Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

In tre articoli intendo illustrare in forma divulgativa  la Diagnosi Clinica, Semeiotico-Biofisico-Quantitativa (SBQ), ,del Reale Rischio Congenito dellaSindrome di Rett.  Grazie a questa originale diagnosi è possibile iniziare la Prevenzione Pre-Primaria, secondo la Manuel’s Story http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html, e Primaria della sindrome di Rett,  di cui  al momento non esiste terapia.

 

Nel presente articolo, dopo aver  riassunto elementari nozioni della Sindrome di Rett,  sono illustrate le basi teoriche della diagnosi sbq, oggetto del secondo articolo. 

Infine, nel terzo articolo,  suggerirò un modello terapeutico fondato sulla Terapia Quantistica con la speranza che si possano ottenere i positivi  risultati osservati in  numerose patologie neurodegenerative, utilizzando questa singolare Prevenzione Pre-Primaria e Primaria.

 

La sindrome di Rett (SR) è un patologia neurologica dello sviluppo neuronale,  monogenica  ma ad espressione fenotipica diversa per l’intervento di molte variabili genetiche – dalla classica forma grave di Rett alla variante lieve di Zappella,   che si manifesta nella prima infanzia e colpisce quasi esclusivamente le bambine a causa della sua trasmissione col cromosoma X. Infatti, nei maschi, dove vi è un solo cromosoma X, la SR è causa di aborto, oppure porta a morte il bambino, più o meno precocemente.

Malattia genetica,  dunque dipendente dalla Citopatia Mitocondriale da me scoperta ne 1980 e descritta come Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metbolica (ICAEM) per la prima volta nel 198I (Stagnaro S., Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica. X Congr. Naz. Soc. It. di Microangiologia e Microcircolazione. Atti, 61. 6-7 Novembre, Siena, 1981) , dunque trasmessa dalla madre sempre positiva per il relativo Reale Rischio Congenito, è presente in tutto il mondo con una incidenza media calcolata di 1:10.000 bambine nate.

 

La partecipazione mitocondriale all’insorgenza della Sindrome di Rett è annessa dalla maggior parte  degli  autori, tra cui l’autorevole Prof Adrian Bird, uno dei massimi esperti mondiali, scopritore della proteina MECP2,  ed  il primo ad aver dimostrato l’inversione del danno genetico nella SR.

La SR è la seconda causa di ritardo mentale femminile spesso erroneamente  e tardivamente diagnosticata come autismo o un non specificato ritardo dello sviluppo, a causa della tardiva ed imprecisa diagnosi  se il Medico non  conosce la Semeiotica Biofisica Quantistica.


La sindrome di Rett  è così nominata dal suo scopritore, Andreas Rett, neurologo austriaco che nel 1966, riconobbe ed illustrò la sindrome.  I suoi articoli scientifici, in lingua tedesca,  passarono inosservati  per molti anni, finché nel 1982 la comunità scientifica internazionale  finalmente prese coscienza della sindrome di Rett, grazie alla pubblicazione in lingua inglese del neurologo Bengt Hagberg, svedese,  che descrisse in maniera dettagliata i sintomi tipici della malattia.
Per diversi anni, la comunità scientifica internazionale non riuscì a individuare la causa della sindrome di Rett, fino a quando nel 1999 i collaboratori della Dott.ssa Huda Zoghby dell’Howard Hughes Medical Institute e del Baylor College of Medicine di Houston, identificarono la causa della sindrome di Rett in un difetto del gene MeCP2 sul cromosoma X.

La lettera della madre di una bambina  affetta da SR, lettera riferita da Guglielmo Pepe nel suo blog occasione, mi ha suggerito di  strutturare, su validi basi “teoriche” e   con l’aiuto della Diagnostica Psicocinetica (Sergio Stagnaro.  Semeiotica Biofisica Quantistica. Diagnostica Psicocinetica. E-book in rete nel sito  www.sisbq.org; http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/dp_libro.pdf),  il  modello  Semeiotico-Biofisico- Quantistico  di lotta alla SR.

Ecco il mio commento,  in cui sono espresse la basi teoriche della Diagnosi SBQ della Sindrome di Rett, su cui è fondata la Prevenzione e la  mia opinione sulla desolante condizione della ricerca scientifica nel nostro Paese, confermatami già da due desolanti mail che conservo:

Dal Blog di G. Pepe,  http://pepe.blogautore.repubblica.it/2013/05/31/appello-per-la-sindrome-di-rett/

