Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Tre storielle illuminanti che suggerirono la Percussione Ascoltata degli Ureteri a me, che ho sempre avuto ben presente il frammento 18 di Eraclito: “Se l’uomo non spera l’insperabile non lo troverà perché esso è introvabile ed inaccessibile”.

E’ pur vero che Socrate (Atene, 470 a.C./469 a.C. – Atene, 399 a.C.) diceva che  quanto riusciva a comprendere degli scritti di Eraclito era meraviglioso, ma che per comprendere completamente il suo pensiero profondo ed oscuro, era necessario essere un tuffatore di Delo! Intendo dire che persino Socrate ebbe problemi a comprendere gli aforismi dell’ oscuro di Efeso (535 a.C. – 475 a.C.), sostenendo che erano profondi quanto le profondità raggiunte dai tuffatori di Delo.

Tuttavia, la comprensione del frammento citato potrebbe essere alla portata di qualsiasi “Professore” (Ho scritto potrebbe, sulla base della mia esperienza!).

A) Per informarsi dell’arrivo del treno degli yankee, gli indiani intuirono che era sufficiente appoggiare un orecchio sui binari. Indipendentemente dalla distanza del treno, era facile avvertirne l’arrivo, anche se una valanga si fosse nel frattempo rovesciata sui binari stessi.

Era così evidente che, posizionando ad arte (= proiezione cutanea del rene, proiezione cutanea  della parte laterale di destra e poi di sinistra del fondo della vescica urinaria) l’estensione dell’orecchio (= il fonendoscopio e il suo tamburo) avrei potuto ascoltare il suono prodotto con la percussione del dito medio piegato a modo di martelletto, sopra la proiezione del viscere tubulare.

La presenza di adipe addominale e viscerale, dei vari organi addominali (= valanga) interposti tra uretere  (= binari) e tamburo del fonendoscopio (= orecchio poggiato sui binari) non potevano essere  di ostacolo all’ascolto del suono percussorio, riflesso dall’uretere.

 

B) Durante l’ultima grande guerra, noi abitanti di Riva Trigoso, Riviera Ligure di Levante, avvertivamo i bombardamenti aerei su Torino più intensamente e distintamente di quelli che avvenivano a Genova. Era evidente che il suono era trasmesso per vie che erano indipendenti dalla posizione e distanza della sede di origine.

Si spiega così l’utilità e la praticità di applicare il tamburo del fonendoscopio sopra la parte laterale dell’addome, a destra e poi a sinistra, sotto l’emiarcata costale lungo l’ascellare anteriore,anche se i reni sono situati profondamente nella regione retroperitoneale e, nel sano, a lato delle prime vertebre lombari. In realtà, una ornai lunga esperienza mi permette di affermare che questa è la sede ideale per collocare il tamburo del fonendoscopio nella esecuzione della persussione ascoltata del rene e dell’uretere..

C)  Il padre di Joseph Leopold Auenbrugger (Graz, 19 novembre 1722Vienna, 18 maggio 1809), considerato il fondatore della percussione ascoltata anche se allora era applicata al solo torace, oste viennese, percuoteva le botti in modo delicato, non intenso, per accertarsi con precisione del livello del vino in esse contenute.  Ho percosso molte botti contenenti vino in Aziende Vinicole dell’Oltre Po’ pavese: solo se la percussione era delicata il livello veniva percepito correttamente, perché, in queste condizioni, il suono percussorio procede per linee rette senza rifrangersi, esagerando il volume occupato dal vino.

Non mi sono mai preoccupato della registrazione del numero di percussioni ascoltate da me eseguite in molti decenni e neppure del sesso, età, razza deglii individui esaminati, per il fatto che “i grandi  numeri” e i dati statistici li lascio da elaborare ai “Professori”, i cui articoli, perfettamente realizzati dal punto di vista formale, non sono riusciti  nemmeno a  rallentare il continuo aumento di epidemie  come CAD, Diabete Mellito tipo 2 e Cancro.

Tuttavia, non  temo confutazioni  né sulla possibilità di esecuzione né sull’utilità della percussione ascoltata dei Reni ed Ureteri (Fig. 1) che rappresenta la base della Microangioologia Clinica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: