Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

A Windhoek , capitale della Namibia, nell’Istituto Africano per la Ricerca Genetica Molecolare, IARGM, scienziati del continente africano, di varia provenienza, hanno scoperto una mutazione genetica singolare alla base dell’infarto miocardico “improvviso e imprevisto”, causa di morte di molti giovani, inclusi atleti professionisti, giudicati sani da Cardiologi occidentali che dispongono  notoriamente di Laboratori di Analisi Chimiche e di Dipartimenti delle Immagini considerati i migliori al mondo.

In effetti, noi occidentali conosciamo ben 30 loci genici coinvolti nell’insorgenza della CAD, senza però cavare un ragno dal buco, come dimostra la recente morte del campione di nuoto norvegese  Oen Dale.

Nulla di preciso su questa epocale mutazione genetica è dato di sapere.  Al momento dall’IARGM non è stato rilasciato nessun documento ufficiale. La Direzione dell’Istituto ha però fatto sapere che verrà messo a punto entro la fine del 2012 un semplice kit,  di tipo familiare, dal costo contenuto, non superiore ai 250 dollari.

Tutto il mondo è paese; a seguito di intercettazioni telefoniche della polizia, condotte per motivi politici, si dice che la mutazione genetica produrrebbe una proteina,  ovviamente anomala, che falserebbe la fisiologica informazione inviata dal n-DNA e mit-DNA delle cellule miocardiche ai relativi microvasi, provocandone il “rimodellamento microcircolatorio”.  I Ricercatori  africani parlano di CAD Inherited Real Risk.

Il risultato finale di questi eventi patologici, di natura biologico-molecolare, a livello di Unità Microvascolotessutale del cuore sarebbe rappresentato dal ridotto rifornimento di “energia-materia-informazione”, com’è chiamato il sangue  dagli scienziati africani.

Sulla fisiopatologia dell’IMA “improvviso e imprevisto” ,  alla luce della rivoluzionaria scoperta degli scienziati africani, al momento si  conosce soltanto il ruolo centrale svolto da strutture contrattili di blocco della flow-motion , neoformate-patologiche, sconosciute nelle famose Facoltà di Medicina occidentali.

Si tratterebbe, il condizionale qui è d’obbligo, di dispositivi contrattili differenti da quelli presenti nei sani, localizzati nelle piccole arterie miocardiche, da non confondersi – insistono su questo punto gli studiosi africani –  con le arteriole, secondo il nostro Hammersen.

Infatti, su questo aspetto anatomico insistono gli studiosi dell’ IARGM. Differenti dalle analoghe strutture   fisiologiche, questi apparati contrattili di blocco si distinguerebbero per la ricchezza di cellule muscolari lisce  particolari, immerse in una sostanza fondamentale amorfa scarsa di Jaluronato ma ricca di altri tipi di GAGs solforati,   in cui la free-water largamente supera la bound-water. Questi dispositivi, funzionando in modo non fisiologico, riducono pericolosamente il lume dei microvasi locali, il cui diametro compreso tra i 100 e gli 80 micron,  mediante un duplice rimodellamento: parenchimale, a livello dei miociti,  e  vaso-parietale, il solo a causare l’infarto, a carico dei vasa vasorum delle arterie coronariche epicardiche , portando lentamente e senza fenomenologia clinica all’IMA “improvviso ed imprevisto”.

Sembra che in una regione tenuta nascosta dello Zambia, ma fonti bene informate dicono sia  intorno a Lusaka, e inBotswana– questa notizia non è stata confermata – vi siano sorgenti d’acqua sulfidrilica dotata di notevoli effetti terapeutici, in grado di ristrutturare i complessi Fe-S-Proteine nella catena respiratoria mitocondriale geneticamente alterata, ereditata per via materna, come accade in tutte le citopatie mitocondriali.

Appena mi giungeranno notizie più precise da Windhoek  ve le fornirò, senza attendere che le agenzie di informazione occidentali  abbiano ricevuto il premesso di compilare le veline da inviare  alle Redazioni dei giornali.

Un fatto è certo: questa scoperta, giunta dal Continente Nero, porrà fine agli applausi ai funerali di giovani atleti professionisti, e non, deceduti per IMA “improvviso ed imprevisto”, secondo una patetica definizione di una Cardiologia orfana per la morte della CLINICA e il tracotante dominio della tecnologia al servizio dell’economia.

In un prossimo futuro, finalmente finiranno pure di essere pubblicati disgustosi articoli sui quotidiani in crisi di vendita e i desolanti discorsi funebri senza anima.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: