Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Archivio per maggio, 2012

Il Prof. Umberto Veronesi non ha risposto alle mie Dieci Domande, ma continua ad esternare!

Ore 7 del 30 maggio 2012:  il Prof. Umberto Veronesi non ha ancora risposto alle domande rivoltegli, nella mia  “Lettera Aperta al Prof. Umberto Veronesi. Dieci Domande: Secondo lei, Prof. Umberto Veronesi, esiste ….. ?”.   Al contrario, il celebre Chirurgo continua nelle sue  intollerabili  esternazioni, ch mi hanno spinto a scrivere la seguente mail:

Sent: Tuesday, May 29, 2012 6:00 PM

Subject: Le esternazioni del Prof. Umberto Veronesi

La Stampa,

Prof. U Veronesi,

Prof. Mario Sideri,

Prof.ssa Nicoletta Colombo

nel giornale di oggi, 29 maggio 2012, a Pag. 29, leggo l’Annucio di Veronesi: Passi avanti nella prevenzione del tumore ovarico , “Basta un Pap-test ogni 3 anni”.

Non commento il titolo;  non è del Prof. Umberto Veronesi e nemmeno dei suoi Collaboratori.

Critico, invece, alcune  contradditorie e desolanti esternazioni del celebre Chirurgo, alcune  riferite indirettamente tramite i suoi ottimi assistenti, perché spero da lui condivise:

A) “Le nuove cure a misura di donna”.

Nell’articolo poi si parla di  progressi meravigliosi dello screening, che è prevenzione secondaria: il tumore è già presente da tempo. Della pillola anticoncezionale come farmaco  anti-cancro scriverò più avanti!

Cura come terapia, oppure Cura come guarigione? Sarebbe bene evitare equivoci semantici ai poveri lettori!

B) “Si possono fare meno esami, perché quelli di cui disponiamo sono più efficaci” dice l’ottimo Mario Sideri e, voglio pensare, sia il parere pure del suo Maestro.

Sono in grado questi esami, ORA consigliati ogni 3 anni…,  di evidenziare rapidamente e su vasta scala, il Reale Rischio Congenito di cancro ovarico e del collo uterino?

C) “La scienza ha fatto enormi passi in avanti – dice Veronesi – mentre la cultura della prevenzione è rimasta indietro”.

E’ veramente troppo!  Ma cosa dice  il Prof. U. Veronesi che non ha risposto né alla mia Intervista a Il Giornale,

Domenica 8 marzo 2009 http://www.ilgiornale.it/lp_n.pic1?PAGE=99388&PDF_NUM=1431, e meno che mai alle mie recenti  DIECI Domande a lui rivolte,  centrate sulla Prevenzione Pre- Primaria e Primaria del cancro e non sullo screening, unica prevenzione a lui nota:  www.sergiostagnaro.wordpress.com,   “Lettera Aperta al Prof. Umberto Veronesi. Dieci Domande: Secondo  lei, Prof. Umberto Veronesi, esiste ….. ?”,  https://sergiostagnaro.wordpress.com/2012/05/14/lettera-aperta-al-prof-umberto-veronesi-dieci-domande-secondo-lei-prof-umberto-veronesi-esiste/

D) “Il cancro dell’ovaio si può evitare nel 50% dei casi grazie alla pillola anticoncezionale – dice Veronesi – e presto si potrà diagnosticare nella fase in cui le probabilità di guarigione sono molto alte”.

E nessuno di voi giornalisti, alluvionati da simili esternazioni, ha posto domande?

Forse vivete da single!

Per affermare quanto sopra riferito, il Maestro avrebbe dovuto arruolare nella sua epocale ricerca TUTTE donne con Terreno Oncologico “E” Reale Rischio Congenito di cancro ovarico e/o uterino, ma non lo ha potuto fare ignorando i veri progressi della Oncologia: il Terreno Oncologico ed il Reale Rischio Congenito di Cancro, eliminabili (SIC!)  con semplice e non costosa terapia: www.sisbq.org!

Se una donna beve super- alcolici – ma anche alcolici ovviamente -, fuma, va a uomini e si becca il famigerato HPV (del tipo 16 e 18; gli altri tipi sono amici della donna) NON morirà (sic!) di cancro ovarico e/o uterino, anche SE NON  usa la pillola anticoncezionale, perchè SENZA Terreno Oncologico e Dipendente Reale Rischio Congenito di Ca, il cancro NON INSORGE! Le potrà capitare al massimo … di rimanere incinta.

Nella sua ricerca, l’illustre Chirurgo non ha arruolato solo donne SENZA TO. e Dipendente Reale Rischio Congenito di Ca ovarico e/o uterino, da lui ignorati certamente, e pertanto la sua ricerca è falsata!

Dulcis in Fundo

E) “Se i risultati (dell’ esame del sangue per il dosaggio dei micro-RNA circolanti, NdR.) che ci aspettiamo verranno confermati, avremo – dice Nicoletta Colombo, direttore dell’Unità di ginecologia oncologica – il primo strumento di anticipazione della diagnosi del tumore ovarico, da estendere progressivamente a tutta la popolazione”.

Quel giorno fatidico informate i Medici, voi Destinatari della presente mail,  sui Laboratori delle ASSLL in grado di eseguire questo costoso, sofisticato – a mio parere – superfluo ed aspecifico esame!

Di seguito la MIA via di efficace lotta al Cancro: innanzitutto la Prevenzione Pre-Primaria secondo Manuel, http://www.sisbq.org/qbs-magazine.html, ignorata anche da voi giornalisti de La Stampa a causa della mancata velina

Poi segue la Prevenzione Pimaria Oncologica Semeiotico-Biofisico-Quantistica:

Sergio Stagnaro.  Bedside Diagnosing Ovarian Oncological Inherited Real Risk and Cancer. 27  December 2010. www.wordpress.com; http://stagnaro.wordpress.com/?p=11&preview=true ; http://www.fcenews.it; http://www.fceonline.it/wikimedicina/semeiotica-biofisica/211/12357-diagnosi-di-reale-rischio-oncologico-di-cancro-alle-ovaie.htmlhttp://www.sci-vox.com; http://www.sci-vox.com/stories/story/2010-12-28bedside+diagnosing+ovarian+cancer+inherited+real+risk..html;  www.sciphu.com;   http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/2010/12/bedside-diagnosing-ovarian-oncological.html;

Stagnaro S. Genes and Cancer: a clinical view-point. The Oncological Terrain. BioMed Central Informatics. http://www.biomedcentral.com/1471-2105/5/21/comments#10454 ;

Stagnaro  Sergio. Mitochondrial Bed-Side Evaluation: a new Way in the War against Cancer (21 December 2005). Cancer Cell International http://www.cancerci.com/content/5/1/34/comments#218502 ;

Stagnaro  Sergio. Mitochondrial Bed-Side Evaluation: a new Way in the War against Cancer (21 December 2005). Cancer Cell International http://www.cancerci.com/content/5/1/34/comments#218502 ;

Stagnaro Sergio. Cancer Risk Factors and Oncological Terrain. 2006. http://www.wjso.com/content/4/1/74/comments#247528;

Stagnaro Sergio. GPs , Biophysical Semeiotics, and bedside cancer diagnosis. 08 July 2007,  International Seminar of Surgical Oncology,  http://www.issoonline.com/content/4/1/11/comments#281539 ;

Stagnaro Sergio. The Death of Clinical Medicine parallels Medicine End. Canadian Medical Association Journal, CMAJ 2008; 178: 1523-1524, 10 June 2008. http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/178/12/1523;

Sergio Stagnaro.  Overloking Oncological Terrain and oncological Real Risk, no paper is up-dated! www.annals.org,  18 January, 2008. http://www.annals.org/content/147/11/775.short/reply#annintmed_el_50659;

Simone Caramel, Sergio Stagnaro.   The Role of Mitochondria and mit-DNA in Oncogenesis, 16 July, 2010. http://www.quantumbiosystems.org/admin/files/QBS%202%281%29%20250-281.pdf; Simone Caramel and Sergio Stagnaro The role of glycocalyx  in QBS diagnosis of Di Bella’s Oncological Terrain http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/oncological_glycocalyx2011.pdf;

Sergio Stagnaro and Simone Caramel. Right Planum Temporale Dominance, Congenital Acidosic Enzyme-Metabolic Histangiopathy, Quantum Biophysical Semeiotic Constitutions-Dependent Inherited. 11 May, 2011. www.sciphu.com,  http://wwwshiphusemeioticscom-stagnaro.blogspot.com/2011/05/right-planum-temporale-dominance.html;

Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2011). The genetic Reversibility in Oncology, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/reverse_oncology.pdf;

Sergio Stagnaro. Il Segno di Rinaldi nella Diagnosi del Terreno Oncologico di Di Bella e del Cancro, solido e liquido, in atto. Lectio Magistralis,  II Convegno Nazionale della SISBQ, Chiusi (Siena), 28-29 maggio 2011. Versione italiana:  http://www.sisbq.org/atti-del-secondo-convegno.html, http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rinaldisign_it.pdf ; english version:  http://www.sisbq.org/proceedings-2.html
http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rinaldisign_eng.pdf .

Collegiali saluti

Sergio Stagnaro

Sergio Stagnaro MD

Via Erasmo Piaggio 23/8,

16039 Riva Trigoso (Genoa) Italy

Founder of Quantum Biophysical Semeiotics,

Honorary President of  International Society of

Quantum Biophysical Semeiotics  (SISBQ)

Who’s Who in the World (and America)

since 1996

Ph 0039-0185-42315

Cell. 3338631439

http://www.semeioticabiofisica.it

http://www.sisbq.org

dottsergio@semeioticabiofisica.it

https://sergiostagnaro.wordpress.com/

Dalla Babele Vaticana all’Epidemia di CAD, Diabete Mellito e Cancro: un Comune Denominatore?

Frastornati dai rumori del mondo non siamo più capaci di ascoltarne i suoni e le grida di dolore di una umanità straziata e derisa da “untori” religiosi, agnostici ed atei.

Da Il Secolo XIX,  http://www.ilsecoloxix.it/p/italia/2012/05/27/APmQzSbC-babele_papa_viviamo.shtml#axzz1w3vZpr1r :

“Viviamo in una nuova Babele e il senso di diffidenza e sospetto ci rende pericolosi gli uni per gli altri”, parole di Benedetto XVI.

Intanto, anche il nostro Paese si manifesta, giorno dopo giorno, come lo definì il divin Poeta e più recentemente l’On. Silvio Berlusconi.

E’ di ieri la notizia che una poveretta dodicenne è morta nel Trevigiano per arresto cardiaco “improvviso , imprevisto e fulminante”, a cui sono seguiti i soliti, generali,asettici lamenti, la denuncia dei ritardi salvifici, articoli strappa-lacrime sui giornali in attesa degli applausi al funerale e del prossimo morto.

Siamo condannati a subire il tracotante potere degli “untori”, annidati ovunque, oppure siamo uomini liberi di reagire alle loro violenze  continue e di progettare un mondo nuovo sulla base delle indicazioni della Ragione libera e della Fede antica?

Forse nessuno potrà salvarci dalle presenti miserie morali che  corrodono e disintegrano questo sventurato pianeta. Tuttavia, non dimentichiamo il monito della Storia: Teutoburgo, 9 settembre del 9 d.C., e secoli di sofferenza culminati nell’omicidio di Torquato Manlio Anicio Severino Boezio nella famigerata torre pavese,  giunsero ad una  ignobile fine.

Dopo allora, infatti, il Paese lentamente tornò a vita nuova  ad opera di Santi e di laici di buona volontà, che  per noi posteri interpretarono la divina  SOFIA.

Possiamo riuscire nella  prometeica impresa da affrontare a patto che, come diceva Nietzsche, non sentiamo più  il bisogno di aver paura dei barbari, delle bestie feroci, degli dei e nemmeno dei nostri sogni:

Questa, a mio parere, è l’indispensabile premessa perché sorga il Nuovo Rinascimento in tutte le dimensioni della  vita.

 

Invito alla lettura:

http://raivaticano.blog.rai.it/2012/05/26/proocessi-mediatici-e-processi-veri-che-cosa-succede-nella-chiesa/#comments

Informato dai mass-media sulla desolante fuga di notizie segrete dal Vaticano – non mi convince il coinvolgimento di un singolo individuo in una vicenda tanto complessa – la mia prima riflessione è stata questa: Un individuo, sano di mente, considerato degno di coprire un ruolo importante, confidenziale, per il Papa, che tuttavia si comporta disonestamente, come può pensare di farla franca di fronte alla legge dell’uomo? Un simile individuo evidentemente possiede una coscienza sinonimo di sensibilità e, pertanto, non si preoccupa del tribunale di Dio e della Tora.
Subito dopo, mi sono posto la domanda: Se un giornalista-scrittore vuol vendere libri e diventare famoso, nel rispetto però della legalità, perché non pubblica una SERIE di libri sulle responsabilità di chi censura, occulta, il Reale Rischio Congenito di Cardiopatia Ischemica, Diabete Mellito tipo 2 e Cancro, oggi epidemie in aumento, predisposizioni riconosciute con un fonendoscopio a partire dalla nascita, e guaribili completamente con poca spesa, diventando un “ricco e famoso” benefattore dell’umanità?
Questa è l’Era dei Lumi Spenti: Occasum, Terra del Tramonto.

http://tribunatreviso.gelocal.it/cronaca/2012/05/27/news/infarto-muore-a-12-anni-alla-festa-dell-amichetto-1.5163359

Sergio Stagnaro · Lavora presso Modern Italian Network

Cara Redazione, avrete già letto la mia Lettera certamente: se mi risponderete, lo vedrò! A Manushqe Lushi rispondo che la “la vita è cosi…” solo perché siamo tutti COLPEVOLI: lei, per esempio, la CISL Sanità di Conegliano Veneto e la Readazione di Treviso Tribuna non avete mai sentito parlare di CAD Inherited Real Risk? Scrivo in inglese perché la stampa italiana non ne parlae non informa! Alla nascita, cara signora e cari Redattori, con un fonendoscopio era possibile in UN SECONDO capire se nel cuoricino dell’innocente morto a 12 anni… esisteva un intenso rischio di CAD (90% dei casi di positività del Segno di Caotino) oppure una tendenza – predisposizione- all’aritmia, una pervietà del setto interatriale e/o interventricolare, una malformzione valvolare, etc. Evitatemi almeno gli insopportabili lamenti di Federico e l’indignazione per chi non si cura della salute dei figli e nipoti. Non essitono complotti, no di certo: per fare un complotto perfetto occorre una intelligenza che non vedo esistere oggi in questa Era dei Lumi Spenti.

 

Progressi della Cardiologia. La CAD è una epidemia in Aumento!

Da:  Circulation. 2012 May 23. [Epub ahead of print] “Association between Family History and Coronary Heart Disease Death across Long-Term Follow-Up in Men: The Cooper Center Longitudinal Study”.   Bachmann JM, Willis BL, Ayers CR, Khera A, Berry JD.   University of Texas Southwestern Medical Center, Dallas, TX.

Gli Autori scrivono: ” Family history of coronary heart disease (CHD) has been well studied as an independent risk factor for CHD events in the short-term (<10 years). However, data are sparse on the association between family history and risk for CHD across long-term follow-up”.

Come dire: all’University of Texas Southwestern Medical Center, Dallas, TX, abbiamo scoperto il cavallo ed anche l’acqua calda”.    Infatti, in termini semeiotico-biofisico-quantistici la frase suona dal 2002 così:

<<Quanto più numerosi sono i DEB neoformati-patologici, di tipo I, sotto-tipo b),  in piccole arterie, secondo Hammersen, di coronarie di un soggetto  apparentemente sano, diagnosticati con un fonendoscopio a partire dalla NASCITA, tanto maggiore è la compromissione della locale flow-motion, ovviamente, e pertanto il rifornimento di materia-informazione-energia al parenchima correlato è ridotto più o meno intensamente, in rapporto alla gravità dell’ostacolo microvasale. Ne consegue l’ulteriore alterazione funzionale della catena respiratoria dei locali mitocondri, colpiti dall’ICAEM, trasmessa per via materna, e quindi accumulo istangico di H+ e abbassamento del pH. Questo ambiente stimola la degradazione dell’ornitina a cadaverina e poi a putrescina, 1-6 diammino-butano, amine che promuovono notoriamente la proliferazione cellulare, secondo la Teoria Microcircolatoria dell’Arteriosclerosi; in questo caso, è stimolata  la proliferazione delle s.m.c. della media sia dei microvasi sia dei macrovasi>>, to be continued at III Cong. Porretta Terme – Bologna – 9 June, 2012.

Appare evidente che Cardiologi Universitari, i cui articoli sono pubblicati, purtroppo anche e non solo,  su CIRCULATION, ignorano l’argomento, vecchio di DIECI ANNI,  della mia Lectio Magistralis al III Convegno della SISBQ a Porretta Terme  www.sisbq.org: Il Reale Rischio Congenito di CAD, conditio sine qua non della cardiopatia ischemica,  riconosciuto in UN SECONDO con un fonendoscopio e guarito completamente  (SIC!) con terapia medica e fisica (Acqua Termale Sulfidrilica, Melatonina –  io uso la Melatonina Coniugata di Di Bella-Ferrari –  e una sola applicazione di Cem-Tech  –   strumento IGNORATO dalle Autorità Mediche italiane, ma ben noto all’estero –  V.  www.sisbq.org).

Gli Autori proseguono:  ” We included 49,255 men from the Cooper Center Longitudinal Study. Premature family history (pre-FHx) of CHD was defined as the presence of angina, myocardial infarction, angioplasty or bypass surgery in a relative age <50 years.

La conseguenza dell’ignoranza del Reale Rischio Congenito di CAD spiega il perché  sono così numerosi i pazienti in età inferiore ai 50 anni  sofferenti di “angina, myocardial infarction, angioplasty or bypass surgery”!

Nessun stupore, dunque,  se  la CAD è una epidemia in continuo aumento, anche se  ESISTE una soddisfacente risposta “clinica” a questo grave  problema sanitario di portata mondiale,  principale causa di morte nei Paesi occidentali,  dove le cosiddette Autorità competenti, incluso il transeunte Ministro della Salute,  fingono di ignorare la soluzione CLINICA – dimostratasi efficace da ormai un decennio –   consegnata ad una vasta Letteratura internazionale.  Per esempio:

Stagnaro Sergio.    CAD Inherited Real Risk, Based on Newborn-Pathological, Type I, Subtype B, Aspecific, Coronary Endoarteriolar Blocking Devices. Diagnostic Role of Myocardial Oxygenation and Biophysical-Semeiotic Preconditioning. International Arteriosclerosis Society,  www.athero.org, 29 April, 2009  http://www.athero.org/commentaries/comm907.asp

Stagnaro Sergio.  Role of Coronary Endoarterial Blocking Devices in Myocardial Preconditioning – c007i. Lecture, V Virtual International Congress of Cardiology, 2005.  http://www.fac.org.ar/qcvc/llave/c007i/stagnaros.php

Stagnaro Sergio. New bedside way in Reducing mortality in diabetic men and women. Ann. Int. Med. 21, June 2007 . http://www.annals.org/cgi/eletters/0000605-200708070-00167v1

Neppure i “Professori”  possono affermare, senza cadere nel ridicolo, che le  citate pubblicazioni sono state diffuse  da FONTI mediche non autorevoli!