 Sergio Stagnaro 1 giugno 2013 alle 16:19

Caro Pepe, con profondo dispiacere, di anziano Medico e di Nonno, ho letto la lettera della Signora Marina Cometto. Penso, per esperienza sempre desolante, a cosa succederebbe se io scrivessi alla Associazione PRO RETT RICERCA Onlus – http://www.prorett.org, oppure alla Signora Rita Bernardelli, presidente di Pro RETT Ricerca – http://www.prorett.org, l’Associazione Onlus che sostiene la ricerca sulla sindrome di Rett, o magari all’Associazione Italiana Rett, AIRETT (www.airett.it), che oggi è pubblicato un articolo mio e dei miei collaboratori (un altro è in press) che, mutatis mutandae, servirebbe per una ricerca sulla Sindrome di Rett: Marco Marchionni, Simone Caramel, Sergio Stagnaro. Inherited Real Risk of Alzheimer’s Disease: bedside diagnosis and primary prevention.Frontiers in Neuroscience, in http://www.frontiersin.org/Aging_Neuroscience/10.3389/fnagi.2013.00013/full.
Purtroppo, in Italia nessuno conosce le mie ricerche iniziate nel 1955 nel campo della Semeiotica fisica, ricerche che continuano ora anche ad opera di miei valorosi discepoli. Infatti, è la Public Library of Science che ha annunciato per prima l’esistenza del Reale Rischio Congenito di Brain Disorder: Stagnaro Sergio. Inherited Real Risk of Brain Disorders.
http://www.plos.org, 24 July 2009. http://www.plosone.org/article/comments/info%3Adoi%2F10.1371%2Fjournal.pone.0006354;jsessionid=9AC82C42FA9F57C913844806BF96DDC1.
Poi è seguito l’articolo Sergio Stagnaro. Functional Decline in Aging , Brain Inherited Real Risk, and Co Q10 Deficiency Syndrome. 15 May, 2011.
http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/2011/05/functional-decline-in-aging-brain.html, ed ancora su PLoS, Sergio Stagnaro (2012). Brain Sensor Bedside Evaluation with Quantum Biophysical Semeiotics. http://blogs.plos.org, http://blogs.plos.org/neuroanthropology/2012/01/10/brainy-trees-metaphorical-forests-on-neuroscience-embodiment-and-architecture/.
Giunto a 82 anni, vorrei poter essere ascoltato da “qualcuno” anche nel mio Paese per poter finalmente dire, per esempio, che la Sindrome di Rett, caratterizzata da un Brain Disorder circoscritto alle sole circonvoluzioni parieto-temporali, è diagnosticato con un fonendoscopio in UN MINUTO a partire dalla nascita, grazie alla localizzazione cerebrale delle alterazioni biologiche neuronali, dove particolarmente intensa è ICAEM, la citopatia mitocondriale da me scoperta all’inizio del 1980 e poi descritta a partire dal 1981 in numerosi articoli e libri.
Come per tutte le altre neuropatie degenerative, per le quali non esiste cura, l’unica via possibile, a mio parere, è la Prevenzione Pre-Primaria, secondo la Manuel’s Story,
http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html, e PRIMARIA, iniziata subito dopo la nascita con la Terapia Quantistica, basata sul Principio della Riversibilità del Genoma Frattalico, secondo Andras Pellionisz, da me corroborato appunto la prima volta facendo nascere Manuel:
Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2011). Skeletal Muscle Cell Glycocalix Evaluation during CFS Treatment corroborates Andras Pellionisz’s Recursive Fractal Genome Function Principle.
http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/cfsglycocalyx.pdf
Sergio Stagnaro. The Principle of Recursive Genome Function: QBS evidences.
18 maggio 2011. http://www.sisbq.org. http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/prgf_qbsevidences.pdf
La mia età e gli esiti dell’IMA, che mi ha colpito il 9 luglio 2001, quando non avevo ancora scoperto il Reale Rischio Congenito di CAD, ignorato soltanto in Italia, limiteranno la mia diretta partecipazione alla “possibile” ricerca per far nascere bambini senza Sindrome di Rett , grazie all’interveno terapeutico sulle madri, TUTTE positive per la sindrome (sic!), ed intervenire subito dopo la nascita sui bambini che dovessero risultare positivi per la sindrome a causa della NON ESEGUITA Prevenzione Pre-Primaria. Tuttavia, la SISBQ sarà ben disposta a collaborare, magari sotto la mia supervisione a distanza. Ti invio il commento anche via mail per confermare quanto sopra scritto e fornirti altre notizie che non desidero rivelare nel commento: sarebbero interpretate erroneamente.

Per riassumere:

A)    esiste il Reale Rischio Congenito (RRC) di SR, trasmesso dalla madre;

B)     come tutti i numerosi rischi, anche il RRC di SR è caratterizzato dal Rimodellamento Microcircolatorio, dove i Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformtai-patologici, tipo I, sottotipo b) aspecifici recitano il ruolo eziopatogenetico centrale (Stagnaro Sergio. Reale Rischio Semeiotico Biofisico. I Dispositivi Endoarteriolari di Blocco neoformati, patologici, tipo I, sottotipo a) oncologico, e b) aspecifico. Ediz. Travel Factory, www.travelfactory.it, Roma, 2009.);  

C)     il RRC di SR è localizzato nelle circonvoluzioni temporali e parietali e mostra la maggiore gravità nelle aree parietali inferiori e nella regione temporale di sinistra, dove l’ICAEM è particolarmente intensa;

D)    nel 90% dei casi è presente la Costituzione Aritmogena (Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012).   Arrhythmogenic Right Ventricular Dysplasia/Cardiomyopathy Bedside Diagnosis. Morosini’s Syndrome.  www.sisbq.org, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics,

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/arvdc_morosinis_syndrome_article.pdf)e/o la Sindrome del QT Lungo: V. nel sito www.sisbq.org, URL

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/qtlungodiagnosiclinica.pdf ;

        E)  il muscolo scheletrico è colpito dal RRC di miopatia  in forme differenti per gravità sia   nello stesso soggetto sia in soggetti diversi, in relazione alla gravità della SR: la massima gravità nel forma classica di SR,  la minima nella variante di Zappella.

 

To be continued …

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: