Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

 

Le patologie della colecisti più frequenti sono la discinesia delle via biliari (Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., La sindrome dispeptica funzionale da discinesia delle vie biliari. Diagnosi percusso-ascoltatoria. Cin. Ter. 127, 363 [Medline]),  la calcolosi, la colecistite, il cancro, spesso e per lungo tempo completamente  silenti.

 Altre patologie meno frequenti sono l’adenoma, l’ectasia, la disfunzione motoria della vescica biliare. Di tutte queste patologie la più comune è la colelitiasi,  riconosciuta due volte su tre dalla ecografia (esperienze personali) con conseguenze facilmente comprensibili! 

Una gran parte di colelitiasi decorre asintomatica (Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Diagnosi percusso-ascoltatoria dei calcoli biliari silenti. 6° Incontro Segusino di Medicina e Chirurgia. Susa 19 Maggio, 1990. Atti, pg. 79. Ed. Minerva Medica).

A questo proposito è importante il fatto che il cancro della colecisti, che si presenta in tarda età con la nota sintomatologia clinica aspecifica, è in realtà presente dalla nascita del paziente come Reale Rischio Congenito di cancro della vescica biliare, diagnosticato in pochi secondi con un fonendoscopio ed eliminato con la Terapia Quantistica (Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG.,Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011;
http://www.benthamscience.com/contents-JCode-CNF-Vol-00000009-Iss-00000001.htm2013549).

Il Medico esperto in Semeiotica Biofisica Quantistica conosce i numerosi segni, in gran parte specifici, per riconoscere prontamente, a partire dagli stadi iniziali,  tutte le forme di colecistopatia, incluse quelle rare: alla fine degli anni ’60, diagnosticai un interessante caso di “Colecisti a Porcellana”  – rimasto unico nella mia lunga esperienza clinica –  in una donna di 72 aa., positiva alla Costituzione litiasica (Diagnosi Psicocinetica regressa!) e colpita da intensa  Mediocalcinosi di Mönckeberg (Simone Caramel and Sergio Stagnaro. Vascular calcification and Inherited Real Risk of lithiasis. Front. In Encocrin.  3:119. doi: 10.3389/fendo.2012.00119 http://www.frontiersin.org/Bone_Research/10.3389/fendo.2012.00119/full [Medline]).

In  considerazione dei numerosi ed affidabili  segni della Semeiotica Biofisica Quantistica da utilizzare nella diagnosi e diagnosi differenziale delle malattie della colecisti, in realtà, quanto segue non è strettamente necessario nella diagnostica delle malattie della vescica biliare.

Tuttavia, la molteplice importanza della Manovra di Bardi  (https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/09/la-manovra-di-bardi-ridimensiona-la-nobel-assembly-del-karolinska-institutet/)  nelle malattie delle vie biliari  riguarda aspetti sia teorici (meccanismo d’azione del GH, ruolo di pace-maker centrale del centro neuronale del GH-RH, ecc.) sia pratici: la Manovra di Bardi  permette al medico in un secondo di escludere, o di riconoscere, la presenza di una colecistopatia, indirizzando l’ulteriore esame obiettivo, finalizzato – nel secondo caso – alla diagnosi differenziale della colecistopatia!

Nel sano, la  Manovra di Bardi  (= pressione digitale “intensa”, ma non “intensissima”! *, applicata sopra la proiezione del GH-RH) provoca simultaneamente la dilatazione significativa della colecisti e del coledoco, escludendone patologie in atto di qualsiasi natura.

Al contrario, in presenza di una colecistopatia, indipendentemente dalla sua natura, la vescica biliare e il coledoco non si dilatano oppure la dilatazione minima avviene dopo alcuni secondi (3-5 sec.), ma non simultaneamente. A questo punto il Medico deve procedere nella diagnosi differenziale della patologia colecistica mediante i numerosi segni semeiotico-biofisici-quantistici.

Nel prossimo Corso di Informazione sulla SBQ di Roma, 9-10 Novembre (V Programma nel sito  www.sisbq.org), la Manovra di Bardi  sarà una delle applicazioni pratiche che i partecipanti impareranno.

* Il Medico affezionato al solo aspetto quantitativo della Scienza, che purtroppo ignora la Semeiotica Biofisica Quantistica, deve sapere che gli attributi dello stimolo, impiegato per attivare i numerosi trigger-points  – Lieve, Medio, Medio-Intenso, Intenso, Intensissimo – apparentemente “qualitativi”, in realtà sono quantitativi, esprimendo il numero di dyne/unità di superficie, in pratica la forza necessaria per provocare sia i riflessi tipici delle singole componenti dell’unità microvascolotessutale, sia differenti effetti biologici!  Nel nostro caso la pressione “intensa” stimola, mentre quella “intesissima” blocca la secrezione di GH-RH.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: