, mammografia, RNM e altro ancora, in grado di rivelare un tumore NON PALPABILE.

V. le mie critiche a simili affermazioni  in La Voce https://sergiostagnaro.wordpress.com/2014/08/16/perche-e-necessaria-la-conferenza-sulla-prevenzione-pre-primaria-e-primaria-sbq-del-cancro-del-seno/

Perché è necessaria la Conferenza sulla Prevenzione Pre-Primaria e Primaria SBQ del Cancro del Seno.

Venerdì 19 settembre, a Porretta Terme, nel corso del I Festival Nazionale dell’Acqua, terrò nell’Audiorium dell’Hotel Santoli, alle ore 17,30, la conferenza su “Prevenzione Clinica, Semeiotico-Biofisico-Quantistica, Pre-Primaria e Primaria, del Cancro del Seno”.

Il cancro della mammella è una epidemia in aumento a dimostrazione del fallimento di tutte le forme di Prevenzione Secondaria suggerite finora, basate sullo screening!

Nella totale ignoranza del Reale Rischio Congenito di Cancro del Seno, dipendente dal Terreno Oncologico,  riconosciuto dalla nascita con un fonendoscopio ed eliminato con la Terapia Quantistica, di cui fa parte la Terapia Idropinica Termale Sulfidrilica,  parlare di Prevenzione Pre-Primaria e Primaria è un offesa alla Scienza e non solo alla Ragione.

Sorprende, ancora una volta, l’affermazione del Prof. Umberto Veronesi: “Eppure all’Istituto Europeo di Oncologia abbiamo dimostrato con uno studio pilota su 1.258 pazienti che, se il tumore del seno è scoperto quando è impalpabile e rilevabile solo con gli esami strumentali (mammografia, ecografia, risonanza magnetica), la percentuale di guaribilità è addirittura del 99%”. Huffington Post, http://www.huffingtonpost.it/2013/09/29/umberto-veronesi-come-guarire-dal-tumore-al-seno_n_4013191.html   Non ritengo necessario commentare questa esternazione gratuita, che potrebbe prestare il fianco alla domanda: Perché, se la diagnosi precoce, quando il tumore del seno è impalpabile, la mia conferenza, fondata sul Reale Rischio Congenito del cancro della mammella, è stata negata?

 

Per comprendere la causa principale dell’aumento costante del cancro al seno, è utile  leggere attentamente quanto è scritto sui siti delle istituzioni statunitensi più autorevoli nella lotta al tumore maligno della mammella, che riferisco di seguito, scegliendo fior da fiore.

http://www.cancer.org/cancer/breastcancer/detailedguide/breast-cancer-prevention

nel sito di Cancer American Society:

Can breast cancer be prevented?

There is no sure way to prevent breast cancer. But there are things all women can do that might reduce their risk and help increase the odds that if cancer does occur, it will be found at an early, more treatable stage.

http://www.cancer.gov/cancertopics/pdq/prevention/breast/Patient/page1

National Cancer Institute:

What is prevention?

Cancer prevention is action taken to lower the chance of getting cancer. By preventing cancer, the number of new cases of cancer in a group or population is lowered. Hopefully, this will lower the number of deaths caused by cancer.

To prevent new cancers from starting, scientists look at risk factors and protective factors.

http://www.fhcrc.org/en/diseases/breast-cancer/tips-prevention.html

Fred Hutchinson Cancer Research Center:

Top tips for breast cancer prevention

1. Avoid becoming overweight. Obesity raises the risk of breast cancer after menopause, the time of life when breast cancer most often occurs. Avoid gaining weight over time, and try to maintain a body-mass index under 25 (calculators can be found online).

2. Eat healthy to avoid tipping the scale. Embrace a diet high in vegetables and fruit and low in sugared drinks, refined carbohydrates and fatty foods. Eat lean protein such as fish or chicken breast and eat red meat in moderation, if at all. Eat whole grains. Choose vegetable oils over animal fats.

3. Keep physically active. Research suggests that increased physical activity, even when begun later in life, reduces overall breast-cancer risk by about 10 percent to 30 percent. All it takes is moderate exercise like a 30-minute walk five days a week to get this protective effect.

4. Drink little or no alcohol. Alcohol use is associated with an increased risk of breast cancer. Women should limit intake to no more than one drink per day, regardless of the type of alcohol.

Dr. Anne McTiernan, Director of the Prevention Center

5. Don’t smoke. Research suggests that long-term smoking is associated with increased risk of breast cancer in some women.

6. If you bear children, breast-feed your babies for as long as possible. Women who breast-feed their babies for at least a year in total have a reduced risk of developing breast cancer later.

7. Avoid hormone replacement therapy. Menopausal hormone therapy increases risk for breast cancer. If you must take hormones to manage menopausal symptoms, avoid those that contain progesterone and limit their use to less than three years. “Bioidentical hormones” and hormonal creams and gels are no safer than prescription hormones and should also be avoided.

8. Get regular breast cancer screenings. Follow your doctor or health care provider’s recommendations to decide what type of screening you need and how often you need it.

If you are at high risk for breast cancer, such as having a particular gene like a BRCA gene, or have a strong family history or have had high-risk benign breast disease in the past, talk with your doctor about other options for you which might include:

A. Extra screenings. For some women, MRI or ultrasound screenings can add valuable information to regular mammogram screening.

B. Estrogen-blocking drugs. Women with a family history of breast cancer or who are over age 60 should talk to their doctor about the pros and cons of estrogen-blocking drugs such as tamoxifen, raloxifene, and aromatase inhibitors.

C. Prophylactic surgery to remove breasts and/or ovaries. Women who have had both breasts surgically removed reduce their risk of breast cancer by over 90 percent. Women who have had both ovaries removed have about half the risk of developing breast cancer as women with intact ovaries. Clearly these options are most appropriate for women at very high risk.

http://www.cdc.gov/cancer/breast/basic_info/prevention.htm

CDC, Center Disease Control and Prevention

What Can I Do to Reduce My Risk?

Many factors can influence your breast cancer risk, and most women who develop breast cancer do not have any known risk factors or a history of the disease in their families. However, you can help lower your risk of breast cancer in the following ways—

Keep a healthy weight.

Exercise regularly (at least four hours a week).

Get enough sleep.

Don’t drink alcohol, or limit alcoholic drinks to no more than one per day.

Avoid exposure to chemicals that can cause cancer (carcinigens).

Try to reduce your exposure to radiation during medical tests like mammograms, X-rays, CT scans, and PET scans.

If you are taking, or have been told to take, hormone replacement therapy or oral contraceptives (birth control pills), ask your doctor about the risks and find out if it is right for you.

Breastfeed your babies, if possible.

Although breast cancer screening cannot prevent breast cancer, it can help find breast cancer early, when it is easier to treat. Talk to your doctor about which breast cancer screening tests are right for you, and when you should have them.

If you have a family history of breast cancer or inherited changes in your BRCA1 and BRCA2 genes, you may have a higher breast cancer risk. Talk to your doctor about these ways of reducing your risk—

Antiestrogens or other medicines that block or decrease estrogen in your body.

Surgery to reduce your risk of breast cancer.

In sintesi, per poter fare la Prevenzione Pre-Primaria e Primaria del cancro del seno, razionalmente e su vastissima scala,  dobbiamo saper riconoscere, dalla nascita e al più presto possibile, cioè nei primi dieci anni di vita,  Donne ed Uomini (sic!) positivi al suo Reale Rischio Congenito, Dipendente dal Terreno Oncologico.  La Terapia Quantistica , non costosa, prontamente istaurata elimina il Terreno oncologico e eventuali Reali Rischi Congeniti  (1, 2).

1) Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full [MEDLINE]

2) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG., Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011;

TO BE CONTINUED TILL SEPTEMBER 19, 2014……..

BRCA1, BRCA2, PALB2 … NO GRAZIE. Più preciso il Segno di Sideri.

Ho riferito nei dettagli  la desolante disavventura dell’offerta gratuita  della mia  Conferenza su “Prevenzione Semeiotico-Biofisico-Quantistica, Pre-Primaria e Primaria, del Cancro del Seno. Il Segno di Rinaldi, di Alice, di Sideri e di Dachà”, nel mio blog    https://www.facebook.com/pages/Semeiotica-Biofisica-Quantistica/219462041468111

Da nessun Istituto Nazionale o Europeo per lo Studio del Cancro, da nessuno dei numerosi destinatari a cui mi sono rivolto, ho ricevuto  risposta, nonostante avessi confermato la stessa offerta rivolta  al Prof. Umberto Veronesi: per evitare spiacevoli sorprese, ero e sono tuttora  disposto  a sottopormi ad un preliminare Esame-Anteprima, con proiezione ed illustrazione delle diapositive della Conferenza. In sintesi, affermo che

il Segno di Rinaldi permette di riconoscere, in un secondo, il Terreno Oncologico.

Il Segno di Alice (segno dedicato a mia Madre) in dieci secondi, permette di riconoscere, in modo aspecifico,  il Reale Rischio Congenito di Cancro e il Cancro in atto.

Il Segno di Sideri,  in un secondo, permette di localizzare nelle mammelle il Rischio Congenito di Cancro e il Cancro in atto, senza però indicarne la sede.

Il Segno di Dachà, infine, permette al Medico di precisare  in quale (i) quadrante (i) della mammella di destra e di sinistra è localizzato il tumore maligno.

Semplice anche per lo scolaretto di G. Bateson!

Naturalmente annunciai la pratica dimostrazione di quanto affermato nell’ inquietante Conferenza.

Bisognerebbe essere tuffatori di Delo per comprendere il perché di questo silenzio globale sulla Prevenzione  Primaria del Cancro col semplice, non costoso fonendoscopio, realizzata su vasta scala razionalmente, cioè  negli invividui a reale rischio di tumore maligno, anche se cittadini di un Paese povero e  in via di lento sviluppo come l’Italia.

Io sono un ex-tuffatore dallo scoglio di ASSEU, di Borgo di Renà a Riva Trigoso, dove è nata il 19 Dicembre 2010 la Società Internazionale di Semeiotica Biofisica Quantistica, nell’oblio dell’oblio dei  mass-media,senza alcuna eccezione.

 

 

Domande senza risposta: In Italia, Autorità Sanitarie e Cardiologi allergici al Reale Rischio Congenito di CAD?

Oggi, 5 Agosto 2014, nel blog dedicato alla diffusione della Semeiotica Biofisica Quantistica, https://www.facebook.com/pages/Semeiotica-Biofisica-Quantistica/219462041468111, ho messo in rete il seguente post:

<<Tra le migliori riviste scientifiche del mondo è inclusa, a buon diritto, “SCIENCE”, organo ufficiale dell’American Association for Advancement of Science, di cui ero un Member prima del pensionamento. Nel numero corrente, un articolo è dedicato ai danni mortali da ipertermia nei corridori e maratoneti, accanto all’arresto cardiaco: http://news.sciencemag.org/sifter/2014/08/for-runners-heat-stroke-is-more-dangerous-than-heart-failure
Ecco il mio commento: Stagnaro.
“Regarding the prevention of sudden and unexpected heart attack, all athletes, especially before a race, should be visited by a Sports doctor to avoid the presence of undiagnosed Inherited Real Risk of CAD (1).
Stagnaro Sergio. CAD Inherited Real Risk, Based on Newborn-Pathological, Type I, Subtype B, Aspecific, Coronary Endoarteriolar Blocking Devices. Diagnostic Role of Myocardial Oxygenation and Biophysical-Semeiotic Preconditioning. International Atherosclerosis Society. www.athero.org, 29 April,2009 http://www.athero.org/commenta…”
Se Science e International Atherosclerosis Society – per tacere le altre importanti organizzazioni sanitarie “straniere”, www.sisbq.org, non entrano in fibrillazione di fronte al CAD INHERITED REAL RISK, perché in Italia – dove è stato scoperto il RRC di CAD – gli Esperti dell’On. Ministro della Salute, i Cardiologi del CNR, i Cardiologi Docenti e i Probiviri al di là e al di qua del Tevere lo “vogliono” ignorare?>>.

Navigando in internet, ho trovato un vecchio Commento sullo stesso  argomento, volutamente  trascurato nel Paese “da bere come Milano”: il Reale Rischio Congenito di CAD. Alle motivazioni sospette del silenzio dei nominati, ora si aggiunge l’avvicinarsi del Ferragosto?

http://www.la-press.com/unique-and-varied-contributions-of-traditional-cvd-risk-factors-a-syst-article-a3618-discuss

JOURNAL

Clinical Medicine Insights: Cardiology

614,905 Journal Article Views | Journal Analytics

Unique and Varied Contributions of Traditional CVD Risk Factors: A Systematic Literature Review of CAD Risk Factors in China

Authors: JoAnne Foody, Yong Huo, Linong Ji, Dong Zhao, Dylan Boyd, Hai Jin Meng, Susan Shiff, Dayi Hu

Publication Date: 04 Apr 2013

Type: Review

Journal: Clinical Medicine Insights: Cardiology

Citation: Clinical Medicine Insights: Cardiology 2013:7 59-86

doi: 10.4137/CMC.S10225

Posted by Sergio Stagnaro – 09:04,April 05, 2013

Frankly speaking, this paper, though written in fascinating way, is not at all up-dated, so that its contribution to stop the CVD growing epidemimcs, and the leading cause of death world-wide, is not significant(1-5). Unfortunately, its Authors, Editors and Reviewers do not know what does it really mean CVD, and thus CAD, Inherited Real Risk (IRR), according to Stagnaro, that represents the conditio sine qua non of cardiovascular disorders (6, 7).
Quantum Biophysical Semeiotics (QBS) Constitutions-Dependent, IRR of CVD, including CAD IRR, can be bedside recognized, i.e., with a stethoscope, from birth and removed by Blue Therapy prevention (6).
The presence of subclinical diseases substantially increases the risk of subsequent CAD for patients with hypertension and/or diabetes mellitus, and/or elevated C-reactive protein, bedside recognizable with the aid of QBS signs.
Notoriously, subclinical, and consequently dangerous, coronary heart disease is very prevalent among older individuals, always positive for IRR of CAD, which is independently associated with CAD risk, and substantially it increases the risk of CAD acute events, too often deadly, among individuals with hypertension, dyslipidemias, and diabetes mellitus (1-7).

References.
1) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., EJCN, European Journal Clinical Nutrition, Nature PG., In press.
2) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Deterministic Chaos, Preconditioning and Myocardial Oxygenation evaluated clinically with the aid of Biophysical Semeiotics in the Diagnosis of Ischaeemic Heart Disease even silent. Acta Medica Mediterranea 13, 109-116, 1997.
3) Stagnaro S. Role of Coronary Endoarterial Blocking Devices in Myocardial Preconditioning – c007i. Lecture, V Virtual International Congress of Cardiology.2007. http://www.fac.org.ar/qcvc/llave/c007i/stagnaros.php
4) Stagnaro S. CAD Inherited Real Risk, Based on Newborn- Pathological, Type I, Subtype B, Aspecific, Coronary Endoarteriolar Blocking Devices. Diagnostic Role of Myocardial Oxygenation and Biophysical-Semeiotic Preconditioning. IAS, International Atherosclerosis Society, http://www.athero.org, 29 April, 2009, http://www.athero.org/commentaries/comm907.asp
5) Stagnaro S. Caotino’s Sign and Gentile’s Sign in bedside Diagnosing CAD Inherited Real Risk and Acute Myocardial Infarction, even initial or silent. Patho-Physiology and Therapy. Lectio Magistralis. III SISBQ Congress, 9-10 June, 2012, Porretta Terme (Bologna). http://www.sisbq.org. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/presentazione_stagnaro_it.pdf
6) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Key Role of Vasa Vasorum Inherited Remodeling in QBS Microcirculatory Theory of Atherosclerosis. Frontiers in Epigenomics and Epigenetics. [Pub-Med indexed for MEDLINE] In press.
7) Sergio Stagnaro. Without CAD Inherited Real Risk, All Environmental Risk Factors of CAD are innocent Bystanders. Canadian Medical Association Journal. CMAJ, 14 Dec 2009, http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/181/12/E267#253801

PS

Mentre in Italia esistono siti “autorevoli” che prima pubblicano i miei lavori e POI – per motivi tecnici, ovviamente – li eliminano in silenzio ( conservo ben documentato in appositi Files) all’Estero vale il detto romano “Scripta manent”.

 

Infarto Intestinale: Diagnosi Clinica Semeiotico-Biofisico-Quantistica?

L’infarto Intestinale (Inf. Int.), quando causato da una placca delle relative arterie, o rami arteriosi (e non conseguenza di un embolo, dove esistono le note condizioni emboligene), deve necessariamente mostrare la Storia Naturale dell’IMA, nel senso che dalla nascita è preceduto dal Reale Rischio Congenito (RRC)  di Inf.Int.

 

Infatti, a partire dalla nascita, il Segno di Antognetti è positivo e la sua intensità è correlata con la gravità della sottostante predisposizione all’ischemia intestinale. Inoltre, la pressione digitale lieve, applicata sopra  l’esatta sede del RRC di Inf. Int. permette di osservare  l’Attivazione Microcircolatoria dissociata tipo II, naturalmente di differente gravità: Segno di Allegra positivo.

Interessante informazione offre al Medico il Riflesso Intestino-Gastrico aspecifico, che, valutato  nelle condizioni note, mostra  le   modificazioni dei valori parametrici, tipiche dei reali rischi: Tempo di Latenza, Durata del riflesso e  Contrazione Gastrica tonica.

Al primo  insorgere  della sintomatologia clinica, dominata dal dolore addominale, mancano i segni della “infezione”, cioè la Sindrome di Iperfunzione del Sistema Reticolo-Istiocitario è assente, mentre sono presenti i segni della “infiammazione”:  Sintesi Anticorpale Acuta, Proteina C-Reattiva aumentata, tipico Diagramma del polpastrello digitale, Citochine aumentate nella zona infartuata, etc.

Come ben si comprende, nell’Inf. Int. è  assente in loco  la fisiologica flow-motion, nel senso che non si osserva  più la vasomotility e  la conseguente vasomotion, a causa dello scompenso del  cuore periferico, sec. Allegra.

To be continued…

Tag Cloud