Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Archivio per novembre, 2013

Diabetologia Semeiotico-Biofisico-Quantistica in Progresso: il Segno di Gazzano.

L’azione diabetogena di estratti ipofisari contenenti ormone della crescita (GH) è stata riconosciuta da più di settant’anni, mentre l’importanza del GH nello sviluppo e nella progressione della retinopatia diabetica è ammessa da 40 anni.

 

L’ipofisectomia fu il primo trattamento efficace per la retinopatia, ma venne interrotto a causa del rischio delle grave ipoglicemia che produceva e l’utilizzo  della meno pericolosa fotocoagulazione.

 

Fino ai nostri giorni, è rimasto tuttavia un mistero il preciso ruolo ed il significato del GH in diabetologia, a cui dedicherò un prossimo articolo riguardante la “Valutazione Clinica SBQ dell’IGF epatico”, significativamente ridotto nei Cinque Stadi del DM tipo2.

 

 Il fatto che preparati biosintetici altamente purificati di GH mostrano di essere diabetogeni e lo sviluppo di DM in circa il 25%  di pazienti con acromegalia dimostrano che il potenziale diabetogeno di questo ormone probabilmente esiste, anche se non mancano voci contrarie almeno per quanto riguarda i casi di DM “idiopatici”.

 

Sono molte le evidenze di una sostanziale ipersecrezione di GH nel DM “idiopatico”, specialmente nel DM insulino-dipendente e con retinopatia, che sembra correlato alla residua secrezione insulinica pancreatica.  (Horm Res. 1993;40(1-3):68-79. Growth hormone and diabetes mellitus. A review of sixty-three years of medical research and a glimpse into the future? Sönksen PH, Russell-Jones D, Jones RH.).

 

In questo articolo, descrivo per la prima volta il Segno di  Gazzano*, utile nella diagnosi clinica di DM a partire dallo stadio iniziale di Reale Rischio Congenito e nella comprensione del ruolo svolto dal GH nella patogenesi del DM comprese le forme “idiomatiche”!

 

Nel sano a riposo, l’attività microcircolatoria  nel centro neuronale del GH-RH è normale, mostrando una durata di sei secondi sia della diastole sia della sistole del “cuore periferico, secondo Claudio Allegra (= piccole arterie ed arteriole di Hammersen): Segno di Gazzano Negativo.

 

Tralascio di illustrare il comportamento delle AVA di tipo A,  gruppo I e II, sec. Bucciante nel centro neuronale del GH-RH, sia perché non indispensabili per la diagnosi  clinica di DM , sia perché richiedono una grande conoscenza della Microangiologia Clinica.  Riferisco soltanto che l’apertura delle Anastomosi Artero-Venose è fisiologica, nel senso che scarsa è la quantità di sangue sottratta ai nutritional capillaries.

 

Al contrario, nel DM a partire dal I Stadio del DM tipo 2, il Reale Rischio Congenito, Dipendente dalla Costituzione Diabetica, si osserva attivazione microcircolatoria associata, tipo I, la cui intensità è correlata con la gravità, o stadio, del DM. ( durata media della diastole/sistole = 7 sec.):Segno di Gazzano Positivo.

 

Più semplice è il riconoscere il Segno di Gazzano mediante il Riflesso GH-RH – Gastrico aspecifico.

 

Nel  sano, durante pressione digitale di media intensità, applicata sopra i trigger-points del centro neuronale per il GH-RH (= 2 cm sopra il meato uditivo esterno),   il Tempo di Latenza del riflesso  è 8 sec. e la durata < 3 sec. > 4 sec.

 

Al contrario, nel DM, a iniziare dal I Stadio di Reale Rischio Congenito, il Tempo di Latenza è quasi sempre normale (NN = 8 sec.), con l’eccezione del grave diabete mellito scompensato, ma la Durata del riflesso è patologica: 4 sec – 6 sec., in relazione alla gravità della sottostante condizione patologica.

 

In conclusione, il Segno di Gazzano, l’ultimo,  raffinato arricchimento della Semeiotica Biofisica Quantistica, con ineffabile coerenza interna ed esterna corrobora i numerosi segni SBQ noti, in particolare il Segno di Siniscalchi (www.sisbq.org e www.semeioticabiofisica.it), e dimostra il sicuro ruolo svolto dalla aumentata secrezione di GH-RH nella complessa, articolata ed affascinante patogenesi del DM.  

* Il dottor Gazzano,  noto Medico di Famiglia di Sestri Levante all’inizio del secolo XIX, nel 1925 salvò la vita a mia madre colpita – all’età di 20 anni – da infezione puerperale.

I “professori”-docenti non conoscono la realtà-non locale nei sistemi biologici.

Per comprendere nel migliore dei modi Senso e Significato di Realtà non Locale, invito il Lettore a visitare http://ilfattorec.altervista.org/fccapitolo22.html

Quando penso che nelle Facoltà di Medicina delle nostre Università si continua oggi ad insegnare che esiste la sola Realtà Locale nei sistemi biologici, nella totale ignoranza della Realtà Non-Locale da me scoperta usando un fonendoscopio,  mi sento come se avessi ingoiato una bottiglia di sciroppo di ipecacuana.

 

 

Se invio una mail, per esempio,  ad un  professore”-docente interessato ai problemi dell’Ipertensione Arteriosa, invitando lui e gli altri suoi Collaboratori a falsificare il  seguente esperimento, finalizzato a dimostrare la possibilità di riconoscere clinicamente i predisposti all’Ipertensione Arteriosa (IA) a partire dalla nascita, la mia delusione è certa.

 

 

 

“Nel sano, la pressione digitale intensa applicata sopra una grossa arteria, per esempio,  l’arteria femorale all’inguine, non provoca simultaneamente il riflesso gastrico aspecifico.

 

Al contrario, nel soggetto predisposto alla IA, nelle stesse condizioni sperimentali, simultaneamente all’inizio dello stimolo si osserva il riflesso gastrico aspecifico, la cui intensità è correlata con la gravità della predisposizione alla IA”.

 

 

Il “professore”-docente, invece di non rispondere, avrebbe fatto meglio a inviarmi una qualsiasi risposta, espressione di curiosità o dai semplice educazione, sottolineando che non possiamo leggere e conoscere tutto, ovviamente.

 

 

 

In questo caso,  avrei potuto informarlo che soltanto nelle pareti vascolari arteriose dei predisposti alla IA esiste il Reale Rischio Congenito relativo, caratterizzato dal Rimodellamento Microvascolare a livello di piccole arterie ed arteriole, secondo Hammersen, che mostrano i tipici Dispositivi Endoarteriolari di Blocco, neoformati-patologici, tipo I, sottotipo B) aspecifici, da me scoperti e consegnati ad una vasta ed autorevole Letteratura.

 

 

 

Il diletto arcadico, prodotto dalla scoperta di mutazioni genetiche di proteine eliminate abbondantemente con l’urina, per fare un esempio, responsabili dell’IA, mostrano la durata effimera della mimosa, dal punto di vista mediatico: dopo una settimana nessuno ne parla più!

 

 

 

Invece,  se il “professore” mi avesse risposto di ignorare la Semeiotica Biofisica Quantistica e pertanto di non capirne il linguaggio e di non essere in grado, né lui né gli altri suoi Collaboratori, di ripetere l’esperimento, mi sarei offerto con piacere di insegnargli come usare correttamente il fonendoscopio per riconoscere il Reale Rischio Congenito di IA: nessuna macchina del Dipartimento delle Immagini è in grado di evidenziare le manifestazioni biologiche delle mutazioni genetiche a carico delle cellule endoteliali, muscolari lisce vaso-parietali (smooth muscle cells) e della componente cellulare (fibroblasti e fibrociti specialmente)  dell’interstizio di Comel nella sede del rimodellamento dei microvasi.

 

 

 

Ma soprattutto gli avrei chiarito il senso ed il significato della Realtà Non-Locale nei sistemi biologici, da me scoperta, e alla base dell’esperimento:

 

 

 

Sergio Stagnaro.  Dall’Esperimento di Lory alla Diagnostica Psicocinetica. Ruolo fondamentale della Realtà Non Locale in Biologia. http://www.fcenews.it, gennaio 2010. http://www.fceonline.it/images/docs/lory.pdf ;

 

Stagnaro Sergio e Manzelli Paolo.   Semeiotica Biofisica Quantistica: Livello di Energia libera tessutale e Realtà non locale nei Sistemi biologici. www.fce.it , 29 maggio 2008,  http://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1421&Itemid=47 ;

 

Sergio Stagnaro.  La Diagnostica Psicocinetica dimostra le due Dimensioni del Tempo, T1 e T2, nella Realtà non-locale dei Sistemi biologici. 6 luglio 2010, www.altrogiornale.orghttp://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6275 ;

 

 

 

Solo dopo aver studiato attentamente le pubblicazioni sopra riferite –  certamente lunghe a suo piacimento, ma non pubblicate su peer-reviews perché chiedono cifre variabili da 800 a 1500 Euro per la pubblicazione di un articolo e non ho sponsors (!), avrei suggerito al “professore”-docente e ai suoi Collaboratori la lettura del seguente recente Commento apparso in un autorevole sito:

 

 

 

 

 

07 Oct 2013 15:21 GMT

 

Sergio Stagnaro said:

 

http://blogs.nature.com/news/2013/10/nobels-2013-physiology-or-medicine.html#/comments

 

I find distressing the statement of Nobel Assembly ,“The three take the prize for “their discoveries of machinery regulating vesicle traffic, a major transport system in our cells”. As a matter of facts, it seems as sounding confounding, intriguing, disturbing, revealing the lack of update about the dual mechanism of hormone action, as well mit-DNA and n-DNA Antenna, which I have discovered, from the clinical view-point, and described in previous articles: Stagnaro Sergio e Paolo Manzelli. Semeiotica Biofisica Endocrinologica: Meccanica Quantistica e Meccanismi d’Azione Ormonali. Dicembre 2007, Sergio Stagnaro. Glycocalix Quantum-Biophysical-Semeiotic Evaluation plays a Central Role in Demonstration of Water Memory-Information. http://www.sisbq.org. 19 July, 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/wmi_glycocalyx.pdf; Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2011). Skeletal Muscle Cell Glycocalix Evaluation during CFS Treatment corroborates Andras Pellionisz’s Recursive Fractal Genome Function Principle. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/cfsglycocalyx.pdf.
Briefly speaking, I fear that the Nobel Assembly continues to mistakenly think that there is only one mechanism of action of moleculs, stating that “Vesicles are structures that can transport molecules around cells and deliver them to where they are required”, according to the saying “corpora non agunt nisi conjuncta”, without considering another mechanism of action, more “modern” and up-dated, quantum physics in nature: “corpora agunt etiam non conjuncta”!

 

 

 

To be continued….

Reale Rischio Congenito di Sindrome di Down: Diagnosi e Prevenzione Pre-Primaria e Primaria. 3° Articolo conclusivo.

 

In Italia i colpiti da Sindrome di Down (SD.)  sono circa 38.000 e attualmente un bambino su 1.200 nasce con questa patologia. Le anomalie cromosomiche interessano circa il 9% di tutti i concepimenti, ma solo lo 0,6% ne presenta una alla nascita a causa dell’altissimo tasso di aborti spontanei” (Da  http://www.asca.it/salute/interna-Salute Salute__Sindrome_di_Down__in_Italia_38mila_casi__Colpito_1_bimbo_su_1200-1332589-0-1.html.

 

Se le cosiddette autorità sanitarie italiane  decideranno di collaborare con i  Membri della SISBQ nella lotta a questa patologia, i bambini nasceranno sani, senza più la patologia in atto, come avvenuto finora, perché alle loro  madri, solo apparentemente sane, sarà stato eliminato il Reale Rischio Congenito di Down sempre presente, ma ovviamente di lieve intensità.

  

A causa di una elevata  intelligenza, sensibilità ed affettuosità, la grandissima maggiorana dei colpiti da SD. è inevitabilmente  destinata a soffrire moltissimo. Si avvicina la fine di questa incurabile condizione patologica, che non trae oggi vantaggio sicuro da altro mezzo che la Prevenzione Pre-Primaria, illustrata di seguito.

 

Per comprendere il senso ed il significato del  Reale Rischio Congenito di SD.  osserviamo con attenzione  la Tabella, tratta da un ottimo articolo apparso nel dicembre 2012 su una prestigiosa Rivista:   Down syndrome: the brain in trisomic mode, di Mara Dierssen.  Nature Reviews Neuroscience 13, 844-858 (December 2012)  doi:10.1038/nrn3314, che trovate alla URL http://www.nature.com/nrn/journal/v13/n12/fig_tab/nrn3314_T1.html

 

Brain region

Newborns

Adults (20–50 years of age)*

Elderly individuals (>50 years of age)*

Whole brain

Almost normal weight

Reduction in weight, brachycephalic

Smaller overall cerebral volumes

Prefrontal cortex

Reduction in volume

Reduction in volume

Reduction in volume

Parietal cortex

Normal or reduction in volume

Reduction in volume

Unknown

Temporal cortex

Narrow superior temporal gyrus

Reduction in volume of right middle or superior temporal gyrus

Decreased grey matter volume in posterior cingulate and entorhinal cortex

Hippocampus

Unknown

Reduction in volume

Unknown

Parahippocampal region

Unknown

Increase in size of the parahippocampal gyrus

Reduction in volume

Amygdala

Reduction in volume

Reduction in volume

Reduction in volume

Cerebellum

Reduction in volume

Reduction in volume

Reduction in volume

Brain stem

Reduction in volume

Increase in grey matter volume

Degeneration of locus coeruleus

Basal prosencephalon

Almost normal size

Normal

Degeneration of basal prosencephalon cholinergic nuclei (nucleus of Meynert)

*Adulthood begins later in people with trisomy 21 than in individuals without intellectual disability, although people with Down syndrome are considered to be elderly once they have reached 50 years of age.

 

 

Il Reale Rischio Congenito di SD., come sopra riferito, è  presente in “tutte” le madri dei soggetti colpiti da Down. Invito gli Esperti del mondo, inclusi quanti non hanno risposto alle mie mail,  a tentare la falsificazione di questa affermazione ricca di informazione. Infatti, le affermazioni “tutti” si possono facilmente falsificare, ovviamente se prive di verità scientifica!

 

In precedenti articoli ho illustrato il Reale Rischio Congenito di numerose patologie neurodegenerative e dello sviluppo cerebrale (1-3).  In rapida successione, infatti, ho descritto i Reali Rischi Congeniti di singole patologie cerebrali (4-6).

Nella sua relazione al IV Congr. SISBQ, Porretta Terme, 2012, un mio validissimo Collaboratore, il neurochirurgo Marco Marchionni, ha illustrato in modo efficace le diverse sedi cerebrali del RRC delle più comuni patologie neurodegenerative (7).

 

Reale Rischio Congenito di Sindrome di Down.

 

Scrive Nicole Creau: “Down syndrome is a complex disease that has challenged molecular and cellular research for more than 50 years. Understanding the molecular bases of morphological, cellular, and functional alterations resulting from the presence of an additional complete chromosome 21 would aid in targeting specific genes and pathways for rescuing some phenotypes. Recently, progress has been made by characterization of brain alterations in mouse models of Down syndrome” (8).

 

In realtà, le mutazioni genetiche, per essere significative, necessariamente devono provocare  la compromissioni di attività funzionali nei relativi sistemi biologici (9). Con l’aiuto della SBQ il medico può pertanto riconoscere e quantizzare, sebbene indirettamente, la mutazioni nel mit-DNA e nel n-DNA.

Per comprendere e diagnosticare  con un fonendoscopio il RRC delle più comuni malattie cerebrali dello sviluppo e neurodegenerative bisogna avvalersi delle informazioni offerte dal Segno di Boezio (10).

Infatti, nella diagnosi di cerebropatie neurodegenerative e dello sviluppo, il Riflesso Cerebro Gastrico Aspecifico, Cerebro.-G.A.R., evocato mediante  pressione digitale medio-intensa applicata sopra la proiezione cutanea della corteccia parietale colpita (“trigger point” cerebrali ben localizzati),  svolge un ruolo centrale. Tuttavia, il procedimento più raffinato è la  simultanea  intensificazione della locale vasomotility  da pizzicotto cutaneo “intenso” di un  punto qualsiasi della superficie cutanea controlaterale dell’arto inferiore: Segno di Boezio (10).

 

Il Segno di Marchionni è il  primo segno ricercato dal Medico: nella SD. la sua intensità è caratteristicamente elevata: la pressione intensa sopra un qualsiasi punto del cranio provoca un Riflesso gastrico aspecifico di 3 cm. o più.

 

Il riflesso Cerebro-gastrico aspecifico, ricercato nei trigger-points di tutte le circonvoluzioni cerebrali, incluse le aree cerebellari, risparmiate queste ultime dalla maggior parte delle patologie neurodegenerative e dello sviluppo, compreso l’Autismo), mostra alterati valori parametrici, tipicamente più intensi nelle circonvoluzioni superiori. Dal punto di vista diagnostico SBQ si tratta di una patologica alterazione,  geneticamente diretta, caratteristica della SD.

 

Tralascio di illustrare l’aumento caratteristico dei ventricoli, l’atrofia delle circonvoluzioni cerebrali e l’attivazione microcircolatoria dissociata, tipo II, nelle sedi cerebrali colpite,  la cui valutazione richiede una sicura conoscenza della SBQ

 

Le giovani spose, solo apparentemente sane, ma in realtà colpite dal Reale Rischio Congenito, devono sottoporsi a Terapia Quantistica, che elimina i RRC di tutte le cerebropatie neurodegenerative e dello sviluppo,  prima di iniziare la gravidanza: Prevenzione Pre-Primaria (11-15) .

 

Parliamo di Prevenzione Primaria quando la Terapia Quantistica è riservata ai pazienti o adulti di entrambi i sessi,solo apparentemente sani.

 

 

 

1)      Stagnaro Sergio.   Inherited Real Risk of Brain Disorders. www.plos.org, 24 July 2009.  http://www.plosone.org/article/comments/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0006354;jsessionid=9AC82C42FA9F57C913844806BF96DDC1

 

2)      Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. “Quantum Biophysical Semeiotics Bedside Diagnosing  Inherited Real Risk of Brain Disorders: Boezio’s Sign”.  Neurodegenerative Disease Primary Prevention. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/boeziosign_2013.pdf

3)      Simone Caramel and Sergio Stagnaro.Clinical QBS Diagnosis and Primary Prevention of Brain Disorder ‘Inherited Real Risk’ and Alzheimer Disease. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. 5 August, 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/alzheimer_primaryprevention.pdf

 

4)      Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012) New ways in physical Diagnostics: Brain Sensor Bedside Evaluation. The Gandolfo’s Sign.January, 2012. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/bsbe.pdf

 

5)      Sergio Stagnaro. LA VOCE di SS: Tittico,  Sindrome di Rett: Dagnosi Semeiotico-Biofisico-Quantistica e Prevenzione Pre-Primaria e Primaria. Tre articoli.

    http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/sindromedirett.pdf

6)      Sergio Stagnaro.Semeiotica Biofisica Quantistica: Il Reale Rischio  Congenito Schizofrenico.  https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/29/semeiotica-biofisica-quantistica-il-reale-rischio-congenito-schizofrenico/ 

7) Marco Marchionni.  RealeRischio Congenito di  patologie neurodegenerative: Diagnosi Clinica SBQ.  Prevenzione Pre-Primaria e  Primaria. IV Congr. SISBQ, Porretta Terme, 2012,www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/marchionnippt.pdf

      8) Nicole Créau. Molecular and Cellular Alterations in Down Syndrome: Toward the  Identification of Targets for Therapeutics

Neural Plasticity. Volume 2012 (2012), Article ID 171639, 14 pages

http://dx.doi.org/10.1155/2012/171639,  http://www.hindawi.com/journals/np/2012/171639/

 

9)           Stagnaro Sergio. Biological System Functional Modification parallels Gene Mutation. www.Nature.com, March 13, 2008,

       http://blogs.nature.com/nm/spoonful/2008/03/gout_gene.html

 

10)       Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. “Quantum Biophysical Semeiotics Bedside Diagnosing  Inherited Real Risk of Brain Disorders: Boezio’s Sign”.  Neurodegenerative Disease Primary Prevention.

       http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/boeziosign_2013.pdf

 

11) Sergio Stagnaro, Simone Caramel. Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease: pathophysiology, diagnosis and primary prevention.Epidemiology and Cardiovascular Prevention. Brief Communication. 8th International Congress of Cardiology in the internet. Published: 28 October 2013. FAC Federaciòn Argentina de Cardiologia http://fac.org.ar/8cvc/llave/tl054_stagnaro/tl054_stagnaro.php   – PDF

 

12)Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., EJCN, European Journal Clinical Nutrition, Nature PG., http://www.nature.com/ejcn/journal/v67/n6/full/ejcn201337a.html  [MEDLINE]

 

 

 13)  Sergio Stagnaro and Simone Caramel.    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology.4:17. doi: 10.3389/fendo.2013.00017 Front. Endocrinol. 4:17.doi:10.3389/fendo.2013.00017

      http://www.frontiersin.org/Review/ReviewForum.aspx  [MEDLINE]

 

 

14)Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full[MEDLINE]

 

15)Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013).The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG., Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011http://www.benthamscience.com/contents-JCode-CNF-Vol-00000009-Iss-00000001.htm

Nature: un commento ignorato contro la miseria dell’attuale insegnamento della Medicina.

Com’era facilmente prevedibile, è passato sotto silenzio un mio  commento, accettato e pubblicato in un autorevole sito, diretto da persone intellettualmente oneste e dalla mente aperta: http://blogs.nature.com/news/2013/10/nobels-2013-physiology-or-medicine.html .

 

Il commento è stato scritto in occasione della assegnazione del Premio Nobel per la Medicina (Fisiologia) a James Rothman, Randy Schekman and Thomas Südhof,  stimolato dalla desolante e “generale”  ignoranza dei Medici nei confronti della Realtà Non-locale, accanto alla Realtà locale, nei sistemi biologici, da me scoperta.

 

In Italia, il Ministero della Salute e quello dell’Istruzione, gli Ordini dei Medici (un loro dovere è anche l’aggiornamento professionale, oltre quello burocratico), i Docenti Universitari, i Presidi di Facoltà di Medicina continuano ad ignorare quanto da me denunciato nel commento, che di seguito inutilmente ripropongo:

 

07 Oct 2013 15:21 GMT

Sergio Stagnaro said:

I find distressing the statement of Nobel Assembly ,“The three take the prize for “their discoveries of machinery regulating vesicle traffic, a major transport system in our cells”. As a matter of facts, it seems as sounding confounding, intriguing, disturbing, revealing the lack of update about the dual mechanism of hormone action, as well mit-DNA and n-DNA Antenna, which I have discovered, from the clinical view-point, and described in previous articles: Stagnaro Sergio e Paolo Manzelli. Semeiotica Biofisica Endocrinologica: Meccanica Quantistica e Meccanismi d’Azione Ormonali. Dicembre 2007, Sergio Stagnaro. Glycocalix Quantum-Biophysical-Semeiotic Evaluation plays a Central Role in Demonstration of Water Memory-Information. http://www.sisbq.org. 19 July, 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/wmi_glycocalyx.pdf; Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2011). Skeletal Muscle Cell Glycocalix Evaluation during CFS Treatment corroborates Andras Pellionisz’s Recursive Fractal Genome Function Principle. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/cfsglycocalyx.pdf.
Briefly speaking, I fear that the Nobel Assembly continues to mistakenly think that there is only one mechanism of action of moleculs, stating that “Vesicles are structures that can transport molecules around cells and deliver them to where they are required”, according to the saying “corpora non agunt nisi conjuncta”, without considering another mechanism of action, more “modern” and up-dated, quantum physics in nature: “corpora agunt etiam non conjuncta”!

Purtroppo, una simile  vanagloriosa Medicina, in realtà  dai “piedi d’argilla (Sergio Stagnaro.  La Medicina Occidentale: un Gigante dai Piedi d’Argilla. 4 Gennaio. 2010, http://www.fcenews.it,  http://www.fceonline.it/images/docs/gigante.pdf),  che ha sacrificato la Clinica sull’altare del Laboratorio e del Dipartimento delle Immagini non potrà mai fermare  le tragiche epidemie in aumento di CVD, DM tipo2, Cancro, e la conseguente Strage degli Innocenti, ignorando – in modo sospetto –  i Reali Rischi Congeniti, dipendenti dalle relative Costituzioni SBQ,  riconosciuti con un fonendoscopio a partire dalla nascita dei singoli individui, ed  eliminati con la Terapia Quantistica: www.sisbq.org  e www.semeioticabiofiisca.it.

1)      Stagnaro Sergio.   Inherited Real Risk of Brain Disorders. www.plos.org, 24 July 2009.  http://www.plosone.org/article/comments/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0006354;jsessionid=9AC82C42FA9F57C913844806BF96DDC1

 

2)      Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. “Quantum Biophysical Semeiotics Bedside Diagnosing  Inherited Real Risk of Brain Disorders: Boezio’s Sign”.  Neurodegenerative Disease Primary Prevention. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/boeziosign_2013.pdf

3)      Simone Caramel and Sergio Stagnaro.Clinical QBS Diagnosis and Primary Prevention of Brain Disorder ‘Inherited Real Risk’ and Alzheimer Disease. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. 5 August, 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/alzheimer_primaryprevention.pdf

 

4)      Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012) New ways in physical Diagnostics: Brain Sensor Bedside Evaluation. The Gandolfo’s Sign.January, 2012. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/bsbe.pdf

 

5)      Sergio Stagnaro. LA VOCE di SS: Tittico,  Sindrome di Rett: Dagnosi Semeiotico-Biofisico-Quantistica e Prevenzione Pre-Primaria e Primaria. Tre articoli.

    http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/sindromedirett.pdf

6)      Sergio Stagnaro.Semeiotica Biofisica Quantistica: Il Reale Rischio  Congenito Schizofrenico.  https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/29/semeiotica-biofisica-quantistica-il-reale-rischio-congenito-schizofrenico/ 

7) Marco Marchionni.  RealeRischio Congenito di  patologie neurodegenerative: Diagnosi Clinica SBQ.  Prevenzione Pre-Primaria e  Primaria. IV Congr. SISBQ, Porretta Terme, 2012,http://www.sisbq.org, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/marchionnippt.pdf

      8) Nicole Créau. Molecular and Cellular Alterations in Down Syndrome: Toward the  Identification of Targets for Therapeutics

Neural Plasticity. Volume 2012 (2012), Article ID 171639, 14 pages

http://dx.doi.org/10.1155/2012/171639,  http://www.hindawi.com/journals/np/2012/171639/

 

9)           Stagnaro Sergio. Biological System Functional Modification parallels Gene Mutation. www.Nature.com, March 13, 2008,

       http://blogs.nature.com/nm/spoonful/2008/03/gout_gene.html

 

10)       Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. “Quantum Biophysical Semeiotics Bedside Diagnosing  Inherited Real Risk of Brain Disorders: Boezio’s Sign”.  Neurodegenerative Disease Primary Prevention.

       http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/boeziosign_2013.pdf

 

11) Sergio Stagnaro, Simone Caramel. Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease: pathophysiology, diagnosis and primary prevention.Epidemiology and Cardiovascular Prevention. Brief Communication. 8th International Congress of Cardiology in the internet. Published: 28 October 2013. FAC Federaciòn Argentina de Cardiologia http://fac.org.ar/8cvc/llave/tl054_stagnaro/tl054_stagnaro.php   – PDF

 

12)Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., EJCN, European Journal Clinical Nutrition, Nature PG., http://www.nature.com/ejcn/journal/v67/n6/full/ejcn201337a.html  [MEDLINE]

 

 

 13)  Sergio Stagnaro and Simone Caramel.    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology.4:17. doi: 10.3389/fendo.2013.00017 Front. Endocrinol. 4:17.doi:10.3389/fendo.2013.00017

      http://www.frontiersin.org/Review/ReviewForum.aspx  [MEDLINE]

 

 

14)Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full[MEDLINE]

 

15)Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013).The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG., Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011http://www.benthamscience.com/contents-JCode-CNF-Vol-00000009-Iss-00000001.htm

Sindrome di Down: Motivi della Ricerca Semeiotico-Biofisico-Quantistica. 2° Articolo.

“Le più grandi difficoltà nel mondo non sono quelle di far accettare alle persone le nuove idee, ma di far loro dimenticare le vecchie.”  (Tom Peters)

 

Nel lavoro introduttivo sul contributo che la Semeiotica Biofisica Quantistica è in grado di offrire per combattere finalmente la Sindrome di Down in modo efficace mediante la Prevenzione Pre-Primaria e Primaria, https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/11/07/sindrome-di-down-reale-rischio-congenito-semeiotico-biofisico-quantistico-articolo-introduttivo/, ho sottolineato due fatti essenziali:

 

A) la mancata  risposta alla mia richiesta di collaborazione da parte di numerosi studiosi italiani dell’argomento, tra cui quattro ricercatori di una Università del Nord-Est;

 

B) l’utilità di procedere come in altre numerose ricerche su patologie cerebrali neuro-degenerative e dello sviluppo, tutte fondate sulla esistenza del Brain Disorders Inherited Real Risk, sconosciuto ai professori (1-6).

 

E’ assai significativo che sabato 9 Novembre 2013, una famosa Publishing Group europea abbia invitato la Società Internazionale di Semeiotica Biofisica Quantistica ad inviare un articolo sulla Prevenzione Pre-Primaria e Primaria della Malattia di Alzheimer,  da inserire in un numero speciale dedicato a questa patologia.

 

Quanto sopra dimostra che originali ricerche, condotte nell’ultimo decennio col metodo SBQ, volutamente ignorate in Italia, sono apprezzate all’estero.

 

Nella lotta alla SD., i miei Collaboratori ed io stiamo innanzitutto definendo il Reale Rischio Congenito di SD., in modo clinico, per poterlo riconoscere con certezza in giovani spose, apparentemente sane, secondo la Medicina Accademica, ma in realtà  possibile trasmissione del danno cerebrale ai figli e figlie.

 

Come insegna la Manuel’s Story, la via principale da seguire è la Prevenzione Pre-Primaria, cioè eliminare la predisposizione alla malattia nella madre, apparentemente sana, in cui il Reale Rischio Congenito, dipendente dalla relativa costituzione, è certamente poco intenso.

 

Naturalmente, come ormai una vasta sperimentazione mi consente di affermare, l’intervento di prevenzione PRIMARIA permette di ottenere ottimi risultati definitivi.

 

Ieri, per esempio, durante la seconda giornata di formazione dei Medici in SBQ. Ho visitato per controllo una cara amica di Roma, che tre anni or sono avevo trovato affetta da danno ATS intenso alla coronaria discendente di destra, per cui consigliai una  coronarografia “urgente”,  indirizzandola al Cardarelli di Napoli, Reparto di Cardiologia, dove lavora il Vice-Presidente della SISBQ,  massimo esperto in SBQ, il  Dott. Mario Siniscalchi (Direttore, Prof. Ciro Mauro).

La signora, che  intraprese immediatamente la Terapia Quantistica (www.sisbq.org), rifiutò la coronarografia, proposta anche dall’ottimo cardiologo napoletano con urgenza.

 

Dopo circa un anno di Terapia Quantistica, la giovane amica è stata controllata nel corso di un Congresso a Porretta Terme – Hotel Santoli – sede del prossimo Corso di Aggiornamento nel maggio del 2014: nonostante il miglioramento dei valori parametrici, persisteva la necessità della coronarografia!

 

Con mia grande soddisfazione e giustificata emozione, ieri il tempo di latenza del riflesso Cardio-Gastrico aspecifico della mia cara amica romana risultava normale. Persisteva un modestissimo allungamento della durata del riflesso, corrispondente ai reperti microangiologici clinici riscontrati, ancora lievissimamente alterati. Ho fatto la previsione che a maggio, a Porretta Terme, nemmeno io  mi accorgerò che la coronaria discendente posteriore era un tempo colpita seriamente.

 

Non provo alcun imbarazzo ad affermare che, emozionato per una serie di piacevoli avvenimenti, solo con molta fatica sono riuscito a trattenere le lacrime.

 

Nel prossimo articolo definirò, nelle linee generali, Il Reale Rischio Congenito di Sindrome di Down.

 

 

 

 

1)      Stagnaro Sergio.   Inherited Real Risk of Brain Disorders. www.plos.org, 24 July 2009.  http://www.plosone.org/article/comments/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0006354;jsessionid=9AC82C42FA9F57C913844806BF96DDC1

 

2)      Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. “Quantum Biophysical Semeiotics Bedside Diagnosing  Inherited Real Risk of Brain Disorders: Boezio’s Sign”.  Neurodegenerative Disease Primary Prevention. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/boeziosign_2013.pdf

3)      Simone Caramel and Sergio Stagnaro.Clinical QBS Diagnosis and Primary Prevention of Brain Disorder ‘Inherited Real Risk’ and Alzheimer Disease. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. 5 August, 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/alzheimer_primaryprevention.pdf

 

4)      Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012) New ways in physical Diagnostics: Brain Sensor Bedside Evaluation. The Gandolfo’s Sign.January, 2012. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/bsbe.pdf

 

5)      Sergio Stagnaro. LA VOCE di SS: Tittico,  Sindrome di Rett: Dagnosi Semeiotico-Biofisico-Quantistica e Prevenzione Pre-Primaria e Primaria. Tre articoli.

    http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/sindromedirett.pdf

6)      Sergio Stagnaro.Semeiotica Biofisica Quantistica: Il Reale Rischio  Congenito Schizofrenico.  https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/29/semeiotica-biofisica-quantistica-il-reale-rischio-congenito-schizofrenico/ 

Sindrome di Down: Reale Rischio Congenito Semeiotico-Biofisico-Quantistico. Articolo introduttivo.

“La sindrome di Down si chiama così perché John Langdon Down, un medico inglese, nel 1862 ha descritto per la prima volta le caratteristiche delle persone con la sindrome di Down.

Nel 1959 lo scienziato Jerome Lejeune ha scoperto che le persone con sindrome di Down hanno un cromosoma in più nelle loro cellule.  Per questo diciamo che la sindrome di Down è una “condizione genetica”…”(Dall’ottimo sito http://www.aipd.it/cms/sindromedidown,  AIPD, Associazione Italiana  Persone Down).

 

“Sindrome di Down, anche detta Trisomia 21: i casi in Italia sono circa 38.000 e attualmente un bambino su 1.200 ne nasce affetto. Le anomalie cromosomiche interessano circa il 9% di tutti i concepimenti, ma solo lo 0,6% ne presenta una alla nascita a causa dell’altissimo tasso di aborti spontanei” (Da  http://www.asca.it/salute/interna-Salute-Salute__Sindrome_di_Down__in_Italia_38mila_casi__Colpito_1_bimbo_su_1200-1332589-0-1.html).

 

Se alle due essenziali  notizie,  riferite sopra, si aggiunge che questa  sindrome è notoriamente una inguaribile malattia genetica, si comprende allora il motivo del mio interessamento per tentare di combattere  questa sindrome dal punto di vista “clinico”, cioè con l’aiuto della Semeiotica Biofisica Quantistica (SBQ), che ha permesso di scoprire il Reale Rischio Congenito della Sindrome di Down, sempre presente nelle madri dei pazienti.

 

In precedenti articoli ho illustrato il Reale Rischio Congenito di numerose patologie neurodegenerative e dello sviluppo cerebrale (1-3).     In rapida successione ho descritto i Reali Rischi Congeniti di singole patologie cerebrali (4-6).

 

Lo scopo di queste mie ricerche nel campo delle patologie cerebrali degenerative e dello sviluppo, condotte  nella desolante assenza di collaborazione da parte sia delle competenti Autorità Sanitarie, sia dei numerosi studiosi universitari a cui mi sono inutilmente rivolto, è quello di tentare di ottenere  la guarigione delle spose colpite dal Brain Disorder, per eliminarlo con la Terapia Quantistica prima dell’inizio della gravidanza, come insegna la Manuel’s Story, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html. (7).

 

Inoltre, ben fondata e  motivata è la speranza di poter ottenere gli stessi benefici ottenuti nella lotta ad altri numerosi Reali Rischi Congeniti anche nei pazienti affetti da Sindrome di Down, se sottoposti tempestivamente a terapia quantistica, iniziata   subito dopo la nascita (7-10).

 

 

1)      Stagnaro Sergio.   Inherited Real Risk of Brain Disorders. www.plos.org, 24 July 2009.  http://www.plosone.org/article/comments/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0006354;jsessionid=9AC82C42FA9F57C913844806BF96DDC1

 

2)      Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. “Quantum Biophysical Semeiotics Bedside Diagnosing  Inherited Real Risk of Brain Disorders: Boezio’s Sign”.  Neurodegenerative Disease Primary Prevention. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/boeziosign_2013.pdf

 

3)      Simone Caramel and Sergio Stagnaro.Clinical QBS Diagnosis and Primary Prevention of Brain Disorder ‘Inherited Real Risk’ and Alzheimer Disease. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. 5 August, 2011. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/alzheimer_primaryprevention.pdf

 

4)      Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012) New ways in physical Diagnostics: Brain Sensor Bedside Evaluation. The Gandolfo’s Sign.January, 2012. Journal of Quantum Biophysical Semeiotics. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/bsbe.pdf

 

5)      Sergio Stagnaro. LA VOCE di SS: Tittico,  Sindrome di Rett: Dagnosi Semeiotico-Biofisico-Quantistica e Prevenzione Pre-Primaria e Primaria. Tre articoli.

    http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/sindromedirett.pdf

 

6)      Sergio Stagnaro. Semeiotica Biofisica Quantistica: Il Reale Rischio  Congenito Schizofrenico.  https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/29/semeiotica-biofisica-quantistica-il-reale-rischio-congenito-schizofrenico/ 

7)        Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012). Quantum Therapy: A New Way in Osteoporosis Primary Prevention and Treatment. Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, (27 June 2012) | doi:10.1038/ejcn.2012.76, http://www.nature.com/doifinder/10.1038/ejcn.2012.76. PMID:22739250  [PubMed – as supplied by publisher]

8)      Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013).    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology | doi: 10.3389/fendo.2013.00017,  http://www.frontiersin.org/Diabetes/10.3389/fendo.2013.00017/full.  [MEDLINE].

9)      Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Inherited Real Risk of Coronary Artery Disease, Nature PG., EJCN, European Journal Clinical Nutrition, Nature PG.,[MEDLINE]

10)  Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full[MEDLINE]

Cloud dei tag