Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

 

All’inizio del terzo millennio, la Terapia della desolante Medicina, Serva dell’Economia, nata dal grembo inquinato del Framingham Heart Steady, dove è ignorato il Reale Rischio Congenito di CVD, è di natura prevalentemente “chimica”, fondata cioè sull’uso della componente chimica dei farmaci.  Da questo derivano poi i ben noti effetti collaterali, talvolta mortali!
Notoriamente, il medico ricorre oggi anche all’impiego marginale della Laser-terapia, NIR-LED Terapia, della X-Terapia, eccetera, che rappresentano con le acque termali sulfidriliche e il bicarbonato sodiche, l’altra faccia, quella “fisica”, della terapia.
Parlare oggi, dopo oltre un anno dalla sua nascita, di Terapia Quantistica e quindi di Blue Terapia provoca turbamento e preoccupazione nei “Professori”, che Einstein voleva in pensione e Max Planck al cimitero, perché le nuove teorie potessero essere riconosciute scientificamente valide e quindi meritevoli di divulgazione.

Negli articoli pubblicati correntemente nelle peer-reviews, la CLINICA è praticamente latitante.

In realtà, anche se nessuna rivista famosa osa diffonderlo, nemmeno NATURE, che pubblicò negli anni ottanta del secolo scorso il celebre articolo di Benveniste sulla Memoria dell’Acqua, salvo poi ricorrere notoriamente ai ripari politicamente corretti,  ho “dimostrato” due anni or sono (V. in www.sisbq.org, Meditazioni Porretttane) clinicamente, con l’aiuto della Semeiotica Biofisica Quantistica, che Benveniste aveva ragione: la Memoria-Informazione dell’Acqua esiste ed è facilmente corroborata usando un semplice fonendoscopio (http://www.sisbq.org/journal-of-quantum-biophysical-semeiotics1.html, Experimental evidences of Water Memory-Information)
Per falsificare le mie affermazioni contenute in numerosi articoli, tra cui quelli sopra citati,  i “Professori”, purtroppo per loro, devono necessariamente conoscere la Metodica impiegata, cioè la Semeiotica Biofisica Quantistica. Come spesso sostengo e mai sono stato confutato, non si è autorizzati ad esprimere giudizi, positivi o negativi, sulla poesia araba dei secoli  XI-XII se non si conosce la lingua araba medievale, e non solo quella attuale.
La terapia quantistica è nata dopo la pubblicazione de miei lavori sulla Memoria-Informazione dell’Acqua, che dimostrano che affermare “Corpora Non Agunt Nisi Fixata” è riduttivamente valido.

Nulla di nuovo sotto il sole.
Pensate che quando Goldstein  – io c’ero! –  parlò per primo di recettori (del Ca) e dei suoi antagonisti, i “Professori” lo presero per pazzo.  Ai nostri tempi i recettori hanno procurato libere docenze a molti Autori e hanno fatto la fortuna della bigfarma.
Nonostante il sospetto silenzio da cui è tuttora circondadato, ho dimostrato, in un articolo scritto sei anni or sono, che il meccanismo d’azione degli ormoni è bifasico: Stagnaro Sergio e Paolo Manzelli. Semeiotica Biofisica Endocrinologica: Meccanica Quantistica e Meccanismi d’Azione Ormonali. Dicembre 2007, www.fce.it, http://www.fcenews.it/index.php?option=com_content&task=view&id=816&Itemid=45
Infatti, l’azione ormonale nota, svolta cioè attraverso il relativo recettore, segue alla prima fase di natura quantistica: come dimostra l’evidenza sperimentale: simultaneamente all’inizio della secrezione ormonale, il relativo recettore – negli organi bersaglio – è attivato dalle specifiche radiazioni elettromagnetiche, meccanismo d’azione evidenziato dalla “simultanea” attivazione della locale microcircolazione, secondo la Teoria dell’Angiobiopatia!

A questo punto è necessario sapere che le radiazioni elettromagnetiche – e-m. si suddividono, dal punto di vista semeiotico-biofisico-quantistico, in bio-compatibili (per esempio, quelle dell’acqua termale sulfidrilica di Porretta Terme, e quelle del bicarbonato di sodio) e bio-incompatilibli.

Solo le radiazioni e-m. nio-compatibili, attraverso il potenziamento dell’intensità delle radiazioni e-m. proprie dei vari sistemi biologici,  sono in grado di incrementarne  l’attività da due a quattro volte (a mia conoscenza, non esiste un maggior aumento!). In accordo con la teoria dell’Angiobiopatia, la quantificazione degli effetti delle radiazioni elettromagnetiche  sulle varie attività parenchimale è valutata mediante l’attivazione microcircolatoria.

Interessante, a questo proposito,  l’apporto decisivo della Semeiotica Biofisica Quantistica nella risoluzione del potenziale, sospettato, danno cancerogeno dell’uso dei telefonini, come ho scritto ieri ad un Dirigente dell’ISS!


Concludo questo Post  sui meccanismi d’azione del Bicarbonato di Sodio, affermando che gli effetti della Terapia Quantistica sono secondari all’emissione di energia elettromagnetica ad elevata frequenza. Infatti,  le radiazioni e-m. provengono ogni qual volta che cariche elettriche sono in movimento, creando un campo elettrico ed uno ortogonale magnetico, trasformando in parte l’energia cinetica in radiazioni elettromagnetiche – sia nel corpo umano, sano o malato,  sia nei  farmaci – per essere poi  raccolte prima (Acqua; Cem-Tech, mediante i due cristalli di Germanio, Schede, eccetera) e, se bio-compatibili, ri-trasmesse poi ai tessuti, talvolta dopo essere state modificate positivamente dai diodi del Cem Tech, quando alterate di base.

I vari Post sull’azione terapeutica del bicarbonato sodico, pubblicati in La Voce di SS,  sono finalizzati a mettere in evidenza innanzitutto il fatto che la terapia farmacologica CHIMICA, è soltanto una faccia della TERAPIA, quella economicamente privilegiata, sponsorizzata e pertanto più nota al pubblico e non solo ai Medici,  nonostante le ormai numerose  pubblicazioni sulla Terapia Quantistica in celebri peer-reviews.

L’altra faccia della medaglia terapeutica, infatti, è la Terapia Quantistica, inclusa la Terapia Blue, che utilizza le proprietà FISICHE delle sostanze medicamentose, tra cui va inserita, per esempio, la musica: Quantum Biophysical Semeiotics evidences of Water-Memory-Information by means of Music Energizing Action:

Caramel’s experiment ,http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/wmi_music_2011.pdf .
Benveniste aveva ragione a sostenere che il meccanismo d’azione recettoriale, basato sul legame tra il recettore e la sostanza attiva – notizia alla sua nascita non accettata e derisa dai “Professori”, come ricordato sopra –  rappresentava, tra l’altro, un meccanismo non economico, suggerendo che il recettore poteva essere stimolato mediante le frequenze di energia emesse dal farmaco (e da altre sostanze).

Eppure, anche i “Professori” usano il tele-comando per cambiare i canali della TV!

Oggi anche lo scolaretto di G. Bateson  parla di n-DNA e mit-DNA Antenna, teoria da me dimostrata clinicamente, cioè  usando  un fonendoscopio, la prima volta a proposito del meccanismo bi-fasico dell’azione ormonale.

Ne consegue che  “Corpora agunt etsi non fixata”! Qualcuno lo dica ai “Professori”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: