Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Archivio per febbraio, 2014

Il Reale Rischio Congenito di Cancro: Senso e Significato illustrati in modo divulgativo.

Mi capita spesso di constatare che  ammirevoli Colleghi,  dotati di mente aperta, preparatissimi e non turbati affatto dalla nuova  realtà che si aggiunge alla vecchia nell’orizzonte ontico, fraintendano, in buona fede, il senso ed il significato del Reale Rischio Congenito Semeiotico-Biofisico-Quantistico, per esempio, di cancro al seno

Per riuscire a spiegarmi in modo ottimale, senza zone di ombra,  non essendoci  riuscito  completamente con molti articoli e libri  sull’argomento, di seguito userò un linguaggio elementare, divulgativo,  univoco, ma non per questo epidermico.

Il tumore maligno non colpisce tutti gli individui che condividono lo stesso tenore di vita, le identiche condizioni esistenziali, respirano la stessa aria, bevono la stessa acqua, seguono una dieta, etimologicamente intesa, uguale, sono esposti agli stessi fattori ambientali di rischio oncologico.

Pertanto, esiste un quid, di natura squisitamente genetica, da collocare come inizio, il ” PRIMA”, rappresentato da una linea di demarcazione che divide la popolazione in due parti:  

A) chi può ammalare di cancro, vivendo la sua vita in certe condizioni ambientali sfavorevoli;

B) chi non morirà mai di cancro, salvo i rarissimi  casi in cui il suo organismo diventi gravemente anemico, cachettico, debilitato, come facilmente si comprende. Ritornerò più avanti su queste eccezioni.

Il “PRIMA”  del Reale Rischio Congenito di cancro è il Terreno Oncologico, o Costituzione Tumorale, alterazione geneticamente diretta del PNEI (Sistema Psico-Neuro-Endocrino -Immunitario) che si esprime come generica compromissione delle difese dell’organismo, il quale  non  sa affrontare e risolvere fisiologicamente un problema cellulare, interessante tutti gli individui, nessuno escluso, con una frequenza elevatissima: la cellula da sociale è trasformata in a-sociale, ribelle, potenzialmente aggressiva, a causa di una serie di fattori presenti al di fuori e all’interno del corpo umano, spesso inter-reagenti tra loro. O la cellula è fatta rinsavire e ritorna nella norma, oppure è distrutta, eliminata, consegnata alla morte.

Questo è lo sfondo, brevemente descritto, dal quale emerge il Reale Rischio Congenito (RRC), Dipendente dal Terreno Oncologico, per esempio, del cancro al seno.

Per comprendere il “DOPO” del RRC sopra riferito, dobbiamo conoscere senso e significato del RRC di cancro.

 Infatti, il RRC di cancro rappresenta la locale, circoscritta area di predisposizione all’insorgenza del tumore maligno – i fattori ambientali di rischio colpiscono l’intero corpo di  tutti gli individui, ma il cancro può insorgere soltanto in alcuni  individui tra i positivi al Terreno Oncologico  (33% della popolazione della Riviera Ligure di Levante, dove vivo ovviamente, è colpita dal TO., di variabile gravità) e, fatto del tutto trascurato dagli Autori, non – nel nostro esempio – in ogni quadrante delle due mammelle, bensì nella precisa sede del Reale Rischio Congenito, riconosciuto dalla nascita con un fonendoscopio.

 Se cellule parenchimali  sono  geneticamente modificate  – nel caso del cancro al seno, se sono presenti geni come il BRCA-1, BRCA-2, ecc., ed  altri oggi ignorati,  e se i segnali intra-cellulari non si svolgono regolarmente per un basso livello di Energia Libera (ATP fornito da mitocondri alterati per la presenza di ICAEM) –   non hanno bisogno della fisiologica quantità di materia-informazione-energia, volgarmente  parlando… di  sangue, per svolgere le loro funzioni, che in queste cellule non sono normali.

Ne consegue il Rimodellamento Microcircolatorio, che caratterizza  appunto tutti i RRC di malattie  ma che, in caso di RRC di cancro,  è tipico, unico, caratteristico, facilmente riconoscibile a partire dalla nascita usando un fonendoscopio .   Soltanto nel RRC di Cancro esistono infatti  i Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati-patologici, tipi I, sottotipo a) oncologici, nelle piccole arterie, secondo Hammersen.

Conseguenza del  rimodellamento microcircolatorio ( in verità il rimodellamento interessa tutta l’unità micro-vascolo-tessutale!)  le cellule colpite da mutazioni genetiche tumorali sono fornite da minore quantità di materia-informazione-energia, causa della possibilità di insorgenza del cancro per mancato controllo immunitario, ma non solo immunitario. Questo spiega le eccezioni all’esistenza del TO., a cui sopra facevo riferimento (circa 1% dei casi nella mia esperienza).

Spero che risulti ora chiarito il senso e il significato del Reale Rischio Congenito di Cancro, Dipendente dal Terreno Oncologico, la cui natura, certamente genetica , non ha nulla a che fare con i soli tumori ereditari. Le basi del RRC sono prevalentemente microcircolatorie,  biologiche,  immunitarie.

“Krogh aveva ragione”.

Infatti, il fisiologo A. Krogh, premio Nobel per la Medicina nel 1920, aveva previsto l’importanza dello studio dei microvasi  nella diagnostica e nella ricerca clinica. Oggi finalmente la Microangiologia Clinica mostra la sua originale, essenziale, favorevole ripercussione nell’indagine di tutti i  tessuti e sistemi biologici, oltre ovviamente quello macro- e micro-circolatorio, in condizioni fisiologiche e patologiche” (1).

 (1) Sergio Stagnaro.  Angiobiopatia: Krogh Aveva Ragionehttp://www.fcenews.it, 21 gennaio, 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/krogh.pdf e alla URL http://www.mednat.org/krogh.pdf).

Porretta Terme, 10-11 Maggio pv.: Semeiotica Biofisica Quantistica Cardiologica

Il Medico di MG., che non può disporre della strumentalità dei Grandi della Cardiologia, si trova nella seria difficoltà di rispondere a domande frequenti che si presentano nella quotidiana attività professionale.

Il Pz davanti, sofferente per  MERG (= Malattia da Reflusso Gastro-Esofageo), diagnosticata  con un fonendoscopio in un minuto, sarà colpito da Infarto Miocardico in futuro, magari dopo 71 anni dalla nascita,  come accadde allo scopritore del Reale Rischio Congenito di CAD con e senza predisposizione all’Infarto Miocardico?

 Il Pz  affeto da  faringite da virus pseudo- influenzali, la cui fenomenologia clinica SBQ è notoriamente differente da quella da virus influenzali , avrà il Foro di Botallo ancora parzialmente aperto?

Il Pz , diagnosticato  in dieci secondi affetto da Sindrome di Saint (= diverticolosi del Colon discendente e Sigma, Colelitiasi ed Ernia Jatale da scivolamente)  è portatore di reflusso mitralico?

Il Pz ,  che lamenta  ansia e depressione reattiva ad una situazione matrimoniale fallimentare, al quale ho taciuto la presenza di un angioma nel settore VII del fegato, riconosciuto in meno di 60 sec.   nel corso della visita medica, sarà un candidato a morire, come numerosi atleti professionisti,  per  Infarto Miocardico “improvviso e imprevisto”,  a causa della CAD con microcalcificazioni vasoparietali  coronariche, diagnosticate col fonendoscopio due mesi or sono?

A questo punto mi fermo; senza dubbio chiunque ha perfettamente compreso l’incertezza da cui è colto il Medico Pratico oggi, a causa della semeiotica fisica tradizionale ed accademica veramente povera, solo perché  i suoi  progressi sono tenuti nascosti da chi vuole che i Medici siano l’estensione del Laboratorio e del Dipartimento delle Immagini.

Queste lacune, in realtà, sono da tempo colmate dalla SBQ.

Chi scrive è pronto ad accettare l’invito dell’On Beatrice Lorenzin, riconfermata Ministro della Salute, per un confronto –  sulla scientificità della Semeiotica Biofisica Quantistica –  con i suoi Esperti presso il Ministero da lei presieduto, purché io sia accompagnato dalla mia Cardiologa, Dott.ssa Anna Gentile di Sestri Levante, dal mio Medico Curante, dal mio Amico Editore, dottor Ivano Camponeschi di Roma, dal Presidente della SISBQ, http://www.sisbq.org, dottor Simone Caramel, massimo esperto nella Teoria SBQ  e infine dal Vice-Presidente della nostra Società, il Cardiologo del Cardarelli di Napoli, Dr. Mario Siniscalchi, massimo esperto nella pratica applicazione della SBQ: a 82 aa. compiuti, la memoria è spesso  incerta e l’emozione di trovarmi di fronte a simili personaggi della Medicina e magari allo stesso Ministro della Salute, potrebbe essere troppo  per  un cuore infartuato e fibrillante!

Raccomando ai Medici dalla Mente aperta, sfuggiti al desolante lavaggio del cervello da parte di un sistema di educazione, chiuso in se stesso,  che ignora la Fisica dei Quanti e i progressi degli ultimi cinquant’anni nel campo della Semeiotica Medica,  di essere possibilmente presenti a Porretta Terme nei giorni 10-11 di Maggio 2014, dove sarà celebrato il prossimo Corso di Formazione ed  Aggiornamento in SBQ presso l’Auditorium dell’Hotel Santoli.

Il titolo  della mia Lectio Magistralis  è  Semeiotica Biofisica Quantistica Cardiologica“.

Contrariamente agli  happenings  della Medicina Accademica, chiunque lo desideri potrà farmi domande: come sapete , nella presente Medicina nessun Medico è autorizzato a porre domande dopo una Lectio Magistralis.

 Ipse dixit!

To be continued…..

Chi ha Paura del Reale Rischio Congenito di Cancro Pancreatico, Dipendente dal Terreno Oncologico?

 

Attraverso il sito del Corriere della Sera ho inviato or ora il seguente messaggio:
Alla Redazione del Corriere Salute,
Per correttezza vi informo che  questo messaggio è in rete in “La Voce di SS”, www.sergiostagnaro.wordpress.com
Vi invito a leggere, prima di tutto, nel mio blog Semeiotica Biofisica Quantistica, https://www.facebook.com/pages/Semeiotica-Biofisica-Quantistica/219462041468111, il post “Se il Prof. U. Veronesi rifiuterà la mia proposta….”.
A questo punto, chiedo a voi, esperti nella informazione medica, come si spiega la contraddizione palese dell’Oncologica Ufficiale che piange, da un lato, sull’epidemia cancro in continuo aumento, immagine semantica della loro sconfitta, e, dall’altro, rifiuta il confronto sul Reale Rischio Congenito di cancro, Dipendente dal Terreno Oncologico, diagnosticato con un fonendoscopio a partire dalla nascita ed elimonato con la Terapia Quantistica:
Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full [MEDLINE];
Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG., Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011;  http://www.eurekaselect.com/106105/article .
Domanda: Chi ha paura di diffondere e far conoscere alla gente  il Reale Rischio Congenito di Cancro Pancreatico, riconosciuto a partire dalla nascita con un fonendoscopio ed eliminato con la Terapa Quantistica?

La desolante Informazione sulla Ricerca Medica in Italia

Innanzitutto  leggiamo il seguente commento, accettato dopo giorni e pubblicato recentemente in un prestigioso blog,  non senza sottolineare la differenza che  separa  Nature dalla Fondazione Umberto Veronesi,  per quanto riguarda  il modo di giudicare i miei commenti critico-costruttivi, costantemente cestinati dai dirigenti della Fondazione:

Sergio Stagnaro said:
To drive progress in medical research and healthcare delivery, we need, also and above all, of the free dissemination of original researches, although now no-politically correct. What would happen if physician working in the NHS, from birth knew all the constitutions of the individuals, their Inherited Real Risks, the effective therapy to eliminate them? The three growing epidemics of today, i.e., CVD, T2DM, and Cancer, are present at birth, as Constitution-Dependent, Inherited Real Risk, bedside recognised quickly, and removed by Quantum Therapy.

A questo punto possiamo leggere il post di oggi nel mio blo sulla Semeiotica Biofisica Quantistica https://www.facebook.com/pages/Semeiotica-Biofisica-Quantistica/219462041468111

A PARTIRE DALLA NASCITA CON UN FONENDOSCOPIO SI RICONOSCE IL REALE RISCHIO CONGENITO DI CANCRO PANCREATICO, CHE E’ POI ELIMINATO CON LA TERAPIA QUANTISTICA. PURTROPPO, i “professori” fingono di non saperlo, https://www.fondazioneveronesi.it/articoli/oncologia/si-studia-la-saliva-battere-il-cancro-al-pancreas/

Stagnaro Sergio. Bedside diagnosing Pancreas Cancer, even in its inherited real Risk. Cases Journal. 2008, October. http://www.casesjournal.com/content/1/1/280/comments#313610
Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention. Bentham PG.,Current Nutrition & Food Science ISSN (Print): 1573-4013; ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9, ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011;
http://www.eurekaselect.com/106105/article.

Perché il Prof. Umberto Veronesi non mi invita nell’IEO a dimostrargli che possiamo arrestare il Cancro del Pancreas solo se i Medici impareranno a riconoscere con un fonendoscopio il Reale Rischio Congenito di Cancro del Pancreas in un minuto?
PS.
Questo commento è stato da me doverosamente inviato al Prof. U. Veronesi, alla Fondazione U. Veronesi a Roma, all’Ordine dei Medici di Genova e alla Mailing List della SISBQ, www.sisbq.org“.

Per concludere: Ha  senso  piangere di fronte ad una carrozzella di un bambino malato di cancro se poi non si accettano leali, aperti, costruttivi confronti con chi suggerisce la Prevenzione Pre-Primaria  e Primaria del Cancro basate sul Reale Rischio Congenito, Dipendente dal Terreno Oncologico?

Il Reale Rischio Congenito Epilettico Eliminato con la Terapia Quantistica.

Senza Reale Rischio Congenito Epilettico, l’Epilessia essenziale non può insorge e non insorge.

Per comprendere nel modo migliore l’argomento del presente articolo, il Lettore deve sapere innanzitutto che la Terapia Quantistica è una terapia ristrutturante, nel senso illustrato nel suo Manifesto, in rete nel sito http://www.sisbq.org, alla URL

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/manifestomedicinasbqristrutturante2013.pdf

Il Manifesto della Medicina Semeiotico-Biofisico-Quantistica Ristrutturante (MSBQR) è finalizzato alla illustrazione dei fondamenti, delle principali indicazioni terapeutiche e della pratica applicazione della Green Therapy e della Blue Therapy, che hanno ormai dimostrato la loro efficacia nella ristrutturazione, reversibile e, rispettivamente, definitiva, delle modificazioni parenchimali, biologico-molecolari, quasi sempre trasmesse per via materna. 

Le modificazioni parenchimali, strutturali/funzionali, sono causate da mutazioni genetiche, generalmente complesse, correlate alle alterazioni dei locali microvasi, secondo la Teoria dell’Angiobiopatia, permettendone  indirettamente la valutazione clinica quantitativa  (1-12).

 

Il fondamento della MSBQR è rappresentato dalle Costituzioni SBQ e dai dipendenti Reali Rischi Congeniti, espressione di una loro iniziale evoluzione patologica, diagnosticati a partire dalla nascita con un semplice fonendoscopio ed eliminati con la Terapia Quantistica. Le Costituzioni SBQ insorgono sulla base della citopatia mitocondriale prevalentemente funzionale, scoperta e descritta 33 anni or sono, denominata Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica, che pertanto ne rappresenta la conditio sine qua non (13-15).

In realtà, senza il Reale Rischio Congenito, Dipendente dalla relativa Costituzione SBQ, che può essere latente come le stesse Costituzioni (Falsi Negativi) e quindi da rivalutare sempre con Prove da Sforzo, la corrispondente patologia non può insorgere, indipendentemente dalla presenza e dalla gravità dei suoi fattori ambientali di rischio.

Qualsiasi mutazione genetica, per essere significativa e di vitale importanza, necessariamente deve causare modificazioni patologiche, funzionali/strutturali, a livello di qualche sistema biologico – le Costituzioni SBQ e i relativi Reali Rischi Congeniti – clinicamente e quantitativamente diagnosticati con l’aiuto della Semeiotica Biofisica Quantistica e della Microangiologia Clinica, a partire dalla nascita

 

Dal Manifesto della Medicina Ristrutturante: “Di natura ben differente (nei confronti della Medicina riparativa, NdR!)  è la poco conosciuta   Medicina Semeiotico-Biofisico-Quantistica  Ristrutturante, ad impronta squisitamente preventiva, nel senso di Prevenzione Pre-Primaria, secondo la Manuel’s Story, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html, e Primaria, nel segno della “Medicina di Venere”.

Di primaria importanza nella MSBQR si è rivelato il Principio della Ricorsività del Genoma  Frattalico, secondo Andras Pellionisz, corroborato clinicamente con la Semeiotica Biofisica Quantistica: Manuel’s Story”.

 

 

La possibilità di ristrutturare anche l’Inherited Brain Disorder di numerose malattie del SNC, da me scoperto, è dimostrata in numerosi lavori precedenti (16-22 ).

 

Terapia Quantistica: Acqua Energizzata dal Bicarbonato di Sodio e dal Succo di Limone

La SBQ è rivolta principalmente alla Prevenzione Pre-Primaria e Primaria delle più comuni e gravi malattie degenerative, per esempio, Diabete Mellito, Cardio-vascolopatia, Cancro, Malattie degenerative e dello sviluppo del Sistema Nervoso Centrale, inclusa l’Epilessia essenziale.

La Terapia Quantistica elimina pertanto non solo il Reale Rischio Congenito Epilettico, ma anche,  quando  ovviamente sono presenti,  altre Costituzioni,  per esempio, il Terreno Oncologico, condizione necessaria, ma non sufficiente dell’insorgenza del  cancro,  permettendo al soggetto trattato di riacquistare l’efficienza delle difese immunitarie, e non solo, di cui sono dotati  gli individui privi di Terreno Oncologico:

Di seguito è illustrata una singolare “variante” di terapia quantistica, semplice, parziale ma efficace, realizzabile da parte di ogni paziente colpito da Reale Rischio Epilettico, possibilmente da iniziare prima delle crisi.

1) Possibilmente, riempire una bottiglia (anche da 1/2 litro e magari di plastica) di Acqua Termale Sulfidrilica (per esempio, di Porretta Terme, fonte Puzzola, che ho studiato a lungo http://www.sisbq.org) e la ponga sul comodino chiusa bene con vicino due bicchieri d’acqua (V. avanti): le radiazioni elettro-magnetiche deboli (e-m) agiscono sul soggetto  che riposa durante la notte! Importante che la distanza del paziente dalla bottiglia non superi il metro. Questa condizione è valida per ogni altra forma di terapia con acqua energizzata, per esempio da farmaci. 

In caso contrario,  se non si dispone dell’acqua termale solforosa, si utilizza una bottiglia d’acqua, anche di rubinetto, in cui si sciolgono TRE cucchiaini di Bicarbonato di Sodio (quello usato in cucina) e si chiude accuratamente!

Se infine si possono utilizzare le radiazioni e-m delle due bottiglie, si collocano entrambe sopra il comodino e si pongono vicino DUE (o più!)  bicchieri d’acqua  (anche del rubinetto!): al mattino si beve l’acqua di un bicchiere, con l’aggiunta di una punta di cucchiaino di Bicarbonato di Sodio, AGITANDOLA prima col cucchiaino stesso per circa 15 sec.,  ed al pomeriggio si beve l’acqua dell’altro bicchiere, contenente una piccola quantità di bicarbonato sodico, sciolto in essa ed agitata, ovviamente rinnovando l’acqua nei bicchieri da utilizzare il giorno dopo!

L’efficacia dell’acqua della bottiglia e dei  bicchieri, posti vicino,  persiste per almeno due mesi, a seguito della vicendevole energizzazione (esperienza personale!)

2) Utile ovviamente associare l’uso di CELL-FOOD gocce (potente istangioprotettore) insieme ad ASCORBATO di Sodio e/o Potassio: in 1/2 bicchiere d’acqua prima dei PASTI principali si sciolgono 8 gocce di Cell-Food insieme ad una punta di coltello di ASCORBATO, rimescolando bene per 30 sec. circa, prima di berla.

4) E’ consigliabile aggiungere alla terapia, illustrata sopra, 5 gocce di limone sciolte in una spremuta d’arancio (o di sola acqua) ed agitando bene. Bere questa soluzione almeno due volte al dì.

 Per eliminare il Reale Rischio Congenito di Epilessia è sufficiente l’acqua energizzata dal Bicarbonato di Sodio e da 5 gocce di succo di limone, usandole separatamente, senza cioè mescolarle.

Tuttavia, nella Terapia Quantistica, il   Cem-Tech – apparecchio russo che capta frequenze tessutali patologiche e le trasforma in fisiologiche (oggi esiste la versione economica AKtom) –  recita la parte centrale, specialmente se si seguono queste  indicazioni: utilizzando il programma 2, si lascia uno dei due diodi sopra la regione temporale di destra (2 cm. circa sopra il meato uditivo esterno), sede dell’ICAEM (13-15) e l’altro sopra la proiezione cutanea del Focus Epilettico, per un minuto, per raccogliere le radiazioni patologiche dei relativi centri neuronali.

Dopo l’applicazione di 10 minuti sopra le stesse aree del cuoio capelluto,  si carica l’acqua di una bottiglia, lasciando entrambi i diodi a contatto del recipiente per almeno 30 minuti.   La bottiglia d’acqua, così energizzata,    va poi collocata sopra il comodino,  come sopra scritto, per utilizzarne le radiazioni e-m  nella notte e consentire all’acqua dei due bicchieri di energizzarsi.

Va ricordato, a questo punto, che esistono apposite schede da portare in una tasca durante la giornata, dopo averle energizzate mediante i diodi del Cem Tech.

Infine, l’associazione di applicazioni di NIR-LED, sopra la sede del Focus Epilettogeno, sono di aiuto alla terapia.

La scelta della forma migliore della Terapia Quantistica è legata comprensibilmente agli esiti del monitoraggio terapeutico semeiotico-biofidico-quantistico

Per quanto riguarda i complessi meccanismi d’azione della Terapia Quantistica, è sufficiente  sapere che si tratta di Energia Informazione in grado di provocare la ristrutturazione dei centri nervosi, geneticamente alterati, della regione temporale di destra, alla base dell’ICAEM (13-15), secondo il Principio della Ricorsività Funzionale del Genoma Frattalico (23,24).

La ristrutturazione, monitorata con la Semeiotica Biofisica Quantistica, è completa dopo 9 mesi dall’inizio della terapia, sebbene i benefici, cioè la scomparsa delle crisi epilettiche, si manifestano dopo pochi mesi dall’inizio della terapia: questo tempo è ovviamente variabile da caso a caso.

Prima di concludere, sottolineo un fatto importante per i pazienti che intendono iniziare la Terapia Quantistica: durante il processo di ristrutturazione del focus epilettico, specialmente nei primi mesi, durante un episodio virale influenzale, a causa dell’acidosi istangica da esso provocata, possono comparire crisi epilettiche, spesso non intense e prolungate, che non si ripresentano più quando la ristrutturazione è in fase avanzata.

Per ulteriori approfondimenti sulla terapia con acqua energizzata dal bicarbonato di sodio, invito il lettore a leggere i seguenti lavori:

https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/02/02/bicarbonato-di-sodio-questo-sconosciuto-da-paolo-manzelli-a-tullio-simoncini-veritas-filia-temporis/

Bicarbonato di Sodio: Questo Sconosciuto! Da Paolo Manzelli a Tullio Simoncini: “Veritas Filia Temporis”. 2-2-2013

 

https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/02/07/il-segno-di-mastroianni-la-terapia-quantistica-col-bicarbonato-di-sodio-stimola-la-sintesi-di-melatonina/

Sfida Pascaliana Rivolta a Persone Intelligenti, Lungimiranti ed Intellettualmente Oneste: Uso Terapeutico del Bicarbonato di Sodio!  4-2-2013

https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/02/05/bicarbonato-di-sodio-terapia-quantistica-radiazioni-elettromagnetiche-bio-compatibili-e-bio-incompatibili/

 

Bicarbonato di Sodio, Terapia Quantistica, Radiazioni Elettromagnetiche, bio-compatibili e bio-incompatibili. 5-2-2013

 

Bibliografia.

1) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. Quantum Therapy: A New Way in Osteoporosis Primary Prevention and Treatment. Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, February 2012.

2) Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  The Role of Mediterranean Diet, CoQ10 and Conjugated-Melatonin in Osteoporosis Primary Prevention and TherapyCurrent Nutrition & Food.  Bentham Science. Volume 8, Number 1, February 2012 Pp.55-62.

3) Pyatakovich F.A.,Stagnaro S.,   Caramel S., Yakunchenko T.I., Makkonen K.F., Moryleva O.N.  Background Millimeter Radiation Influence in Cardiology on patients with metabolic and pre-metabolic  syndrome. Journal of Infrared and Millimeter Waves, , Shanghai, China

http://journal.sitp.ac.cn/hwyhmb/hwyhmben/ch/index.aspx, in press

4) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. Oncological Terrain-Dependent, Inherited Real Risk of Cervical Cancer: patophysiology, diagnosis and primary prevention – 2013.  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/cervicalcancerirr_2013.pdf

5) Sergio Stagnaro, Simone Caramel. Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease: pathophysiology, diagnosis and primary prevention. Epidemiology and Cardiovascular Prevention. Brief Communication. 8th International Congress of Cardiology in the internet. Published: 28 October 2013. FAC Federaciòn Argentina de Cardiologia http://fac.org.ar/8cvc/llave/tl054_stagnaro/tl054_stagnaro.php – PDF

6) Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro.The Role of ‘Modified Mediterranean Diet’ and Quantum Therapy In Alzheimer’s Disease  Primary Prevention. Letter to the Editor, The Journal of Nutrition, Health & Aging, Volume 18, Number 1, 2014, Springer Ed. http://link.springer.com/article/10.1007/s12603-013-0435-7  [Medline]

7) Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  Magnesium Deficiency Clinical Syndrome and Magnesium Therapy in Hypertensives – EJCN European Journal of Clinical Nutrition – Nature Publishing Group  Eur J Clin Nutr. 2012 Jun 27. doi: 10.1038/ejcn.2012.76. [Epub ahead of print] No abstract available. PMID: 22739250 [Medline]

8) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Type 2 Diabetes Mellitus Primary Prevention.LifeScienceGlobal February 2013, Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, 2013, 3,  http://www.lifescienceglobal.com/home/cart?view=product&id=3762013550.

9)  Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG.,Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011;
http://www.benthamscience.com/contents-JCode-CNF-Vol-00000009-Iss-00000001.htm2013549.

10) Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full[MEDLINE]

11) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., EJCN, European Journal Clinical Nutrition, Nature PG., [MEDLINE]

12) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013).    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Front Endocrinol (Lausanne). 2013; 4: 17.  Published online 2013 February 26. doi:  10.3389/fendo.2013.00017,[MEDLINE].

13) Stagnaro S., Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica condizione necessaria non sufficiente della oncogenesi. XI Congr. Naz. Soc. It. di Microangiologia e Microcircolaz. Abstracts, pg 38, 28 Settembre-1 Ottobre,  1983. Bellagio

14) Stagnaro S., Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica. Gazz Med. It. – Arch. Sci, Med. 144, 423, 1982.

15) Stagnaro S., Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica. X Congr. Naz. Soc. It. di Microangiologia e Microcircolazione. Atti, 61. 6-7 Novembre, 1982, Siena

16) Stagnaro Sergio.   Inherited Real Risk of Brain Disorders. www.plos.org, 24 July 2009.  http://www.plosone.org/article/comments/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0006354;jsessionid=9AC82C42FA9F57C913844806BF96DDC1

17) Simone Caramel and Sergio Stagnaro.Clinical QBS Diagnosis and Primary Prevention of Brain Disorder ‘Inherited Real Risk’ and Alzheimer Disease. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. 5 August, 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/alzheimer_primaryprevention.pdf

18) Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. “Quantum Biophysical Semeiotics Bedside Diagnosing  Inherited Real Risk of Brain Disorders: Boezio’s Sign”.  Neurodegenerative Disease Primary Prevention. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/boeziosign_2013.pdf

19) Sergio Stagnaro.  Sindrome di Rett: Dagnosi Semeiotico-Biofisico-Quantistica e Prevenzione Pre-Primaria e Primaria.  www.sisbq.org. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/sindromedirett.pdf

20) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012) New ways in physical Diagnostics: Brain Sensor Bedside Evaluation. The Gandolfo’s Sign. January, 2012. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/bsbe.pdf

21) Simone Caramel and Sergio Stagnaro.Clinical QBS Diagnosis and Primary Prevention of Brain Disorder ‘Inherited Real Risk’ and Alzheimer Disease. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. 5 August, 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/alzheimer_primaryprevention.pdf

22) Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. Inherited Real Risk of Alzheimer’s Disease: bedside diagnosis and primary prevention.Frontiers in Neuroscience, in http://www.frontiersin.org/Aging_Neuroscience/10.3389/fnagi.2013.00013/full

23) Sergio Stagnaro. The Principle of Recursive Genome Function: QBS evidences. 18 maggio 2011. www.sisbq.org.

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/prgf_qbsevidences.pdf

24) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2011). Skeletal Muscle Cell Glycocalix Evaluation during  CFS Treatment corroborates Andras Pellionisz’s Recursive Fractal Genome Function Principle. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/cfsglycocalyx.pdf 

Il Reale Rischio Congenito Epilettico. La Diagnosi Clinica.

Perché un individuo giovane, apparentemente sano, senza fattori ambientali di rischio, va incontro a crisi epilettiche, a differenza della madre, dei fratelli e delle sorelle?

Analogamente, sul piano della patologia cardiovascolare, accade spesso che  persone ancora in giovane età, apparentemente sane, che conducono una vita irreprensibile dal punto vista della dieta, etimologicamente intesa, muoiono per infarto miocardico acuto, erroneamente definito dai Medici e dai media  “imprevisto e improvviso”. Al contrario,  diabetici e/o ipertesi e/o arteriosclerotici e/o dislipidemici vivono fino ad una età avanzata  senza danni coronarici e AOPA.

Perché non si ammalano di cancro tutti coloro che vivono in ambienti inquinati da fattori di rischio ambientali predisponenti al tumore maligno?

Domande di questo tipo sono moltissime, tutte senza risposte soddisfacenti nonostante le “meravigliose e progressive sorti” della genetica molecolare!

La risposta, unica ed esauriente, a queste numerosissime domande è stata resa possibile dalla Microangiologia Clinica Semeiotico-Biofisico-Quantistica. Esistono, infatti,  importanti strutture microcircolatorie, i Dispositivi Endoarteriolari di Blocco (DEB), diffusi in tutti i sistemi biologici (in realtà, solo i DEB tipo II sono ubiquitari: V. avanti), che svolgono un ruolo di primaria importanza nella fisiologica regolazione della locale flow-motion

La scoperta di DEB neoformati-patologici, di tipi I, sotto-tipo a) tumorali, e b) aspecifici, caratterizzati da alterazione strutturale/funzionale, “geneticamente” orientata, è stata determinante per comprendere senso e significato dei Reali Rischi Congeniti delle più gravi malattie, Dipendenti dalle relative Costituzioni.

In realtà, il rimodellamento microcircolatorio locale, tipico dei Reali Rischi Congeniti, rappresenta l’espressione istologico-clinica della predisposizione alle più frequenti e gravi malattie e l’obiettivo della Prevenzione Pre-Primaria, secondo la Manuel’s Story , http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html, e Primaria (1-40).

 

 

Il Reale Rischio Congenito Semeiotico-Biofisico-Quantistico.

           Il reale rischio congenito svolge un ruolo primario nella Semeiotica Biofisica Quantistica. Pertanto, il medico deve conoscere questo progresso della Medicina, meritevole di una precisazione nosografica non limitata alla  oncologia, diabetologia e cardiovascolopatia, che ne faciliti la conoscenza da parte dei Medici.

Tra i numerosi Reali Rischi Congeniti non poteva mancare il reale rischio congenito epilettico.

Negli epilettici, non necessariamente già colpiti da crisi,  è possibile evidenziare una limitata  area  cerebrale, in genere unica, sede del rimodellamento microcircolatorio con evidenti alterazioni microcircolatorie e parenchimali, di seguito descritte, in accordo alla teoria dell’Angiobiopatia (6-8, 21).

Solo nei casi in cui la flow-motion è fortemente ridotta dalle alterazioni strutturali/funzionali microvascolari, tipiche del suo rimodellamento, si parla di focus epilettico, aggravato ma non causato, dai noti fattori ambientali di rischio.

Come in riferimento a qualsiasi altra costituzione semeiotico-biofisico-quantistica, il medico deve accertare, preferibilmente a partire dalla nascita, la presenza del relativo  reale rischio congenito (RRC), cioè la prima evoluzione della predisposizione, ereditata dalla madre, verso la patologia relativa.

In altre parole, il reale rischio congenito semeiotico-biofisico-quantistico, nel nostro caso epilettico, rappresenta la versione scientifica, moderna, rispettosa dell’adequatio rei et intellectus, della definizione “metafisica” della Medicina attuale, locus minoris resistentiae.

Pensiamo alla precisa zona dell’area cerebrale dove si trovano i neuroni con relative mutazioni genetiche, destinata a diventare in seguito la sede iniziale del focus epilettico e consideriamo l’esatta localizzazione dei neuroni che andranno incontro alla modificazione funzionale dopo un periodo di differente durata.

E’ la gravità del reale rischio congenito epilettico a trasformarlo o meno in focus epilettico. V. Avanti

Come accade per gli altri RRC, anche quello epilettico è caratterizzato dal rimodellamento microcircolatorio, realizzatosi sulla base di informazioni provenienti dai locali neuroni, sede di mutazioni genetiche, dove l’ICAEM è particolarmente intensa, in accordo con la Teoria dell’Angiobiopatia (21).

Per comprendere la localizzazione cerebrale circoscritta del RRC epilettico, bisogna tener presente il fenomeno della eteroplasmia mitocondriale, intra-  ed inter-cellulare. In poche parole, l’intensità dell’ICAEM dipende dalla percentuale di mitocondri diversamente alterati dentro la stessa cellula o tra cellule vicine (13, 32, 37).   Tra le numerose strutture microcircolatorie alterate, sia funzionalmente sia strutturalmente, i Dispositivi Endoarteriolari di Blocco (DEB) recitano il ruolo principale, come già riferito dettagliatamente in precedenti articoli (6-8).

A questo punto ricordo brevemente che i DEB sono localizzati nelle piccole arterie, secondo Hammersen (Stazioni di Blocco di tipo I, sec. Curri o Sperrarterien di Clara e altri Autori) e nelle arteriole (Stazioni di Blocco di tipo II). La loro apertura-contrazione permette il passaggio di sangue nei microvasi, mentre la loro chiusura-dilatazione ostacola la flow-motion, più o meno intensamente.

Nelle piccole arterie, i DEB di tipo I possono avere una forma peduncolata, per es., a proboscide, per cui si ripiegano sul loro peduncolo influenzando favorevolmente il flusso ematico, che altrimenti risulterebbe notevolmente ostacolato.

Nel sano, i DEB  di tipo I rimangono aperti per 20 sec., durante i quali mostrano due accentuazioni della intensità del riflesso ureterale “in toto” in rapporto alle due “normali” onde della vasomotolity

Infine, queste strutture si chiudono per 6 sec. contemporaneamente alla contrazione delle arteriole precedente una highest spike. Detto altrimenti, la stimolazione all’apertura-contrazione dei DEB tipo I avviene contemporaneamente alla massima onda della sfigmicità arteriolare, sec. Hammersen, che segue e precede due “normali” fluttuazioni arteriolari.

Il motivo di questa dettagliata descrizione di eventi microvascolari è finalizzata ad evidenziare l’armonia ed il fine gioco delle correlazioni degli eventi interessanti le singole strutture micorcircolatorie.

Lo scopo principale della raffinata ed  articolata attività dell’unità microvascolotessutale, coadiuvata dalla normale viscosità dell’interstizio locale, è la fisiologica regolazione del flusso ematico nei vasi inferiori a 100 micron, il cui ruolo nel rifornimento di materia-energia-informazione al parenchima relativo è di essenziale importanza.

Il lettore comprende ora come un alterazione del fine gioco microcircolatorio si ripercuote dannosamente sull’economia tessutale, il cui pH si abbassa ed ovviamente la concentrazione idrogenionica (H2) si innalza, tipica espressione di una respirazione mitocondriale compromessa, causa di acidosi istangica.

I DEB tipo II, a larga base di impianto, sono praticamente ubiquitari: nel cervello, nel pancreas, nel tessuto adiposo mammario, nello stomaco, nel midollo, etc. sono presenti soltanto questi DEB. La loro struttura (fibre longitudinali all’esterno e circolari all’interno) favorisce il flusso microcircolatorio, anche quando sono solo leggermente rilassate. Infatti, la Semeiotica Biofisica Quantistica consente di affermare che la loro esclusiva presenza testimonia la necessità di un rifornimento ematico abbondante al parenchima in attività pulsata, come nel pancreas.

Tuttavia, fatto di estrema importanza diagnostica, sono presenti – in modo patologico – DEB di tipo I anche in sistemi biologici sede di una particolare costituzione, come nel reale rischio congenito epilettico, che mostra una circoscritta localizzazione (9, 12, 13).

Ne consegue che una siffatta distribuzione patologica dei DEB, di tipo I, facilita la diagnosi di reale rischio congenito epilettico,  la cui Terapia Quantistica è oggetto di un prossimo articolo.

Al contrario, esclusivamente nel reale rischio congenito oncologico si osservano i DEB neoformati-patologici, tipo I, sottotipo a) tumorali – il sottotipo b), è comune a tutti gli altri reali rischi congeniti-  con funzione di blocco più intenso, a spiegazione della locale carenza di ossigenazione tessutale, alla base del Segno di Baserga “variante” (41-43).

Dal punto di vista diagnostico, la sede del reale rischio congenito è caratterizzata da un tempo di latenza del riflesso gastrico aspecifico basale  ancora normale, ma con una durata patologica di 4 sec. o più, ma > 7 sec. (NN = > 3 sec. 4 sec. <); dal precondizionamento di tipo II o intermedio, a causa appunta della compromessa attivazione della Riserva Funzionale Microcircolatoria; dall’attivazione microcircolatoria di tipo II, intermedia, di differente gravità,  in cui la sfigmicità aumentata delle arteriole (vasomotility), Cuore Periferico, secondo Claudio Allegra, mantiene una normale vasomotion.

Diagnosi Clinica  di Reale Rischio Congenito Epilettico

La diagnosi del reale rischio congenito epilettico  è posta, nel modo più semplice, sulla base dei valori parametrici forniti dal riflesso cerebro-gastrico aspecifico di base, stimolando il trigger-point riconosciuto come descritto di seguito.

L’iter diagnostico inizia con la valutazione del Riflesso Oculo-gastrico aspecifico: i soggetti con asimmetria del Tempo di Latenza del Riflesso Oculo-gastrico aspecifico (pressione di media intensità applicata sopra il globo oculare – a palpebre chiuse! – con direzione antero-posteriore) sono colpiti da una lesione cerebrale, la cui natura il Medico riconosce successivamente mediante la diagnosi differenziale con l’aiuto di altri numerosi e specifici segni della SBQ.

Infatti, riconosciuta l’asimmetria del riflesso oculo-gastrico aspecifico, il Medico procede poi applicando la  seguente valutazione al solo emisfero cerebrale risultato colpito: iniziando dalla regione frontale, si strisciano le unghie delle dita, tenute vicine tra loro come “denti” del pettine, lentamente sino alla regione occipitale, esercitando una pressione medio-intensa sopra il cuoio capelluto.

Quando la stimolazione ungueale è esercitata esattamente sopra la proiezione del reale rischio congenito epilettico, compare simultaneamente il riflesso gastrico aspecifico, la cui intensità è correlata con la gravità della sottostante patologia.

A questo punto, per precisare la localizzazione della sede della lesione, il Medico valuta i parametri del riflesso cerebro-gastrico aspecifico stimolando i singoli trigger points (in pratica, la  proiezione cutanea) delle varie circonvoluzioni cerebrali: Il Tempo di Latenza è ancora normale (NN = 8 sec.), ma la Durata patologicamente è prolungata: 4 sec.  più.    

Infine, il  precondizionamento semeiotico-biofisico-quantistico, risultando di tipo II, intermedio, o di tipo III  nei casi più gravi, corrobora sia la diagnosi di  epilessia sia la sede esatta del focus epilettogeno: il Tempo di Latenza di base (NN = 8 sec.) non raddoppia fisiologicamente, ma si rivela decisamente patologico:  < 12 sec. 16 sec. >.

Notevolmente variabile è la gravità del reale rischio congenito epilettico, che diventa focus epilettico, solo quando la durata della diastole arteriolare supera i 7 sec. (NN = 6 sec.) rivelandosi progressivamente non più sufficiente a  mantenere entro i valori  normali l’ossigenazione dei locali neuroni.

Tradotto il linguaggio tecnico  in una forma più accessibile al Medico non esperto in SBQ, il RRC si trasforma in  focus epilettico – magari molto tempo prima della possibile crisi – quando il Tempo di Latenza del Riflesso Gastrico aspecifico, stimolando il trigger-point  del RRC epilettico, è ancora fisiologico (NN = 8 sec.) ma la Durata supera i 7 sec.

 

Conclusioni.

Il reale rischio congenito svolge un ruolo fondamentale nella Semeiotica  Biofisica Quantistico. E’ sufficiente pensare che non tutti gli individui con una costituzione patologica, durante la  vita,  soffrono della relativa malattia.

Quante, per esempio, sono le madri di epilettici solo apparentemente sane perché non hanno mai sofferto di crisi epilettiche, oppure hanno superato una sola crisi, non correttamente diagnosticata: una caso personalmente osservato recentemente.

Il reale rischio congenito, inoltre, permette finalmente al medico di riconoscere le varie predisposizioni a partire dalla nascita, decenni e decenni prima della possibile insorgenza delle relative fenomenologie cliniche, permettendo la realizzazione, razionale e capillare, della prevenzione pre-primaria e primaria. Perché possa manifestarsi la sintomatologia clinica dell’epilessia, con le note crisi, il relativo RRC, deve essere particolarmente grave, diventando  focus epilettico.

In teoria, una determinata costituzione non esita necessariamente nella relativa patologia. Quando ciò accade, in un primo tempo si osserva sempre il reale rischio congenito, espressione del possibile lento e graduale passaggio alla condizione patologica, favorita, ma mai provocata, dai suoi fattori ambientali di rischio. 

 

Bibliografia.

1) Stagnaro Sergio. Rimodellamento Microvascolare, Costituzioni Semeiotico-Biofisiche e Reale Rischio Semeiotico-Biofisico. Ruolo dei Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati-patologici, clicmedicina.it, 10/4/2007,  http://www.clicmedicina.it/pagine%20n%2028/rimodellamento.htm

2) Stagnaro S. Diet and Risk of Type 2 Diabetes. N Engl J Med. 2002 Jan 24;346(4):297-298. [MEDLINE].

3) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., La “Costituzione Colelitiasica”: ICAEM- a, Sindrome di Reaven variante e Ipotonia-Ipocinesia delle vie biliari. Atti. XII Settim. It. Dietol. ed Epatol. 20, 239, 1993.

4) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Diagnosi Clinica Precoce dell’Osteoporosi con la Percussione Ascoltata. Clin.Ter. 137, 21-27, 1991 [MEDLINE] .

5) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Cancro della mammella: prevenzione primaria e diagnosi precoce con la percussione ascoltata. Gazz. Med. It. – Arch. Sc. Med. 152, 447, 1993.

6) Stagnaro Sergio, Stagnaro-Neri Marina. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno oncologico”. Travel Factory SRL., Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

7) Stagnaro S., Stagnaro-Neri M. Le Costituzioni  Semeiotico-Biofisiche.Strumento clinico fondamentale per la prevenzione primaria e la definizione della Single Patient Based Medicine. Ediz. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

8)  Stagnaro S., Stagnaro-Neri M. Single Patient Based Medicine.La Medicina Basata sul Singolo Paziente: Nuove Indicazioni della Melatonina. Travel Factory SRL., Roma, 2005. http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm

9) Stagnaro Sergio.      Reale Rischio Congenito di CAD: Nosografia e Terapia. www.fce.it 22 maggio 2008 http://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1390&Itemid=47

10) Stagnaro Sergio.  Semeiotica Biofisica Quantistica: Diagnosi Clinica di Melanoma a partire dal suo Reale Rischio Congenito. www.fcenews.it, 23 luglio 2008, http://www.fcenews.it/index.php?option=comcontent&task=view&id=1599&Itemid=4511)

11)  Stagnaro Sergio.Il Reale Rischio Congenito e i DEB.  Italia Salute, 18 febbraio 2009,   http://italiasalute.leonardo.it/Copertina.asp?Articolo_ID=9896

12) Stagnaro Sergio.  Diagnosi Clinica del  Reale Rischio Oncologico Congenito con la Semeiotica Biofisica Quantistica. 23 febbraio 2009. http://xoomer.virgilio.it/piazzetta/professione/professione.htm

13) Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009.

14) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Deterministic Chaos, Preconditioning and Myocardial Oxygenation evaluated clinically with the aid of Biophysical Semeiotics in the Diagnosis of ischaemic Heart Disease even silent. Acta Med. Medit. 13, 109,1997.

15) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Indagine clinica percusso-ascoltatoria delle unità microvascolotessutali della plica ungueale. Acta Med. Medit. 4, 91 , 1988

16) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Il contributo della Percussione Ascoltata nella valutazione del microcircolo da stasi. Il comportamento delle anastomosi artero-venose. Atti, 6° Congr. Naz. di Flebologia. Roma 8-11 Novembre 1989. A cura di P. Pola. Monduzzi Ed. Bologna.

17) Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Modificazioni della viscosità ematica totale e della riserva funzionale microcircolatoria in individui a rischio di arteriosclerosi valutate con la percussione ascoltata durante lavoro muscolare isometrico. Acta Med. Medit. 6, 131-136,       1990 

18) Stagnaro Sergio.   Il Reale Rischio Congenito di Cardiopatia Ischemica Arteriosclerotica. Ruolo terapeutico della LLLT e della Melatonina. http://www.fcenews.it, Ottobre, 2009. http://www.fcenews.it/docs/prev.pdf

19) Stagnaro SergioDiagnosi di reale rischio oncologico di cancro alle ovaie. www.fceonline.it, 07 Settembre 2009, http://www.fceonline.it/wikimedicina/semeiotica-biofisica/211/12357-diagnosi-di-reale-rischio-oncologico-di-cancro-alle-ovaie.html20) Stagnaro S., Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica. Gazz Med. It. – Asch. Sci, Med. 144, 423, 1985.

21) Stagnaro Sergio. Teoria Patogenetica Unificata, 2006, Ed. Travel Factory, Roma.

22) Sergio Stagnaro.   Semeiotica biofisica quantistica: diagnosi rapida di reale rischio di neoplasia e metastasi ossee. http://www.fcenews.it, 18 Dicembre, 2010.  http://www.fceonline.it/images/docs/metastasi.pdf

23) Stagnaro Sergio.  Assessing NK cell compartment in individuals with CAD Inherited Real Risk.Immunity & Aging , 14 Mat 2007, http://www.immunityageing.com/content/4/1/3/comments#282539

24) Stagnaro Sergio. Bedside Recognizing CAD Inherited Real Risk and silent CAD with Biophysical Semeiotics. Lipid in Health and Disease. (29 May 2008) http://www.lipidworld.com/content/7/1/19/comments#299588

25) Stagnaro Sergio. Osteoporosis occurs exclusively in presence of Osteoporosis Inherited Real Risk. Canadian Medical Association Journal, 20 June 2008. http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/178/13/1660

26) Stagnaro Sergio.Bedside Diagnosing Pheochromocytoma, since its initial stage of Inherited Real Risk. Cases Journal 2008, http://www.casesjournal.com/content/1/1/30/comments#304598

27)Stagnaro Sergio.  Theoretical Biology and Medical Modelling,2008. Bedside Diagnosing Oncological Terrain and Inherited Oncological Real Risk in quantitative way. http://www.tbiomed.com/content/5/1/7/comments#304600

28) Sergio Stagnaro (2014).Reale Rischio Congenito di Infarto Miocardio. Diagnosi e Terapia.       http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rrcima2014_sstagnaro.pdf

29) Sergio Stagnaro, Simone Caramel. Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease: pathophysiology, diagnosis and primary prevention. Epidemiology and Cardiovascular Prevention. Brief Communication. 8th International Congress of Cardiology in the internet. Published: 28 October 2013. FAC Federaciòn Argentina de Cardiologia http://fac.org.ar/8cvc/llave/tl054_stagnaro/tl054_stagnaro.php   – PDF

30) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. Oncological Terrain-Dependent, Inherited Real Risk of Cervical Cancer: patophysiology, diagnosis and primary prevention – 2013.  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/cervicalcancerirr_2013.pdf

31) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., EJCN, European Journal Clinical Nutrition, Nature PG.,    in press  [Medline]

32) Sergio Stagnaro and Simone Caramel.    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology.http://www.frontiersin.org/Review/ReviewForum.aspx  [Medline] 

33) Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. “Quantum Biophysical Semeiotics Bedside Diagnosing  Inherited Real Risk of Brain Disorders: Boezio’s Sign”.  Neurodegenerative Disease Primary Prevention. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/boeziosign_2013.pdf

 

34) Sergio Stagnaro and Simone Caramel.   Genetic epidemiology of coronary heart disease: CAD Inherited Real Risk –. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/age.pdf

 

35)Sergio Stagnaro and Simone Caramel. Typical Microcirculatory Remodeling of CAD Inherited Real Riskhttp://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/mccad.pdf

 

36) Sergio Stagnaro and Simone Caramel. Inherited Real Risk of Prostate Cancer: bedside diagnosis and primary prevention. Massucco’s Sign – http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/massucco.pdf

 

37) Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  The Key Role of Vasa Vasorum Inherited Remodeling in QBS Microcirculatory Theory of Atherosclerosis. Frontiers in Epigenomics and Epigenetics. http://www.frontiersin.org/Epigenomics_and_Epigenetics/10.3389/fgene.2013.00055/full [MEDLINE]

 

38) Simone Caramel and Sergio Stagnaro (2012).   Vascular calcification and Inherited Real Risk of lithiasis. Front. In Encocrin.  3:119. doi: 10.3389/fendo.2012.00119 http://www.frontiersin.org/Bone_Research/10.3389/fendo.2012.00119/full [MEDLINE]

 

39)  Sergio Stagnaro. A fundamental bias of the research: Overlooking Congenital Acidosic Enzyme-Metabolic Histangiopaty-Dependent Brain Inherited Real Risk. Journal of Neurology, Neurosurgery & Psychiatry with practical Neurology, 5 May, 2009.  http://jnnp.bmj.com/content/80/11/1206/reply

 

40) Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Quantum Therapy: A New Way in Osteoporosis Primary Prevention and Treatment. Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, (27 June 2012) | doi:10.1038/ejcn.2012.76, http://www.nature.com/doifinder/10.1038/ejcn.2012.76. PMID:22739250  [MEDLINE]

41) Stagnaro Sergio.  Bedside Detecting Lung Cancer Inherited Real Risk. Variant Baserga’s Sign. Medical News Today’s, 23 Oct 2008. http://www.medicalnewstoday.com/youropinions.php?opinionid=33875

42) Stagnaro Sergio.  Variant Baserga’s Sign in bedside Diagnosing Lung Cancer Inherited Real Risk, from initial Stage. Postgrad Med J,  2009. http://pmj.bmj.com/content/85/1008/515/reply

43) Sergio Stagnaro.‘Classical’, ‘Variant’ and ‘Quantum Entanglement’ Baserga’s SignJournal of Quantum Biophysical Semeiotics. 5 August, 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/baserga_signs.pdf

Epilessia essenziale eliminata con la Terapia Quantistica! Reale Rischio Congenito Epilettico. Introduzione.

Come esistono i Reali Rischi Congeniti delle più gravi malattie, per esempio, CVD, DM tipo2, Cancro, Malattie Neurodegenerative,  eliminati con la  non costosa Terapia Quantistica, i cui risultati sono stati consegnati ad una vasta Letteratura (V. http://www.sisbq.org), così esiste il Reale Rischio Congenito  Epilettico, presente sia nella forma  “essenziale”, primitiva, eliminato con la stessa terapia,  sia nelle forme secondarie.

Gli Epilettologi di tutto il mondo ammettono, necessariamente, l’esistenza di alterazioni genetiche alla base dell’epilessia. D’altra parte come spiegare i casi familiari e l’insorgenza di epilessia in una parte soltanto di individui che hanno riportato lesioni cerebrali?

Nel primo articolo, illustrerò in forma divulgativa la struttura e la funzione del Reale Rischio Congenito Epilettico, diagnosticato a partire dalla nascita rapidamente con un fonendoscopio,  e il  ruolo centrale svolto nell’insorgenza della malattia.

Nel successivo articolo  descriverò la Terapia Quantistica e i suoi meccanismi d’azione, che spiegano i motivi della guarigione dell’epilessia primitiva, cosiddetta “essenziale”.

I casi clinici da me trattati sono stati definiti  via mail  “aneddotici” da esperti italiani in epilessia, che non hanno offerto quindi alcuna collaborazione nell’approfondimento dell’originale terapia.

Ieri, dopo aver constatato gli ottimi risultati – in verità –  previsti  in una bella bambina di 12 aa., mi sono rivolto ad una Autorità in materia di epilessia invitando lui e  la Società che presiede a collaborare con la SISBQ per diffondere la nuova terapia. Sto in fiduciosa attesa!

Immagine semantica del pensiero nietzschiano “Ciò che non mi distrugge mi rafforza”, è la seguente pietosa mail, che sarà inserite nella forma completa di nome e cognome nel volume che il mio biografo ufficiale, dottor Simone Caramel, Presidente della SISBQ, scriverà:

Da: XXX YYY
A: YYY XXX;  “Sergio Stagnaro” <
dottsergio@semeioticabiofisica.it>
Cc: “SISBQ Semeiotica Biofisica Quant” <info.sisbq@gmail.com>, seguono nomi illustri di celebri epilettologi Inviato: Lunedì, 1 aprile 2013 17:37:19
Oggetto: R: Un caso di Epilessia ad Inizio focale scomparsa sotto Terapia Quantistica

cari amici,

ringrazio il prof (non sono Prof, ma Medico di MG, in Pensione dal 2000, NdR!) Stagnaro per il prudente e approssimativo (riferimento ad una precedente mia mail, NdR!)   ma dell’argomento onestamente non ne so nulla. Spero abbiate il senso dell’umorismo e rammentiate la data odierna.

saluti a tutti

XXX YYY

Invito i genitori di bambini (e) al momento ancora sofferenti per epilessia a meditare sulla desolante mail sopra riferita.

Tag Cloud