Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

La coerenza esterna ed interna di una teoria scientifica rappresenta la “conditio sine qua non” della verità scientifica, ma non è un suo sinonimo, come SCREENING del cancro non è sinonimo di prevenzione PRIMARIA!

Non tutti i laureati in Medicina lo sanno, purtroppo.

Ricordo, come esempio, che,  quando lavoravo ancora, d’inverno i gatti randagi mi aspettavano di buon mattino a Renà, frazione di Riva Trigoso, la Miami della Riviera Ligure di Levante, per scaldarsi sul cofano ospitale della mia piccola 126 Fiat, il cui motore era … a trazione posteriore.

Sono certo  che la cara, intelligente e colta, Prof. Docente Universitaria a Milano, A.P., mi obietterà quanto prima che le mie seguenti  affermazioni  non sono sostenute dalla prova in doppio cieco, condotta in centinaia di casi (mai  scritto quante centinaia, però!)   e pertanto  non rispetto IL METODO  scientifico (dogma?),  consigliato da  Carletto Popper (” K. Popper lo leggo in tedesco, mentre Umberto Veronesi in italiano, ma il Cancro è  una Epidemia..”, da una mia mail inviatale tempo fa).

E’ ovvio che un Autore onesto deve  offrire  in dettaglio tutte le descrizioni operative da lui messe in atto nella ricerca, perché altri Autori, spero altrettanto onesti, che conoscono la Semeiotica Biofisica Quantistica, cioè altri CLINICI, possano tentare di falsificare i dati riferiti.

A questo proposito, per evitare inutili, anche se piacevolissime discussioni, invito la simpatica amica, Prof.  A.P.,  a leggere il mio articolo di ieri in questo blog, dal titolo eloquente e provocatorio: Il CLINICO è Morto, VIVA il CLINICO, eccetera. Finora NESSUNO mi ha mandato a quel paese, che, in verità,  non so ancora quale paese sia!

Detto questo, giungo al succo di quanto vorrei far capire a “Professori” e a quanti mi criticano senza conoscere ciò che criticano, cioè la Semeiotica Biofisica Quantistica.

Grazie alla preziosa e gettonatissima Genetica Molecolare, pure  chi legge i quotidiani e continua ad andare a votare per le Politiche  sa benissimo che le mutazioni genetiche che provocano aumento del VEGF sono cancerogene!  Mi riferisco al n-DNA, chiaramente; il mit-DNA per gli studiosi di Genetica Molecolare è un optional.

Detto con parole semplici, univoche, chiare, comprensibili persino per lo scolaretto di GB.,   il cancro ha bisogno di cibo per crescere e metastatizzare e gli ENTI che glielo forniscono sono condannati dai probiviri laureati in Medicina come amici del nemico.

A questo punto, non chiedo agli Oncologi italiani,  inclusi i famosi  nel Madagascar, il perché allora i DEB, neoformati-patologici, tipo I, sottotipo a) tumorali,  sono alla base del Rimodellamento Microcircolatorio caratteristico del Reale Rischio Congenito di Cancro, conditio sine qua non dell’oncogenesi.

Questo lo ignorano (sotto trovate uno spazio per inserire COMMENTI…) e non “hanno il desiderio” di studiarlo, non usando più il fonendoscopio, considerato un ormanento del camice:   ” Egregio Signore Sergio,  non conosco il terreno oncologico a cui Lei fa riferimento (di Di Bella) e non ho la conoscenza per esprimere un parere.  Non ho il desiderio di approfondire tale argomento. La saluto caramente”.

Il virgolettato è il contenuto di una Mail inviatami da un mass-mediatico  ONCOLOGO italiano!

Dalla FINE degli anni settanta, affermo che l’Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica (ICAEM) è la base di tutte le più gravi patologie, incluso il tumore maligno. Vedere, per esempio:

Stagnaro S., Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica condizione necessaria non sufficiente della oncogenesi. XI Congr. Naz. Soc. It. di Microangiologia e Microcircolaz. Abstracts, pg 38, 28 Settembre-1 Ottobre, 1982, Bellagio

Segno caratteristico dell’ICAEM, da me sottolineato  con forza già  in vecchi articoli,  sono le Macchie di Campbell de Morgan, ben note agli oncologi,  grazie a Google.com.

Chiudo il cerchio: sul fondamento dell’ICAEM, può nascere il Terreno Oncologico e poi il Reale Rischio Congenito di cancro, conditio sine qua non del Cancro, solido e liquido. Questa predisposizione ai tumori maligni è riconosciuta in UN SECONDO con un fonendoscopio – Segno di Rinaldi –  e guarita (sic!) con una semplice e NON-costosa terapia http://www.sisbq.org:

Sergio Stagnaro. Il Segno di Rinaldi nella Diagnosi del Terreno Oncologico di Di Bella e del Cancro, solido e liquido, in atto. II Convegno Nazionale della SISBQ, Chiusi (Siena), 28-29 maggio 2011.

Versione italiana:  http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rinaldisign_it.pdf ;

English version: http://www.sisbq.org/uploads/5/6/8/7/5687930/rinaldisign_eng.pdf

Il Reale Rischio Congenito di Cancro, Dipendente dal Terrenoo Oncologico, è  associato SEMPRE  alle Macchie di Campbell de Morgan, espressione di una OVVIA reazione arteriolare, piccole arterie ed arteriole, secondo Hammersen, realizzata  anche con l’aumentata produzione di VEGF.

PS.

“Se di Platon la Musa non m’inganna”, VEGF è un acronimo che sta per Vascular Endothelial Growth Factor. In verità, a 80 anni  potrei non ricordarlo esattamente.  Comunque sia,  me ne frego.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: