Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Premessa.

Caotino,  pseudonimo del dott. Simone Caramel, Presidente della SISBQ, profondo conoscitore del Caos Deterministico,  è il massimo esperto della Teoria Semeiotico-Biofisico-Quantistica.  Simone Caramel e Mario Siniscalchi di Napoli, cardiologo del Cardarelli, Vice-Presidente della SISBQ, esperto di Tecnica Percusso-Ascoltatoria, sono i miei eredi spirituali.

I circa 300 (sic!) fattori di rischio ambientali possono facilitare e aggravare l’insorgenza della CAD, correlata ad almeno 30 loci genetici alterati (Comunicazione personale, Qibing Qi, Research Fellow – Department of Nutrition – Harvard School of Public Health.), ma non certo causarla.

Detto altrimenti, senza il Reale Rischio Congenito di CAD non può insorgere la cardiopatia ischemica:

Sergio Stagnaro. Without CAD Inherited Real Risk, All Environmental Risk Factors of CAD are innocent Bystanders. Canadian Medical Association Journal. CMAJ, 14 Dec 2009,  http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/181/12/E267#253801

Infatti, la CAD può colpire esclusivamente individui portatori di Reale Rischio Congenito di  CAD, di tipo vaso-parietale, riconosciuto clinicamente in un secondo con un semplice fonendoscopio e valutato in modo quantitativo.

Purtroppo, nonostante l’incondizionata ammirazione per la Genetica e la Gnomica, costosa e attualmente di scarso impiego e utilità,  la maggior parte dei medici e dei cardiologi ignorano, oppure non prendono in considerazione, le costituzioni semeiotico-biofisico-quantistiche e i relativi reali rischi congeniti, che rappresentano l’aspetto biologico delle mutazioni genetiche.

Le Autorità Sanitarie e i “Professori” fingono di non comprendere ciè che è facilissimo da afferrare per chiunque: qualsiasi mutazione deve provocare necessariamente anomalie di ben definite funzioni biologiche, oggi analizzate clinicamente  con la SBQ,  per essere di danno all’organismo umano e quindi preoccupare medici e non:

Stagnaro Sergio. Biological System Functional Modification parallels Gene Mutation. www.Nature.com, March 13,

2008,http://blogs.nature.com/nm/spoonful/2008/03/gout_gene.html;

Sergio Stagnaro.   Biological Dysfunctions parallel Gene Mutations. The New Scientist, 1 April, 2010. http://www.the-scientist.com/blog/display/57265/

Stagnaro Sergio. Mitochondrial Genome of the Mastodon highlights Human Constitutions. PLOS Biology, (01 August 2007) http://biology.plosjournals.org/perlserv/?request=read-response&doi=10.1371/journal.pbio.0050207#r1725.

A mio parere, questo generale e  desolante comportamento dei Maestri del Pensiero Medico, spiega perché la CAD è una epidemia dei nostri giorni in continuo aumento, come da tutti ammesso!  Notoriamente, il Reale Rischio Congenito di CAD e gli stadi iniziali della cardiopatia ischemica, silenti e quindi molto pericolosi, precedono di decadi la comparsa della fenomenologia  clinica, che spesso coincide con l’IMA impropriamente definito da “Professori” e giornalisti, “imprevedibile, improvviso, fulminante”.

Come è scritto nelle precedenti Lezioni, il Reale Rischio Congenito di CAD, dipendente dalle costituzioni ipertensiva e/o diabetica e/o dislipidemica e/o gottosa e/o  arteriosclerotica, è caratterizzato dalla presenza di Dispositivi Endoarteriolari di Blocco (DEB) neoformati-patologici, tipo I, sottotipo b), aspecifici, localizzati nelle piccole arterie coronariche, secondo Hammersen.

Di seguito, suggerisco – ancora una volta – una datata manovra clinica utile, affidabile e di facile applicazione, che permette al medico di precisare bedside la diagnosi sia del Reale Rischio Congenito di CAD sia della CAD in atto, sebbene iniziale o silente.  Questa manovra si è rivelata assai utile nella mia esperienza clinica,  anche per diagnosticare la cardiopatia ischemica decenni prima dell’inizio della sintomatologia tipica.

In realtà, è ben noto che pazienti con cardiopatia ischemica, CAD, possono non lametare affatto sintomi per molto tempo, e che le manifestazioni elettrocardiografiche dell’ischemia possono essere indotte dall’esercizio muscolare senza  comparsa del dolore anginoso.

Di conseguenza, il Medico ha bisogno di uno strumento clinico affidabile nel rapido riconoscimento della CAD, anche se clinicamente silente, ad iniziare dal Reale Rischio Congenito di CAD, da utilizzare facilmente e rapidamente nel lavoro quotidiano, per la personale tranquillità e a beneficio di tutti i pazienti, indipendentemente dalla sintomatologia che li ha portati alla visita medica.

Nella mia esperienza, uno di questi metodi si è rivelato il “Precondizionamento Miocardio Ischemico” realizzato con la Semeiotica Biofisica Quantistica, descritto sopra.

Dal punto di vista tecnico, il medico deve conoscere  almeno la percussione ascoltata dello stomaco, illustrata anche in vecchi testi accademici degli ultimi due secoli: Pagina Tecnica N° 1 in www.semeioticabiofisica.it.

Nel sano, la pressione digitale di intensità lieve-media, applicata sopra la proiezione cutanea del cuore, precordio, causa il riflesso gastrico aspecifico (= nello stomaco, il fondo e il corpo si dilatano, mentre la regione antro-pilorica si contrae) dopo un tempo di latenza di 8 sec. esatti; il riflesso dura meno di 4 sec. (= valore parametrico di notevole significato perché espressione della efficacia della Riserva Funzionale Microcircolatoria coronarica. La durata della scomparsa del riflesso, prima del successivo è > 3 sec. < 4 se., corrispondente alla Dimensione frattalica delle oscillazioni microvasali.

Interessante è il fatto che il riflesso ureterale superiore fluttuante (vasomotility) si arresta completamente con l’inizio della pressione LIEVE-MEDIA applicata sopra il precordio per la durata, identica, di 8 sec, corrispondente perfettamente al tempo di latenza del riflesso cuore-gastrico aspecifico, causato dall’acidosi istangica, ennesima dimostrazione della coerenza interna della teoria semeiotico-biofisico-quantistica e del suo valore scientifico.

La seconda valutazione, eseguita dopo un intervallo di 5 sec. esatti, provoca il riflesso gastrico aspecifico, il cui tempo di latenza è 16 sec., cioè doppio del valore basale, a causa  dell’incrementato apporto di materia-informazione-energia – dipendente dal fisiologico re-flow-phenomenon – che raggiunge il massimo  valore al quinto secondo: precondizionamento miocardico fisiologico,   tipo I.

Al contrario, nei pazienti colpiti da Reale Rischio Congenito di CAD, oppure da CAD iniziale o silente, cioè in stadio pre-clinico, il tempo di latenza persiste identico in entrambe le valutazioni, oppure aumentato in modo non significativo, e la durata è uguale  o supera i 4 sec. (NN > 3 sec. > 4 sec.), in relazione alla gravità della patologia sottostante: precondizionamento miocardio di tipo II, intermedio.

 

Nella CAD conclamata, il tempo di latenza del riflesso cardio-gastrico-aspecifico, già ridotto alla prima valutazione (Segno di Gentile positivo),  risulta più o meno diminuito nella seconda valutazione, e la durata del riflesso appare patologicamente allungata (NN > 3 sec. < 4 sec.): precondizionamento miocardico tipo III, patologico.

Naturalmente, la valutazione del precondizionamento semeiotico-biofisico-quantistico, certamente più complessa di quanto possa apparire da questa descrizione, può essere applicata a qualsiasi sistema biologico con favorevole ripercussione sulla prevenzione primaria, diagnosi e monitoraggio terapeutico della CAD.

 

A partire dal novembre 2007, con la nascita della Semeiotica Biofisica Quantistica, fondata sulla realtà non locale nei sistemi biologici, da me dimostrata per la prima volta, accanto alla realtà locale, “simultaneamente” all’inizio della stimolazione “intensa”, il medico riconosce clinicamente un cuore sano, se è assente il riflesso gastrico aspecifico, escludendo la presenza del Reale Rischio Congenito di CAD, anche se l’esaminando è lontano chilometri, in accordo con la Diagnostica Psicocinetica: Segno di Caotino negativo.

Infatti, nel sano, l’intensa pressione digitale, applicata su un singolo punto della proiezione cutanea del cuore (precordio), non provoca “simultaneamente” modificazioni volumetriche dello stomaco, cioè il riflesso cardio-gastrico aspecifico è assente . Infatti, a differenza di quanto si osserva durante pressione lieve-media, come descritto sopra, simultaneamente all’applicazione della pressione digitale “intensa” su un punto del precordio, la vasomotility diventa elevatissima, persistendo la diastole per 11 sec.

Ne consegue che il lavaggio degli idrogenioni e l’incrementato apporto di materia-informazion-energia ai mitocondri delle cellule parenchimali e parieto-vasali mediante l’aumentata flow-motion, producono localmente un significativo aumento del livello istangico di ATP, che appare in pratica raddoppiato, come rivela il tempo di latenza del riflesso cuore-gastrico aspecifico salito a 16 sec.:  Segno di Caotino Negativo.

Al contrario, negli individui colpiti dal Reale Rischio Congenito di CAD, oppure da CAD manifesta, nelle identiche condizioni sperimentali sopra descritte, il medico “simultaneamente” osserva un piccolo riflesso cardio- gastrico aspecifico, di circa 0,5 sec. espressione di acidosi istangica locale, da accumulo di idrogenioni, della durata di appena 3 – 5 sec., in rapporto alla gravità della sottostante patologia.

Infatti, l’attivazione microcircolatoria, in presenza della lieve dissociazione di base,caratteristica del RRC di CAD, ritardata di 3 – 5 sec., appare meno rapida e meno elevata del normale, ma tale da fare scomparire il primo patologico riflesso: Segno di Caotino Positivo.

 

Meritevole di segnalazione dal punto di vista terapeutico, il Reale Rischio Congenito di CAD scompare definitivamente mediante la Dieta Mediterranea, etimologicamente intesa (Peso Reale = Peso Ideale, esercizo fisico quotidiano, evitare il fumo di tabacco, etc.), la Melatonina Coniugata, personalizzate applicazioni di Cem-Tech, LLLT e/o NIR-LED, agendo dunque stimolando le cellule miocardiche, accanto ad altri ben noti meccanismi d’azione. Una singola applicazione di Cem Tech ha portato in 40 casi, personalmente osservati,  alla scomparsa dei segni semeiotico-biofisici-quantistici del Reale Rischio Congenito di CAD.

Nel settembre del 2011, ho condotto con la Semeiotica Biofisica Quantistica studi sull’azione dell’acqua termale sulfidrilica della sorgente “La Puzzola”, di Porretta Terme (Bologna) con risultati eccellenti riferiti in numerosi articoli: www.sisbq.org, Journal of Quantum Biophysical Semeiotics

A questo punto, ritengo utile approfondire la fisiopatologia del Segno di Catino, esaminata brevemente in precedenza, al fine di meglio comprendere la bellezza degli eventi microcircolatori fondamentali e nello stesso tempo sottolineare la coerenza interna ed esterna della Semeiotica Biofisica Quantistica e della Microangiologia Clinica.

Nel sano, l’intensa pressione digitale, esercitata sopra una piccola superficie della proiezione cutanea del cuore, precordio, causa “simultaneamente” l’intensa attivazione funzionale sia del parenchima sia della relativa unità microvascolotessutale, incrementando al massimo la  flow-motion impedendo così l’accumulo di idrogenioni,  causa di acidosi istangica. Infatti, la diastole arteriolare sale a 11 sec., e la sistole scende a 1 sec., conservando il periodo fisiologico di 12 sec.

Come conseguenza della intensa stimolazione parenchimale e microvasale, nel sano non si osserva la simultanea comparsa dell’acidosi istangica locale, causa del riflesso gastrico aspecifico. Infatti, i protoni, H+, formatisi per l’aumentata attività parenchimale, sono rapidamente allontanati dalla intensissima flow-motion, che rimuove gli idrogenioni, subito “spazzati” via, e contemporaneamente fornisce sufficiente materia-informazione-energia ai mitocondri delle cellule parenchimali e delle cellule parietovasali, che continuano a funzionare a ritmo elevato in un ambiente dove il pH continua ad essere fisiologico.

L’attivazione microcircolatoria  fisiologica, tipo I, associata, clinicamente valutata mediante i riflessi ureterali superiori (vasomotility) e inferiori (vasomotion), persiste esattamente 16 sec., valore di tempo esattamente uguale al tempo di latenza del primo riflesso gastrico aspecifico nel sano.  A questo punto rapidamente si arresta. Ennesima espressione di coerenza interna della SBQ.

Pertanto, dopo un tempo di latenza di 16 sec., appare il riflesso gastrico aspecifico, perché la locale acidosi improvvisamente sale fino a raggiungere il livello critico a seguito della diminuzione del flusso ematico microcircolatorio locale:  il riflesso dura 10 sec. esatti, quanto l’interruzione della microcircolazione, periodo necessario per la ripolarizzazione delle smooth muscle cells.

Fatto interessante, dopo una interruzione di 10 sec. esatti, il medico osserva una seconda volta una intentensissima attivazione microcircolatoria (= prima il tratto superiore, poi quello inferiore, dell’uretere si dilata massimamente) persistendo ora 32 sec., come nel precondizionamento semeiotico-biofisico-quantistico.

Vale a dire che alla fine del secondo tempo di latenza, riappare il riflesso gastrico aspecifico, causato dall’acidosi istangica, e dura 10 sec.; durante questo periodo la vasomotilità si arresta.

Come insegna il precondizionamento semeiotico-biofisico-quantistico, il terzo tempo di latenza, espressione dell’attivazione microcircolatoria tipo I, associata, mostra il suo valore più elevato, raddoppiando quello precedente: 64 sec.

Alla fine, le fluttuazioni delle piccole arterie e arteriose mostrano il comportamento di base.

Al contrario, in presenza di rimodellamento microcircolatorio coronario, vasoparietale, tipico del Reale Rischio di CAD, la pressione digitale intensa, applicata sopra un punto della proiezione cutanea del cuore, provoca “simultaneamente” l’attivazione massima  del parenchima, ma non quella del relativo microcircolo, sede di rimodellamento: qui l’attivazione avviene più lentamente, dopo un periodo 2-4 secondi, correlato con la gravità del rimodellamento microcircolatorio.

Infatti, valutando il comportamento del riflesso ureterale superiore (vasomotility) nelle condizioni sperimentali descritte sopra, il medico osserva una intensa dilatazione dopo 2-4 sec., in relazione con l’intensità del locale rimodellamento microcircolatorio.

Di conseguenza, a seguito della locale acidosi, simultaneamente all’intensa stimolazione appare il riflesso gastrico aspecifico della durata di 2-4 sec., che scompare con l’instaurarsi della attivazione microcircolatoria, sebbene in valori ai limiti della norma.

E’ interessante il fatto che il secondo riflesso gastrico aspecifico appare dopo un breve intervallo, ad indicare la sempre compromessa RFM, nella condizione sperimentale nota: ≥ 4 sec. (NN > 3 sec. < 4 sec.).

In seguito, iniziando con il terzo riflesso gastrico, sia l’attivazione microcircolatoria sia il riflesso gastrico aspecifico mostrano un identico comportamento come nel sano, sottolinenando la coerenza interna  ed esterna della teoria semeiotico-biofisico-quantistica.

E’ interessante il fatto che esiste una perfetta correlazione tra tempo di latenza del primo riflesso gastrico aspecifico, RFM, fD delle oscillazioni microcircolatorie (= fluttuazioni dei riflessi ureterali superiori e inferiori), quantità di DEB neoformati-patologici, valori del precondizionamento e la situazione coronaria.

 


 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: