Semeiotica Biofisica Quantistica. Il Nuovo Rinascimento della Medicina. www.sisbq.org

Nella notte tra il 2 e il 3 dicembre 1967, Christian Barnard  eseguì il primo trapianto di cuore.  Il cardiopatico operato, Louis Washkansky di 55 anni, sopravvisse 18 giorni, dopo aver ricevuto il cuore di una giovane di 25 anni deceduta in un incidente stradale. Il paziente morì per le complicazioni derivate dall’assunzione di farmaci immunodepressivi.

Barnard dovette lasciare il lavoro di cardiochirugo perché colpito da AR, e si dedicò all’insegnamente. Nel 2001,  morì  d’infarto miocardico “improvviso, imprevisto, fulminante”, come oggi definito dai “Professori”  e dai GIORNALISTI, mentre si trovava in vacanza sull’isola di Cipro.

A chi lo complimentava dopo il suo primo successo, in verità parziale, Barnard disse che se invece di essersi dedicato al trapianto di cuore si fosse impegnato con successo alla Prevenzione Primaria della cardiopatia ischemica avrebbe salvato milioni di persone!

Aggiunngo: incluso se stesso!

Dalla lezione di C. Barnard, implicita in quanto riferito sopra,  i Medici non hanno capito nulla, ancora una volta.

I “Professori” non hanno capito che  le varie forme di dislipidemia – secondo loro così importanti fattori di rischio nell’insorgenza della CAD – non in tutti i dislipidemici provocano la cardiopatia ischemica, diminuendo notevolmente i possibili benefici delle statine che hanno fatto la fortuna di molti, troppi individui.

Al contrario, milioni di normo-lipidemici sono infartuati!

I “Professori” non hanno capito che l’ipertensione arteriosa non in tutti gli ipertesi causa la CAD. Al contrario, la CAD colpisce milioni di soggetti normotesi.

I “Professori” non hanno capito che non tutti i diabetic sono cardiopatici e che pazienti non diabetici  soffrono di CAD e di  Infarto Miocardico

Potrei continuare altre TRECENTO VOLTE a ripetermi, quanti sono i fattori di rischio ambientali di CAD:  Sergio Stagnaro. Without CAD Inherited Real Risk, All Environmental Risk Factors of CAD are innocent Bystanders. Canadian Medical Association Journal. CMAJ, 14 Dec 2009,  http://www.cmaj.ca/cgi/eletters/181/12/E267#253801

Da quanto sopra si comprende che deve necessariamente esistere un Reale Rischio Congenito di CAD, sul quale agiscono i circa 300 fattori di rischio ambientali, che non sono CAUSA nè di  angina nè di infarto.

Questo Reale Rischio è Congenito, cioè presente alla nascita, e quindi riconoscibile a partire dalla NASCITA mediante un semplice fonendoscopio.

Se Barnard l’avesse saputo, anzicché a Cipro, in vacanza sarebbe andato a Porretta Terme a bere l’acqua termale della sorgente La Puzzola, curandosi anche la Costituzione Reumatica.

Nella prossima Lezione illustrerò le  basi microcircolatorie del Reale Rischio Congenito di CAD, cioè il “rimodellamento microcircolatorio coronarico”, conditio sine qua non della cardiopatia ischemica

 

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Tag Cloud

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: