Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Archivio per maggio, 2014

Valutazione SBQ del Sistema Biologico Adiposo patologicamente modificato Non tutti gli obesi sono uguali!

L’eccesso di adipe e la sua localizzazione in sistemi biologici diversi da quello adiposo, sottocutaneo e viscerale, come nel fegato (statosi epatica), recita un importante ruolo nell’ insulino-resistenza e nel determinare il progressivo danno epatico, prima metabolico e reversibile (la malattia epatica non alcool-dipendente), poi infiammatorio e permanente.

Nel pancreas si è osservato che l’infiltrazione lipidica è implicata nella disfunzione ghiandolare e nel danno alle β-cellule.

La Semeiotica Biofisica Quantistica (SBQ) permette al Medico di valutare clinicamente, rapidamente e in modo affidabile, il deposito di adipe nei vari sistemi biologici, il suo aumento nel Sistema Biologico Adiposo (SBA), sia sottocutaneo sia viscerale, riconoscendo la forma patologica: non tutti gli obesi sono uguali.

Nel secondo articolo della serie di lavori dedicati al SBA, pubblicati in La Voce di SS., https://sergiostagnaro.wordpress.com/2014/05/27/valutazione-clinica-semplificata-dei-glicocalici-degli-adipociti-del-sistema-biologico-adiposo-sottocutaneo-e-viscerale-2-articolo/ ho parzialmente riportato la magistrale descrizione della micro-angiotettonica nel tessuto adiposo fatta dal Prof. S.B. Curri, riferendone il significato biologico. In sintesi, i microvasi all’interno del tessuto adiposo sono separati dall’adipocita da un “virtuale” interstizio, espressione dell’intenso scambio (in-out) di substrati tra vasi e adipocita e viceversa. Importante, per corroborare quanto segue, è il fatto che i microvasi del SBA sono addossati all’adipocita e talvolta sembrano scavarsi un tragitto nella parte periferica del citoplasma della cellula adiposa (1).

Grazie anche ai lavori del Curri, conosciamo il ruolo svolto dall’interstizio nella dinamica sisto-diastolica del “cuore periferico”, secondo Allegra. Quando la composizione interstiziale dei glucosaminoglicani, solforati e non, è fisiologico e quindi il rapporto free-water/bound-water è nella norma, la Matrice Extra Cellulare è viscosa-elastica, facilitando i movimenti di dilatazione-contrazione delle pareti microvascolari (2-6).

Al contrario, qualsiasi alterazione della visco-elasticità della Matrice Extra Cellulare, di qualsiasi natura, e l’accumulo di acidi grassi liberi in cellule ad attività secernenti, tipiche di ghiandole a secrezione interna, come quelle pancreatiche, epatiche o adipose, si ripercuotono negativamente sulla velocità della diastole e della sistole delle locali piccole arterie e arteriole, secondo Hammersen.

Di conseguenza, al letto del paziente, i dati della Microangiologia Clinica permettono la diagnosi di accumulo patologico di lipidi nel SBA (2-6), diagnosi facilitata dalla presenza della Sindrome di Allegra, la cui intensità è correlata alla gravità dell’alterazione alla base delle dinamiche microvasali (7).

Come nella diagnosi clinica di Steatosi Epatica, esclusivamente nella variante di ipertrofia e iperplasia “patologica” dell’adipocita la diastole e la sistole si realizzano lentamente in 2-3 secondi (NN = 1 sec.).

Bibliografia

1) S.B. Curri. La Pannicolopatia mammaria da stasi. Le Microangiopatie, parte seconda. Inverni della Beffa, Ed. riservata. 1992.

2) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

3) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Indagine clinica percusso-ascoltatoria delle unità microvascolotessutali della plica ungueale. Acta Med. Medit. 4, 91, 1988.

4) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Modificazioni della viscosità ematica totale e della riserva funzionale microcircolatoria in individui a rischio di arteriosclerosi valutate con la percussione ascoltata durante lavoro muscolare isometrico. Acta Med. Medit. 6, 131-136, 1990.

5) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Auscultatory Percussion Evaluation of Arterio-venous Anastomoses Dysfunction in early Arteriosclerosis. Acta Med. Medit. 5, 141, 1989.

6) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Semeiotica Biofisica: valutazione della compliance arteriosa e delle resistenze arteriose periferiche. Atti del XVII Cong. Naz. Soc. Ital. Studio Microcircolazione, Firenze Ott. 1995, Biblioteca Scient. Scuola Sanità Militare, 2, 93, 1995.

7) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Allegra’s* Syndrome plays a central Role in bedside clinical Diagnostics. http://www.sisbq.org, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/allegrassyndrome.pdf

Annunci

Sistema Biologico Adiposo, Infiammazione e Rischio di Cardiovascolopatia. Originale valutazione Semeiotico-Biofisico-Quantistica.

Come affermava Ippocrate (400 a. D.), la morte improvvisa è più frequente negli obesi che nei normo-peso e magri. Questa affermazione è rimasta senza spiegazione per secoli, perché l’ipercolesterolemia fu per molti anni la teoria patogenetica dominante dell’aterosclerosi, specialmente dopo il desolante e sponsorizzato Framingham Heart Study (V. lavori critici in questo sito).

Nonostante il persistere valido di alcuni aspetti di questa gettonata ipotesi in-side out, ora sappiamo che le connessioni tra obesità, arterie con depositi lipidici, e la cardiopatia ischemica sono ben più complessi di quanto finora ammesso (1) e che l’infiammazione recita una parte importante nel progredire, non nell’insorgenza, della ATS, che può colpire esclusivamente individui con Reale Rischio Congenito di CVD con e senza quello di CAD.

Per approfondire l’argomento, invito il Lettore a prendere conoscenza dei numerosi articoli sulla Teoria Microcircolatoria SBQ dell’Aterosclerosi, molti di essi scritti con la collaborazione preziosa di Simone Caramel: www.sisbq.org e in www.semeioticabiofisica.it.

Certamente nell’ATS troviamo elevati markers di infiammazione sistemica (2). Dal punto di vista clinico, la SBQ corrobora l’importante ruolo patogenetico dell’infiammazione nell’aterogenesi a partire dai primi anni di vita, in soggetti con RRC di CVD, dipendente dalla Costituzione Aterosclerotica. Infatti si osservano interessanti dati patologici della SBQ, per esempio, i valori parametrici del riflesso arteria- e cardio-gastrico aspecifico, del riflesso epato-gastrico aspecifico da stimolazione ungueale dei trigger-points epatici (PCR), dati assai indicativi della presenza di infiammazione. Elevati livelli di PCR e di substrati della cascata respiratoria sono risultati associati a fattori di rischio di IMA, come obesità, Diabete Mellito e Angina pectoris (3).

Purtroppo, per molti decenni il significato patogenetico dell’infiammazione sistemica, oggi valutati con un fonendoscopio (V. Articolo introduttivo, https://sergiostagnaro.wordpress.com/2014/05/26/il-sistema-biologico-adiposo-valutato-con-la-semeiotica-biofisica-quantistica-ghiandola-endocrina-ed-affidabile-sensore/ ) sono stati offuscati dalla vasta ricerca sulle lipoproteine, rivelatasi inefficace nel fermare l’epidemia di CVD, prima causa di morte nel mondo. Solo successivamente gli AA. hanno rivolto la loro attenzione all’importante ruolo patogenetico svolto dall’infiammazione sistemica. In realtà, l’infiammazione vasoparietale non è una conseguenza reattiva dell’aterogenesi, ma un significativo “fattore aggravante”, a partire dal primo anno, secondo la Teoria Microcircolatoria SBQ dell’Aterosclerosi. Adipociti ipertrofici in obesi e le cellule stromali del sistema biologico adiposo aggravano, in alcuni individui ma non in tutti, l’infiammazione sistemica, come segnalato nel lavoro introduttivo in rete in La Voce di SS..

Ora sappiamo che l’infiammazione sistemica, diagnosticata anche clinicamente con un fonendoscopio grazie alla SBQ, media molteplici meccanismi nella ben nota, ma finora scarsamente chiarita, associazione tra obesità, CVD, DM tipo 2, dislipidemia, ipertensione e sindrome metabolica.

In realtà, mediante le Costituzioni SBQ e i relativi Reali Rischi, la SBQ, con il contributo essenziale della Diagnostica Psicocinetica (4-11), permette di comprendere chi tra gli obesi sono quelli predisposti a queste patologie, grazie alla originale ed affidabile indagine clinica, di seguto descritta, che permette di eseguire in modo rapido, affidabile e senza spesa la valutazione del SBA dimostrandone la partecipazione attiva alla sistemica infiammazione.

Per esempio, nel sano, dove è negativo il riflesso gastrico aspecifico da infiammazione (= stimolazione dei vari trigger-points con pressione ungueale), il Tempo di Latenza del riflesso cardio- e vascolo-gastrico aspecifico è 10 sec. e rimane invariato anche dopo 10 sec. di stimolazione del SBA sia sottocutaneo sia viscerale, dimostrando una normale ossigenazione nei sistemi biologici esaminati.

Al contrario, nel soggetto cardiopatico ischemico, normo-peso oppure obeso, la pressione ungueale applicata sopra un qualsiasi punto del precordio, a seguito della Realtà non-locale, dopo un Tempo di latenza inferiore ai fisiologici 10 sec., in relazione alla gravità della CAD, provoca il Riflesso gastrico-aspecifico, tipico dell’infiammazione.

Interessante il fatto che se si ripete la stessa valutazione dopo 10 sec. di stimolazione del SBA, sia sottocutaneo sia viscerale, mediante pressione digitale, nel secondo caso la stimolazione è virtuale, cioè realizzatoa col pensiero, secondo la Diagnostica Psicocinetica (4-11) il tempo di latenza dello stesso riflesso si riduce significativamente, dimezzandosi nei confronti del valore parametrico basale, ad indicareil ruolo essenziale del SBA nella infiammazione sistemica.

Infine, il Segno di Gentile (pressione digitale di media intensità applicata sopra il precordio = ossigenazione coronarica e miocardica), mostra un Tempo di Latenza diminuito di base (> 8 sec.), peggiorando in modo significativo dopo stimolazione del SBA, a causa delle citochine infiammatorie liberate durante questa manovra.
Bibliografia

1) Anders H. Berg, Philipp E. Scherer. Adipose Tissue, Inflammation, and Cardiovascular Disease. Circulation Research. 2005; 96: 939-949 doi: 10.1161/​01.RES.0000163635.62927.34

2) Lowe G. The relationship between infection, inflammation, and cardiovascular disease: an overview. Ann Periodontol. 2001; 6: 1–8. Medline

3) Rolff J, Siva-Jothy MT. Invertebrate ecological immunology. Science. 2003; 301: 472–475.

4) Sergio Stagnaro (2012). Semeiotica Biofisica Quantistica. Diagnostica Psicocinetica. E-book in rete nel sito http://www.sisbq.org; http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dp_libro.pdf

5) Stagnaro Sergio. Diagnostica Psicocinetica, Evoluzione della Semeiotica Biofisica Quantistica. 30 maggio 2009, URLs: http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4823 ; http://www.semeioticabiofisica.it/semeioticabiofisica/Biografia.htm ; http://xoomer.virgilio.it/piazzetta/professione/professione.htm; http://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=11161&Itemid=47; http://fai.informazione.it/search.aspx?whclau=quantistica+; http://ilfattorec.forumfree.net/?t=40120464&view=getlastpost#lastpost

6) Sergio Stagnaro. Psychokinetic Diagnostics, Quantum Biophysica Semeiotics Evolution. http://sciphu.com/. , 12 March 2010, http://sciphu.com/2010/03/psychokinetic-diagnostics-quantum.html and http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/2010/03/psychokinetic-diagnostics-quantum.html

7) Caramel S., Stagnaro S. Quantum Biophysics Semeiotics and Psychokinetic Diagnostics. 7 luglio 2010, http://ilfattorec.altervista.org/DP.pdf

8) Sergio Stagnaro. Psychokinetic Diagnostics Practical Aspects. http://www.sci-vox.com, 2010-08-12, http://www.sci-vox.com/stories/submit.html

9) Sergio Stagnaro. Psychokinetic Diagnosis and two Dimensions of Time, T1 and T2. http://www.sci-vox.com, 23 August, 2010. http://www.sci-vox.com/stories/submit.html

10) Sergio Stagnaro. Psychokinetic Diagnostics. Mind, Matter and Energy-Information. http://www.sci-vox.com, 16 September, 2010. http://www.sci-vox.com/stories/story/2010-09-16psychokinetic+diagnostics.+mind%2C+matter+and+energy-information..html

11)) Simone Caramel and Sergio Stagnaro (2011). Quantum Biophysics Semeiotics and Psychokinetic Diagnostics. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dp.pdf

Valutazione clinica, “semplificata”, dei Glicocalici degli Adipociti del Sistema Biologico Adiposo, sottocutaneo e viscerale. 2° Articolo

Nel lavoro introduttivo, del 26 maggio 2014, in rete alla URL

https://sergiostagnaro.wordpress.com/2014/05/26/il-sistema-biologico-adiposo-valutato-con-la-semeiotica-biofisica-quantistica-ghiandola-endocrina-ed-affidabile-sensore/ ho descritto come riconoscere, in modo clinico, rapido ed affidabile, l’infiammazione del sistema biologico adiposo (SBA).

La migliore valutazione del modo di essere e di funzionare del SBA è la valutazione “semplificata” del glicocalice dell’adipocita nel distretto sottocutaneo e viscerale, di seguito descritta, che rappresenta un affidabile ed elegante metodo clinico di rapida applicazione, per riconoscere in un minuto eventuali alterazioni anatomo-funzionali del tessuto adiposo.

In realtà, pur conoscendo solo il Riflesso gastrico-aspecifico, il Medico può raccogliere informazioni equivalenti a quelli ottenute con la valutazione microangiologica clinica, decisamente più difficile, anche se più raffinata e ricca di informazione (1-5)

Nel sano a riposo, con normale BMI e dimensione della plica cutanea, la stimolazione mediante pressione digitale – pizzicotto cutaneo – di media intensità del SBA sottocutaneo, e la pressione di identica intensità applicata sopra il SBA viscerale, secondo la Diagnostica Psicocinetica, dopo un Tempo di latenza di 8 sec. esatti provoca il Riflesso gastrico-aspecifico , la cui durata è < 3sec. – 4 > sec.

Valutato una seconda volta, dopo 5 sec. precisi di esecuzione della Manovra di Titti (6) o di Bardi (7), il Tempo di Latenza raddoppia, salendo a 16 sec., esattamente come nel precondizionamento (8, 9).

Al contrario, nel soggetto obeso, o in soprappeso, nelle condizioni sperimentali sopra riferite, il Tempo di Latenza può essere ancora di 8 sec. nelle forme lievi, dove però la durata è di 4 sec.- 6 sec., mentre negli altri casi appare ridotto: 6-7 sec.

Interessante il fatto che la seconda valutazione dopo 5 sec. di esecuzione di una prova da sforzo, non provoca il raddoppiamento del Tempo di Latenza, che appare pertanto inferiore a 16 sec. in relazione inversa alla gravita dell’aumento di tessuto adiposo.

La Valutazione “semplificata” dei glicocalici degli adipociti permette al medico di riconoscere con un fonendoscopio e di monitorare l’alterazione anatomo-funzionale, anche regionale, del SBA, secondarie al “rimodellamento microcircolatorio” locale, presente in chi è in soprappeso oppure obeso: DEB neoformati-patologici, tipo I, sottotipo b), aspecifici, causa di ingravescente centralizzazione del flusso e conseguente sofferenza dei capillari nutrizionali e acidosi istangica.

Prima di concludere questo articolo è doveroso rendere un meritato omaggio alla lungimiranza del Prof. Sergio B. Curri, mio Maestro di Microangiologia, che scrisse (10, Pag. 37):

”Come tutti i tessuti adiposi dell’organismo ed in particolare l’ipoderma, il tessuto adiposo della mammella femminile è riccamente vascolarizzato ed irrorato da reti capillari molto estese, con un’abbondanza che trova scarso riscontro persino nel derma”.

Interessante la presente ricerca sul SBA e in particolare la causa della locale acidosi istangica quando aumenta la massa grassa , altre affermazioni del Curri, presenti nel volume citato:

“I capillari del tessuto adiposo sono in genere di piccolo calibro, inferiore a quello, ad esempio, dei capillari delle papille dermiche. Il diametro del lume è spesso inferiore ai 5μ, per cui è la norma rinvenire nell’interno di un capillare ,…….., eritrociti deformati susseguentisi l’uno di seguito all’altro in fila serrata”.

Infine, l’ennesima illuminante affermazione:

“In sezione trasversale, colpisce la microangiotettonica peculiare e soprattutto la distanza di diffusione…….Già si è avuto modo di descrivere come una delle principali caratteristiche della microangiotettonica capillare, e cioè della distribuzione spaziale delle reti capillari nel tessuto adiposo, consista nella strettissima relazione di contiguità tra la membrana dei capillari stessi e la membrana degli adipociti”

Infatti, una simile architettonica pascolo-parenchimale è propria dei tessuti con intensi scambi emato-tessutali e tessutali-ematici:

“Sul piano funzionale, la ridotta o minima distanza di diffusione assume risvolti di grande interesse teorico e pratico”.

In conclusione, l’istologia ha evidenziato da anni quanto recentemente è diventato una affermazione condivisa dagli AA.: il sistema biologico adiposo è una ghiandola a secrezione interna, che partecipa all’insorgenza di numerose patologie, come Ipertensione Arteriosa, DM tipo 2, CVD, Cancro, naturalmente in soggetti colpiti dai Reali Rischi Congeniti, Dipendenti dalle relative Costituzioni SBQ.

Bibliografia.

1) Sergio Stagnaro. Il Glicocalice nella Diagnosi Semeiotico-Biofisico-Quantistica di Terreno Oncologico di Di Bella. 15 febbraio 2011, http://www.melatonina.it, http://www.melatonina.it/farma/approfondimenti.php ; http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/glicocaliceoncologico.pdf; http://www.fcenews.it, http://www.fceonline.it/images/docs/glicocalice oncologico valutazione.pdf

2) Sergio Stagnaro. Semeiotica Biofisica Quantistica del Reale Rischio Congenito Oncologico di Mielopatia. Ruolo Diagnostico del Glicocalice. http://www.sisbq.org, 22, febbraio 2011, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rrmielopatiaglicocalice.pdf

3) Simone Caramel and Sergio Stagnaro The role of glycocalyx in QBS diagnosis of Di Bella’s Oncological Terrain – http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/oncological_glycocalyx2011.pdf

4) Sergio Stagnaro. Ruolo del Glicocalice nella Valutazione Semeiotica Biofisica Quantistica della Sindrome del Fegato Iperfunzionante. 3 marzo 2011. http://www.piazzettamedici.it/professione/professione.htm

5) Sergio Stagnaro. Ruolo del Glicocalice nella Valutazione Semeiotica Biofisica Quantistica della Sindrome del Fegato Iperfunzionante. 3 marzo 2011. http://www.piazzettamedici.it/professione/professione.htm

6) Sergio Stagnaro. Manovra di Titti. http://www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/manovradititti.pdf

7) Sergio Stagnaro. Manovra di Bardi, affidabile, semplice e di rapida applicazione, nel riconoscere in 10 secondi i Falsi Negativi in Semeiotica Biofisica Quantistica. http://www.sisbq.org/glossariosbq.html; https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/07/manovra-di-bardi-affidabile-semplice-e-di-rapida-applicazione-nel-riconoscere-in-10-secondi-i-falsi-negativi-in-semeiotica-biofisica-quantistica/

8) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Deterministic Chaos, Preconditioning and Myocardial Oxygenation evaluated clinically with the aid of Biophysical Semeiotics in the Diagnosis of ischaemic Heart Disease even silent. Acta Med. Medit. 13, 109, 1997.

9) Stagnaro Sergio. Role of Coronary Endoarterial Blocking Devices in Myocardial Preconditioning – c007i. Lecture, V Virtual International Congress of Cardiology. http://www.fac.org.ar/qcvc/llave/c007i/stagnaros.php

10) S.B. Curri. La Pannicolopatia mammaria da stasi. Le Microangiopatie, parte seconda. Inverni della Beffa, Ed. riservata. 1992.

Il Sistema Biologico Adiposo valutato con la Semeiotica Biofisica Quantistica: ghiandola endocrina ed affidabile Sensore.

Inizio la pubblicazione di una serie di brevi articoli dedicati alla presentazione dei risultati di una indagine clinica, tuttora in corso,  del Sistema Biologico Adiposo (SBA), questo sconosciuto,  realizzata con l’aiuto della Semeiotica Biofisica Quantistica (SBQ).

In realtà, anni or sono iniziai a studiare con la Semeiotica Biofisica il Sistema Biologico Adiposo, termine da preferire a quello riduttivo di tessuto adiposo. Questa ricerca mi ha permesso di scoprire prima la Valutazione SBQ dell’Adiponectina, http://www.semeioticabiofisica.it/semeioticabiofisica/Documenti/Ita/Adiponectin%20lavoro.doc, e successivamente quella della Leptina, http://www.semeioticabiofisica.it/semeioticabiofisica/Documenti/Ita/Leptina%20Articolo.doc.

La descrizione del metodo alla base della valutazione SBQ del SBA è indispensabile per comprendere le evidenze cliniche a sostegno della funzione di affidabile Sensor del SBA, accanto al Brain Sensor e al Timo, al fine poi di ripeterle nella pratica quotidiana.

Nel sano, la pressione ungueale, applicata sopra il tessuto adiposo sottocutaneo e quindi sopra quello viscerale, in questo secondo caso con la diagnostica psicocinetica (1-8), dopo un Tempo di Latenza di 10 sec. provoca il Riflesso Gastrico aspecifico della durata < 3 sec. > 4 sec.

Al contrario, in caso di infiammazione del SBA, come nella comune virosi influenzale, DM tipo 2, Reumopatie, Cancro, Ipertensione Arteriosa, Obesità, nelle condizioni sperimentali indicate sopra, il Tempo di Latenza è inferiore ai fisiologici 10 sec. in relazione inversa alla gravità della sottostante patologia.

Per comprensibili ragioni, non riferisco gli interessanti e significativi dati della  Microangiologia Clinica, www.semeioticabiofisica.it

Dal punto di vista clinico è interessante sapere che a partire dall’inizio di qualsiasi malattia, per esempio dal primo stadio dell’influenza quando il solo diagramma dell’unità microvascolotessutale del polpastrello digitale è modificato, http://www.semeioticabiofisica.it/semeioticabiofisica/Documenti/Ita/A%20Diagrammi%20sem.biofisici.doc, il Medico osserva infiammazione nel SBA, più intensa, come sempre, nel tessuto adiposo viscerale (VAT). Inoltre, la guarigione di un processo morboso è evidenziata, dal punto di vista clinico, dalla graduale scomparsa dei segni SBQ dell’infiammazione del SBA, così come avviene nell’attivazione del Brain Sensor (9, 10) e del timo (Presentazione Diapositive alla mia ultima Lectio Magistralis di Porretta Terme, 2014, http://www.sisbq.org/formazioneporretta2014.html).

Da quanto precede risulta che, nell’ambito dell’economia organistica, il SBA svolge funzioni molto più importanti ed interessanti di quelle di  semplice deposito di energia chimica e di tessuto di riempimento di spazi biologici.

Infatti, nella sicura e lunga esperienza clinica, il SBA si è rivelato un affidabile sensore delle condizioni dei vari sistemi biologici, accanto all’attivazione microcircolatoria de sensore cerebrale e del timo, facilitando la diagnosi e rendendo possibile il monitoraggio terapeutico delle più frequenti patologie umane, di differente natura, per esempio, infettiva, metabolica, neoplastica.

Bibliografia.

1) Sergio Stagnaro (2012). Semeiotica Biofisica Quantistica. Diagnostica Psicocinetica. E-book in rete nel sito http://www.sisbq.org; http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dp_libro.pdf

2) Stagnaro Sergio. Diagnostica Psicocinetica, Evoluzione della Semeiotica Biofisica Quantistica. 30 maggio 2009, URLs: http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.4823 ; http://www.semeioticabiofisica.it/semeioticabiofisica/Biografia.htm ; http://xoomer.virgilio.it/piazzetta/professione/professione.htm; http://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=11161&Itemid=47; http://fai.informazione.it/search.aspx?whclau=quantistica+; http://ilfattorec.forumfree.net/?t=40120464&view=getlastpost#lastpost

3) Sergio Stagnaro. Psychokinetic Diagnostics, Quantum Biophysica Semeiotics Evolution. http://sciphu.com/. , 12 March 2010, http://sciphu.com/2010/03/psychokinetic-diagnostics-quantum.html and http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/2010/03/psychokinetic-diagnostics-quantum.html

4) Caramel S., Stagnaro S. Quantum Biophysics Semeiotics and Psychokinetic Diagnostics. 7 luglio 2010, http://ilfattorec.altervista.org/DP.pdf

5) Sergio Stagnaro. Psychokinetic Diagnostics Practical Aspects. http://www.sci-vox.com, 2010-08-12, http://www.sci-vox.com/stories/submit.html

6) Sergio Stagnaro. Psychokinetic Diagnosis and two Dimensions of Time, T1 and T2. http://www.sci-vox.com, 23 August, 2010. http://www.sci-vox.com/stories/submit.html

7) Sergio Stagnaro. Psychokinetic Diagnostics. Mind, Matter and Energy-Information. http://www.sci-vox.com, 16 September, 2010. http://www.sci-vox.com/stories/story/2010-09-16psychokinetic+diagnostics.+mind%2C+matter+and+energy-information..html

8) Simone Caramel and Sergio Stagnaro (2011). Quantum Biophysics Semeiotics and Psychokinetic Diagnostics. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dp.pdf

9) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012) New ways in physical Diagnostics: Brain Sensor Bedside Evaluation. The Gandolfo’s Sign. January, 2012. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/bsbe.pdf

10) Sergio Stagnaro (2012). Brain Sensor Bedside Evaluation with Quantum Biophysical Semeiotics. http://blogs.plos.org, http://blogs.plos.org/neuroanthropology/2012/01/10/brainy-trees-metaphorical-forests-on-neuroscience-embodiment-and-architecture/

Fondamentalmente errate le Teorie dell’Aterosclerosi che ignorano il Reale Rischio Congenito di CVD , Dipendente dalla Costituzione Aterosclerotica.

Come esistono i Reali Rischi Congeniti delle più frequenti e gravi patologie, per es., DM tipo2, Cancro, Dislipidemie, Ipertensiona Arteriosa, esiste pure il Reale Rischio Congenito di CVD e quindi di CAD, dipendente dalla Costituzione Aterosclerotica.( Bibliografia a fondo articolo)
E’ superfluo ripetere che la CVD è la prima causa di morte nel mondo.
E’ superfluo ripetere che il Reale Rischio Congenito di CVD, riconosciuto già alla nascita con un fonendoscopio in 1 secondo ed eliminato con la Terapia Quantistica, è silente per decenni per poi magari causare, in apparente pieno benessere, Ictus o IMA, come dimostrano, i numerosi atleti professionisti morti per arresto cardiaco “improvviso e imprevisto”: Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Arrhythmogenic Right Ventricular Dysplasia/Cardiomyopathy Bedside Diagnosis. Morosini’s Syndrome. http://www.sisbq.org, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics,http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/arvdc_morosinis_syndrome_article.pdf
E’ superfluo ripetere che in Italia – con la sola incoraggiante eccezione della SISA – le “cosiddette” Autorità sanitarie, il Presidente Napolitano, il Ministro della Sanità, i Presidenti di numerose Società Scientifiche di Medicine e di altri Istituti Scientifici, i Presidenti degli Ordini dei Medici, gli Alti Prelati, incluso il Santo Padre, non mostrano la volontà di porre fine alla Strage degli Innocenti, ormai di dimensioni allarmanti, secondo una coscienza empedoclea.
Non è invece superfluo ripetere che è necessario ricercare la CAUSA delle morti “improvvise e impreviste” di tanti giovani (6 aa. a La Spezia, 10 aa. a Ostia, 16 aa. a Vergato,….), e non giovani, per arresto cardiaco, secondo l’aberrante Visione del Mondo di una Medicina sacrificata dal 1948 – Framingham Heart Study – sull’altare di una tracotante, impietosa Economia, in verità dai piedi d’argilla.
Le morti per arresto cardiaco “improvviso e imprevisto” sono l’inquietante espressione della impietosa sconfitta della presente Medicina, nonostante le tante “progressive e meravigliose sorti”, trionfalmente annunciate da mass-media-veline-dipendenti.
Invitare i “professori” e le altre “cosiddette” Autorità Sanitarie a studiare la Teoria Microcircolatoria SBQ dell’Aterosclerosi, senza studiare prima la Semeiotica Biofisica Quantistica, illustrata in numerosi lavori e volumi, consegnati da tempo alla Letteratura scientifica, è una “Impresa impossibile”. In mancanza di una sufficiente conoscenza della Semeiotica Biofisica Quantistica, nell’oblio dell’oblio del corretto uso del fonendoscopio, nessuno ne capirebbe qualcosa!
Sabato prossimo 24 maggio alle ore 11,30 presso la Scuola Alta Formazione a La Spezia, in via San Bartolomeo, n. 595/A, tenterò, ancora una volta, di illustrare in modo semplice e quindi comprensibile anche allo scolaretto di G. Bateson, gli aspetti teorici e la pratica applicazione della Teoria Microcircolatoria SBQ dell’Aterosclerosi, l’unica teoria che risponde alle domande lasciate senza risposta da tutte le precedenti teorie, certamente politicamente corrette.
Notoriamente, una nuova teoria per essere riconosciuta come più completa delle altre già esistenti, deve permettere di fare “facilmente” le identiche previsioni delle precedenti, e offrire la risoluzione dei problemi non risolti.
Perché continua nel mondo, senza sosta alcuna, la Strage degli Innocenti? https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/03/23/fermiamo-la-strage-degli-innocenti-firmando-questa-petizione/
Se milioni di persone, come chi scrive, senza significativi fattori di rischio di CVD, circa il 40% di tutti gli IMA, sono stati colpiti da infarto miocardico repentinamente, senza preavviso, mentre milioni di altri soggetti, con gravi fattori di rischio secondo il Framingham Heart Study, posseggono coronarie sane, non vi sembra che “Qualcosa di profondamente errato c’è nel Regno della Medicina in generale, e della Cardiologia in particolare”? http://www.bmj.com/content/348/bmj.g3306; leggere anche il mio commento.

In poche parole, non sarebbe opportuno, nell’interesse di tutti, rivisitare criticamente, liberamente, obiettivamente i risultati e le finalità di uno Studio, il Framingham Heart Study, che a mio parere, come ho già ampiamente riferito in articoli, sopra indicati, in rete in La Voce, ha fatto fin troppi danni agli uomini (e donne, ovviamente!) e alla Medicina, prediligendo la prevenzione “secondaria” della CVD, considerata l’unico strumento di lotta alla cardiovascolopatia: nell’oblio del Reale Rischio Congenito di CVD( e CAD, quindi), Dipendente dalla Costituzione Aterosclerotica, tutte le Teorie dell’Aterosclerosi sono fondamentalmente errate.
La Prevenzione Pre-Primaria, condotta nelle spose prima dell’inizio di una gravidanza, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html, e Primaria delle più frequenti e gravi malattie, inclusa la CVD, non può essere realizzata senza la conoscenza precisa della Semeiotica Biofisica Quantistica e quindi dei Reali Rischi Congeniti, Dipendenti dalle relative Costituzioni, diagnosticati in modo quantitativo già alla nascita con un fonendoscopio ed eliminati definitivamente con la Terapia Quantistica
Bibliografia consigliata
__ Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Quantum Biophysical Semeiotics Microcirculatory Theory of Arteriosclerosis – http://www.sisbq.org, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/ats_qbs__mctheory.pdf
Stagnaro Sergio. CAD Inherited Real Risk, Based on Newborn-Pathological, Type I, Subtype B, Aspecific, Coronary Endoarteriolar Blocking Devices. Diagnostic Role of Myocardial Oxygenation and Biophysical-Semeiotic Preconditioning. International Atherosclerosis Society. http://www.athero.org, 29 April, 2009 http://www.athero.org/commentaries/comm907.asp
Sergio Stagnaro. Without CAD Inherited Real Risk, All Environmental Risk Factors of CAD are innocent Bystanders. Canadian Medical Association Journal. CMAJ, 14 Dec 2009, http://www.cmaj.ca/content/181/12/E267/reply
Stagnaro Sergio. Role of Coronary Endoarterial Blocking Devices in Myocardial Preconditioning – c007i. Lecture, V Virtual International Congress of Cardiology, 2007. http://www.fac.org.ar/qcvc/llave/c007i/stagnaros.php
Sergio Stagnaro (2012). I Segni di Caotino* e di Gentile** nella Diagnosi di Reale Rischio Congenito di CAD e di Infarto Miocardico, ancorché iniziale o silente. Fisiopatologia e Terapia. Lectio Magistralis. III Convegno della SISBQ, 9-10 Giugno 2012, Porretta Terme (Bologna). http://www.sisbq.org. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/presentazione_stagnaro_it.pdf ; English version:
http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/presentazione_stagnaro_eng.pdf
Sergio Stagnaro. Inherited Real Risk of CAD and Cancer, http://www.nature.com, 2008, http://blogs.nature.com/news/thegreatbeyond/2008/01/can_shining_lights_on_your_hea_1.html
Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, http://www.travelfactory.it, Roma, 2009.
Simone Caramel and Sergio Stagnaro (2012). Vascular calcification and Inherited Real Risk of lithiasis. Front. In Endocrin. 3:119. doi: 10.3389/fendo.2012.00119
http://www.frontiersin.org/Bone_Research/10.3389/fendo.2012.00119/full [MEDLINE].
Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., EJCN, European Journal Clinical Nutrition, Nature PG., 67, 683 (June 2013) | doi:10.1038/ejcn.2013.37, http://www.nature.com/ejcn/journal/v67/n6/full/ejcn201337a.html. [MEDLINE].
Sergio Stagnaro (2013). Two Clinical Evidences Corroborating Microcirculatory Quantum-Biophysical-Semeiotic Theory of Atherosclerosis. Lectio Magistralis, IV Congress of SISBQ, Porretta Terme (Bologna), 4-5 May, 2013 http://www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/atherotheory_evidences.pdf
Sergio Stagnaro, Simone Caramel. Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease: pathophysiology, diagnosis and primary prevention. Epidemiology and Cardiovascular Prevention. Brief Communication. 8th International Congress of Cardiology in the internet. Published: 28 October 2013. FAC Federaciòn Argentina de Cardiologia http://fac.org.ar/8cvc/llave/tl054_stagnaro/tl054_stagnaro.php – PDF

Sabato 24 Maggio 2014, a La Spezia, illustrerò come non morire di infarto miocardico “improvviso e imprevisto”

Sabato 24 maggio alle ore 11,30 presso la Scuola Alta Formazione a La Spezia, in via San Bartolomeo, n. 595/A terrò una conferenza sulla “Teoria SBQ Microcircolatoria dell’Aterosclerosi.

In un mio precedente articolo su La Voce di Sergio Stagnaro, https://sergiostagnaro.wordpress.com/2012/10/23/silenzio-dei-professori-sulla-teoria-microcircolatoria-semeiotico-biofisico-quantistica-dellaterosclerosi/, scrissi:

“A partire dal 2003 cerco di illustrare e diffondere la mia Teoria microcircolatoria semeiotico-biofisico-quantistica dell’Aterosclerosi, in considerazione che la CVD rappresenta una grave epidemia in aumento e la PRIMA causa di morte nei Paesi Occidentali, nonostante le conquiste “meravigliose e progressive” della Medicina.

Il mio primo articolo, del 2003, potete leggerlo nel mio sito alla pagina http://www.semeioticabiofisica.it/semeioticabiofisica/Documenti/Ita/Costituzione%20arteriosclerotica.doc, e gratuitamente scaricarlo, senza la necessità di fare il login!

Successivamente, nel 2012, con la preziosa collaborazione del Presidente della SISBQ, http://www.sisbq.org, dott. Simone Caramel, è stato pubblicato l’articolo Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012) Quantum Biophysical Semeiotics Microcirculatory Theory of Arteriosclerosis – http://www.sisbq.org, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/ats_qbs__mctheory.pdf

Come ho già riferito in La Voce di Sergio Stagnaro, stiamo preparando un lavoro aggiornato sulla Teoria richiestomi dall’American Heart Association per una “probabile” pubblicazione. Illustrerò la Teoria nella sua forma aggiornata il prossimo 18 Novembre, al termine del Corso di Formazione in SBQ, nell’Auditorium dell’Hotel Donato a Calvizzano, Napoli.

Ieri, ho ricevuto una immediata risposta da Nature, ai cui Editori comunicai via mail – solo per conoscenza! – un riassunto della Teoria: mi invitavano a sottoporre attraverso il sito una Corrispondence su questo argomento, il cui testo era quello della mia mail. Notoriamente non sono accettati dagli Editori lavori spediti per post elettronica!

Al contrario, tra tanti “Professori” informati sulla Teoria microcircolatoria semeiotico-biofisico-quantistica dell’Aterosclerosi, tra cui il Prof . Kevin William (mia mail di Wednesday, October 17, 2012 3:59 PM), autore di una Teoria politicamente corretta, cioè rispettosa dei dati del Framingham Heart ECONOMIC Stydy, né il Presidente della SISA né quello della SIC mi hanno degnato di un risposta!

Quale soddisfacente spiegazione è possibile trovare per il sospetto silenzio dei “Professori”, ammesso, ma non concesso, che siano esperti in Semeiotica Biofisica Quantistica? Infatti, per leggere Poesie Arabe del XIX secolo è inevitabile la conoscenza dell’Arabo…

Penso che pure i “Professori” sappiano – nel loro dorato isolamento – che la CVD è una epidemia in contimuo aumento, nonostante migliaia di Editoriali ed articoli pubblicati su famose peer-reviews”.

Se la CVD, per generale ammissione, è la prima causa di mortalità e morbilità nel mondo, è evidente che tutte le teorie dell’Aterosclerosi, finora suggerite, hanno fallito.

Nella conferenza di sabato prossimo a La Spezia – dove il contradditorio è da me auspicato – spiegherò il perché del desolante fallimento dell’attuale lotta alla CVD, fondata su teorie deboli, e suggerirò, come strumento di lotta alla ATS la Prevenzione Pre-Primaria e Primaria con la Semeiotica Biofisica Quantistica  e come eliminare il Reale Rischio Congenito di CVD con la non costosa Terapia Quantistica, che porrà fine alla Strage degli Innocenti, morti per IMA “improvviso e imprevedibile”: https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/03/23/fermiamo-la-strage-degli-innocenti-firmando-questa-petizione/.

 

Somministrare Statine è pericoloso per la vita di pazienti con Sindrome da Carenza di Co Q10!

Nell’Editoriale “Adverse effects of statins”, BMJ 2014; 348 doi: http://dx.doi.org/10.1136/bmj.g3306 (Published 15 May 2014) ,BMJ 2014;348:g3306, http://www.bmj.com/content/348/bmj.g3306, a firma dell’Editor-in -Chief del British Medical Journal, Fjona Goodle, che ammiro da decenni, sebbene i nostri contatti epistolari siano assai dialettici, ma anche critici-costruttivi, more solito per chi scrive.

Nell’editoriale, si legge che in un articolo, pubblicato sul BMJ, John Abramson e Colleghi, riesaminati i dati del Cholesterol Treatment Trialists’ (CTT) Collaboration, e considerando il suggerimento di applicare la terapia con statine ad individui a basso rischio di CVD, affermarono che i rischi di effetti collaterali di una simile terapia sono dell’ordine del 18-20 %.

In un successivo articolo, riferisce Fjona Goodle, di Aseem Malhotra, pubblicato sul BMJ, venivano riportate le stesse percentuali di danni da statine in ipercolesterolemici trattati.

Tuttavia, gli Autori citati avevano accettati come veri i dati riferiti da Zhang e Colleghi , dati che non sembra siano stati verificati e quindi non sono attendibili.

Il parere mio e dei miei Collaboratori, espresso nel seguente commento, pubblicato nel sito del BMJ, coincide con le conclusioni dell’Editoriale: è urgentemente necessario valutare l’utilizzo delle statine nei pazienti a basso rischio di CVD.

Le statine, rivelatesi un enorme affare commerciale, sono tuttora impiegate secondo i dati del desolante Framingham Heart Study, da me criticato ampiamente senza essere falsificato da nessuno, nella totale ignoranza del Reale Rischio Congenito di CVD e di CAD.

Tempo fa, negli USA era stato suggerito l’uso delle statine nei bambini a rischio di cardiovascolopatia. Fortunatamente l’operazione non ebbe successo grazie alle reazioni di Autori, intelletualmente onesti e in parte aggiornati sul Reale Rischio Congenito di CVD, riconosciuto dalla nascita mediante il Segno di Antognetti e di Caotino.

Commento del 17 May 2014, http://www.bmj.com/content/348/bmj.g3306

Sergio Stagnaro, Director of Quantum Biophysical Semeiotics Research Laboratory, Caramel Simone, Marchionni Marco, Quantum Biophysical Semeiotics Research Laboratory, Via E. Piaggio 23/8 16039 Riva Trigoso (Genoa) Italy

Independent of the proper percentage referred to, we agree with F. Godlee’s article because one of us said in 1991 that statins are dangerous if administered in hyperdislipidemics affected by unrecognized Co Q10 Deficiency Syndrome (1,2). Ten years later, the mass-media all over the world announced rhabdomyolysis and death caused by cerivastatin if prescribed in association with other anticholesterolemic drugs (fibrates). Unfortunately, the above-referred data of the research of one of us have been unfortunately over-looked.

As a matter of fact, in the above-mentioned article it is described, for the first time, the method to bedside recognize “clinically”, by means of a new, original physical semeiotics, the Quantum Biophysical Semeiotics, Co Q10 Deficiency syndrome, even initial and asymptomatic.

Co Q10 is an essential coenzyme, scavenger of free radicals, and unavoidable in reaching the normal free energy level in every cell of the body, necessary for the life of all biological systems, including heart and skeletal muscle.

Finally, statins have to be administered exclusively to patients affected by CAD and CVD with an Inherited Real Risk (3,4).

References

1) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Carenza di Co Q10 secondaria a terapia ipolipidemizzante diagnosticata con la Percussione Ascoltata. Epat.(S.E.U.) 37, 17, 1990, and Settimana Italiana di Dietologia, 9-13 Aprile 1991, Merano. Atti, pg. 65.

2) Stagnaro-Neri M, Stagnaro S. C0Q10 in the prevention and treatment of primary osteoporosis. Preliminary data. Clin Ter. 1995 Mar;146(3):215-9 [MEDLINE]
3) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., EJCN, European Journal Clinical Nutrition, Nature PG., http://www.nature.com/ejcn/journal/v67/n6/full/ejcn201337a.html [MEDLINE]

Tag Cloud