Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Archivio per agosto, 2013

Medicina della Sconfitta, Serva dell’Economia: siamo cronici consumatori di farmaci.

Gli esempi pratici esplicitano nel modo migliore la valenza astratta del concetto.

 

“Mio papà è diventato diabetico a 54 anni”.

“Mia mamma da una settimana  soffre di cancro al seno”.

“Il mio dottore, 71 anni, alle 5 del mattino di luglio 2001, è stato colpito da Infarto Miocardio improvviso e imprevisto, che ha richiesto l’uso del defibrillatore”.

 

Chi diventa diabetico, da un giorno all’altro, in base ai valori della glicemia a digiuno – orribile a dirsi -dalla nascita è positivo per la Costituzione Diabetica e il Reale Rischio Congenito di DM tipo2: Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013).    Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology. [Pub-Med indexed for MEDLINE]In press;  Stagnaro S., West PJ., Hu FB., Manson JE., Willett WC. Diet and Risk of Type 2 Diabetes. N Engl J Med. 2002 Jan 24;346(4):297-298. [PubMed indicizzato per Medline].

 

La mamma sofferente da una settimana per cancro al seno dalla nascita è positiva per il Terreno Oncologico e il Reale Rischio Congenito di cancro della mammella, localizzato nel punto esatto dove poi è insorto il tumore per l’azione di fattori ambientali di rischio: Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full  [Pub-Med indexed for MEDLINE].

 

Infine, chi scrive, cioè il Medico che, dopo una vita vissuta da sportivo, senza fumare, con un BMI perfetto,  a 71 anni è stato colpito da IMA “improvviso e imprevisto”, secondo la desolante definizione dei moderni Cardiologi, compresi i “silenziosi” Membri della SIC,  dalla nascita era portatore di Reale Rischio Congenito di CAD, che i GRANDI Clinici, inclusi i Medici senatori a vita, non avevano saputo scoprire: Stagnaro Sergio.    CAD Inherited Real Risk, Based on Newborn-Pathological, Type I, Subtype B, Aspecific, Coronary Endoarteriolar Blocking Devices. Diagnostic Role of Myocardial Oxygenation and Biophysical-Semeiotic Preconditioning. International Atherosclerosis Society, www.athero.org, 29 April, 2009  http://www.athero.org/commentaries/comm907.asp; Stagnaro Sergio. Role of Coronary Endoarterial Blocking Devices in Myocardial Preconditioning – c007i. Lecture, V Virtual International Congress of Cardiology. http://www.fac.org.ar/qcvc/llave/c007i/stagnaros.php

 

E’ di estremo interesse il fatto che i Reali Rischi Congeniti, Dipendenti dalle relative Costituzioni sono diagnosticati con un fonendoscopio a partire dalla nascita, e sono definitivamente  eliminati con la Terapia Quantistica: Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009; Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG., Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  ISSUE: 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011http://www.benthamscience.com/contents-JCode-CNF-Vol-00000009-Iss-00000001.htm; Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Type 2 Diabetes Mellitus Primary Prevention. LifeScienceGlobal February 2013, Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, 2013, 3,  http://www.lifescienceglobal.com/home/cart?view=product&id=376.

 

Sia i “professori”, sia  lo scolaretto di G. Bateson conoscono il significato – se non il valore scientifico! –  di articoli MEDLINE!

 

Perché le cosiddette Autorità sanitarie italiane, i “Professori”, gli Ordini dei Medici, gli Assessori alla Sanità, regionali, Provinciali, Comunali, inclusi i Fans dei defibrillatori, i Medici Sportivi, gli Esternatori di Professione, laici e cattolici, i Giornalisti, continuano  a coprire di silenzio la Semeiotica Biofisica Quantistica, secondo il comportamento degli untori suicidi-omicidi?

 

Perché il transeunte  Ministro della Salute, On. Beatrice Lorenzin,  non ha ancora risposto all’invito del Presidente della SISBQ, dottor Simone Caramel, che le chiedeva un incontro per discutere di PREVENZIONE PRIMARIA?

 

Perché non esiste in Italia, non dico un Medico dell’establishment, e nemmeno il Presidente del CSM, al momento troppo impegnato in altre faccende, ma un Magistrato che senta la necessità di indagare – come atto dovuto – su questi sospetti silenzi, che impediscono di porre fine alle epidemie in aumento di CVD, DM tipo2 e Cancro, denunciati da dodici anni da un ottuagenario Medico in pensione dal 2001?

Annunci

“Microangiopatia diabetica”, Fondamento dell’Epidemia Diabetica.

PREMESSA.

La lettura dell’articolo Sergio Stagnaro, Biophysical-Semeiotic Diabetic Constitution. Cyber Lecture.

http://cyberlectures.indmedica.com/show/60/1/Diabetic_Constitution, essenziale per la comprensione della Semeiotica Biofisica Quantistica Diabetologica,  facilita la comprensione dell’originale teoria eziopatogenetica della cosiddetta “Microangiopatia diabetica”.

Per approfondire la conoscenza del Reale Rischio Congenito di CVD, il lettore-medico dovrebbe familiarizzare con il contenuto dei seguenti articoli :

1)Stagnaro Sergio. CAD Inherited Real Risk, Based on Newborn-Pathological, Type I, Subtype B, Aspecific, Coronary Endoarteriolar Blocking Devices. Diagnostic Role of Myocardial Oxygenation and Biophysical-Semeiotic Preconditioning. International Atherosclerosis Society, www.athero.org, 29 April, 2009 http://www.athero.org/commentaries/comm907.asp;
2)Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012) Quantum Biophysical Semeiotics Microcirculatory Theory of Arteriosclerosis – 2012;
3)Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012) Arrhythmogenic Right Ventricular Dysplasia/Cardiomyopathy Bedside Diagnosis. Morosini’s Syndrome – 2012;
4)Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012) The Role of Inherited Vasa Vasorum Remodeling in QBS Microcirculatory Theory of Atherosclerosis – 2012
5)Simone Caramel and Sergio Stagnaro (2012). Vascular calcification and Inherited Real Risk of lithiasis. Front. In Encocrin.
3:119. doi: 10.3389/fendo.2012.00119 http://www.frontiersin.org/Bone_Research/10.3389/fendo.2012.00119/full [MEDLINE];
6)Stagnaro Sergio.
Role of Coronary Endoarterial Blocking Devices in Myocardial Preconditioning – c007i. Lecture, V Virtual International Congress of Cardiology. http://www.fac.org.ar/qcvc/llave/c007i/stagnaros.php

L’eziopatogenesi della “Microangiopatia diabetica”, intuita da grandi Maestri del passato,  come Siperstein (USA), Butturini (Parma), Boiusau (Francia), Curri (Milano), Dogliotti e Lenti (Torino), non ha potuto essere accettata nemmeno dopo la loro morte, a causa della Medicina nata dal grembo inquinato del Framigham Heart “Economic” Study, rivelatosi incapace nel fermare le tre epidemie di CVD, DM tipo 2 e Cancro.  Infatti, i desolanti fautori del troppo gettonato Studio non conoscevano i Reali Rischi Congeniti, dipendenti dalle relative Costituzioni SBQ, da me soperte nel 2007!

Nel 1973 Butturini e Coll. riferirono in numerosi articoli che in biopsie digitali avevano evidenziato chiaramente, a carico delle arteriole, segni di sclerosi e marcato ispessimento dello strato sub-intimale in soggetti obesi con diabete latente, quindi prima dell’insorgenza dell’iperglicemia.

Conservo come reliquie le lettere ricevute dal Prof. Butturini. Passati quarant’anni, esistono  “Professori” che non hanno il coraggio di confutare le mie critiche alle loro esternazioni a-scientifiche e meno che mai osano rispondere alla mie “dieci” domande!

Dogliotti e Coll. (Lenti)  attribuivano ad una mesenchimopatia su base ereditaria la causa della “Microangiopatia diabetica”, che insorge decenni prima della comparsa del dismetabolismo glicidico ed ovviamente da questo aggravata, ma non causata!

Siperstein ha tentato invano di attirare l’attenzione degli studiosi di tutto il mondo sull’origine delle lesioni microangiopatiche diabetiche, insorgenti decenni prima della comparsa della fenomenologia diabetica  in pazienti con diabete genetico.  In The American Journal of Medicine,  Volume 85, Issue 5, Supplement 1 , Pages 119-130, 28 November 1988.   Diabetic microangiopathy, genetics, environment, and treatment. Marvin D. Siperstein. http://www.amjmed.com/article/0002-9343%2888%2990404-4/abstract,  si può leggere:   “Unlike macroangiopathy, which can readily be prevented by means that are currently on hand, the origin and treatment of microangiopathy remain far more problematical. The complexity of this lesion is indicated by the findings in this laboratory that hyperglycemia induced by the rodenticide, vacor, can cause microangiopathy independent of genetic diabetes, yet significant microangiopathic lesions can be detected in genetic diabetic patients before the appearance of hyperglycemia. …….. The evidence that control or even normalization of blood glucose levels does not influence the course of established microangiopathy is becoming increasingly convincing. Five prospective, randomized studies over the past five years have shown that strict regulation of glucose has no consistent benefit on, and in some studies may, at least transiently, accelerate, the retinopathy of diabetes”.   Anche senza conoscere il Reale Rischio Congenito di CVD,  diagnosticato quantitativamente  dalla nascita con un fonendoscopio, Siperstein pioneristicamente aveva tentato di far comprendere l’importanza della natura genetica della patologia micro circolatoria nel paziente diabetico, tenendo separata la causa dall’effetto aggravante.

A questo proposito bisogna ricordare la precoce  Funktionelle Mikroangiopatie del danese J. Ditzel, osservata da lui prima dell’inizio delle alterazioni del metabolismo glicidico, ma tardiva rispetto al Reale Rischio Congenito di CVD, che pure questo Autore non poteva conoscere (J. Ditzel. Diabetic Microangiopathies. Microcirculation and Ischemic Vascular Diseases Advances in Diagnosis and Therapy. Proceedings of Congress, Munich 1980. Ed. by K Messmer. Academic Professional Information Services, Inc. Abbot. Pag. 137).

Per comprendere il desolante fraintendimento dell’eziopatogenesi della cosiddetta “Microangiopatia diabetica” da parte dei Diabetologi, ritengo utile un lavoro dello scorso anno, pubblicato in Experimental Diabetes Research, Volume 2012 (2012), Article ID 916560, 11 pages

http://dx.doi.org/10.1155/2012/916560.  Review Article,  Regenerative Therapies for Diabetic Microangiopathy.  Roberto Bassi, Alessio Trevisani, Sara Tezza, et al.  http://www.hindawi.com/journals/jdr/2012/916560/

Da notare che l’articolo è firmato da Autori della Harvard Medical School, dell’Università del Salento, di Lecce, del Biophysical and Medical Science, Higher Institute of Medical Technology, Tunis, del  Department of Medicine, San Raffaele Scientific Institute, Milan e finalmente del  Department of Obstetrics and Gynecology, University of Bologna.

Leggiamo le frasi salienti  dell’articolo:

“Hyperglycaemia occurring in diabetes is responsible (Grassetto mio, NdR!) for accelerated arterial remodeling and atherosclerosis, affecting the macro- and the microcirculatory system”.

Questa ambigua affermazione, figlia dello sponsorizzato (mail in mio possesso!) Framingham Heart ECONOMIC Study, è l’evidente dimostrazione di un tragico mancato aggiornamento di chi l’ha scritta. Se parlano di “responsabilità dell’accelerato rimodellamento arterioso e dell’ateroslerosi”, qual è dunque la causa del Rimodellamento Microcircolatorio, su cui è fondata anche la Teoria Microcircolatoria  SBQ dell’Aterosclerosi?

In realtà,  gli Autori, almeno nel 2012, ignoravano completamente il Reale Rischio Congenito di CVD e la Teoria Microcircolatoria  Semeiotico-Biofisico-Quantistica dell’Aterosclerosi (V. Premessa).  Inoltre, la frase sorprendente, sopra riferita virgolettata,  testimonia che gli Autori  non hanno riflettuto sufficientemente sul fatto che esistono diabetici scompensati senza “microngiopatia”, mentre diabetici sufficientemente compensati – non esistono diabetici compensati perfettamente! –  sono nefropatici, retinopatici,  cardiopatici ischemici, colpiti da ictus!

Infine, non si comprende come gli Autori possano spiegare che un sangue iperglicemico  sia la causa di lesioni macro-e micro-angiopatiche circoscritte in singole sedi puntiformi, almeno negli stadi iniziali! La spiegazione esauriente è offerta dalla Teoria Microcircolatoria SBQ dell’Aterosclerosi, che gli Autori evidentemente ignorano.

“Vessel injury is mainly related to deregulation of glucose homeostasis and insulin/insulin-precursors production, generation of advanced glycation end-products, reduction in nitric oxide synthesis, and oxidative and reductive stress”.

Ma come si  possono difendere simili posizioni quando la “Microangiopatia diabetica” è presente decenni e decenni prima delle alterazioni del metabolismo glicidico, presentandosi sotto l’aspetto anatomo- funzionale di Reale Rischio Congenito di CVD, magari in lenta evoluzione, diagnosticato in un secondo co n un fonendoscopio mediante il Segno di Antognetti?

 “It occurs both at extracellular level with increased calcium and matrix proteins deposition and at intracellular level, with abnormalities of intracellular pathways and increased cell death. Peripheral arterial disease, coronary heart disease, and ischemic stroke are the main causes of morbidity/mortality in diabetic patients representing a major clinical and economic issue. Pharmacological therapies, administration of growth factors, and stem cellular strategies are the most effective approaches and will be discussed in depth in this comprehensive review covering the regenerative therapies of diabetic microangiopathy”.

Simili gratuite affermazioni sono politicamente corrette, ma rivelano il mancato aggiornamento degli Autori:   senza la Costituzione litiasica, il calcio non si deposita nei tessuti: Simone Caramel and Sergio Stagnaro (2012).   Vascular calcification and Inherited Real Risk of lithiasis. Front. In Encocrin.  3:119. doi: 10.3389/fendo.2012.00119 http://www.frontiersin.org/Bone_Research/10.3389/fendo.2012.00119/full[MEDLINE]

Si tratta di incidenti di percorso assai frequenti, conseguenza dell’ignoranza  della Semeiotica Biofisica Quantistica e, in questo caso, della mancata conoscenza dei Cinque Stadi del DM tipo 2 (Sergio Stagnaro.The New War against Five Stages of type 2 Diabetes Mellitus. http://www.sci-vox.com,  12 December, 2011, http://www.sci-vox.com/stories/story/2011-01-12the+new+war+against+five+stages++of+type+2+diabetes+mellitus.html ; http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/2011/01/new-war-against-five-stages-of-type-2.html; Sergio Stagnaro.    A Clinical Way in fighting the Five Stages of type 2 Diabetes Mellitus. 29 June, 2011. www.biomedcentral.com. http://www.biomedcentral.com/1741-7015/9/76/comments),  e della incapacità di valutare con un fonendoscopio l’attività del glicocalice (Simone Caramel and Sergio Stagnaro The role of glycocalyx  in QBS diagnosis of Di Bella’s Oncological Terrain http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/oncological_glycocalyx2011.pdf; Sergio Stagnaro. Glycocalix Quantum-Biophysical-Semeiotic Evaluation plays a Central Role in Demonstration of Water Memory-Information. www.sisbq.org. 19 July, 2011.http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/wmi_glycocalyx.pdf).

“Diabetes represents one of the greatest medical and socioeconomic emergencies worldwide”.

Perché allora nessuno degli Autori collabora con la SISBQ per prevenire il DM tipo 2 mediante la Prevenzione Pre-Primaria, secondo la Manuel’s Story, e Primaria Semeiotico-Biofisico-Quantistica, dal momento  che guarire il DM è  finora impossibile?

“Subcutaneous daily insulin injections improve glycometabolic control and HbA1c% levels; however they are not able to entirely halt the occurrence of diabetic complications [13]. β-cell replacement, either pancreas or islet transplantation, is a life-saving intervention which can restore normoglycaemia [19]”.

Riconoscere la sconfitta della presente Medicina nel prevenire le cosiddette “complicazioni diabetiche” può apparire persino intellettualmente onesto!  Tuttavia, per quanto riguarda la suggerita terapia con trapianto di isole di Langherans, ricordo che i sogni svaniscono all’alba. La sostituzione di cellule β, il trapianto di pancreas o di isole pancreatiche  a circa  250 milioni di diabetici nel mondo – tanti erano i diabetici nel 2010  –  è semplicemente utopistico!

“Multidisciplinary management of diabetes is of outstanding importance for the treatment and the prevention of diabetic complications, being helpful in reducing social costs and the detriment to the patient; however newer therapeutic approaches are needed”.

Mi domando quando un solo Autore in Italia sarà autorizzato  a parlare  di Prevenzione Pre-Primaria e Primaria, di Reali Rischi Congeniti e  dei Cinque Stadi del DM tipo 2?

Forse  diffondere questi progressi della Diabetologia non è politicamente corretto, ma certamente utile!

Fermiamoci alle poche, ma illuminanti, citazioni sopra riferite, e procediamo verso la conclusione.

I Maestri del passato non potevano conoscere il Reale Rischio Congenito  (RRC) di DM tipo 2, Dipendente dalla Costituzione diabetica, e di  RRC di CVD, associato al primo solo in una percentuale di diabetici, i soli che possono essere  colpiti dalle cosiddette “complicazioni diabetiche”.

Al contrario, l’ignoranza dei progressi della Medicina, brevemente ricordati sopra, da parte dei  medici di oggi, inclusi ovviamente i diabetologi,  non può essere  giustificata affatto. La conseguenza  del mancato aggiornamento in Diabetologia è sotto gli occhi di tutti: il DM tipo 2 è una epidemia in aumento.

E’ inconfutabile il fatto che senza il RRC di una determinata patologia, la relativa malattia non insorge: Sergio Stagnaro.Without CAD Inherited Real Risk, All Environmental Risk Factors of CAD are innocent Bystanders. Canadian Medical Association Journal.CMAJ, 14 Dec 2009,  http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/181/12/E267#253801

Pertanto, solo quando i Medici saranno capaci di riconoscere con un fonendoscopio – cioè su vasta scala e senza spesa alcuna per il SSN –  il Reale Rischio Congenito di DM Tipo2, Dipendente dalla relativa Costituzione, e il RRC di CVD,  l’epidemia diabetica sarà fermata con l’impiego della Terapia Quantistica niente affatto costosa :

Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009.

Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Type 2 Diabetes Mellitus Primary Prevention. LifeScienceGlobal February 2013, Journal of Pharmacy and Nutrition Sciences, 2013, 3,  http://www.lifescienceglobal.com/home/cart?view=product&id=376

 

Ignorando i Cinque Stadi del Diabete Mellito, L’Epidemia Diabetica Continuerà!

Per ammissione dell’ WHO, nel 2030 i diabetici nel mondo saliranno dai 250 milioni del 2010 a ben 360 milioni!  E’ l’ammissione di una disastrosa sconfitta della Medicina di Marte, Serva dell’Economia, partorita nel 1948 dal desolante Framingham Heart Study, da me ribatezzato “ECONOMIC”, senza rivere una sola confutazione.
Invito i miei affezionati Amici a leggere la seguente mail, in cui è annunciato, per onestà intellettuale, questo articolo:
—– Original Message —–

Sent: Saturday, August 10, 2013 10:25 AM
Subject: Overlooking T2DM Five Stages, Diabetes Mellitus Epidemic is growing.
Dear  SCIENCE Editors,
Dear all,
firstly I invite you to read  the following comment:

http://news.sciencemag.org/2013/08/top-stories-secret-monogamy-resetting-your-body%E2%80%99s-clock-and-drunk-human-sacrifices

I suggest to add to the above-referred top stories the unthinkable, sidereal silence of all mass-media on the Five Stages of Type 2 Diabetes Mellitus, notwithstading the easy remove of the first two stages, if bedside recognized with a stethoscope from birth. As a matter of facts, they disappear under the no expensive Quantum Therapy. It is a paramount event, considering this era of computing to its Zenit.

Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013). Inherited Real Risk of Type 2 Diabetes Mellitus: bedside diagnosis, pathophysiology and primary prevention. Frontiers in Endocrinology. [Pub-Med indexed for MEDLINE] In press.

Secondly, I invite you to ask yourself, with intellectual honesty, the question:

The Five Stages of T2DM will see in the next future the light, and will spread among the physicians around the world,  erasing today’s diabetic epidemic, although the free  peer-reviews, such as Science, NEJM, Diabetologia, JAMA, Ann.Int. Med., a.s.o., are posting  Stagnaro’s comments on this original topic, taking care, however,  not to talk about The Five Stages of T2DM in their issues?”.

I am awaiting your answers, I will publish immediately, as the present mail, on my blog www.sergiostagnaro.wordpress.com.

Regards

Sergio Stagnaro

www.sisbq.org

www.semeioticabiofisica.it

 

Non ho ritenuto necessario indicare la Bibliografia sui Cique Stadi del DM, perché nota ai Destinatari. Infatti, io stesso li ho ripetutamente informati.

Anche lo scolaretto di G. Bateson può facilmente comprendere che in futuro, diagnosticato con un fonendoscopio, a partire dalla nascita, il Reale Rischio Congenito di DM tipo2, dipendente dalla Costituzione relativa, sarà cancellato con la Terapia Quantistica, analogamente a quanto avviene ormai, per esempio, per il Terreno Oncologico:

Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013).The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG., Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  Volume 8 Issue 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011http://eurekaselect.com/106105/article

To be continued…..

 

Il cancro, secondo il Prof. Umberto Veronesi, è “Una parola da cancellare”.

Nel sito della Fondazione Umberto Veronesi, alla  URL http://www.fondazioneveronesi.it/blogveronesi/6376  si può leggere un articolo del famoso Oncologo milanese,  che di seguito critico costruttivamente nell’interesse dell’Umanità sofferente e nel ricordo dei miei genitori e di mio fratello morti per cancro

 

U.V. “E se non usassimo più la parola “cancro”? L’ha proposto negli Stati Uniti il massimo ente di ricerca sui tumori, il National Cancer Institute, e io mi sono trovato subito appassionatamente d’accordo. Dico di più: già nel 2006, insieme con altri specialisti, avevo proposto alla comunità medica internazionale una nuova classificazione dei tumori del seno, in cui i termini “cancro” e “carcinoma” venivano sostituiti da “neoplasia”, che significa “nuova formazione”.

 

SS. Se neoplasia significa, come afferma il Nostro, “nuova formazione”, allora sono inclusi in questo termine fibromi, cisti, emangiomi, amartomi, eccetera! Il Prof. Umberto Veronesi è schiavo della parola, ma non del significato di questo significante,  a differenza del Prof. fallibilista K. Popper.

U.V. “Perché questa revisione e riclassificazione di parole? Perché il cancro, senza dubbio molto di più di altre malattie, prima ancora di far male fa paura. Basta ricordare come i pazienti definiscono la diagnosi di cancro: verdetto, condanna, punizione. Insieme con poche altre parole, cancro è una parola che ha assunto un sovrasignificato, si è caricata di valenze negative che ne superano di gran lunga l’oggettività scientifica,  e che raccontano una storia pregiudicata dall’assenza di speranza.  Una storia non vera, ma vissuta così. L’annuncio è perciò visto come una condanna senza appello. E’ un colpo di fulmine che si abbatte sul malato e lo lascia solo davanti a quella che è spesso la sua più grande e inespressa paura”.

SS. Più del cancro, malattia che secondo il Nostro “prima ancora di far male fa paura”, a me fanno paura gli Oncologi che fingono che il Terreno Oncologico e il dipendente Reale Rischio Congenito non esistano! Mi fanno paura gli Oncologi che prendono in cura un paziente con tumore senza preoccuparsi di accertare se  la madre, i fratelli, le sorelle, le zie materne e la loro discendenza è positiva al Segno di Rinaldi! (Sergio Stagnaro. Il Segno di Rinaldi nella Diagnosi del Terreno Oncologico di Di Bella e del Cancro, solido e liquido, in atto. II Convegno Nazionale della SISBQ, Chiusi (Siena), 28-29 maggio 2011. Versione italiana:  http://www.sisbq.org/atti-del-secondo-convegno.html, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rinaldisign_it.pdf ; english version:  http://www.sisbq.org/proceedings-2.html
http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rinaldisign_eng.pdf).

 

U.V. “E l’habitat di questa paura è la società.  Il cancro spaventa anche  per quella che potei chiamare la sua “vicinanza”. Un grandissimo numero di persone ci si deve confrontare, da vicino o da lontano. Il cancro è un’ipotesi per ciascuno di noi, ed è alla porta di ogni famiglia. Questa consapevolezza, benché rimossa, diventa un’onda di piena quando arriva la diagnosi di cancro. Contro ogni ragionevolezza, contro ogni informazione che il cancro è una malattia via via sempre più curabile e guaribile, il paziente cade in preda all’angoscia.  Ecco, quell’entità innominabile che tanto spesso viene esorcizzata con l’espressione “il male del secolo”, è capitata addosso proprio a lui”.

 

SS. L’habitat della paura di ammalare di cancro non è la società, bensì i Ministri della Salute degli ultimi dodici anni, le cosiddette Autorità Sanitarie Italiane, i “Professori”, i Giornalisti, i tuttologi esternanti, sia atei sia religiosi, che occultano il Reale Rischio Congenito di cancro, dipendente dal Terreno Oncologico, riconosciuto con un fonendoscopio dalla nascita ed eliminato dalla non costosa Terapia Quantistica (Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2013).The Role of Modified Mediterranean Diet and Quantum Therapy in Oncological Primary Prevention.  Bentham PG., Current Nutrition & Food Science  ISSN (Print): 1573-4013;  ISSN (Online): 2212-3881. VOLUME: 9,  Volume 8 Issue 1; DOI: 10.2174/1573401311309010011http://www.benthamdirect.org/pages/content.php?CNF/2012/00000008/00000001/D0008NF.SGM; Sergio Stagnaro and Simone Caramel.  BRCA-1 and BRCA-2 mutation bedside detection and breast cancer clinical primary prevention.  Front. Genet. | doi: 10.3389/fgene.2013.00039.  http://www.frontiersin.org/Cancer_Genetics/10.3389/fgene.2013.00039/full  [MEDLINE]).

 

Si devono confrontare col cancro esclusivamente i predisposti e non tutti gli individui. Affermare il contrario è la palese ammissione di non essere aggiornati, creando un desolante ed evitabile Terrorismo Psicologico Jatrogenetico.  Se uno è colpito da cancro, per esempio,  a 50 – 60 – 70 anni, dalla nascita è portatore del Reale Rischio Congenito di tumore, che se riconosciuto dal Medico  viene eliminato! (Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009.).

 

U.V. E’ per questo che sono d’accordo con la proposta di non usare più una parola che incute tanto terrore. Non si tratta, come qualcuno ha fatto notare criticamente, di compilare una lista di parole da mettere al bando, come si volesse applicare anche qui il concetto, a volte ipocrita, del “politicamente corretto”. No. Si tratta di ricordare in ogni momento  che le parole non sono neutrali, e che vengono percepite in modo diverso a seconda del tasso di negatività che assumono nell’immaginario collettivo che le nutre e le accompagna”.

 

SS. Il terrore maggiore non è quello derivato dalla parola cancro, ma dal comportamento di tutti coloro che ignorano il Reale Rischio Congenito di tumore maligno, dipendente dal Terreno Oncologico, su cui è fondata la Prevenzione Pre-Primaria, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html , e Primaria, secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica.  Trovo il riferimento all’aristotelica “Ad modum cognoscentis cognoscitur” – San Tommaso d’Aquino diceva “Cognitio contingit secundum quod cognitum est in cognoscente” –  sconcertante reminescenza di una lettura superficiale, godimento spirituale per Gorgia da Lentini.

 

U.V. “Io, medico, devo tener presente che l’annuncio di una diagnosi di cancro è traumatico per un’infinità di motivi, alcuni dei quali non dipendono né dal malato, né dal medico, né dalle probabilità più o meno alte di guarigione”.

 

SS. E quali sarebbero i motivi che “non dipendono né dal malato, né dal medico, né dalle probabilità più o meno alte di guarigione” e che contribuiscono a rendere traumatico l’annuncio della diagnosi di cancro?  Certamente i motivi da me sopra illustrati: il paziente di 60 anni, a cui è fatta diagnosi di cancro del pancreas, dalla nascita è portatore del Reale Rischio Congenito di tumore pancreatico come sua madre, grazie alla Semeiotica Biofisica Quantistica riconosciuto con un fonendoscopio a partire dal primo giorno di vita ed eliminato rapidamente con pochissima spesa!

 

U.V.”Io, medico e uomo, mi specchio in un altro uomo che ha paura, e so di avere il dovere di rassicurarlo, il che non vuol dire illuderlo. Se evito l’uso di una parola divenuta traumatica di per sé, otterrò l’effetto di aprire un dialogo. E insieme cominceremo a giocare una partita difficile ma per nulla scontata, in cui la paura esiste ancora, com’è logico e umano,  ma può essere razionalizzata”.

 

SS. Alla luce di quanto sopra riferito, sarebbe bene assumere un altro atteggiamento più utile e meno retorico di fronte al malato: studiare la Semeiotica Biofisica Quantistica, che permette  di godere della gioia immensa di aver eliminato un Reale Rischio Congenito di cancro del seno alle nipoti e pronipoti di nonne-bisnonne morte per cancro di questa ghiandola e le cui figlie sono state operate per cancro della mammella. (Documentazione a disposizione soltanto del Prof. Umberto Veronesi).

 

 U.V. “So benissimo che se io dimostro a un paziente che il suo caso ha il 60 o addirittura il 90 per cento di probabilità di guarigione, il suo pensiero correrà inevitabilmente alla percentuale residua che non ce la farà, ma purtroppo questo fa parte del gioco della vita, e non riguarda soltanto il cancro”.

 

SS.  La Scienza non dimostra nulla, ovviamente. In caso contrario finirebbe un giorno il progresso noetico. Secondo il parere di un Medico di MG. in pensione dal 2000, dopo 44 anni di attività al letto del malato,  è tracotante, per usare un eufemismo, affermare che esistono tumori che guariscono al 90%, a parte certe forme di leucemia, i cui motivi sono noti anche allo scolaretto di Gregory Bateson.

 

U.V.  “Intanto, mentre la partita è in corso, la cosa più necessaria è che il malato non si senta impotente. Deve sapere che può farcela, e che il cancro (poi non lo chiameremo più così) è un male curabile e guaribile”.

 

 

 

S,S. La lotta al cancro, “male curabile e guaribile” secondo il Nostro,  al momento della diagnosi, insorto da decenni e progredito  a causa della mancata conoscenza del Reale Rischio Congenito di tumore maligno, è  definita “partita in corso”: giudichi il Lettore.

Tag Cloud