Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Archivio per ottobre, 2013

Semeiotica Biofisica Quantistica: Il Reale Rischio Congenito Schizofrenico.

 In numerosi articoli in rete su ” La Voce di SS.”  ho descritto il Reale Rischio Congenito (RRC) di Patologia Cerebrale (segno di Marchionni) per la prevenzione pre-primaria e primaria  di patologie neuro-degenerative come l’Alzheimer, il Parkinson, l’Atassia di Friedreich, la Malattia di Niemann Pick nelle sue diverse forme.

 

E’ giunto il momento di occuparmi del RRC della Schizofrenia che certamente esiste, come riferirò di seguito.   

 

Come per tutti gli altri RRC di patologie, incluse quelle  neurodegenerative, è la madre che, apparentemente sana, trasmette la predisposizione alla schizofrenia. Pertanto, il RRC è presente in tutte le madri (100% dei casi)  facilitandone l’individuazione e la descrizione dal punto di vista clinico della Semeiotica Biofisica Quantistica.

 

I Segni Semeiotico-biofisico-Quantististici  sono in parte aspecifici ed  in parte specifici, rendendo agevole la diagnosi differenziale di questo RRC.

 

I segni si possono raggruppare in tre classi principali:

 

A) Attivazione del Brain Sensor e Segno di Marchionni Positivo “intensamente”. Già a partire dalla nascita, nel RRC schizofrenicol’intensità del Segno di Marchionni mostra un intensità notvole, che  raggiunge il massimo valore nella malattia in atto, anche se iniziale, configurandosi come segno altamente indicativo della predisposizione alla schizofrenia.

 

B) Reale Rischio Congenito di Brain Disorder bilateralmente nell’area Frontale, risparmiata da quasi tutte le patologie neurodegenerativa (V. Marchionni M. Presentazione Diapositive IV Congresso della SISBQ, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/marchionnippt.pdf),  Pre-Frontale, Limbica, area Occipitale inferiore e Mesencefalica inferiore. A livello del lobo temporale di sinistra, sede del linguaggio, la principale localizzazione del RRC è nel giro di Heschl e Planum Temporale,  più intensa  a Sn che a Dx, ma queste alterazioni  sono quasi sempre  lievi: Tempo di latenza del riflesso  cerebro-gastrico aspecifico normale a ds ma lievemente ridotto (= 7 sec.) a Sn, con durata del riflesso costantemente  patologica!

C) I Ventricoli Laterali sono dilatati e  progressivamente aumentano di volume  col passare degli anni.

 

To be continued.

Risolto il fondamentale Enigma Biologico ignorato dalla Medicina accademica. 2° e ultima parte

“La logica è il peggior nemico della verità. So che il contrario di quanto dico è vero, ma per ora ciò che dico è ancor più vero”. Sri Aurobindo “Pensieri e Aforismi” ed. Arka

 

Per una completa comprensione dell’argomento trattato nell’articolo, suggerisco al Lettore di leggere prima gli articoli in rete su La Voce di SS. alle URLs

 

https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/23/manovra-di-bardi-nella-diagnosi-clinica-delle-colecistopatie-ancorche-silenti/ ;

 

https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/24/manovra-di-butturini-diagnosi-clinica-della-costituzione-diabetica-del-suo-reale-rischio-congenito-e-del-dm-in-atto-in-5-secondi/ ;

 

https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/22/risolto-il-fondamentale-enigma-biologico-ignorato-dalla-medicina-accademica-i-parte/   

  

Alla maniera di Keplero,  inchiodo alla porta virtuale della Cattedrale della Medicina Accademica i punti fondamentali da chiarire  per giungere alla soluzione dell’enigma biologico, che la presente Medicina ignora!

 

1)      Tutti i sistemi biologici e le loro componenti microscopiche, come i mitocondri, oscillano sincronicamente  in modo caotico-deteministico 6 volte al minuto, con un periodo medio di 10,5 sec. ed una intensità variabile tra 0,5 cm. e 1,5 cm. (misura convenzionale),  numeri frattali.

2)      Un comportamento diametralmente opposto è quello della fisiologica dinamica della milza, del cuore e grosse arterie,  a-sincrono nei confronti delle fluttuazioni di tutti gli altri sistemi biologici. Si tratta di un comportamento finalizzato alla periodica redistribuzione del sangue.

 

3)      Dopo due fluttuazioni di “normale”, ma variabile, imprevedibile ed impredicibile intensità, delle fluttuazioni macro- e micro-vasali nei vari tessuti, organi, apparati, segue una terza oscillazione, più prolungata e di massima intensità, sempre uguale, definita  Highest Spikes.

 

Da quanto precede, si comprende l’errore scientifico dell’affermazione che, per esempio,  il fegato pesa circa 1,5 kg, il diametro longitudinale sulla emiclaveare dx mostra un valore normale < 13cm. e l’angolo determinato dalla congiunzione tra superficie superiore e inferiore è a livello del lobo dx < 75° , a sx < 45°, ed altro ancora: il principio di indeterminatezza di Heisemberg  è valido anche per i sistemi biologici viventi!

 

4)      La secrezione ormonale è pulsata (J. D. Veldhuis.   Pulsatile Hormone Secretion: Mechanisms, Significance and Evaluation.      Ultradian Rhythms from Molecules to Mind. 2008, pp 229-248. http://link.springer.com/chapter/10.1007%2F978-1-4020-8352-5_10#page-1, Springer Ed.). Il  comportamento della secrezione ormonale pulsata segue il modello caotico-deterministico, corroborato clinicamente con la SBQ (Stagnaro S. Diagnosi Clinica Semeiotico-Biofisica di Iperparatiroidismo, www.sisbq.org,    http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/iperparatiroidismo.pdf.; Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009).

 

A questo punto, vediamo di risolvere l’Ipotesi 0: “Il centro neuronale del  GH-RH è la sede del  Pace-Maker centrale di tutte le oscillazioni biologiche, micro- e macro-scopiche”.

 

Secondo la Teoria dell’Angiobiopatia, il modo di essere e di funzionare dei microvasi di un tessuto sono correlati con struttura e funzione del relativo parenchima, per cui studiando il primo possiamo ottenere indirettamente informazioni attendibili sul secondo sistema.

I microvasi del centro neuronale del GH-RH oscillano secondo il noto comportamento caotico deterministico dei sistemi biologici, mostrando una massima attività ogni 20 sec. circa. “Simultaneamente” a queste fluttuazioni si osservano quelle di tutti gli altri tessuti: nel diagramma epatico, renale, surrenale, muscolo-scheletrico, etc. l’Highest Spike è correlata alla massima fluttuazione microvasale del GH-RH.

Al contrario, contemporaneamente la milza appare decongestionata e il diametro dei grossi vasi muscolari ed elastici è ridotto significativamente, per verosimili motivi di re-distribuzione del sangue nei diversi comparti dell’organismo.

 

La dimostrazione della correttezza di quanto precede è offerta dalla seguente prova sperimentale: nel sano,  il Test dell’Apnea applicato immediatamente dopo la massima “pulsazione” – Highest Spike –  fa cessare immediatamente la vasomozione nel GH-RH, mentre in tutti gli altri sistemi biologici l’attività dinamica micro vasale si interrompe dopo circa 20 sec., periodo corrispondente alla massima secrezione di GH-RH.

 

Due sono le evidenze cliniche per dimostrare che  il Pace Maker biologico centrale  è situato nel centro neuronale del  GH-RH.

La prima  riguarda la peristalsi del tubo digerente, per es. a livello gastrico, regolata com’è dal GH – la cui produzione  è stimolata dalla grelina, sintetizzata nello stomaco e solo in parte nel pancreas: la grelina è  un attivatore ormonale della motilità intestinale (Graeme L. Fraser, , Hamid R. Hoveyda and Gloria Shaffer Tannenbaum.   Pharmacological Demarcation of the Growth Hormone, Gut Motility and Feeding Effects of Ghrelin Using a Novel Ghrelin Receptor Agonist. Endocrinology December 1, 2008 vol. 149 no. 12 6280-6288. http://endo.endojournals.org/content/149/12/6280.long ).

 

La seconda evidenza è la seguente: la chiusura degli occhi provoca simultaneamente la disattivazione significativa della microcircolazione nel centro neuronale del GH-RH e solo dopo segue l’attivazione microcircolatoria di tipo I, associato, nell’epifisi.

 

Ricordiamo che il  meccanismo d’azione ormonale è bifasico e solo il primo evento è legato alla realtà non-locale, diverso quindi da quello che sta alla base dell’attivazione microcircolatoria nel centro neuronale del GH-RH (acidosi e realtà locale) che spiega la differenza di due secondi tra periodo della persistalsi  gastrica e periodo di massima secrezione di GH-RH (Stagnaro Sergio e Paolo Manzelli. Semeiotica Biofisica Endocrinologica: Meccanica Quantistica e Meccanismi d’Azione Ormonali. Dicembre 2007, www.fce.ithttp://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=816&Itemid=45).

 

Interessante il fatto che se si riduce al  minimo la secrezione pulsata de GH-RH mediante pressione “intensissima” applicata sui suoi trigger-points, cessa immediatamente la peristalsi del tubo digerente, per esempio,  nello stomaco, e le dinamiche nei vari sistemi biologici, che riprendono immediatamente dopo l’interruzione della stimolazione “intensissima”, applicata  sopra la proiezione cutanea del GH-RH.

 

Le evidenze sperimentali sopra riferite, facilmente riproducibili usando il fonendoscopio, “dimostrano” – la scienza non dimostra nulla, come scrive G. Bateson in “Nature and Mind” – che esiste un Pace Maker centrale  e che la sua sede è nel GH-RH.

Noci, CVD, Cancro, secondo il Prof. Umberto Veronesi e La Repubblica..

Se il Prof. Umberto Veronesi mi rispondesse, gli scriverei questa mail, e per C/C la invierei pure ai Membri della SISBQ, al mio Ordine ei Medici, e doverosamente, per onestà intellettuale,  alla Fondazione Umberto Veronesi e alla Redazione di La Repubblica e di Repubblia-Salute.

Egr. Prof. Umberto Veronesi

 

Egr. Dott. Ghedini Micaela, Fondazione U.V.,

 

per C/C a tutti i Destinatari,

 

 

mia madre, mio padre, l’unico mio fratello, tre zii, due cugini, moltissimi amici-pazienti, nella mia attività professionale durata 44 anni, sono morti per cancro.

 

 

E’ dunque chiaro il perché non posso tollerare  la lotta al cancro se condotta in modo così semplicistico, dilettantesco, bucolico e quindi  inutile, come dimostra il fatto che il cancro è tuttora una epidemia in aumento, come tutti gli Autori sono d’accordo, eccetto forse lei, Prof. Umberto Veronesi.

 

 

Non senza sorpresa, ho letto  quanto segue:

 

 

 

 

“Non si tratta di frutta, ma di semi. Ricchi di tanti grassi, per lo più insaturi, dunque “buoni”. Tra questi gli acidi grassi omega3 indispensabili per il nostro organismo che non sa produrli da sé. Alta la funzione di questo alimento sia nella prevenzione sia nella cura dei disturbi cardiovascolari”.

 

 

Prof. Umberto Veronesi, il Reale Rischio Congenito di CVD (e CAD), conditio sine qua non dell’ATS e dell’IMA esiste, anche se lei non ne parla o scrive!

 

 

Stagnaro Sergio. Role of Coronary Endoarterial Blocking Devices in Myocardial Preconditioning – c007i. Lecture, V Virtual International Congress of Cardiology. FAC , Fed. Argent. Cardiol., 2007. http://www.fac.org.ar/qcvc/llave/c007i/stagnaros.php ;

 

 

Stagnaro Sergio.    CAD Inherited Real Risk, Based on Newborn-Pathological, Type I, Subtype B, Aspecific, Coronary Endoarteriolar Blocking Devices. Diagnostic Role of Myocardial Oxygenation and Biophysical-Semeiotic Preconditioning. www.athero.org, 29 April, 2009 

 

http://www.athero.org/commentaries/comm907.asp

 

 

Sergio Stagnaro (2012).  I Segni di Caotino* e di Gentile** nella Diagnosi di Reale Rischio Congenito di CAD e di Infarto Miocardico, ancorché iniziale o silente. Fisiopatologia e Terapia. Lectio Magistralis. III Convegno della SISBQ, 9-10 Giugno 2012, Porretta Terme (Bologna).  www.sisbq.org. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/presentazione_stagnaro_it.pdf ;

 

 

Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013).  The inherited real risk of coronary artery disease. Eur J Clin Nutr. 2013 Jun;67(6):683. doi: 10.1038/ejcn.2013.37. Epub 2013 Apr 24. http://www.nature.com/ejcn/journal/v67/n6/full/ejcn201337a.html  

 

 

 

A chi non è predisposto alla CAD si possono somministrare pure tre patate bollite seguite da TRE tazzine di caffè al giorno senza che  l’IMA  insorga.

 

Di conseguenza, se i Medici-Ricercatori-Autori non conoscono la SBQ, si sentono autorizzati scientificamente, cioè, nel rigoroso rispetto dell’unico Metodo Scientifico, quello Ipotetico, Deduttivo e Dogmatico, a concludere che la patata bollita e il caffè, nella dose di TRE al dì, prevengono la CAD!

 

 

Inoltre, se  il problema della prevenzione primaria della CVD, la prima causa di morte oggi in Occidente, si riducesse alla somministrazione di grassi “buoni”, come gli OMEGA-3, allora ecco il consiglio di uno che mangia ogni giorno 6 noci (soltanto i semi, non il guscio!):

 

 

Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Acidi grassi Omega-3, scavengers dei radicali liberi e attivatori del ciclo Q della sintesi del Co Q10. Gazz. Med. It. – Arch. Sc. Med. 151, 341, 1992 ;

 

Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Acidi grassi W-3, scavengers dei radicali liberi e attivatori del ciclo Q della sintesi del Co Q10. Gazz. Med. It. – Arch. Sc. Med. 151, 341, 1992 ;

 

Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004.   http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm  

 

 

Nel testo dell’articolo si legge una affermazione audace:

 

 

Si sa anche che sono importanti precursori di molecole implicate nella regolazione infiammatoria, ragione per cui oggi vengono studiati in oncologia come possibili (Prudentia senescentis, Cicerone. NdR!) anti tumorali. Ad oggi, però, i risultati ottenuti non permettono di fare affermazioni certe in questo senso”.

 

 

Condivido solo l’ultima frase, ovviamente! 

 

 

Non so lei, Prof. Uberto Veronesi, non avendo risposto alle mie Dieci Domande – https://sergiostagnaro.wordpress.com/2012/05/14/lettera-aperta-al-prof-umberto-veronesi-dieci-domande-secondo-lei-prof-umberto-veronesi-esiste/ – ma io conosco il Reale Rischio Congenito di Cancro, Dipendente dal Terreno Oncologico.

 

 

Purtroppo, alla URL de La Repubblica http://www.repubblica.it/salute/, si può leggere una desolante “interpretazione” della notizia sopra riferita virgolettata:

 

 

Una noce (o di più) contro i tumori
la campagna della “Fondazione Veronesi”
Una noce (o di più) contro i tumori  la campagna della "Fondazione Veronesi"Tumori, invecchiamento cellulare e malattie cardiovascolari si possono combattere e prevenire grazie alle noci e alle loro particolari molecole, come gli omega3 e la vitamina Portiamo a tavola alimenti sani dando un piccolo contributo alla ricerca”.Con quale aggettivo appropriato è possibile definire questo modello d’informazione mediatica, senza offenderne gli autori, La Repubblica e “professori”, irascibili, minacciosi ma privi di serie argomentazioni (mail in mio possesso)?

La Prevenzione, sia Pre-Primaria, nel senso della Manuel’s Story http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html, sia Primaria, è da applicare a soggetti a Reale Rischio Congenito di CVD, DM tipo 2 e Cancro, ma non in chi mai sarà colpito da queste patologie perché privo delle relative Costituzioni Semeiotico-Biofisico-Quantistiche, presenti da 12 anni nella Letteratura mondiale.

Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  The Key Role of Vasa Vasorum Inherited Remodeling in QBS Microcirculatory Theory of Atherosclerosis. Frontiers in Epigenomics and Epigenetics. http://www.frontiersin.org/Epigenomics_and_Epigenetics/10.3389/fgene.2013.00055/full [MEDLINE];

Sergio Stagnaro and Simone Caramel.    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary preventionFrontiers in Endocrinology.  Published online: 26 February 2013. I doi: 10.3389/fendo.2013.00017http://www.frontiersin.org/Review/ReviewForum.aspx  [Medline] 

Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full [MEDLINE].

Pyatakovich F.A., Stagnaro S.,   Caramel S., Yakunchenko T.I., Makkonen K.F., Moryleva O.N.  Background Millimeter Radiation Influence in Cardiology on patients with metabolic and pre-metabolic  syndrome. Journal of Infrared and Millimeter Waves, , Shanghai, China

 

http://journal.sitp.ac.cn/hwyhmb/hwyhmben/ch/index.aspx, in press.

 

Distinti saluti

 

Sergio Stagnaro

 

www.sisbq.org

 

www.semeioticabiofisica.it

Manovra di Butturini: Diagnosi Clinica della Costituzione Diabetica, del suo Reale Rischio Congenito e del DM in atto, in 5 secondi.

Il grande clinico  parmense Ugo Butturini, Presidente della SID dal 1976 al 1978 e Presidente della SIGG dal 1975 al 1981,  considerava l’eziopatogenesi della Cardioangiopatia (oggi nota come CAD)  nel DM tipo 2 uno dei problemi più discussi, complessi e di maggiore importanza prognostica e terapeutica (U. Butturini.  Etiopatogenesi Unitaria della Cardioangiopatia  nel Diabete Mellito,  Acta  diabet lat.  12 (Suppl 1) 1, 1975) .

 

Dal 2001 il Reale Rischio Congenito di CAD, dipendente dalla Costituzione Aterosclerotica,  e  il Reale Rischio Congenito di DM tipo 2, dipendente dalla Costituzione Diabetica “e” Dislipidemica (Joslin aveva ragione, in Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004.   http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm) hanno   finalmente chiarito le antiche incertezze e risolto in chiave Semeiotico-Biofisico-Quantistica  annosi problemi metabolico-angiologici: www.sisbq.org e www.semeioticabiofisica.it .

 

Quando ero un giovane scienziato,  ho avuto l’onore e il piacere  di conoscere il grande clinico di Parma, col quale ho intrattenuto un interessante scambio epistolare che conservo con religiosa cura.  Dagli anni settanta  apprezzo il Prof. Ugo  Butturini, Maestro di Scienza e Umanità.  Non posso non sottolineare la sua lucida visione “clinica” dei problemi medici. A questo scopo è sufficiente notare  che negli anni ‘70 scriveva <<Cardioangiopatia “nel” Diabete Mellito>>, perché aveva ben compreso che se esistono diabetici, anche insulino-dipendenti,  senza Cardioangiopatia e, al contrario, numerosissimi sono i cardiopatici  colpiti da IMA – come chi scrive – senza Costituzione Diabetica, il motivo risiede nel fatto che non bisogna confondere uno dei tanti fattori di rischio di ATS, il DM, appunto,  con la causa (Sergio Stagnaro.Without CAD Inherited Real Risk, All Environmental Risk Factors of CAD are innocent Bystanders. Canadian Medical Association Journal.CMAJ, 14 Dec 2009,  http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/181/12/E267#253801).   

Purtroppo, ancora oggi esistono laureati in Medicina che parlano erroneamente di  Microangiopatia Diabetica, ma in realtà non sanno che si tratta dell’Istangioapatia “nel” diabetico!

 

La Microangiopatia diabetica non esiste: l’unica alterazione microvascolare tipicamente diabetica è la honey cumb-like degenaration del tratto intermedio a S degli apparati glomici  (Curri S. B., Le microangiopatie. Patologia delle Correlazioni isyangiche;  a cura di Inverni della Beffa, Arte Grafica S.p.A.  1986, Verona).

 

Di seguito è descritta per la prima volta la Manovra di Butturini,  di rapida applicazione ed affidabile per riconoscere in 5 secondi, a partire dalla nascita, la Costituzione Diabetica, il dipendente Reale Rischio Congenito di Diabete Mellito e ovviamente il DM tipo 2 in atto.

 

In questo breve articolo non riferisco i complessi meccanismi biologici e microangiologici clinici alla base della manovra perché nessun Medico, a parte ovviamente i Membri della SISBQ, conosce la Microangiologia Clinica e la Realtà Non-Locale nei sistemi biologici: www.sisbq.org.

 

Nel sano, la pressione “intensa”,  applicata sopra la proiezione cutanea del centro neuronale del GH-RH simultaneamente provoca  abbassamento del margine inferiore del pancreas di 3 cm. circa: Manovra di Butturini  negativa.

Per ulteriori informazioni, V. articolo sulla Manovra di Bardi https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/23/manovra-di-bardi-nella-diagnosi-clinica-delle-colecistopatie-ancorche-silenti/).

 

Al contrario, nel soggetto colpito da Costituzione Diabetica, Reale Rischio Congenito di Diabete Mellito e ovviamente da DM  in atto, dopo un tempo di latenza variabile da 3 a 6 sec. circa, rispettivamente, il pancreas aumenta significativamente di volume: in pratica,  il margine pancreatico inferiore si abbassa significativamente da 3 ai 6 cm. circa, in rapporto con la gravità del dismetabolismo glicidico: Manovra di Butturini positiva.

 

Interessante è il  fatto che la predisposizione al DM,  riconosciuta preferibilmente nel primo decennio di vita, è eliminata mediante la Terapia Quantistica (Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013).    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology. http://www.frontiersin.org/Diabetes/10.3389/fendo.2013.00017/full  [MEDLINE] ; Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Type 2 Diabetes Mellitus Primary Prevention. LifeScienceGlobal February 2013, Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, 2013, 3,  http://www.lifescienceglobal.com/home/cart?view=product&id=376).

 

PS.

A causa dell’età avanzata e delle precarie condizioni di salute, fornirò ulteriori informazioni sulla Manovra di Butturini, esclusivamente alla Redazione del mio quotidiano,  Il Secolo XIX, se mi inviterà a scrivere un articolo su questo argomento di fondamentale importanza per la lotta al DM tipo 2, una epidemia in aumento, realizzando così il Sogno della mia Vita.

Manovra di Bardi nella Diagnosi Clinica delle Colecistopatie, ancorché silenti.

 

Le patologie della colecisti più frequenti sono la discinesia delle via biliari (Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., La sindrome dispeptica funzionale da discinesia delle vie biliari. Diagnosi percusso-ascoltatoria. Cin. Ter. 127, 363 [Medline]),  la calcolosi, la colecistite, il cancro, spesso e per lungo tempo completamente  silenti.

 Altre patologie meno frequenti sono l’adenoma, l’ectasia, la disfunzione motoria della vescica biliare. Di tutte queste patologie la più comune è la colelitiasi,  riconosciuta due volte su tre dalla ecografia (esperienze personali) con conseguenze facilmente comprensibili! 

Una gran parte di colelitiasi decorre asintomatica (Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Diagnosi percusso-ascoltatoria dei calcoli biliari silenti. 6° Incontro Segusino di Medicina e Chirurgia. Susa 19 Maggio, 1990. Atti, pg. 79. Ed. Minerva Medica).

A questo proposito è importante il fatto che il cancro della colecisti, che si presenta in tarda età con la nota sintomatologia clinica aspecifica, è in realtà presente dalla nascita del paziente come Reale Rischio Congenito di cancro della vescica biliare, diagnosticato in pochi secondi con un fonendoscopio ed eliminato con la Terapia Quantistica (Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG.,Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011;
http://www.benthamscience.com/contents-JCode-CNF-Vol-00000009-Iss-00000001.htm2013549).

Il Medico esperto in Semeiotica Biofisica Quantistica conosce i numerosi segni, in gran parte specifici, per riconoscere prontamente, a partire dagli stadi iniziali,  tutte le forme di colecistopatia, incluse quelle rare: alla fine degli anni ’60, diagnosticai un interessante caso di “Colecisti a Porcellana”  – rimasto unico nella mia lunga esperienza clinica –  in una donna di 72 aa., positiva alla Costituzione litiasica (Diagnosi Psicocinetica regressa!) e colpita da intensa  Mediocalcinosi di Mönckeberg (Simone Caramel and Sergio Stagnaro. Vascular calcification and Inherited Real Risk of lithiasis. Front. In Encocrin.  3:119. doi: 10.3389/fendo.2012.00119 http://www.frontiersin.org/Bone_Research/10.3389/fendo.2012.00119/full [Medline]).

In  considerazione dei numerosi ed affidabili  segni della Semeiotica Biofisica Quantistica da utilizzare nella diagnosi e diagnosi differenziale delle malattie della colecisti, in realtà, quanto segue non è strettamente necessario nella diagnostica delle malattie della vescica biliare.

Tuttavia, la molteplice importanza della Manovra di Bardi  (https://sergiostagnaro.wordpress.com/2013/10/09/la-manovra-di-bardi-ridimensiona-la-nobel-assembly-del-karolinska-institutet/)  nelle malattie delle vie biliari  riguarda aspetti sia teorici (meccanismo d’azione del GH, ruolo di pace-maker centrale del centro neuronale del GH-RH, ecc.) sia pratici: la Manovra di Bardi  permette al medico in un secondo di escludere, o di riconoscere, la presenza di una colecistopatia, indirizzando l’ulteriore esame obiettivo, finalizzato – nel secondo caso – alla diagnosi differenziale della colecistopatia!

Nel sano, la  Manovra di Bardi  (= pressione digitale “intensa”, ma non “intensissima”! *, applicata sopra la proiezione del GH-RH) provoca simultaneamente la dilatazione significativa della colecisti e del coledoco, escludendone patologie in atto di qualsiasi natura.

Al contrario, in presenza di una colecistopatia, indipendentemente dalla sua natura, la vescica biliare e il coledoco non si dilatano oppure la dilatazione minima avviene dopo alcuni secondi (3-5 sec.), ma non simultaneamente. A questo punto il Medico deve procedere nella diagnosi differenziale della patologia colecistica mediante i numerosi segni semeiotico-biofisici-quantistici.

Nel prossimo Corso di Informazione sulla SBQ di Roma, 9-10 Novembre (V Programma nel sito  www.sisbq.org), la Manovra di Bardi  sarà una delle applicazioni pratiche che i partecipanti impareranno.

* Il Medico affezionato al solo aspetto quantitativo della Scienza, che purtroppo ignora la Semeiotica Biofisica Quantistica, deve sapere che gli attributi dello stimolo, impiegato per attivare i numerosi trigger-points  – Lieve, Medio, Medio-Intenso, Intenso, Intensissimo – apparentemente “qualitativi”, in realtà sono quantitativi, esprimendo il numero di dyne/unità di superficie, in pratica la forza necessaria per provocare sia i riflessi tipici delle singole componenti dell’unità microvascolotessutale, sia differenti effetti biologici!  Nel nostro caso la pressione “intensa” stimola, mentre quella “intesissima” blocca la secrezione di GH-RH.

Risolto il fondamentale Enigma Biologico ignorato dalla Medicina Accademica. I parte

“Io vi dico: bisogna  avere ancora un caos dentro di sé

per partorire una stella danzante.

  Io vi dico: voi avete ancora del caos dentro di voi”. 

Nietzsche “Così parlò Zarathustra” . Adelphi

Il Prof. Franco Canestrari,  in “La riprogrammazione cellulare: una tappa verso la guarigione”, scrive:   Un illustre scienziato americano, il Professor William Tiller della Stanford University, affermò: La medicina del futuro si fonderà sul controllo dell’energia presente nel corpo (quasi tutta di origine mitocondriale! NdR!). Due tendenze biologiche sono oggi a confronto, la prima dominante che vede il funzionamento della materia vivente in base alle proprietà locali delle singole molecole, la seconda che si basa sulla cooperatività e sulle interazioni non lineari dei componenti propri dei sistemi viventi come si deduce dalle conoscenze della biofisica. 

E’ infatti oggi difficile sostenere la tesi che l’equilibrio dinamico dell’organismo vivente possa essere mantenuto solamente da connessioni meccaniche e chimiche ma, è fondamentale che queste connessioni siano integrate da una rete di correlazioni istantanee (istantanee è un aggettivo riferito al tempo. Preferibile quindi l’aggettivo “simultanee”, NdR!) in grado, di collegare tutte le parti del sistema vivente, anche quelle distanti le une dalle altre.

Questo ragionamento permette di estendere la visione PNEI oltre il concetto di memoria cerebrale e immunologica fino a quello di memoria cellulare, non confinata esclusivamente alle cellule appartenenti ai sistemi di cui sopra.

Si comincia oggi a parlare anche in Medicina di Terapia informazionale e molecole di informazione che possono far parte di protocolli terapeutici come avviene in omeopatia, cioè trattamenti che vengono integrati nella gerarchia dei processi fisiologici portando di conseguenza al processo di auto-guarigione. Sempre in questo ambito sono le evidenze scientifiche che mostrano la capacità delle cellule cancerose di causare danni in cellule sane di tessuti distanti tramite un trasferimento un meccanismo biofisico di trasferimento di informazioni; i cambiamenti nei tessuti distanti sia biochimici che biofisici potrebbero essere con molta probabilità essere attivati dai fotoni emessi dalle cellule cancerose (Roy H.K.- Cancer Res, 70: 7748-7754,201)”. 

 

Quanto sopra riferito virgolettato, certamente condivisibile, è di essenziale importanza ai fini della corretta  impostazione, della sicura comprensione e della soluzione dell’enigma biologico.  Tuttavia, è necessario suggerire qualche doverosa, ulteriore lettura, dal punto di vista del Caos deterministico nei sistemi biologici dove, accanto alla Realtà Locale, esiste anche la Realtà Non-Locale, da me dimostrata clinicamente.

Detto altrimenti, per comprendere perfettamente l’enigma biologico, è opportuno completare quanto correttamente scritto dal Prof. Franco Canestrari, mediante l’attenta lettura di articoli “clinici”, che corroborano ed ampliano gli essenziali concetti sopra riferiti.

 

[1] Stagnaro SCaramel S. (2013) BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention. Front Genet. 2013;4:39. doi: 10.3389/fgene.2013.00039. [Pub-Med indexed for Medline]   http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full
pdf dowlooad – article impact – altmetric impact

[2] Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2011) The Genetic Reversibility in Oncology – 2011 – http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/reverse_oncology.pdf

[3] Simone Caramel and Sergio Stagnaro (2011) The Principle of Recursive Genome Function: QBS clinical and experimental evidences – 2011http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/prgf_qbsevidences.pdf

[4] Simone Caramel SISBQ  Stagnaro Sergio SISBQ   Pyatakovich Felix A. Belgorod State National Exploratory University, Belgorod.  Yakunchenko T.I. Belgorod State National Exploratory University, Belgorod.  Makkonen K.F. Belgorod State National Exploratory University, Belgorod.  Moryleva O.N. Central hospital FTS. Moscow.  Background Millimeter Radiation Influence in Cardiology on patients with metabolic and pre-metabolic syndrome
Journal of Infrared and Millimeter Waves, Shangai, China, 2013. Received: December 11, 2012  Revised: June 14, 2013

[5] Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG.,Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011;
http://eurekaselect.com/106105/article

[6] Simone Caramel and Sergio Stagnaro (2010The role of  mitochondria and mit-DNA in oncogenesisQuantum Biosystems. 2(1) 250-281. download pdf

[7] Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2011) A New Way of Therapy based on Water Memory-Information: the Quantum Biophysical Approach – 2011 – Journal of Quantum Biophysical Semeiotics – http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/qbtherapy.pdf

Alla risoluzione dell’enigma fondamentale della Biologia, finora ignorato dalla Medicina accademica, è mia intenzione dedicare articoli divulgativi. In questo primo articolo è illustrato l’enigma, nel modo più chiaro e semplice possibile, secondo un procedimento indispensabile per poter giungere ad una soddisfacente soluzione del problema.

 

Compreso chiaramente Senso e Significato dell’enigma biologico, risulterà comprensibile  l’originale  soluzione clinica del problema, resa possibile dal metodo semeiotico-biofisico-quantistico, in accordo a quanto afferma K. Jaspers in Das Wesen der Wissenschat: “La conoscenza è implicita nel Metodo”.

 

Heidegger si domandava: “Perché c’è l’essente e non piuttosto il nulla?” (Warum gibt es überhaupt das Seiendes und nicht vielmehr das Nichts?).

 

Invece, dal momento della loro scoperta, mi sono chiesto il perché delle fluttuazioni caotico-deterministiche dei  sistemi biologici, dove la realtà non-locale e la realtà locale co-esistono, come dimostrai clinicamente  per la prima volta in precedenti articoli (Bibliografia in www.sisbq.org e www.semeioticabiofisica.it) e il perché delle highest spikes, presenti  sia nella Vasomozione sia  nei Diagrammi SBQ dei sistemi biologici – cardiogramma, nefrogramma, surrenogramma, splenogramma, etc. 

In altre parole, mi sono interrogato sul perché dell’esistenza di eventi ripetibili, prevedibili, “ordinati”,  inseriti come finestre nel comportamento imprevedibile, non-ripetibile, stocastico, tipico delle oscillazioni dei sistemi biologici in condizioni normali.

 

Non mi riferivo alla finalità del comportamento caotico deterministico dei tessuti, di cui ho già scritto  nella Introduzione (un simile comportamento è il miglior modo per conservare la struttura di un sistema biologico, come per un auto sono  le 5 marce da impiegare secondo necessità), ma alla causa che rendeva possibile un simile comportamento biologico, di essenziale importanza soprattutto, ma non solo,  alla sopravvivenza dei tessuti.

In particolare mi chiedevo: “Se esiste una simultaneità nelle fluttuazioni dei diversi sistemi biologici,  sia micro- (unità micro-vascolo-tessutale) sia, di conseguenza, macro-scopici (tutti gli apparati, ghiandole, visceri), allora dove ha sede il Pace-Maker  centrale, di cui i Medici devono aver particolare cura dalla nascita? “.  

 

Ecco illustrato, in poche parole,  l’Enigma biologico, sottolineato pure nel seguente commento accettato e messo in rete nel sito di Science.

 

http://comments.sciencemag.org/content/10.1126/science.342.6154.60
Title:  Who’s Afraid of Peer Review? 

Submitted on Thu, 10/10/2013 – 12:08

Sergio Stagnaro

I am afraid of peer-reviews! Firstly, because their Editors, in general, ask me too much money for the publication fees. Secondly, because I fear that the peer-review Editors and Reviewers ignore the fundamental enigma of Medicine and thus they do not accept the publication of an article of mine, that illustrates, enlightens, clarifies and finally solves such a overlooked medical problem, i.e., what accounts for the reason biological system behavior is chaotic-deterministic in nature.

A questo punto desidero evidenziare nel commento sopra-riferito due fatti alla base della mancata conoscenza dell’enigma biologico e che rappresentano i maggiori ostacoli alla diffusione dei progressi scientifici nella presente Medicina, Serva dell’Economia, nata alla fine degli anni ’40 del XX secolo, dal desolante, sponsorizzato, troppo gettonato  Framingham Heart Study.

 

Il primo fatto  è la richiesta di  troppi soldi per la pubblicazione di articoli passati al vaglio della critica di Editori e Revisori e, quindi, di sicuro valore scientifico.  A me e al mio collaboratore, dottor Simone Caramel, Presidente della SISBQ, sono stati recentemente chiesti 1.600 Euro per la pubblicazione di un articolo, ora in rete nel Journal of Quantum Biophysical Semeiotics, leggibile gratuitamente!   Noi della SISBQ vogliamo  essere liberi  e pertanto rifiutiamo le “sponsorizzazioni”. Grazie, però, ad Editori intelligenti e lungimiranti,  abbiamo spesso da loro ottenuto  la  pubblicazione gratuita dei nostri lavori, dopo aver illustrato la situazione economica della SISBQ.

 

Il secondo fatto, non disgiunto dal precedente, riguarda l’aggiornamento degli stessi Editori e Revisori, inevitabile strumento per poter giudicare gli articoli di SBQ. Infatti, comprensione e critica di questi articoli esigono ovviamente la sicura conoscenza della SBQ, in realtà una disciplina medica complessa e in continua evoluzione.

 

Come si legge nel mio commento, accettato e messo in rete nel sito di Science, esprimo apertamente  seri dubbi che oggi esistano Editori e Revisori in grado di comprendere e giudicare il problema del Caos deterministico e  della realtà non-locale nei sistemi biologici, condizioni fondamentali per la comprensione e la  risoluzione dell’enigma biologico:

“Perché c’è Caos deterministico  con finestre di ordine al suo interno – highest spikes –   e simultaneità nelle diverse dinamiche, micro- e macro-scopiche, dei sistemi biologici?”.

 

Cancro al seno e Pink is Good! “Usque Tandem….”, Prof. U. Veronesi?

Alla URL   http://pinkisgood.it/wp/tumore-al-seno-prevenzione-il-dire-il/  leggo l’incipit:

“Le donne sanno a cosa serve la mammografia, ma in troppe poi non fanno i controlli. Idee poco chiare anche sui fattori di rischio o di protezione. I risultati di un sondaggio promosso dal sito alfemminile.com in collaborazione con la Fondazione Veronesi.
Redazione”.

Notoriamente il Prof U. Veronesi non mi considera degno di risposta. Scrivergli una  mail sarebbe una perdita di tempo. Tuttavia, se potessi raggiungerlo, gli direi:

<<Caro Prof. U. Veronesi, da quanto precede, risulta evidente che l’unico strumento per combattere l’epidemia di cancro al seno è la mammografia, secondo la sua no up-dated visione del problema, tuttora irrisolto per il suo rifiuto  ad ammettere l’esistenza del Reale Rischio Congenito di Cancro al seno, Dipendente dal Terreno Oncologico.

Prevedo per esperienza, http://www.ilgiornale.it/news/io-l-idraulico-corpo-sento-rischio-tumore.html,  che lei non risponderà nemmeno ora che ci incontriamo di persona. Tuttavia, penso alle moltissime mie pazienti morte di Cancro al Seno prima della scoperta del Terreno Oncologico e del Dipendente Reale Rischio Congenito, e pertanto  desidero porle, ancora una volta inutilmente, una domanda, che richiede ovviamente la conoscenza dell’argomento, illustrato nei seguenti lavori:


Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Cancro della mammella: prevenzione primaria e diagnosi precoce con la percussione ascoltata. Gazz. Med. It. – Arch.  Sc.  Med. 152, 447, 1993;
Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004.   http://www.travelfactory.it/semeiotica_biofisica.htm
Stagnaro Sergio. There is another clinical, and overlooked tool, reliable in breast cancer prognosis evaluation.   http://www.biomedcentral.com/1471-2407/5/70/comments#204473 ;
Stagnaro Sergio. “Genes, Oncological Terrain, and Breast Cancer”.   World Journal of  Surgical Oncology.  2005, http://www.wjso.com/content/3/1/45/comments#205475 ;
Stagnaro Sergio. A new way in the war against breast cancer, fortunately Breast Cancer Res 2005. http://breast-cancer research.com/content/7/2/R210/comments;
Stagnaro Sergio. Bedside Detecting Biophysical-Semeiotic Breast Cancer Real Risk.2 January 2007 Annals of Family Medicine http://www.annfammed.org/cgi/eletters/4/6/512#5023;
Stagnaro Sergio. Bedside Biophysical-Semeiotic Diagnosis of Breast Cancer, since initial Stage.  International Seminars in Surgical Oncology 2007, http://www.issoonline.com/content/4/1/21/comments ;
Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full [MEDLINE];
Sergio Stagnaro.  Il Segno di Dachà. Il Reale Rischio Congenito di Cancro del Seno.  18 gennaio 2011. www.sisbq.org. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/segno_di_dach.pdf;
Sergio Stagnaro and Simone Caramel. The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG.,Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011;
http://www.benthamscience.com/contents-JCode-CNF-Vol-00000009-Iss-00000001.htm2013549.
Sergio Stagnaro.  Lettera Aperta Agli Oncologi . http://www.fcenews.it,  19 marzo 2010.      http://www.fceonline.it/images/docs/oncologi.pdf
A questo punto gli direi:  Ecco,  Prof. U. Veronesi,  la domanda.
“Fino a quando lei è intenzionato a proporre la sua inutile campagna contro il Cancro del Seno,  basata sullo screening, cioè sulla  prevenzione secondaria (il tumore ormai è in atto!), irrazionalmente e riduttivamente condotta in pochi soggetti,  anche in  donne negative al Terreno Oncologico (ma pure gli uomini possono essere colpiti da cancro al seno!), rivelatasi inevitabilmente perdente?”.

Tag Cloud