L’articolo di Circulation si conclude affermando sorprendentemente che  ” Pre-FHx was associated with a persistent increase in both CHD and CVD mortality across long-term follow-up, resulting in significantly higher lifetime risk estimates”.

Anche se non aggiunge nulla di nuovo a quanto TUTTI sanno, l’articolo è stato accettato dagli Editori di  Circulation e pubblicato sulla celebre rivista di Angiologia, mentre i lavori sul Reale Rischio Congenito i CAD soso stati respisti dagli stessi Editori perché non “innovativi”, anche se scientificamenti pregevoli!

All’inizio del terzo millennio la CAD continua ad essere una epidemia in aumento, nonostante le gettonate conquiste “progressive e meravigliose” della Medicina Serva dell’Economia.

Invito i Cardiologi, inclusi quelli della SIC, che non  hanno mai risposto alle mie mail,  al III Convegno della SISBQ a Porretta Terme per poter finalmente confutarmi, esprimendo i loro giudizi NEGATIVI sul Reale Rischio Congenito di CAD.

PS.

Se i  Cardiologi dovessero esprimere  giudizi POSITIVI sul Reale Rischio Congenito, allora potrebbe e dovrebbe intervenire  il Magistrato  – GIP –  per indagare sul loro presente colpevole silenzio!

 

 

IMA fulminante, improvviso e imprevisto: Silenzio sul Reale Rischio Congenito di CAD!

Da Il Giornale del 23 maggio 2012: “Morta la giornalista Claudia Laffranchi  La giornalista si occupava di cinema e spettacolo. Il suo corpo è stato trovato senza vita nella sua casa di Los Angeles”, a firma di Luca Romano.

La causa della morte non mi è nota al momento, perchè non è ancora stata rivelata dai mass-media. Tuttavia, siamo nel terzo millennio e la semeiotica fisica ha fatto epocali progressi, ignorati  soltanto dalle nostre competenti Autorità sanitarie e dai “Professori”  www.sisbq.org.

Ecco di seguito il mio commento inviato ieri alla Redazione de Il Giornale e messo in rete:

http://www.ilgiornale.it/interni/_morta_claudia_laffranchicollaborava_giornale/claudia_laffranchi/23-05-2012/articolo-id=589216-page=0-comments=1

#1 Sergio Stagnaro (384) – lettore
il 24.05.12 alle ore 8:15 scrive:
Sincere condoglianze ai familiari di Claudia Laffranchi. Ennesima morte “fulminante, improvvisa, imprevista”, all’inizio del terzo millennio. Nessuno sembra interessato a conoscere il perché la Medicina e i mass-media non cercano risposte alla domanda inquietanti: Il Reale Rischio Congenito di “CAD”, DM, Cancro esiste oppure no? Se esiste, è possibile eliminarlo rapidamente con semplice, non costosa terapia? Silenzio. Usque tandem?
Se la diagnosi di IMA “fulminante, improvviso e imprevisto”, causa di morte della nostra brava giornalista,  sarà corroborata dall’autopsia, allora aumenteranno ulteriormente  i  motivi per riflettere sul perché  del SILENZIO sul Reale Rischio Congenito di CAD, ensurato sia dai “Professori” sia dalla stampa italiana – unica eccezione Il Giornale per l’intervista concessami Domenica 8 marzo 2009,  http://www.ilgiornale.it/lp_n.pic1?PAGE=99388&PDF_NUM=1431 – secondo un incomprensibile comportamento autodistruttivo.

Paradossale è  il silenzio, fondatamente  sospetto, di individui  indifferenti alla conoscenza delle loro stesse Costituzioni e relativi Reali Rischi Congeniti, guaribili se diagnosticati tempestivamente, ed ingiustificato  il loro euforico entusiasmo  per le conquiste “progressive e meravigliose” della Genetica Molecolare, nonostante le presenti epidemie in aumento di CAD, Diabete Mellito e Cancro!

Chi è interessato alla risoluzione di questo grave problema, caratteristico della Medicina Serva dell’Economia, è invitato al III Convegno della SISBQ, a Porretta il 9 (-10) giugno 2012: l’iscrizione al Convegno è completamente gratuita!

L’Uso delle Staminali, ignorando la Semeiotica Biofisica Quantistica, è pericoloso!

E’ pleonastico affermare che  la Medicina è  Serva dell’Economia e che l’attuale uso delle staminali è un pericolo grave, evitabile ricorrendo alla Semeiotica Biofisica Quantistica!

Quando nel 2009 scrissi una Lettera Aperta all’allora Ministro Mussi, non ottenni risposta “more solito” : Stagnaro Sergio. Lettera Aperta all’On. Fabio Mussi, Ministro dell’Università e della Ricerca, su Cellule Staminali e Terreno Oncologico. 13 marzo 2009, http://www.fceonline.it/http://www.fcenews.it/docs/staminali.pdf

Chiaramente, i nostri governati di ieri ed oggi non così sono sensibili agli argomenti scientifici-critici, come dimostrano di essere a quelli economici.

Di seguito è riferito un mio recente Comment  ad un articolo apparso nel sito della CBSNews in cui si parla della possibile terapia con staminali in “alcuni” tipi di tumori.

http://www.cbsnews.com/8301-504763_162-57431767-10391704/stem-cells-boost-brain-tumor-treatments-for-some-patients-study-finds/

 

by SergioStagnaro May 14, 2012 7:31 AM EDT

I find the paper really intriguing and fascinating. However, we must pay attention to following overlooked remarks, I emphasised formerly,for instance, April 12, 2007 at URL http://www.washingtonpost.com/ac2/wpdyn/comments/display?contentID=AR2007041101736&start=41 and June 12, 2011, http://blogs.nature.com/news/2011/06/researchers_rebut_critiques_of.html#comments
In my opinion, a great lot of money on studying stem cells, accounts for the reason there is an overlooked bias in such as research articles! In fact, in performing stem cell researches all around the world scientists continue to overlook both an inherited mithocondrial cytopathy, I termed Congenital Acidosic Enzyme-Metabolic Histangiopathy and Biophysical-Semeiotic Constitutions (1-6). Accordingly,e.g., type 2 diabetes mellitus is a major problem worldwide, a real epidemic. Independent of different countries, in last decades type 2 DM prevalence has increased rapidly over time among both developed and developing populations: in 2030, diabetics will be 360 millions. Surely, genetic factors alone cannot explain these patterns. However, as allows me to state my clinical 55-year-long clinical experience, individuals, without diabetic AND dyslipidemic quantum-biophysical-semeiotic constitutions, can not be involved by type 2 diabets mellitus (1-6). Certainly, rapid changes in lifestyle and risk factors such as obesity, unhealthy diets, physical inactivity, tobacco smoking, a.s.o., acting on people with diabetic and dyslipidaemic constitution may prompt, AT FIRST, Pre-Metabolic Syndrome, then, over years or decades, metabolic syndrome (2, 6), IGT, and finally type 2 diabetes. In a few words, all around the world, e.g., the war against diabetes mellitus and its well-known and harmful so-called complications, as well as the war against all other serious and common human diseases, as cancer and CAD, is nowadays possible, also utilizing possibly stem cells of whatever origin, exclusively by means of a primary prevention, which must be perform at the bed-side, clinically, on a very large scale, using the simple stethoscope. In addition, we must in the future utilize stem cell, of whatever origin, of individuals not involved by above-cited quantum-biophysical-semeiotic constitutions! In other words, in both primary prevention and screening programme for every disease, including type 2 DM, and cancer, we need efficacious clinical tools to obtain the best results, avoiding, e.g., to use stem cell with heritable impaired mitochondria. Really, early diagnosis must certainly be established in asymptomatic patients, who, for example, are evolving slowly towards diabetes mellitus, i.e. long time before disease onset, in order to avoid the well known, severe complications. In fact, to prevent these diabetic “complications”, including diabetic retinopathy, on very large scale it is extremely necessary that doctors use a clinical tool reliable in diagnosing early diabetes mellitus stages, from initial stages, i.e., biophysical-semeiotic constitutions, and then the Pre-Metabolic Syndrome, useful particularly in selecting appropriate stem cells to be utilized. As I wrote formerly in PLOS (7), physicians can fortunately utilize bedside clinical methods reliable in ascertain the truth of articles published in famous peer reviews.

References
1 Stagnaro S., Stagnaro-Neri M. Valutazione percusso-ascoltatoria del Diabete Mellito. Aspetti teorici e pratici. Epat. 32, 131 1986

2 Stagnaro Sergio, Stagnaro-Neri Marina. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno oncologico. Travel Factory SRL., Roma, 2004

3 Stagnaro S., Stagnaro-Neri M., Le Costituzioni Semeiotico-Biofisiche.Strumento clinico fondamentale per la prevenzione primaria e la definizione della Single Patient Based Medicine. Ediz. Travel Factory, Roma, 2004.

4 Stagnaro S., Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica. Una Patologia Mitocondriale Ignorata. Gazz Med. It. – Arch. Sci. Med. 144, 423,1985 Infotrieve.

5 Stagnaro S. Diet and Risk of Type 2 Diabetes. N Engl J Med. 2002 Jan 243464:297-298. [MEDLINE].

6 Stagnaro S.-Neri M..Stagnaro S., Sindrome di Reaven, classica e variante, in evoluzione diabetica. Il ruolo della Carnitina nella prevenzione del diabetemellito. Il Cuore. 6, 617, 1993, [MEDLINE].

7)Stagnaro Sergio. Single Patient Based Medicine: its paramount role in Future Medicine. Public Library of Science. http://medicine.plosjournals.org/perlserv/?request=read-response

 

Scientific American: Business delle Statine. Mio Commento Critico-Costruttivo!

Scientific American è una delle riviste mediche assai gettonata,  citata volentieri dai mass-media e dai “Professori” italiani.

In questo numero della rivista si solleva la questione della necessità e utilità della somministrazione di statine a soggetti sani sopra  i 50 aa. a scopo preventivo  primario della CVD!

Ci risiamo! L’affare economico legato alle statine continua, o per lo meno ci provano, su nuovi pascoli.

Come riferito anche in questo blog, 12 anni prima (sic!) dello scandalo “Rabdomiolisi Mortale da Cerivastatina”,  nella mia relazione ad un Congresso Internazionale di Merano, sollevai il pericolo incombente, purtroppo inascoltato, dell’uso di statine in pazienti con Sindrome da Carenza di Co Q10, da me descritta: Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Carenza di Co Q10 secondaria a terapia ipolipidemmizante diagnosticata con la Percussione Ascoltata. Settimana Italiana di Dietologia, 9-13 Aprile 1991, Merano. Atti, pg. 65. Epat. 37, 17, 1990.

Ecco di seguito il mio recentissimo commento in rete nel sito di  Scientific American:

http://www.scientificamerican.com/article.cfm?id=statins-should-healthy-adults-over-50-take-them

18. Stagnaro 05:08 AM 5/22/12

As regards statin use in over 50 apparently healty individuals, what accounts for the reason every NHS, of both developing and developed country, does not function rightly, is a fundamental bias, considering that all individuals are born equal! I mean, the competent Authorities do not think that quantum-biophysical semeiotics Constitutions, as well as their Dependent Inherited Real Risks do really exist, as Public Library of Science admit: Single Patient Based Medicine: its paramount role in Future Medicine. Public Library of Science. 2005. http://medicine.plosjournals.org/perlserv/?request=read-response .
As a consequence of this confounding belief, all subjects have to undergo to expensive screenings and examinations, aiming to ascertain type 2 DM, CAD, Cancer, a.s.o., overlooking Diabetes, ATS, and Cancer (i.e., Oncological Terrain)Constitutions
Only in presence of dislipidemic, hypertensive, diabetic constituion-dependent Inherited Real Risk of CVD, statin use is worthy in primary prevention!
When fortunately physicians all around the world will be told by mass-media and peer-reviews about above- mentioned Constitutions, exclusively a large minority of individuals will utilise statins, surely in earliest stages and in rational way.
Interestingly, when everybody is erroneously considered as candidate to CVD, DM, and cancer, not only NHS expense arises, but also the avoidable Jatrogenetic Psychological Terrorism: without CVD, arteriosclerosis is not possible: http://www.guardian.co.uk/theobserver/2011/apr/03/toby-helm-profile-andrew-lansley?commentpage=last#end-of-comments

Per i motivi sopra illustrati per l’ennesima volta, sempre disattesi,  il prossimo III Convegno della SISBQ a Porretta Terme, 9-10 Giugno pv., dedicato al Reale Rischio Congenito di CAD, di Osteoporosi e di Retinopatia Diabetica, “dovrebbe” interessare le Agenzie di Informazione, i “Professori”, le competenti Autorità Sanitarie governative, Medici  ma anche  i GIP, Giudici per le  Indagini Preliminari.

 

Teoria Microcircolatoria dell’Arteriosclerosi. Il Reale Rischio Congenito di CAD.

Dal sito http://www.semeioticabiofisica.it, “Costituzione Semeiotico Biofisico Quantistica Arteriosclerotica. La Teoria Microangiologica dell’Arteriosclerosi”:  http://www.semeioticabiofisica.it/semeioticabiofisica/Documenti/Ita/Costituzione%20arteriosclerotica.doc

Chi ha intenzione di  frequentare con profitto il III Convegno della SISBQ a Porretta Terme, il 9 e 10 Giugno pv., deve studiare il contenuto dell’articolo sopra-citato per poter comprendere, nel modo migliore, l’argomento trattato nelle varie Relazioni, ed impadronirsi della metodica per riconoscere il Reale Rischio Congenito – di CAD, Osteoporosi e Retinopatia Diabetica – nella Lezione Pratica di domenica mattina.

In realtà, il Reale Rischio Congenito –  di CAD, Osteoporosi, Retinopatia Diabetica, eccetera – svolge un ruolo primario sia nella Costituzione Arteriosclerotica sia nella Teoria Microcircolatoria dell’ATS.

Certamente si tratta di concetti medici originali e, quindi, ostici al primo impatto. Tuttavia, una mente serena, aperta, onesta, lungimirante, è predisposta da sempre alla percezione del tutto! Importante è che l’uditore, per motivi che esulano dalla conoscenza,  non si lasci spaventare dalle troppe novità che si presentano nell’orizzonte ontico e quindi noetico.

Vi è una generale ammissione che la CVD, inclusa la CAD, è una epidemia in continuo aumento. Di conseguenza dobbiamo riconoscere che quanto fatto finora, a partire dalla teoria dell’incrostazione di Virchow, 1852, e da quella della proliferazione di Rokitawski, 1853, non ha approdato a nulla!

Il Reale Rischio Congenito di CVD  rappresenta il punto focale della Teoria Microcircolatoria dell’Arteriosclerosi.

Chi vuole comprenderne il Senso ed il Significato necessariamente deve familiarizzare con questi nuovi concetti di una disciplina, la Microangiologia Clinica, che i “Professori” ignorano.

Eppure August Krogh, l’11 Dicembre del 1920, nella sua Lezione in occasione del Premio Nobel – “Contribution of Physiology of Capillaries” – aveva previsto il valore diagnostico nella CLINICA, derivato dallo studio del microcircolo!

Krogh aveva Ragione!

Da quanto sopra, il lettore comprende le gravi conseguenze  del mancato  insegnamento della Microangiologia Clinica nelle facoltà di Medicina.

Arrivederci a Porretta Terme, Bologna, il 9 – 10 giugno pv.

 

Il Laboratorio di Analisi aiuta la Diagnosi Clinica, ma NON la sostituisce!

Il paziente che si sottopone oggi alla visita di un Medico di Medicina Generale oppure a quella di un “Professore”, riceve una lista di esami di laboratorio, dai cui risultati il Sanitario si aspetta la diagnosi!

La Clinica è morta  nella presente Era della Medicina Medievale Serva dell’Economia.

Eppure i Medici dovrebbero sapere, e molti lo sanno ma non lo dicono, che i livelli ematici di molte sostanze non corrispondono affatto ai reali livelli tessutali. Questa è la causa dell’effetto fuorviante del Laboratorio di Analisi, a patto che un residuo di cultura clinica sia rimasta ancora viva nel Medico.

Il magnesio partecipa all’attività di numerosissimi enzimi. Pertanto, la carenza magnesiaca provoca un numero così elevato di manifestazioni cliniche, da essere stata paragonata alla sifilide, un tempo assai diffusa. Per porre fine a queste molteplici manifestazioni, causa di sofferenza per il paziente, è inevitabile la corretta  e rapida diagnosi e la successiva terapia sostitutiva, rapidamente efficace.

Di conseguenza è necessario al Medico uno strumento clinico che  gli permetta sia l’affidabile, quantitativa e tempestiva diagnosi di sindrome magnesio-carenziale, sia il successivo monitoraggio terapeutico.

In realtà, nelle forme iniziali o lievi di sindrome magnesio-carenziale,  il dosaggio ematico del magnesio è nei limiti fisiologici, perché i depositi (cellule epatiche, muscolari, nervose-periferiche, adipose, eccetera) provvedono a fornire magnesio al cuore e al cervello.

Il risultato è che la corretta diagnosi non è posta dal Medico che si affida al soltanto al laboratorio, perché non conosce la Semeiotica Biofisica Quantistica e pertanto ignora che questa sindrome è diagnosticata in pochi minuti con il fonendoscopio,  come scrissi 24 anni or sono:  Stagnaro-Neri M. Stagnaro S., Diagnosi percusso-ascoltatoria e monitoraggio terapeutico della sindrome Magnesio-carenziale. Gazz. Med. It. – Arch. Sc. Med. 147, 1988.

A questo proposito bisogna sottolineare che il rilievo dei livelli TESSUTALI di magnesio è talmente avvertita che presso una peer-review di Nature PG., European Journal of Clinical Nutrition, è in corso di stampa un lavoro del Presidente della SISBQ,  Simone Caramel, e mio, sulla diagosi clinica da carenza di Mag. negli ipertesi.

In uno studio – www.salutare.info, http://www.futuradiagnostica.it/articoli/Troponina%20T.pdf – la cTnT (troponina t cardiaca) è stata riscontrata elevata (oltre 0.1 ng/ml) nel  32% di 56 pazienti consecutivi affetti da embolia polmonare.

Oltre che nell’embolia polmonare, la cTnT appare aumentata anche nella cardiopatia  congestizia, cardiomiopatia, inclusa la cardiomiopatia di Tako-Tsubo, miocardite, contusione cardiaca, insufficienza renale, ictus,  disfunzione ventricolare sinistra oppure nello shock settico e nella terapia intervenzionale  come ad esempio la chirurgia cardiaca, chirurgia non-cardiaca PTCA e cardiotossicità indotta da farmaci.

Quante errate diagnosi di infarto miocardio o di sindrome coronarica con coronarie integre, causa di terrorismo psicologico jatrogenetico ho visto nella mia lunga pratica di Medico di MG, di cui una recentissima, motivo di un recente articolo:  Sergio Stagnaro and Simone Caramel (2012) Quantum Biophysical Semeiotic Bedside Diagnosis of Tako-Tsubo Cardiomyopathy. The central Role played by CAEMH-Dependent GERD in precipitating the transient cardiac Dysfunction.  www.sisbq.org, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics,

http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/takotsubo.pdf. ; http://stagnaro-wwwsemeioticabiofisicait.blogspot.com/2012/02/quantum-biophysical-semeitic-bedside.html

Per quanto riguarda il valore diagnostico della cTnT,  ricordo che nei soggetti oltre i 70 anni è frequentissimo osservare valori superiori alla norma.

Il valore del dosaggio ematico dell’Ubidecarenone è notevole, per esempio quando si prescrivono statine, in considerazione della frequente sindrome Co Q10 carenziale in soggetti di età medio-alta.

Questa sindrome, da me descritta, per la prima volta dal punto di vista clinico,  20 anni or sono, è  finora sconosciuta alla quasi totalità dei  laureati in Medicina: Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Acidi grassi W-3, scavengers dei radicali liberi e attivatori del ciclo Q della sintesi del Co Q10. Gazz. Med. It. – Arch. Sc. Med. 151, 1992;  Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Sindrome clinica percusso-ascoltatoria da carenza di Co Q10. Medic. Geriatr. XXIV, 239, 1993.

Nell’atleta in allenamento, cioè nel periodo della attività sportiva, i valori ematici dell’Ubidecarenone sono inferiori ai livelli normali, ma sono elevati nel cuore e nei muscoli scheletrici. Al contrario, nei periodi di riposo, lontano dall’attività agonistica, il livello del co-enzima è alto nel sangue! Detto altrimenti, la quantità di Co Q10 tessutale non è rivelata dall’indagine del livello ematico.

Al prossimo III Convegno di Semeiotica Biofisica Quantistica, a Porretta Terme, 9-10 giugno pv., la relazione del Presidente, Simone Cramel,  è dedicata alla Diagnosi di Reale Rischio Congenito di Osteoporosi e alla sua terapia, incluso il Co Q10: Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Diagnosi Clinica Precoce dell’Osteoporosi con la  Percussione Ascoltata. Clin.Ter. 137, 21-27, 1991 [Medline].

Quanto sopra riferito corrobora la mia vecchia affermazione, secondo cui la morte della Clinica è la Fine della Medicina: Stagnaro Sergio. The Death of Clinical Medicine parallels Medicine End. CMAJ 2008; 178: 1523-1524, 10 June 2008. http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/178/12/1523

Postilla Conclusiva alla Lettera Aperta a Nicomaco, Giovane Cardiologo.

In questa Postilla Conclusiva, Nicomaco,  trovi alcuni motivi di attenta riflessione, che un giorno giudicherai  preziosi per la tua attività di Medico “e” Cardiologo.

Non dimenticare mai il monito del pensatore iberico José Ortega y Gasset, secondo il quale la super-specializzazione è fonte di ignoranza. Perciò, prima di tutto cerca di essere  Medico e poi specialista in Cardiologia.

I tuoi “Professori” docenti, con la colaborazione di Editori e Revisori  a-critici,  hanno tentato di lavarti il cervello professando, come verità,  i risultati del troppo gettonato Studio di Framingham, MA, USA, condotto nel 1947 per accertare il posibile rischio della cardiovascolopatia

“Das unghedachte zu denken” è l’arma vincente contro i barbari, le bestie feroci e i “Professori” della presente Medicina Medievale, Serva dell’Economia!

Hanno pensato  i benefattori dell’umanità nell’interesse ovviamente della popolazione , se dimostreremo che alla base della patologia vascolare ci sono fattori di rischio ambientali, per esempio troppo colesterolo “cattivo”, elevato livello ematico di omocisteina, pressione arteriosa superiore alla norma (ma quali sono i livelli pressori normali? Essi sono validi per TUTTI i soggetti, anche se non siamo nati tutti uguali? Stagnaro Sergio.  Not all mice are created equal! BioMedCentral Physiology, 3 December, 2009. http://www.biomedcentral.com/1472-6793/9/21/comments#384660; Stagnaro Sergio.       EBM And SPBM Must Be Associated, Since We Are Not Born Equal! Medical News Today, 14 November, 2008. http://www.medicalnewstoday.com/youropinions.php?opinionid=34388), allora avremo risolto il problema CVD!

In altre parole, prima  ancora del troppo famoso Framinham Study, lodevoli benefattori dell’umanità pensarono di eliminare la  CVD, portandone alla luce  gli eventuali  Fattori di Rischio,  per poi combatterli con adeguati farmaci, sempre rinnovabili e sempre più efficaci.

Caro Nicomaco, a parte il fatto che la scienza NON dimostra NIENTE – G. Bateson, Nature and Mind –  ed è bene così per evitare che un giorno si arresti il progresso sceintifico, i suddetti benefattori  dell’umanità, e i loro collaboratori sponsorizzati,  un risultato l’hanno ottentuto: hanno scoperto non solo i Fattori di Rischio della CVD,  CAD inclusa, ma anche moltissimi  farmaci  per combattere questa patologia, mettendo in commercio macchinette ad uso domestico per il controllo terapeutico della patologia vascolare.

Ecco un esempio delle progressivi e meravigliose conquiste della Medicina occidentale!

Purtroppo, la lotta  continua da SESSANTA anni incessantemente, ma senza significativi risultati: la CVD, inclusa la CAD, è una epidemia in continuo aumento, nonostante i farmaci deglutiti dai pazienti e le macchinette per il contro della pressione arteriosa, della glicemia, dell’azotemia, della dislipidemia, della omocisteinemia, della …..!

Caro Nicomaco, domandati perché i benefattori dell’umanità e i “Professori”, che si illudono di essere riusciti a far credere che fattore di rischio sia sinonimo di “causa”, non si rivolgono alla Prevenzione Pre-Primaria e Primaria della CVD e non parlano:

A) del ruolo  patogenetico dei lipidi ossidati nei confronti dell’ATS,  risparmiata dai lipidi NON-ossidati;

B) del fatto che soggetti con molti dei 300 (sic!) fattori ambientali di rischio di CAD non hanno coronarie malate, mentre altri – come me – senza significativi fattori di rischio sono stati colpiti da IMA;

C) del fatto – da me denunciato DODICI anni PRIMA delle morti per rabdomiolisi da Cerivastatina, Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Carenza di Co Q10 secondaria a terapia ipolipidemmizante diagnosticata con la Percussione Ascoltata. Settimana Italiana di Dietologia, 9-13 Aprile 1991, Merano. Atti, pg. 65. Epat. 37, 17, 1990 –  che la riduzione della sintesi del colesterolo è associata alla diminuzione della produzione di Co Q10, dannosa  e spesso mortale se il paziente è affetto da Sindrome da Carenza di Ubidecarenone: V. per esempio,  Stagnaro-Neri M., Stagnaro S., Sindrome clinica percusso-ascoltatoria da carenza di Co Q10. Medic. Geriatr. XXIV, 239, 1993;

D) del fatto che, se il sangue è aterogeno, non è spiegabile, nemmeno ricorrendo puerilmente a nozioni di emodinamica, la localizzazione PUNTUALE dell’inizio della ATS, che avviene esattamente nelle aree endoteliali ad HP, high probability, ma non altrove.

So che verrai, Nicomaco, a Porretta Terme il 9 giugno pv. al III Congresso della Società Internazionale di Semeiotica Biofisica Quantistica, http://www.sisbq.org.  Pertanto dì al tuo Maestro, Membro di spicco della SIC, Società Italiana di Cardiologia, che la mia Lectio Magistralis è dedicata alla Prevenzione Primaria della CAD, basata sul Reale Rischio Congenito di cardiopatia ischemica, e che – secondo la mia abitudine – alla fine sono graditi gli interventi critici, meno quelli apologetici, ascoltati per mezzo secolo nei congressi medici, sponsorizzati dalle Case Framaceutiche.

 

 

 

Lettera di Un Vecchio Clinico a Nicomaco, Giovane Cardiologo.

Caro Nicomaco,

sono felice che tu abbia conseguito l’agognata specializzazione in Cardiologia. Ora finalmente puoi cominciare a studiare la vera Cardiologia, quella Clinica, secondo la Semeiotica Biofisica Quantistica.

Hai capito benissimo: la Morte della Clinica segna la Fine della Medicina (Stagnaro Sergio. The Death of Clinical Medicine parallels Medicine End. CMAJ 2008; 178: 1523-1524, 10 June 2008. http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/178/12/1523).

Oggi, all’inizio del terzo millennio, nell’Era della Medicina tecnologizzata al suo vertice,  anche i  Cardiologi sono Laboratorio di Analisi Chimica- e Dipartimento delle Immagini-Dipendenti, con residui, pallidi ricordi della semeiotica fisica ortodossa, accademica, fermatasi al 1955.

Infatti, col solo aiuto di un fonendoscopio nessun cardiologo al mondo sa riconoscere, per esempio, la Cardiomiopatia di Tako Tsubo, la Pervietà del Foro del Botallo, la Cardiopatia Ischemica Asintomatica, e mi fermo qui.

Se qualche Collega tuo, senza fondati motivi, si sente offeso dalla mia affermazione, digli pure di rivolgersi a me, presentandosi il 9 di giugno 2012 al III Convegno della SISBQ a Porretta Terme.

Ricordati, a questo proposito, che l’Infarto Miocardico “improvviso e imprevisto”  è una definizione desolante di una Cardiologia della sconfitta.

In verità, imparerai presto che l’IMA è presente in potenza alla nascita come Reale Rischio Congenito di CAD, ignorato solo in Italia, riconosciuto con un fonendoscopio e facilmente eliminabile con semplice terapia.  Definire come “fulminante”  l’infarto miocardico acuto, spesso mortale, appaga forse  la coscienza  dei cardiologi  dell’establishment e delle competenti Autorità Sanitarie, giusificandoli di fronte alla  legge mutevole degli uomini, non certo dinnanzi alla Legge dell’Eterno.

I numerosi giovani atleti professionisti, e non solo essi, purtroppo,  che, nonostante i periodici controlli di famosi Cardiologi, resi tali dalle attrezzature sofisticate di cui possono disporre, muoiono “improvvisamente e imprevedibilmente” a causa di una patologia, l’IMA, diventata una epidemia in aumento, sono la tragica espressione della MISERIA della presente Cardiologia e di una Medicina Medievale, Serva dell’Economia.

Il Nuovo Rinascimento della Medicina, è fondato sulla precisa conoscenza delle Costituzioni Semeiotico-Biofisico-Quantistiche e sui relativi Reali Rischi Congeniti (RRC), tra cui il RRC di CAD, che tu imparerai certamente, perché sei ancora in grado di usare bene il fonenodoscopio, estensione dell’orecchio del Medico e non un oggetto obsoleto da portare intorno al collo oppure nel taschino del camice a modo di ornamento.

Caro Nicomaco, chi muore per IMA “imprevisto ed improvviso” è colpito dalla nascita dalla predispozione alla cardiopatia ischemica, caratterizzata dal rimodellamento microcircolatorio di tipo “vasoparietale” a carico di uno o più  segmenti di coronarie epicardiche.

Per saper diagnosticare con un fonendoscopio  il RRC di CAD, auspicabilmente alla nascita, devi conoscere almeno la Percussione Ascoltata dello stomaco, nota a partire dalla fine del 1700,  che permette di valutare quantitativamente i valori parametrici del Riflesso Gastrico Aspecifico. Questo  strumento clinico permetterà di fermare la presente epidemia di cardiopatia ischemica.

Troverai certamente “barbari, bestie feroci e dei” che tenteranno invano di ostacolarti in una impresa per loro impossibile: lo studio della Semeiotica Biofisica Quantistica Cardiologica, in accordo allo spirito della Single Patient Based Medicine: Stagnaro  Sergio. Single Patient Based Medicine: its paramount role in Future Medicine. Public Library of Science, PLoS, 2005. http://medicine.plosjournals.org/perlserv/?request=read-response 

Colleghi celebri,  ridendo come la servetta trace, ti diranno che oggi siamo in grado di trapiantare un cuore sano (?) di un giovane morto il SABATO SERA nel torace di un poveretto visitato da loro inutilmente per 40 – 50 anni ed erroneamente   giudicato sano di cuore alla luce dei dati del Laboratorio e del Dipartimento delle Immagini.

A questi laureati in Medicina, specializzati in Cardiologia ricorda le  mie “Lezioni sul Reale Rischio Congenito di CAD”,  in particolare Il Reale Rischio Congenito di CAD,  Lezione N° 2: DA  C. Barnard non hanno imparato NULLA!  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rrcdicad.pdf

Barnard, dopo il suo primo trapianto di cuore al mondo, a cui seguì dopo 28 giorni la morte del paziente, disse ” Se invece di dedicarmi al trapianto di cuore, mi fossi dedicato alla Prevenzione Primaria della cardiopatia ischemica, non avrei salvato una vita soltanto, ma milioni di vite”.

Ti auguro di cuore una vita ricca di soddisfazioni, come quelle provate prima di te da chi  ha visto crescere Manul, fatto nascere sano e robusta, senza Terreno Oncologico http://www.sisbq.org/sbq-magazine.html

Un abbraccio da un Vecchio Clinico

 

 

 

Cloud dei tag